CINEMA - stagione 2003/2004

Scritto da Dulcinea
Un capolavoro. Mai visto niente di simile da tanto, tanto tempo. A cominciare dalla scenografia (geniale). Un film che all'inizio mi ha fatto soffrire di claustrofobia, poi lascia il posto ad altri disagi psicologici, ma che hanno in comune con questa fobia... la mancanza d'aria. Un pugno nello stomaco, anche per la consapevolezza che mi sarei comportata, alla fine, nella stessa maniera della Kidman (sempre più brava). Già e come sottolinea FR (ciao :)) e se anche Grace, dolce e sempre pronta a cercare di capire cede, vuol dire che non c'è proprio più speranza….
Da non perdere.

Voto: 9

Un capolavoro, anche a me è piaciuto moltissimo....e dire che sono tipo da thriller a azione, ma questo film ha un finale incredibile che fa uscire "soddisfatti"

Ciao
 
Scritto da bullish
.....questo film ha un finale incredibile che fa uscire "soddisfatti"

Ciao


Già. Mi conforta sentirlo dire anche da un'altra persona anche se, alla fine del film, avevo percepito nettamente che buona parte del pubblico avesse ripreso a respirare... "soddisfatto";).
Una conferma che fra il bene e il male esiste solo un sottilissimo - e personale - confine.

Ciao :)
 
Scritto da Dulcinea
Già. Mi conforta sentirlo dire anche da un'altra persona anche se, alla fine del film, avevo percepito nettamente che buona parte del pubblico avesse ripreso a respirare... "soddisfatto";).
Una conferma che fra il bene e il male esiste solo un sottilissimo - e personale - confine.

Ciao :)

Non sono del tutto d'accordo sul giudizio dato su questo film.

I contenuti non si discutono e il finale è da brividi, ma come puoi definire geniale una scenografia fatto dentro ad un magazzino con le pareti disegnate con il gesso e i protagonisti che fanno a bocca il cigolio delle porte che fanno finta di aprire e chiudere?

Un vero peccato, secondo me. Una esagerazione, un voler stupire e fare i diversi a tutti i costi che ha quasi sempre l'effetto opposto a quello desiderato. Il troppo stroppia.
 
Scritto da Méchant
... ma come puoi definire geniale una scenografia fatto dentro ad un magazzino con le pareti disegnate con il gesso e i protagonisti che fanno a bocca il cigolio delle porte che fanno finta di aprire e chiudere?
....


Proprio per quanto tu hai detto, l'ho trovato geniale (e claustrofobico).

Buonanotte Méchant :)



p.s. I rumori non erana fatti a bocca dai protagonisti, come pure l'abbaiare del cane. Erano suoni "veri".
 
Scritto da Méchant
Non sono del tutto d'accordo sul giudizio dato su questo film.

I contenuti non si discutono e il finale è da brividi, ma come puoi definire geniale una scenografia fatto dentro ad un magazzino con le pareti disegnate con il gesso e i protagonisti che fanno a bocca il cigolio delle porte che fanno finta di aprire e chiudere?

Un vero peccato, secondo me. Una esagerazione, un voler stupire e fare i diversi a tutti i costi che ha quasi sempre l'effetto opposto a quello desiderato. Il troppo stroppia.
È scontato che ognuno valuti la visione del film in funzione della propria sensibilità e del proprio vissuto e addirittura dello stato d'animo particolare con cui viene visto.
Anche secondo me la scenografia, e sta qui tutta la maestria del regista, serve a creare quella atmosfera falsa e opprimente che porta lentamente ma inesorabilmente all'esplosione finale, vista da molti, ma non da me, come una liberazione.
Certo il film, come tutti quelli d'autore si presta a molte chiavi di lettura, da quella di una purificazione simbolica a quella amara di un'umanità senza speranza.
FR
 
Lost in translation

Il film è bello,lento ma bello
COme ogni film in cui manca quasi totalmente l'azione,è la prova degli attori a dargli consistenza.Se di Bill Murray si sapeva(a mio parere,nel passato,grandissimo in quel piccolo gioiello che è "Ricomincio da capo"),direi che la rivelazione è Scarlett Johansson,davvero ottima nel ruolo della straniera nostalgica e malinconica.Ma non aspettatevi dialoghi memorabili,la loro è un'intesa fatta più che altro di sguardi e di silenzi.
Da ricordare,poi,anche il finale,davvero azzeccato

Saluti
 
premetto che vado pochissimo al cinema, ma nell'ultimo mese mi sono riscattata, visto Mistic River... e devo ammettere che Sean Penn, nonostante mi sia antipatico, è un bravo attore, anche se il film non mi è piaciuto molto.

la notte di natale ho visto:
Master & Commander - Sfida ai confini del mare
R.Crowe P.Bettany J.D'Arcy
Reg. P.Weir

non male, ma ad un certo punto mi stavo addormentando....
a Fiore è piaciuto il dottore, veramente carino ....

Civ.
 
Re: Lost in translation

Scritto da zebra
Il film è bello,lento ma bello
COme ogni film in cui manca quasi totalmente l'azione,è la prova degli attori a dargli consistenza.Se di Bill Murray si sapeva(a mio parere,nel passato,grandissimo in quel piccolo gioiello che è "Ricomincio da capo"),direi che la rivelazione è Scarlett Johansson,davvero ottima nel ruolo della straniera nostalgica e malinconica.Ma non aspettatevi dialoghi memorabili,la loro è un'intesa fatta più che altro di sguardi e di silenzi.
Da ricordare,poi,anche il finale,davvero azzeccato

Saluti
Lost in translation di Sofia Coppola
Concordo con te zebra.
È la storia delicata e gentile di un rapporto tra un uomo ed una donna che scorre in una zona di confine tra amicizia ed innamoramento, descritta con garbo e originalità. Il film potrà forse apparire lento, ma ben si adatta all'incontro di due anime sperdute e confuse in una Tokyo coloratissima e per certi versi frenetica e incomprensibile alla mentalità occidentale dei protagonisti.
 
