ci sono altre parmalat in italia?

maccherone

l'impopolare
Registrato
21/11/01
Messaggi
516
Punti reazioni
45
in un articolo di fondo stamani sul sole 24 ore si sottolineava come il bilancio di parmalat fosse un po strano...

...ovvero...molti debiti (soprattutto obbligazioni) e molta cassa..

in effetti per quale motivo una società industriale dovrebbe pagare del capitale (tasso d'interesse) per tenerlo in buona parte inutilizzato?

voglio dire che non era ovviamente possibile capire da questo che c'erano falsità nel bilancio parmalat, ma qualcosa di strano era stato notato dagli analisti finanziari.

a chi glielo faceva notare, la società replicava che era in grado di ottenere da questi capitali una remunerazione maggiore rispetto al tasso d'interesse pagato, investendo nei mercati finanziari (però, bravi!!!)

adesso vi chiedo...ci sono secondo voi esperti altre società italiane quotate in borsa che condividono questa stranezza ?
(ripeto : molti debiti e molta cassa)

ciao, sauro.
 
Scritto da maccherone
in un articolo di fondo stamani sul sole 24 ore si sottolineava come il bilancio di parmalat fosse un po strano...

...ovvero...molti debiti (soprattutto obbligazioni) e molta cassa..

in effetti per quale motivo una società industriale dovrebbe pagare del capitale (tasso d'interesse) per tenerlo in buona parte inutilizzato?

voglio dire che non era ovviamente possibile capire da questo che c'erano falsità nel bilancio parmalat, ma qualcosa di strano era stato notato dagli analisti finanziari.

a chi glielo faceva notare, la società replicava che era in grado di ottenere da questi capitali una remunerazione maggiore rispetto al tasso d'interesse pagato, investendo nei mercati finanziari (però, bravi!!!)

adesso vi chiedo...ci sono secondo voi esperti altre società italiane quotate in borsa che condividono questa stranezza ?
(ripeto : molti debiti e molta cassa)

ciao, sauro.

da verificare...
ottimo spunto!
 
ALTRI CASI PARMALAT IN ITALIA????SOLE 24 ORE?

CI SONO ALTRI FALSI IN BILANCIO IN ITALIA?

Beh...leggendo il Sole 24 Ore secondo me la risposta non si può dare.
Il Sole 24 Ore è lo stesso che pubblicava sino a pochi giorni fa report tranquillizzanti su Parmalat, e secondo me non poteva fare altrimenti...
Direi quindi che è il caso anche di sentire qualche altra voce per sapere se ci sono altri falsi in bilancio in Italia oppure no.
Per esempio le seguenti voci:

PROCURE CHE STANNO INDAGANDO: “i falsi in bilancio di Parmalat sono innumerevoli”
Quindi io deduco che non si tratta della sola liquidità sparita, ci sono altri tipi di falso.

QUOTIDIANI INDIPENDENTI: per esempio “Finanza e Mercati” del 9/12/03 scriveva “Parmalat, voragine da 9 mld”, mentre Sole 24 Ore e altri continuavano ad occuparsi del fondo Epicurum…
Secondo me loro lo sanno se ci sono altri falsi in bilancio.

ANALISTI O CONSULENTI INDIPENDENTI: non sono dei maghi ma certamente se scoprono un falso in bilancio fanno stare alla larga dai titoli l’investitore. Ad esempio quello su www.vrfinanza.com/parmalat.html secondo me è un grande, ha avuto un bel coraggio ad andare a Striscia.
Secondo me anche lui lo sa se ci sono altri falsi in giro.

Comunque da piccolo trader sono terrorizzato da questa situazione.
Quasi quasi per tranquillizzarmi riprendo anch’io a leggere solo il Sole 24 Ore…però intanto i soldi li tengo nel materasso.

Mah…
 
Re: ALTRI CASI PARMALAT IN ITALIA????SOLE 24 ORE?

Scritto da bot
.

