Citius, Altius, Fortius

mooj

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
13/4/05
Messaggi
3.522
Punti reazioni
174
messaggio olimpico..... :bow:
 
mooj ha scritto:
messaggio olimpico..... :bow:
ma ti riferivi a retelit ............... riguardo il nuovo 3d :cool:
 
kavaje ha scritto:
ma ti riferivi a retelit ............... riguardo il nuovo 3d :cool:

no, apri tu quello nuovo chl
 
Intoppi economici e burocratici 30/3/2006


Wi-Max italiano: si deve aspettare ancora
di Giulio Boresa
Si protraranno fino a fine anno le sperimentazioni. Il problema delle frequenze da usare, di proprietà del Ministero della difesa. Il ritardo però potrebbe consentirci di partire quando si sarà consolidato lo standard

Photogallery
Sbirciando sull'autobus con Flickr
I nuovi notebook - le foto
Tu cosa ne pensi?

La promessa di banda larga ovunque dovrà aspettare un altro annetto (almeno) prima di potersi realizzare. Alcuni problemi stanno infatti rallentando il lancio del WiMax in Italia (tecnologia wireless che in teoria offre 74 Mbps in un raggio di 50 chilometri dagli hot spot). Così le sperimentazioni WiMax- 36 quelle in corso da Nord a Sud- si protrarranno fino al 30 dicembre 2006, salvo ulteriori rinvii.
Internet, telefoni e dintorni

» Tutto sull'offerta di collegamenti Internet

» Internet: tutte le notizie

» Foto dal mondo

» Feed Rss di MyTech




Già ce ne sono stati due; si sperimenta da luglio 2005. Alla fine delle sperimentazioni, se tutto va bene, il Ministero delle Comunicazioni farà una gara d'asta per assegnare le licenze WiMax e poi potranno partire le offerte al pubblico. Già presenti altrove, per esempio in Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Irlanda, Olanda. Perché da noi tutti questi ritardi, su una tecnologia così promettente per colmare il digital divide delle aree non raggiunte dall'Adsl? Sfortuna e concorso di circostanze.

Le frequenze su cui, in Europa, si sta attestando il WiMax (3,4-3,6 GHz) in Italia erano già assegnate al Ministero della Difesa. Che ha accettato di cederle al Ministero delle Comunicazioni, ma dietro un compenso che ancora deve essere contrattato. Il tutto è oneroso e, quanto pare, più complesso del previsto, visto che il passaggio di consegne sta andando a rilento causando il rinvio delle sperimentazioni. La Difesa, infatti, dovrà sintonizzare tutti i propri apparati su nuove frequenze (concesse nell'occasione da Telecom Italia); in molti casi non basta una nuova configurazione, ma ci vogliono apparati nuovi, compatibili con il diverso range di frequenze da utilizzare.

Per questo motivo ha diritto a un rimborso. Il periodo politico non è inoltre favorevole: con le elezioni alle porte, si è in stallo. Perché è probabile che dopo il 9 aprile ci saranno scossoni ai vertici degli uffici che regolamentano lo spettro. In questo pantano di Palazzo il WiMax italiano si è bloccato. Forse però non è troppo un male. Il WiMax non è ancora uno standard consolidato; gli apparati in uso adesso sono ancora pre-WiMax (manca una certificazione internazionale); inoltre il WiMax è al bivio.

