CINEMA - stagione 2003/2004

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Scritto da Dulcinea
Il signore degli Anelli - Il ritorno del re

[...]
Film stupendo. Tre ore e mezzo di immagini, suoni, emozioni, fantasia e altro. Uno sforzo non facile (e da premiare) tradurre in immagini il libro di "fantasia" più bello che mai sia stato scritto. Intoccabile per i puristi. Eppure il risultato è straordinario, impensabile da realizzare senza i tanto bistrattati effetti speciali (da togliere il fiato per la veridicità).
Questa trasposizione cinematografica rimarrà nella storia del cinema, che piaccia o no, oggettivamente, nonostante Legolas sembri un funambolo sull'elefantone e piccole "concessioni" che non modificano il messaggio del libro.

Una splendida trilogia, conclusa nel modo migliore.

Voto: 10 e lode per me eh!

Attori virtuali

Le nuove tecnologie informatiche hanno consentito ad alcuni registi, specialmente nelle scene di massa, l’utilizzo di personaggi che sono stati creati con il computer.
Sono diventate ormai famose le scene degli orchi del "Signore degli anelli" che avanzano numerosi verso la fortezza del re Theoden, contrastati in una cruenta battaglia dagli arcieri.

Solo qualche anno fa scene di massa così imponenti non sarebbero state possibili, non fosse altro per il costo enorme che la cosa avrebbe comportato.
Il regista Peter Jackson si è avvalso di una tecnica di animazione unica in cui un software dedicato, attraverso quella che più o meno correttamente viene chiamata “intelligenza artificiale”, pianifica ed esegue autonomamente le scene dei combattimenti.

Semplificando vengono riprese dal vero molte scene di battaglia in cui attori in carne ed ossa combattono realmente con i led luminosi posti in ogni articolazione e molte telecamere riprendono dettagliatamente tutti i movimenti che vengono poi archiviati, arrivando in genere fino a 8.000 modalità L’animatore può scegliere tra i tanti modelli e correlarli con personaggi dandogli una precisa personalità.
<<Massive>> è il nome del software che, utilizzando la “fuzzy logic” o “logica sfumata”, consente a differenza della logica binaria “on-off”, di descrivere situazioni intermedie che simulano meglio i comportamenti umani.
Una volta che ad ogni personaggio è stato assegnato un suo preciso modello lo scenografo si fa da parte e non è più in grado d’intervenire.

L’ambiguo e schizofrenico Gollum, uno dei personaggi più significativi di tutta la trilogia di Peter Jackson è stato costruito riprendendo dal vero i movimenti dell’attore britannico Andy Serkis e trasferendoli poi nel personaggio digitale.

Penso che questo modo di procedere prenderà sempre più campo; molti puristi del cinema storcono la bocca e alcuni già rimpiangono i tempi passati, io penso che come in ogni cosa occorra un giusto equilibrio e un film vada giudicato caso per caso.
“Il signore degli anelli” ricco di personaggi e di scene originali ha avuto grande giovamento da questa tecnica consentendo alla creatività del regista di arricchirlo di dettagli sempre maggiori e di trasmettere allo spettatore emozioni..

Ciao Giulia :)
 
Le regole dell'attrazione

Film decisamente x palati forti
Il connubio sesso&droga viene mostrato con grande generosità(e anche molto gratuitamente...)e ciò che ne esce è un film estremamente scorrevole e d'intrattenimento.Protagonista ne è il James van der Beek che fa di tutto(e ci riesce)x scrollarsi di dosso l'immagine candida del bravo ragazzo interpretato nel telefilm "Dawson's Creek"
Alla fine aleggia,quasi immancabile in un film americano,la morale "se ti droghi e fai sesso con chi capita,rimarrai solo e disperato"

Saluti
 
Re: Le regole dell'attrazione

Scritto da zebra
Film decisamente x palati forti
Il connubio sesso&droga viene mostrato con grande generosità(e anche molto gratuitamente...)e ciò che ne esce è un film estremamente scorrevole e d'intrattenimento.Protagonista ne è il James van der Beek che fa di tutto(e ci riesce)x scrollarsi di dosso l'immagine candida del bravo ragazzo interpretato nel telefilm "Dawson's Creek"
Alla fine aleggia,quasi immancabile in un film americano,la morale "se ti droghi e fai sesso con chi capita,rimarrai solo e disperato"