ANALISTI O CONSULENTI INDIPENDENTI: non sono dei maghi ma certamente se scoprono un falso in bilancio fanno stare alla larga dai titoli l’investitore. Ad esempio quello su www.vrfinanza.com/parmalat.html secondo me è un grande, ha avuto un bel coraggio ad andare a Striscia.
Secondo me anche lui lo sa se ci sono altri falsi in giro.


per me invece è solo uno che ha sfruttato un'analisi fortunata per farsi pubblicità.
un semplice analista non si poteva rendere conto dei falsi...
delle anomlaie si ma non certo dei falsi
lui ha detto che leggendo i bilanci si era accorto della situazione di rischio
dai bilanci risultava liquidità per 3.9 mld.
dov'era la situazione di pericolo?

si poteva intuire, non certo facendo un'analisi come ha detto lui ma usando un pò di logica:
1) perchè indebitarsi ogni anno con nuove emissioni obbligazionarie quando si dispone di liquidità così grosse?
2) perchè ha sempre distribuito dividendi bassissimi nonostante elevati (poi risultati truccati pure quelli) utili e flussi di cassa?
dubbi che potevano prima della scoperta dei falsi solo rimanere dubbi...
punto
 
SI, MA CI SONO O NO ALTRE PARMALAT?

BOH...SI FORSE E' UN SEMPLICE ANALISTA CHE HA AVUTO FORTUNA CON UNA ANALISI.
BISOGNEREBBE PERO' SENTIRE LUI, PROVERO' A SCRIVERGLI.
INTANTO PERO' RIMANE IL DUBBIO: CI SONO ALTRE PARMALAT?
A CHI SI POTREBBE CHIEDERE?
 
Re: SI, MA CI SONO O NO ALTRE PARMALAT?

Scritto da bot
BOH...SI FORSE E' UN SEMPLICE ANALISTA CHE HA AVUTO FORTUNA CON UNA ANALISI.
BISOGNEREBBE PERO' SENTIRE LUI, PROVERO' A SCRIVERGLI.
INTANTO PERO' RIMANE IL DUBBIO: CI SONO ALTRE PARMALAT?
A CHI SI POTREBBE CHIEDERE?

Ho aperto un 3d a riguardo sulla sezione obbligazioni....

a me vengono in mente parecchi nomi:

pirelli - olimpia - benetton

capitalia

fiat
 
A me sembra che i giornali adesso vogliono prendere la parte di chi in realtà sapeva che c'era un po' di confusione in parmalat........ma allora perchè non lo hanno scritto?
Perchè le sim continuavano ad alzare target price?
A me sembra piuttosto che il sole 24 ore non ci faccia una bella figura, in fondo è come sapere la schedina il lunedì mattina; tutti la sanno e possono motivare i risultati!
Zinetti che io conosco personalmente poichè ci lavoro assieme è un consulente indipendente e come tale può lavorare e sopratutto interessarsi di cose che invece fregano molto poco ai singoli pf.
Chiaramente non pensavamo a un crac del genere perchè le 'cose' segrete certo non le potevamo sapere. Ma è bastata una lettura approfondita del bilancio per vedere che c'era qualcosa che quantomeno era strana.
Noi non vogliamo dire 'Noi l'avevamo detto!' quanto piuttosto'E' impossibile che quantomeno nessuno sapesse qualcosa!!!!'.
Ciao
 
Noi non vogliamo dire 'Noi l'avevamo detto!' quanto piuttosto'E' impossibile che quantomeno nessuno sapesse qualcosa!!!!'.
Ciao


Spostiamo le lancette dell'orologio avanti e supponiamo che sia successo un altro caso Parmalat, quale o quali potrebbero essere col senno del "prima"?

Ciao, bgs:p
 
Scritto da bgs

Spostiamo le lancette dell'orologio avanti e supponiamo che sia successo un altro caso Parmalat, quale o quali potrebbero essere col senno del "prima"?

Ciao, bgs:p


casi tipo Cirio?
o tipo Parmalat?

cioè constatabili guardando il bilancio?
o invisibilli?

nel primo caso di società che rischiano ce ne sono diverse
nel secondo caso...e chi lo può dire?!
 