Le sperimentazioni italiane e le offerte europee vertono sul WiMax fisso (802.16-2004), ma nel frattempo è già uscita l'evoluzione, il WiMax mobile (802.16e). I due standard non sono compatibili tra loro. Queste lungaggini italiane, potrebbero dunque rivelarsi una fortuna; perché alla fine si partirà tardi, ma forse con il piede giusto, quando lo standard sarà più consolidato.
 
quante ore rubate al sonno ,
retelit p.u.t.t.a.n.a
 
the-king ha scritto:
quante ore rubate al sonno ,
retelit p.u.t.t.a.n.a
Stanotte mi sono sognato che oggi veniva sospesa per ecceso di rialzo...sarà stato un incubo?!? ;)
 
buce ha scritto:
Stanotte mi sono sognato che oggi veniva sospesa per ecceso di rialzo...sarà stato un incubo?!? ;)

BRUTTA STORIA!!!!!!!!!!!!!!!!! :confused:

a me an sempre detto che i sogni vanno interpretati al contrario!!!!!!!!!!!!! :D :D :D
 
Curria69 ha scritto:
BRUTTA STORIA!!!!!!!!!!!!!!!!! :confused:

a me an sempre detto che i sogni vanno interpretati al contrario!!!!!!!!!!!!! :D :D :D
dipende non e uguale x tutti ;) :D :D :D :D
 
x curria.....verbania o isola dei pescatori

a gothika l'ultima parola ;)
 
sara'......ma lunedi' se riesco ne prendo altre 60k.....penso ke un bel rialzo ci stia tutto,siamo su un bel supporto e se non si rischia adesso quando si deve rischiare ?????
 
biosfera ha scritto:
Intoppi economici e burocratici 30/3/2006


Wi-Max italiano: si deve aspettare ancora
di Giulio Boresa
.

non sò perche sei stato espulso bannato , sicuramente non hai TATTO, non si inizia un thread con una notizia catastrofica, a meno che...... :no: :no: :no: :cool:
 
pena Di Morte Per I ******** Che Hanno Ucciso Tommy
 
livio1972mi ha scritto:
sara'......ma lunedi' se riesco ne prendo altre 60k.....penso ke un bel rialzo ci stia tutto,siamo su un bel supporto e se non si rischia adesso quando si deve rischiare ?????
:cool: ormai c'e d'aspettarsi di tutto :yes: :D :D :D :D
 
pazzaidea ha scritto:
pena Di Morte Per I ******** Che Hanno Ucciso Tommy
La pena di morte ............. :yes: m adi una brutta morte...... acido a volonta x sti pezzi merta KO! KO! KO!
 
:'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: : :angry: :angry: :angry: :angry: :angry: mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: : :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: : :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO! KO!
però la pena di morte non ci restituira il piccolo tommy :no:

La reazione dei familiari
Una notizia che ha lasciato nel dolore più assoluto i genitori del bimbo, che hanno appreso della morte del loro figlioletto alla tv. Solo dopo, sarebbe arrivata una telefonata di conferma. Un dolore fortissimo che è diventato anche rabbia, nelle parole e nei gesti del loro avvocato, Claudia Pezzoni. La donna ha criticato duramente gli inquirenti: "Ci avete sempre detto che era vivo",
 
Ultima modifica:
Lo faccio solo perchè vi voglio bene :D Lo ribatto a mano
LA RISCOSSA CORRE SUL FILO


Retelit,sbarcata in borsa ai tempi della New Economy come ePlanet,chiude ilprimo esercizio in utile e si prepara a crescere anche nei prossimi anni.Allo studio ci sono nuove acquisizioni e investimenti nel settore tecnologicoDi Livia Zancaner

