Come si dice alla Bocconi: GRANDE TRICHET e grande BCE... ultimo baluardo al disastro

Tram 15

Utente Registrato
Sospeso dallo Staff
Registrato
26/6/08
Messaggi
181
Punti reazioni
7
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!
 
bocconi la madsre dei sapientoni

del concetto di popolo a noi europei non è rimasto piu niente

a loro fatti un giro nel mid west è una bellissima vacanza molto istruttiva
 
...a me basta vivere in Europa nei prossimi 10 anni...

NON INVIDIO IL TRACOLLO SOCIALE, ECONOMICO, WELFARE degli USA....


game over.... arabi, russi e cinesi li tengono per gli attributi....


se ne liberano solo in un modo....


ma a quel punto la fine è uguale per tutti....;)
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!


se era brava faceva fallire 15-20 banche..invece prima le salva con operazioni straordinarie eppoi gli interessi li fa' pagare a noi.
dei geni:clap::clap::clap::clap::clap:KO!KO!KO!KO!
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!

ma che film hai visto???????Siamo noi gia morti mentre l' America si salvera' sempre..anche calpestando i nostri cadaveri
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!
anche Sara Tommasi è laureata alla Bocconi:rolleyes:
 
BCE: DOMANI LA MOSSA DI TRICHET, GOVERNI UE IN ATTESA/ANSA

(ANSA) - FRANCOFORTE, 2 LUG - Le pressioni politiche non lo

scalfiscono e Jean-Claude Trichet tira dritto per la sua strada.

''Noi banchieri centrali abbiamo una grande responsabilita'. Se

non agiamo con decisione, c'e' il rischio di una esplosione

dell'inflazione'', ha detto il governatore della Bce in

un'intervista al settimanale tedesco Die Zeit, che arrivera' in

edicola poche ore prima dell'ormai certo aumento dei tassi di

interesse dall'attuale 4%.

Una decisione contro la quale si sono schierati,

appoggiandosi sulla difficile congiuntura economica, tutti i

principali governi europei, con in prima linea Germania, Spagna

e, soprattutto, Francia. Adesso tutti in attesa della decisione

di domani dell'Eurotower, che molto probabilmente li

scontentera', aprendo la strada a nuove critiche sull'eccessiva

intransigenza della Bce di fronte al problema della scarsa

crescita. Lo stesso ministro degli Esteri italiano, Franco

Frattini, ha ricordato che ''nel 2003 Berlusconi pose lo stesso

problema'', sottolineando che in quel momento ''la crisi dei

prezzi e il declino della crescita non era cosi' drammatica come

ora''.

Ma Trichet conferma la sua intransigenza di fronte alle

richieste esterne. ''Se agiamo con decisione, possiamo

controllare la situazione'', ha aggiunto al settimanale,

cancellando di fatto ogni dubbio che la nuova stretta monetaria

possa essere rimandata. E i recenti record dell'inflazione, al

massimo storico del 4% in Europa ed al 3,8% in Italia, massimo

dal 1996, sono numeri che danno conforto alle scelte di Trichet,

che, nella sua politica rialzista, ad inizio settimana aveva

gia' incassato l'importante appoggio della Banca dei Regolamenti

Internazionali.

Dato quindi per certo l'annuncio di un aumento dei tassi di

riferimento (l'opinione prevalente parla di un quarto di punto,

anche se c'e' piu' di un analista che avanza l'ipotesi di un

rialzo di mezzo punto percentuale) l'attenzione del mercato si

sta gia' spostando in avanti, per cercare di capire quelle che

potrebbero essere le mosse future dell'istituto di Francoforte.

Nell'ultima riunione sui tassi, Trichet ha fatto trapelare la

possibilita' di un ''lieve aumento'' dei tassi di interesse a

luglio, ribadendo che il consiglio dell'Eurotower non si impegna

su decisioni a lungo termine. E se alcuni osservatori ritengono

che tali parole sgombrino il campo da futuri rialzi sopra il

4,25%, altri ricordano come queste siano le stesse parole

utilizzate da Trichet nel dicembre del 2005, prima di una serie

di otto rialzi consecutivi.

Sicuramente dalla conferenza successiva alla decisione

arriveranno spunti importanti sulle prossime scelte di

Francoforte, ma sara' necessario utilizzare tutte le cautele in

modo da non infiammare ulteriormente la corsa dell'euro, gia'

oggi vicino agli 1,59 dollari, e, conseguenza ormai scontata,

scatenare nuovi aumenti nel prezzo del petrolio.(ANSA).

:wall:
 
BCE: DOMANI LA MOSSA DI TRICHET, GOVERNI UE IN ATTESA/ANSA

(ANSA) - FRANCOFORTE, 2 LUG - Le pressioni politiche non lo

scalfiscono e Jean-Claude Trichet tira dritto per la sua strada.

''Noi banchieri centrali abbiamo una grande responsabilita'. Se

non agiamo con decisione, c'e' il rischio di una esplosione

dell'inflazione'', ha detto il governatore della Bce in

un'intervista al settimanale tedesco Die Zeit, che arrivera' in

edicola poche ore prima dell'ormai certo aumento dei tassi di

interesse dall'attuale 4%.