Scritto da bgs
Noi non vogliamo dire 'Noi l'avevamo detto!' quanto piuttosto'E' impossibile che quantomeno nessuno sapesse qualcosa!!!!'.
Ciao


Spostiamo le lancette dell'orologio avanti e supponiamo che sia successo un altro caso Parmalat, quale o quali potrebbero essere col senno del "prima"?

Ciao, bgs:p

finpart
alitalia
fiat
capitalia
pirelli RE
 
casi tipo Cirio?
o tipo Parmalat?

cioè constatabili guardando il bilancio?
o invisibilli?

nel primo caso di società che rischiano ce ne sono diverse
nel secondo caso...e chi lo può dire?!


Guardando solo i bilanci e tralasciando le solite Fiat e Alitalia per le quali non credo possa verificarsi un secondo caso Parmalat, sia perchè la situazione è monitorata e sia perchè, in questi casi specifici, il governo alla fine interverrebbe.
 
Scritto da bgs
casi tipo Cirio?
o tipo Parmalat?

cioè constatabili guardando il bilancio?
o invisibilli?

nel primo caso di società che rischiano ce ne sono diverse
nel secondo caso...e chi lo può dire?!


Guardando solo i bilanci e tralasciando le solite Fiat e Alitalia per le quali non credo possa verificarsi un secondo caso Parmalat, sia perchè la situazione è monitorata e sia perchè, in questi casi specifici, il governo alla fine interverrebbe.

Illuditi pure che ci sarebbero ulteriori interventi governativi.....
si potrà sempre salvare la parte industriale lasciando i vecchi azionisti con il cerino in mano.....

Parmalat non scomparirà....i vecchi azionisti sì!

Fidati, i nomi che ti ho fatto sono tutti a rischio, io per primo mi auguro che non succeda nulla....ma le casse fiat nel 2006 saranno vuote, le casse finpart sono già vuote e le casse alitalia non sono mai state piene.....
Quello che c'è dentro l'attivo di capitalia....nessuno lo sa!
 
