chiusura c/c

vespa

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
27/7/01
Messaggi
132
Punti reazioni
1
Stamattina vado in banca dove ho chiesto la chiusura del c/c, per chiedere delle spiegazioni sul saldo( dal saldo bancomat, loro saldo ho 1600 euro di differenza) e visto che non sono più loro cliente mi ha risposto che non sanno dov'è la differenza, di guardare gli estratti conto. Ho intenzione di scrivere una lettera all'ufficio reclami, al capo zona, e al direttore della filiale,secondo voi va bene??
 
Se non dovessi ottenere rapida soddisfazione puoi rivolgerti all'OMBUDSMAN BANCARIO Via delle Botteghe Oscure ,46 00186 ROMA.

P. S. Anche alla tua Banca DEVONO avere un opuscolo per i reclami all'OMBUDSMAN BANCARIO
 
Il primo passo è il reclamo: più tardi ti posto il fac-simile.
 
Prova direttamente ad inoltrare il reclamo: devono risponderti in maniera dettagliata.

Una domanda: da quanto tempo hai chiuso il conto corrente?



Da inviare a mezzo raccomandata AR all'apposita funzione
(Ufficio reclami o altro) indicata nel contratto, con indirizzo
specifico: se non c'è, chiedere in agenzia.


Oggetto:conto corrente numero XXXXXXXX .


In riferimento al rapporto indicato in epigrafe, Vi contesto
quanto segue.

....(descrizione semplice, il più possibile dettagliata,
dell'accaduto: non c'è bisogno di descrivere le varie scuse dell'impiegato, solo la spiegazione dell'accaduto, indicando la data di richiesta di trasferimento titoli e la data di trasferimento effettivo, affermando che il tempo trascorso è certamente eccessivo, ed anche prendendo come riferimento il 31/12 (data-limite per non pagare le spese del primo semestre 2002) la richiesta è stata effettuata ben 28 giorni prima, pertanto il ritardo è tutto addebitabile alla banca e non al cliente; magari allega la copie fotostatiche della richiesta effettuata ed anche, se ce l'hai, la documentazione comprovante il trasferimento presso il nuovo intermediario)......

Vi invito, pertanto, ad accreditarmi sul conto corrente numero XXXXXXX intrattenuto presso di Voi l'importo corrispondente alle spese di amministrazione indebitamente trattenute, con valuta pari alla valuta di addebito delle suddette spese.


In mancanza di riscontro da parte Vostra mi vedro' costretto,
mio malgrado, a rivolgermi all'ombudsman bancario e/o ad un legale per la definizione del danno, con conseguente aggravio di oneri e spese da parte Vostra.




Indicare, oltre all'indirizzo, anche un recapito telefonico.

Ovviamente, firmare...pare logico, ma c'è chi lo
dimentica.....ovviamente, se i rapporti per i quali si effettua il
reclamo sono cointestati, ci vogliono tutte le firme.

90 giorni è il termine di legge per la risposta da parte
dell'intermediario...ecco perché si indica 90 giorni.


Fammi pure sapere se serve altro.
 
Voltaire grazie, come al solito sei preciso e competente.
Io forse però non mi sono spiegata bene, la differenza contabile che io riscontro è fra il saldo fatto con il loro bancomat e il mio estatto conto, che non posso spuntare perchè al bancomat ho chiesto solo il saldo.In pratica fra saldo contabile e disponibile del
tagliando del bancomat ci sono 1600 euro di differenza, quando sono mesi che non faccio nessuna operazione. Chiedendo spiegazioni non mi danno retta, perchè io ho chiuso il c/c.
 
Quindi non riscontri una perdita di danaro?

Inoltre, se il conto è chiuso, a cosa si riferisce il bancomat?
 
il bancomat è del 1/8, la mia disposizione di chiusura del 6/8,la loro chiusura è del 3/9 con un bonifico di importo inferiore al saldo bancomat di 1600 euro,differenza che io evidenzio sullo scortrino bancomat fra contabile e disponibile.Il c/c non lo movimento da aprile.
 
sono diversi saldo contabile, saldo disponibile, saldo valuta: indipendentemente, al momento in cui hai richiesto il "saldo" da uno sportello automatico, possono esserci differenze, anche tenuto conto dei tempi tecnici per accrediti o addebiti ancora in corso (per il saldo valuta vi è prassi di anticipazione e posticipazione delle valute, prevista convenzionalmente, ammessa salvo per operazioni indicate nel TUB, e cioè versamento danaro, versamento AB stessa succursale, versamento AC stessa banca).
 
Il conto era fermo da aprile: in assenza di contabilizzazioni con valuta molto in là nel tempo, i saldi dovrebbero coincidere.
 
esatto,ma non coincidono.L'ufficio reclami al telefono mi ha risposto che il bancomat non è molto attendibile, ma io non sono troppo convinta. Sto preparando una lettera di reclamo, evidenziando l'indisponenza del dipendente della filiale e la differenza riscontrata. Che dici??
 
estratto conto di chiusura

Perche' non attendi l'estratto conto di chiusura entro pochi giorni dall'operazione dovresti sicuramente riceverlo

ciao:rolleyes:
 
Scritto da kelly
esatto,ma non coincidono.L'ufficio reclami al telefono mi ha risposto che il bancomat non è molto attendibile, ma io non sono troppo convinta. Sto preparando una lettera di reclamo, evidenziando l'indisponenza del dipendente della filiale e la differenza riscontrata. Che dici??
Non serve a niente fare un reclamo dicendo che non sei troppo convinta: :( se non movimenti il conto da aprile vuol dire che ti devono aver restituito il saldo come indicato sull'estratto conto di fine giugno.
Se la cifra che ti hanno accreditato è diversa devi esibire come prova l'estratto conto, e non lo scontrino del bancomat.
Se la cifra è la stessa la banca è a posto.
Al massimo controlla sullo scalare tutti i movimenti che hai fatto e se trovi addebiti non tuoi allora contesta.
In banca hanno sbagliato ad essere maleducati, ma se non è nessuno di questi casi allora, senza offesa, ci stai provando. :p

Ciao e in bocca al lupo :)
Estella
 
Indietro