Saluti
E tu riesci a farlo con chi vuoi? A me non e' piaciuto 8 euro bruciati, stessa sensazione,racconta cose di una irrealta' pazzesca. Pensavo fosse piu' simile a un cruel intention piu' utile, e invece e' stato una fregatura
 
Re: Re: Le regole dell'attrazione

Scritto da kbrain
E tu riesci a farlo con chi vuoi? A me non e' piaciuto 8 euro bruciati, stessa sensazione,racconta cose di una irrealta' pazzesca. Pensavo fosse piu' simile a un cruel intention piu' utile, e invece e' stato una fregatura

Spesso non so spiegare neppure a me stesso xchè una cosa mi piaccia.E' così e basta.Anch'io all'uscita dal cinema pensavo che le avessero sparate grosse.Però il polpettone che ne usciva mi aveva soddisfatto.Che ne so perchè? (è poi così fondamentale,specialmente in campo artistico, saper razionalizzare tutto?)
E personalmente ringrazio che non somigliasse a "Cruel intentions"...
Ciao
 
Kill Bill Vol.2 (e Vol.1)

Tarantino o si ama o si odia. Non ci sono mezze misure, così come nei suoi film. Ed io lo adoro.
Pensavo che nessun film mi sarebbe piaciuto come Pulp Fiction. Mi sbagliavo. Kill Bill (vol.1 e 2) è...è...Tarantino! Un'apoteosi di colori e bianco e nero più luminoso e sgargiante del rosso che in una splendida immagine ha invaso lo schermo. Si passa con naturalezza da scene reali che sembrano fumetti, a manga giapponesi che ricopiano la realtà. Si mischiano stili, tempo e generi, ma tutto è perfetto, come la musica che per Tarantino (e forse solo per Almodòvar e Kubrik, ma quest'ultimo per altri versi) riveste un'importanza maniacale.
Attori diretti come solo lui sa fare, che danno il massimo perchè è tutto al massimo nei suoi film. Come la violenza, gratuita ed esagerata, così estrema e surreale che paradossalmente sembra finta, condita sempre da tanto sangue... e umorismo (indimenticabili alcune scene sanguinolente punteggiate da dialoghi al limite della risata). Ci sono film patinati dove la violenza serpeggia ovattata, ma che a me disturba più degli zampilli di sangue che in questo film imbrattano tutto, compreso un meraviglioso giardino giapponese innevato. Anche questo accostamnento, (ripreso anche in altre scene) fra il candore e la vendetta, è una pennellata di... ehm... poesia ;)
Insomma un capolavoro e una festa per occhi e orecchie.

Per chi non ama Tarantino, questo film lo farà odiare ancora di più, per cui non spendete nemmeno i soldi. Imperdibile, invece, per chi è innamorato di Quentin, un ragazzaccio geniale per davvero.


Voto: 10 ai due Volumi :) (e non volevo esagerare ehehehe)



p.s. ovviamente al cinema c'è solo il Vol.2. Kill Bill Vol.1 è già in vendita di dvd, comunque sono da vedere rigorosamente insieme.
 
Non credevo potesse piacerti Tarantino.
Ho adorato Pulp fiction (soprattutto la colonna sonora), non mi sono dispiaciute Le Iene ed ho visto anche Kill Bill 1....
Carini anche "Assassini nati" e "Una vita al massimo" di cui ha scritto la sceneggiatura.
Però Kill Bill 1 non mi ha entusiasmato.
Spero Kill Bill 2 sia un po' meglio, tanto so che, prima o poi, lo vedrò sicuramete.
Se sti piace il genere, ti consiglio "Ghost dog" di Jim Jarmusch, che mi fa ricordare Tarantino e se lo hai perso è un film che ti consiglio.
Da vedere!