Dalla crisi ella new economy alla ristrutturazione avviata tre anni fa,all' utile nel 2005.E' questa in sintesi la storia di ePlanet,società sbarcata sull' ex Nuovo Mercato nel 2001,che nel giro di quattro anni non solo ha cambiato nome,ora Retelit,ma anche business e soprattutto conti.
L' attività del gruppo,operante nel settore della banda larga,è infatti passata da una focalizzazione sul cliente retail all' offerta di servizi di telecomunicazione nel mercato wholesale,cioè all' ingrosso.E per il futuro punta a divenire un -Polo di aggregazione per altre reti in Italia,attraverso acquisizioni e investimenti in nuove tecnologie,come dichiara a Milano Finanza Paolo Brunetti,a.d. di Retelit.
I Fattori di cambiamento-Il mix tra l' incremento della domanda sul mercato(ricavi da attività specifica in aumento del 70% nel 2004)e la scelta di un team vincente ci hanno permesso di ottenere risultati soddisfacenti da due società che da sole facevano fatica-,dichiara il numero uno del gruppo,riferendosi alla fusione tra ePlanet e Iniziative Tecnologiche,operazione che ha permesso di integrare le reti metropolitane della prima con quelle a lunga distanza di e-via S.p.a.Per la prima volta in utile,lo scorso anno Retelit ha mostrato un risultato netto consolidato pari a 1,2 milioni di euro,contro la perdita di 16 milioni del 2004,un ebitda in salita del 482% a 9,3 milioni,e ricavi a 32 milioni,in crescita del 29% rispetto all' esercizio precedente.I target illustrati nel piano industriale prevedono per il 2010 il raggiungimento di un utile a 13 milioni,stima comunque prudenziale(non tiene conto di operazioni straordinarie),che riflette la crescita realizzata dalla società nel periodopost ristrutturazione.
-Il primo anno abbiamo raggiunto l' equilibrio economico,il secondo un ebit positivo e il terzo siamo tornati all' utile-,sottolinea Brunetti,aggiungendo che anche il surplus di cassa,realizzato a partire dallo scorso anno,è destinato ad aumentare nei prossimi anni.Le disponibilità liquide,pari a 1,4 milioni nel 2005,saranno impiegate per effettuare investimenti nel settore tecnologico,per nuove acquisizioni e per distribuire dividendi,il tutto nell' ottica di incrementare il processo di crescita.

Dossier allo studio_La nostra strategia è di esaminare ogni possibilità di aggregazione che ci si propone,grazie anche alla fiducia che abbiamo ottenuto nel tempo da parte degli istituti di credito-,afferma l' a. d. del gruppo quotato sul Mtax.Riguardo all' acquisizione di Metroweb,la società che possiede la rete in fibra ottica di Milano messa in vendita da Aem,a cui sarebbe interessata anche Retelit,Brunetti si limita a commentare:-Abbiamo capacità tecniche autosufficienti per valutare possibili acquisizioni,anche se siamo pronti in futuro a condividere progetti comuni con altri soggetti-.Il gruppo,che si è aggiudicato qualche giorno fa la rete milanese di Carrier 1 Italia network,sta ottenendo risultati positivi dai test sulla tecnologia Wi-Max con il supporto di Siemens ed è -molto attratto- dal settore della pubblica amministrazione,che oggi rappresenta una piccola parte del business.Quest' ultimo si concentra infatti per il 50% sull' offerta di servizi agli operatori nazionali e per l' altra metà ai carrier internazionali.
 
growsoul ha scritto:
:La reazione dei familiari
Una notizia che ha lasciato nel dolore più assoluto i genitori del bimbo, che hanno appreso della morte del loro figlioletto alla tv. Solo dopo, sarebbe arrivata una telefonata di conferma. Un dolore fortissimo che è diventato anche rabbia, nelle parole e nei gesti del loro avvocato, Claudia Pezzoni. La donna ha criticato duramente gli inquirenti: "Ci avete sempre detto che era vivo",
Ciao a tutti, rientro ora...Che schifo...Non trovo altre parole...Scusatemi, ma sono una mamma anch'io e capisco perfettamente quei poveri genitori...
 
livio.buscaroli ha scritto:
Lo faccio solo perchè vi voglio bene :D Lo ribatto a mano
LA RISCOSSA CORRE SUL FILO


Retelit,sbarcata in borsa ai tempi della New Economy come ePlanet,chiude ilprimo esercizio in utile e si prepara a crescere anche nei prossimi anni.Allo studio ci sono nuove acquisizioni e investimenti nel settore tecnologicoDi Livia Zancaner