DA QUELLO DI STRISCIA LA NOTIZIA

DA QUELLO DI STRISCIA LA NOTIZIA
(APRO ANCHE UNO SPAZIO APPOSTA, RITENGO SIA ARGOMENTO ESSENZIALE)
Scusatemi ma devo intervenire di persona, visto che si parla di me senza nemmeno consultarmi prima (la mia mail è d.zinetti@opusconsulting.it).
Sono uno dei pochi analisti-consulenti finanziari INDIPENDENTI che fanno analisi di bilancio senza partire dal presupposto che il bilancio sia veritiero e corretto.
Questo lo faccio ormai da 4 anni, la mia scelta è dovuta alla consapevolezza che viviamo in una paese dove le regole sono spesso optional, più che altrove, oltretutto in un settore con problemi enormi, a livello globale. E’ inefficiente quindi, soprattutto in Italia, cominciare a fare analisi fondamentale col presupposto che un bilancio sia regolare (fra gli investitori professionali nessuno lo fa).
Quindi PRIMA svolgo una sorta di attività di revisione, che è quella che mi richiede più tempo, cercando di trovare inesattezze e disinformazioni più o meno gravi nei prospetti contabili e nella nota integrativa, consultando se necessario l’I.R e la società di revisione.
Soltanto DOPO posso valutare adeguatamente l’azienda e calcolare i ratios che ritengo idonei a valutarne i titoli. Ovviamente con metodi, anche qui, indipendenti (i concetti classici di “indebitamento”, “ebit”, p/e, ecc. li lascio ai report di massa, insufficienti ed in perenne in conflitto d’interesse).
Questo senza ritenermi un mago: ho consigliato anch’io investimenti che poi hanno perso, sia chiaro. Non sono un mago, ne’ posseggo informazioni riservate.
Oltretutto mi occupo di analisi su singole aziende in maniera molto discontinua (difficile campare solo su quella, anche se in questo periodo ci riesco).
VENENDO A PARMALAT, ho archiviato una comunicazione fatta ad un collega, mostrata a Striscia la Notizia, e su “La Padania” del 2/1/03, pag.3, in cui gli comunico, in data 3/3/03 “bilancio 2001 Parmalat falso” “azienda da evitare”. Nessun allarme simile era da me stato lanciato prima. Questo significa che non avevo trovato soltanto cose poco chiare, ma proprio gravi violazioni di legge nei prospetti contabili.
VENGO AL DUNQUE:
- non ho cercato spazio sui media per farmi pubblicità (ho già clienti e contratti a sufficienza);
- non voglio cercare di dimostrare di essere il più bravo degli analisti (sbaglio spessissimo e mi ritengo di intelligenza media);
- volevo far capire che è assurdo dire che un tizio che studia bilanci un’oretta al giorno si fosse accorto del falso, e gli organi di controllo e le banche invece no: tutti sapevano;
- il mio fine è quello di far capire ad ogni operatore del settore (promotore finanziario, analista, bancario, assicuratore, ecc.ecc.) che se con urgenza non si cambia radicalmente il settore qui rischiamo TUTTI: il risparmiatore ed il trader rischiano i soldi, gli operatori rischiano il posto di lavoro; un esempio: il p.f. che in questo periodo vende le polizze è contento perché guadagna, senza vedere che se continua così entro due anni avrà perso il lavoro (tanti p.f. l’hanno già perso, ne conosco uno che ora vende cibo per gatti a domicilio);
- IL SISTEMA DEGLI ANALISTI, DEI REVISORI, DEI CONSULENTI, PAGATI DALLE BANCHE E DAGLI EMITTENTI NON FUNZIONA PIU’ (funziona solo a toro costante, quindi nel paese dei balocchi).
BISOGNA CAMBIARLO SUBITO, QUESTO SISTEMA. E’ NECESSARIA LA DIFFUSIONE DELLA FIGURA DEL CONSULENTE-ANALISTA INDIPENDENTE.
Se il legislatore non capirà questo, allora TUTTI noi che lavoriamo nel settore, per non perdere il lavoro, dovremo sperare in una miracolosa costante crescita di borse ed economia nei prossimi anni: speriamo sia così, ma io preferisco non affidare il mio destino professionale a Bin Laden e Bush…
PER CONSERVARE I NOSTRI RISPARMI, PER CONTINUARE A LAVORARE NEL SETTORE, E’ NECESSARIO CHE IL LEGISLATORE DIFFONDA IL CONSULENTE INDIPENDENTE: SE NON FARA’ QUESTO, LO FARA’ A VANTAGGIO DI POCHI, E A SVANTAGGIO DI TUTTI NOI ALTRI (risparmiatori, p.f., analisti, bancari, ecc.).
Questa è la mia umile tesi.
Adesso torno a lavorare cercando di salvaguardare per lo meno i risparmi dei miei clienti ed il mio posto di lavoro.
Non avrò più il tempo di intervenire in questo forum.
Un caro saluto a tutti e grazie per chi ha avuto la pazienza di leggermi.

Dimitri Zinetti
Consulente finanziario indipendente
d.zinetti@opusconsulting.it
(miei estratti di Striscia la Notizia su www.vrfinanza.com
presto anche sintesi dell’articolo su La Padania del 2/1/03 pag.3)


P.S: LE DUE DOMANDE CHE MI VENGONO POSTE PIU’ DI FREQUENTE IN QUESTI GIORNI:

1) PERCHE’ SE SAPEVA DEL FALSO IN BILANCIO DI PARMALAT NON LO HA COMUNICATO ALLE AUTORITA’?
Risposta: anni fa inoltrai in Procura, a mezzo avvocato, una documentatissima querela per un reato ai danni della salute pubblica. Dopo anni non ho ancora ottenuto alcuna risposta.
Un anno fa ho inoltrato alla Consob un’istanza riguardo ad un altro caso: nessuna risposta.
Non ho più alcuna fiducia nelle istituzioni: penso solo al mio lavoro e al patrimonio dei miei clienti.