Una decisione contro la quale si sono schierati,

appoggiandosi sulla difficile congiuntura economica, tutti i

principali governi europei, con in prima linea Germania, Spagna

e, soprattutto, Francia. Adesso tutti in attesa della decisione

di domani dell'Eurotower, che molto probabilmente li

scontentera', aprendo la strada a nuove critiche sull'eccessiva

intransigenza della Bce di fronte al problema della scarsa

crescita. Lo stesso ministro degli Esteri italiano, Franco

Frattini, ha ricordato che ''nel 2003 Berlusconi pose lo stesso

problema'', sottolineando che in quel momento ''la crisi dei

prezzi e il declino della crescita non era cosi' drammatica come

ora''.

Ma Trichet conferma la sua intransigenza di fronte alle

richieste esterne. ''Se agiamo con decisione, possiamo

controllare la situazione'', ha aggiunto al settimanale,

cancellando di fatto ogni dubbio che la nuova stretta monetaria

possa essere rimandata. E i recenti record dell'inflazione, al

massimo storico del 4% in Europa ed al 3,8% in Italia, massimo

dal 1996, sono numeri che danno conforto alle scelte di Trichet,

che, nella sua politica rialzista, ad inizio settimana aveva

gia' incassato l'importante appoggio della Banca dei Regolamenti

Internazionali.

Dato quindi per certo l'annuncio di un aumento dei tassi di

riferimento (l'opinione prevalente parla di un quarto di punto,

anche se c'e' piu' di un analista che avanza l'ipotesi di un

rialzo di mezzo punto percentuale) l'attenzione del mercato si

sta gia' spostando in avanti, per cercare di capire quelle che

potrebbero essere le mosse future dell'istituto di Francoforte.

Nell'ultima riunione sui tassi, Trichet ha fatto trapelare la

possibilita' di un ''lieve aumento'' dei tassi di interesse a

luglio, ribadendo che il consiglio dell'Eurotower non si impegna

su decisioni a lungo termine. E se alcuni osservatori ritengono

che tali parole sgombrino il campo da futuri rialzi sopra il

4,25%, altri ricordano come queste siano le stesse parole

utilizzate da Trichet nel dicembre del 2005, prima di una serie

di otto rialzi consecutivi.

Sicuramente dalla conferenza successiva alla decisione

arriveranno spunti importanti sulle prossime scelte di

Francoforte, ma sara' necessario utilizzare tutte le cautele in

modo da non infiammare ulteriormente la corsa dell'euro, gia'

oggi vicino agli 1,59 dollari, e, conseguenza ormai scontata,

scatenare nuovi aumenti nel prezzo del petrolio.(ANSA).

:wall:


Non c'è verso.....il rialzo di domani è scontato e credo anche un altro a breve.....
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!


Al Cepu intendevi immagino.....:cool:
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!

:D:D:D:D:D avresti voluto farla la Bocconi;)

Ciao da Rambotre
 
Ahahahaah quanti bei filoamerikkans...

a lauràààà...
 
di GREENSPAN
dell'economia USA
delle follie di BUSH


saggia Europa



Loro sono già persi...... TUTTO e TUTTI

noi almeno salviamo il salvabile... qualcuno morirà ma il grosso ne esce indenne...


BRAVA BCE!!!

si vero..
però se un pò di rogne le facevan saltar fuori prima....e sapevano....:censored:
 
Sapevano benissimo...

però il GREENSPAN che appena molla la carica della FED dicendo: PRONTI PER UN LENTO E REGOLARE SLOW DOWN!!! e alla prima comparsata del primo convegno dice: USA IN RECESSIONE!!!

che schifezza di uomo
 
...a me basta vivere in Europa nei prossimi 10 anni...

NON INVIDIO IL TRACOLLO SOCIALE, ECONOMICO, WELFARE degli USA....


game over.... arabi, russi e cinesi li tengono per gli attributi....


se ne liberano solo in un modo....


ma a quel punto la fine è uguale per tutti....;)

è questione di tempo qui sarà peggio....
 
Ahahahaah quanti bei filoamerikkans...

a lauràààà...

è gente che perde, non c'entra il filoamericanismo. Qualcuno accusa gli shorters, qualcuno la bce, etc. etc.
Poi ci sono quelli che sono contro la bce ma con argomenti, tipo Roberto.
p.s. alla Bocconi ci lavoro ma non ho mai sentito questi slogans.
:mmmm:
 
è gente che perde, non c'entra il filoamericanismo. Qualcuno accusa gli shorters, qualcuno la bce, etc. etc.
Poi ci sono quelli che sono contro la bce ma con argomenti, tipo Roberto.
p.s. alla Bocconi ci lavoro ma non ho mai sentito questi slogans.
:mmmm:

la bocconi è la facoltà in cui insegna giavazzi, che l'anno scorso proponeva di consegnare il debito italiano alle banche d'affari tipo bear, esentasse. Non oso pensare cosa sarebbe successo se gli avessero dato retta...:D
quello che sosteneva che la tassazione retroattiva dei bond non avrebbe influito sulle quotazioni....:D
 
Indietro