Ultima modifica:
visto anch'io a natale master & commander , carino ma come civetta ho rischiato di addormentarmi a meta visione

nessuno apre più un 3D sui film da noleggiare in videoteca tipo quello che c'era una volta sull'off.......

ciao
 
In the cut


Un thriller troppo lungo e inutilmente lento, a tratti noioso.

E' stato pubblicizzato per le "scandalose" (?) scene di sesso, ma solo perchè del film non c'è altro di cui parlare, anzi non si capisce nemmeno perchè ci siano. Di sensuale ed erotico ricordo solo alcune parole che il poliziotto pronuncia alla Meg Ryan (che dovrebbe tornare, per buona pace delle famiglie, a fare le commedie).
Dalla regista di "Lezioni di piano" mi aspettavo qualcosa di più...

Si può non vedere.

Voto: 5
 
L'ultimo Samurai


Epico
Spirituale
Emozionale
Affascinante

Da non perdere :)


voto:9
 
Scritto da Segnali di fumo


nessuno apre più un 3D sui film da noleggiare in videoteca tipo quello che c'era una volta sull'off.......

ciao

Altri tempi...
:)
 
Scritto da Dulcinea
L'ultimo Samurai


Epico
Spirituale
Emozionale
Affascinante

Da non perdere :)


voto:9

Bello, spettacolare e non stupido, anche se mantiene i difetti dei soliti film hollywoodiani colossal (limati però...) che non cito per non rovinare lo spettacolo a chi vuole andarlo a vedere.

Insieme con Master & Commander penso di aver visto due bei film nel giro di due settimane. Non male come media.
Voto: 8
 
ULTIMO SAMURAI

Confermo, gran bel film, anche se tutto sommato girato in modo molto tradizionale e quindi non particolarmente originale...



8,5
 
Scritto da Dulcinea
In the cut


Un thriller troppo lungo e inutilmente lento, a tratti noioso.

E' stato pubblicizzato per le "scandalose" (?) scene di sesso, ma solo perchè del film non c'è altro di cui parlare, anzi non si capisce nemmeno perchè ci siano. Di sensuale ed erotico ricordo solo alcune parole che il poliziotto pronuncia alla Meg Ryan (che dovrebbe tornare, per buona pace delle famiglie, a fare le commedie).
Dalla regista di "Lezioni di piano" mi aspettavo qualcosa di più...

Si può non vedere.

Voto: 5

Una schifezza a mio avviso, storia banalissima e di una lentezza disarmante.
Una storia vista mille volte, vengono inseriti personaggi potenzialmente psicotici probabili "colpevoli" con la speranza di aggiungere suspance. Ma a prescindere da chi poi chi sarà l'assasino il film è noioso. Non è un thriller (troppo lento), non è una storia d'amore, Meg Ryan è più sensuale da vestita.

Voto 2
 
ALLA RICERCA DI NEMO

un bel 7+ per questa riuscita produzione Disney-Pixar: bella storia e bei disegni; in linea col nuovo filone dei cartoni animati, forse un pò troppo adulto per i bambini.
 
:eek:

io sono uno squalo buono :o

allaricercadinemo.jpg


:D
 
The mother di Roger Michell

La sessualità può manifestarsi con forza in qualsiasi momento della vita e May (una davvero ottima Anne Reid), in un’età in cui molte persone sentono ormai di avere già fatto la loro parte, scopre quei piaceri del sesso che una vita coniugale passata al servizio del marito e dei figli gli avevano negato, e finalmente si sente viva.
Il film è originale con scene che non siamo abituati a vedere. Merita di essere visto.
 
21 grammi

La storia,in sè per sè,non brilla x originalità.Il regista stesso non sembra dare troppo peso alla storiella dei 21 grammi(per chi non lo sapesse,sarebbe il peso dell'anima...),al punto che la confina nella frase di chiusura e nulla più.Il tema principale,anzi,è la domanda,quasi marzulliana:"La vita continua?Sempre e comunque e ad ogni costo?".Non si capisce neanche perchè il film non debba seguire un normale andamento cronologico.Probabilmente è un semplice vezzo x renderlo originale a tutti i costi.
Allora non è granchè,si potrebbe pensare.
Invece lo è eccome,nobilitato dalla prova di tre grandi attori(che di certo non si scoprono qui)che,mi auguro,vengano in blocco presi in considerzione x la corsa agli Oscar.Sarebbe ridicolo,quindi probabile,che Penn venisse candidato x la gigioneria di "Mystic river" e non per questo film.Naomi Watts e Del Toro,poi,sono semplicemente perfetti nel loro ruolo.
Che aggiungere?Se nel corso di una stagione si possono mediamente contare 3,4 massimo 5 film essenziali,beh,questo è senz'altro uno del lotto(un altro è "Lost in translation")
Senz'altro da vedere.
Saluti
 
LE INVASIONI BARBARICHE

Un film amarcomico con molti pregi e qualche difetto (un paio di passaggi peccano di superficialità e di topoi ritriti); il film comunque sa parlare della morte senza eccedere nel patetico.. e fa pensare, il che non è mai male

7=
 
Indietro