2) ESISTONO ALTRI CASI PARMALAT?
Perché non lo chiedete alla Consob, alla Banca d’Italia o a Tremonti?
Sono loro che devono rispondere, visto che hanno tanto ostacolato la diffusione del consulente indipendente. Se ci fossero più consulenti indipendenti il mercato avrebbe già assimilato e scontato informazioni circa altri casi Parmalat. Li avrebbe anzi limitati.
 
Scritto da lucrezio
pirelli real estate è a rischio???:confused:
Sempre facendo il finto tonto...gli analisti dicono: non si capisce bene il modello di business che è innovativo e utilizza ampiamente l'effetto leva del capitale....

Letta così....io ne resto fuori....

pensa anche ai prezzi di bicocca....ma ti sembrano sostenibili?
a me no!
 
Re: DA QUELLO DI STRISCIA LA NOTIZIA

Scritto da dimitri zinetti
DA QUELLO DI STRISCIA LA NOTIZIA
(APRO ANCHE UNO SPAZIO APPOSTA, RITENGO SIA ARGOMENTO ESSENZIALE)
Scusatemi ma devo intervenire di persona, visto che si parla di me senza nemmeno consultarmi prima

parole e solo parole caro Zinetti
se non spiega come ha fatto a capire restano solo parole....
e chiedo scusa se insisto ma il suo intervento se non era per fine pubblicitario che scopo aveva?

lei dice che parlando con l'IR ha scoperto notizie...
ma quali notizie le ha potuto dare l'IR se neanche il CDA sapeva nulla dei falsi?

poi se riprendiamo il bilancio (e facciamo finta che sia vero) da dove arrivano i segnali di allarme?
vero c'erano 7 mld di debiti ma 3.9 mld di liquidità...
800 mln di flussi di cassa 200 di utili
2 mld di PN
p/e sotto i 10...ecc.
dove sono i segnali di pericolo?

l'unico strumento che avvisava del pericolo era l'AT
ma lei non l'ha menzionata...
 
Ecco come ho fatto

I miei metodi di revisione di bilancio indipendente sono stati messi a punto con grande fatica: ovvio che non amo diffonderli.
Comunque, su “La Padania” del 2/1/04 (pag.3) spiegavo sinteticamente come ho fatto a sospettare i falsi, e a scoprirli, leggendo accuratamente i bilanci (questione soprattutto di Sudamerica e di cambi).
Adesso, guarda caso, dagli interrogatori di Tanzi (Sole 24 Ore del 27/1/04, pag.5) si scopre che l’origine della truffa è stata “soprattutto in Brasile e Argentina per i cambi”…
Salve.

Dimitri Zinetti
 
Re: Ecco come ho fatto

Scritto da dimitri zinetti
Comunque, su “La Padania” del 2/1/04 (pag.3) spiegavo sinteticamente come ho fatto a sospettare i falsi, e a scoprirli, leggendo accuratamente i bilanci (questione soprattutto di Sudamerica e di cambi).
Adesso, guarda caso, dagli interrogatori di Tanzi (Sole 24 Ore del 27/1/04, pag.5) si scopre che l’origine della truffa è stata “soprattutto in Brasile e Argentina per i cambi”…
Salve.

Dimitri Zinetti

Dato che la Padania non si vende in tutta Italia )anche se fosse dovremmo chiederne una copia arretrata), può spiegare anche a noi, sinteticamente, non tanto come ha sospettato i falsi (molti sospettavano qualcosa) ma come li ha scoperti?

Molti analisti hanno sconsigliato di investire in Parmalat perchè aveva una situazione finanziaria poco chiara. Di qui a dire, però, che leggendo i loro bilanci si potevano scoprire i falsi esagerati di cui tutti siamo a conoscenza mi sembra un tantino esagerato.

Saluti,
Jos75
 
Indietro