Ciao. :no:
 
Kill Bill vol.2

Ridicolo!

E mortalmente noioso
 
Noioso?! :eek:

Che dire di Kill Bill, un capolavoro! :bow:
Ammetto che il primo m'è piaciuto di meno, ma decisamente ben fatto!
Il secondo m'ha stupita, i cambi di colore, le zommate sui vari attori, pensato e realizzato in modo fantastico!
I dialoghi tra i vari attori sono ben pensati, e come in quasi tutti i film di Tarantino, notevoli!
I flashback che quasi ti confondono con la realtà e i ricordi! OK!
Purtroppo a non tutti piace il genere di Tarantino.
Che altro dire?!
Guardatelo! :o

Voto: 9 pieno! OK!
 
Monster

E' la storia di Aileen,pluriomicida americana che faceva la "vita" nella provincia americana(fotografata splendidamente) giustiziata nel 2002,ma questo lo si sapeva già.Così come si sapeva dell'Oscar alla Theron,davvero meritato,che qui si conferma attrice di grandi capacità.E un plauso speciale va sicuramente a Christina Ricci nel ruolo dell'amica-amante,impegnata in un ruolo decisamente più complesso e ricco di sfumature(quanto ha inciso,in realtà,sulla sorte della protagonista?).
E' un film che merita davvero

Saluti
 
Qualcuno di voi ha visto Gothika con Halle Berry?

Amalia.
 
Scritto da Amalia
Qualcuno di voi ha visto Gothika con Halle Berry?

Amalia.

Carino...ma niente più. Solito banale sfondo paranormale...
 
Scritto da BimboGigi
Carino...ma niente più. Solito banale sfondo paranormale...

Beh, però il messaggio che trasmette è inquietante.

Amalia.
 
DOPO MEZZANOTTE di Davide Ferrario

Film interessante e godibile, con il museo del cinema della Mole a far da fulcro e la voce di Silvio Orlando perfetta come narratore fuori scena per una storia un po' onirica.
Attori abbastanza bravi, non trascendentali ma cmq adatti ai rispettivi ruoli, da Pasotti a Francesca Inaudi (un corpo davvero bello).
Sta riscuotendo un discreto successo e direi che lo merita, anche se a mio giudizio si perde un pochino nel finale

7 -
 
Sto or ora guardando Il miracolo di Berna, mi sembra molto affascinante.

:)
 
I film di Tarantino sono una specie di bricolage, il collage di tante scene già girate e rigirate nella storia del cinema.
Se uno è andato un pochino al cinema in vita sua, ha già visto tutti i suoi film.

Ah si, i critici intelligenti le chiamano "citazioni".:rolleyes:
 
Scritto da Méchant
Sto or ora guardando Il miracolo di Berna, mi sembra molto affascinante.

:)

La scena dei bambini che giocano in strada, durante la scelta delle squadre, mi ha fatto venire la pelle d'oca alta un centrimetro.

:)
 
Direi un gran bel film, toccante.

Ve lo consiglio caldamente. OK!
 
THE DAY AFTER TOMORROW

Beh, nel suo genere è davvero ben fatto; lo sviluppo della storia è un po' esile ma comunque ti tiene avvinto; penso che però perderà non poco in una visione TV.
 
Re: THE DAY AFTER TOMORROW

Scritto da specchio
Beh, nel suo genere è davvero ben fatto; lo sviluppo della storia è un po' esile ma comunque ti tiene avvinto; penso che però perderà non poco in una visione TV.

L'ho visto eccezionalmente fuori Milano in una sala con lo schermo enorme e audio fantastico dato il genere...e mi è piaciuto, o meglio sapevo cosa aspettarmi....effetti speciali e poco altro.
però non ho capito come fa il padre partendo da washington a piedi ad arrivare a NY dalla statua della libertà...è passato da Milano?

ciao
 
The day after tomorrow

Non l'ho visto ma mi piace riportare il commento di Dennis Quaid a chi gli chiedeva se una simile catastrofe naturale potesse verificarsi anche nella realtà:"Hey...It's just a movie!" :)
 
Indietro