Dalla crisi ella new economy alla ristrutturazione avviata tre anni fa,all' utile nel 2005.E' questa in sintesi la storia di ePlanet,società sbarcata sull' ex Nuovo Mercato nel 2001,che nel giro di quattro anni non solo ha cambiato nome,ora Retelit,ma anche business e soprattutto conti.
L' attività del gruppo,operante nel settore della banda larga,è infatti passata da una focalizzazione sul cliente retail all' offerta di servizi di telecomunicazione nel mercato wholesale,cioè all' ingrosso.E per il futuro punta a divenire un -Polo di aggregazione per altre reti in Italia,attraverso acquisizioni e investimenti in nuove tecnologie,come dichiara a Milano Finanza Paolo Brunetti,a.d. di Retelit.
I Fattori di cambiamento-Il mix tra l' incremento della domanda sul mercato(ricavi da attività specifica in aumento del 70% nel 2004)e la scelta di un team vincente ci hanno permesso di ottenere risultati soddisfacenti da due società che da sole facevano fatica-,dichiara il numero uno del gruppo,riferendosi alla fusione tra ePlanet e Iniziative Tecnologiche,operazione che ha permesso di integrare le reti metropolitane della prima con quelle a lunga distanza di e-via S.p.a.Per la prima volta in utile,lo scorso anno Retelit ha mostrato un risultato netto consolidato pari a 1,2 milioni di euro,contro la perdita di 16 milioni del 2004,un ebitda in salita del 482% a 9,3 milioni,e ricavi a 32 milioni,in crescita del 29% rispetto all' esercizio precedente.I target illustrati nel piano industriale prevedono per il 2010 il raggiungimento di un utile a 13 milioni,stima comunque prudenziale(non tiene conto di operazioni straordinarie),che riflette la crescita realizzata dalla società nel periodopost ristrutturazione.
-Il primo anno abbiamo raggiunto l' equilibrio economico,il secondo un ebit positivo e il terzo siamo tornati all' utile-,sottolinea Brunetti,aggiungendo che anche il surplus di cassa,realizzato a partire dallo scorso anno,è destinato ad aumentare nei prossimi anni.Le disponibilità liquide,pari a 1,4 milioni nel 2005,saranno impiegate per effettuare investimenti nel settore tecnologico,per nuove acquisizioni e per distribuire dividendi,il tutto nell' ottica di incrementare il processo di crescita.

Dossier allo studio_La nostra strategia è di esaminare ogni possibilità di aggregazione che ci si propone,grazie anche alla fiducia che abbiamo ottenuto nel tempo da parte degli istituti di credito-,afferma l' a. d. del gruppo quotato sul Mtax.Riguardo all' acquisizione di Metroweb,la società che possiede la rete in fibra ottica di Milano messa in vendita da Aem,a cui sarebbe interessata anche Retelit,Brunetti si limita a commentare:-Abbiamo capacità tecniche autosufficienti per valutare possibili acquisizioni,anche se siamo pronti in futuro a condividere progetti comuni con altri soggetti-.Il gruppo,che si è aggiudicato qualche giorno fa la rete milanese di Carrier 1 Italia network,sta ottenendo risultati positivi dai test sulla tecnologia Wi-Max con il supporto di Siemens ed è -molto attratto- dal settore della pubblica amministrazione,che oggi rappresenta una piccola parte del business.Quest' ultimo si concentra infatti per il 50% sull' offerta di servizi agli operatori nazionali e per l' altra metà ai carrier internazionali.
grazie buso OK! :bow: :clap: :clap: :clap:
 
Lemming ha scritto:
Ciao a tutti, rientro ora...Che schifo...Non trovo altre parole...Scusatemi, ma sono una mamma anch'io e capisco perfettamente quei poveri genitori...
cambiamo argomento va che e meglio :yes:
 
kavaje ha scritto:
cambiamo argomento va che e meglio :yes:
SI anche perchè la realtà non cambia (purtroppo)...anche se stasera sarà un pò più difficile....però tutti ripetono che la vita continua... ;)
 
Indietro