Comunicazione dal cda: Capitalia ha comprato il 2% di Intesa

andy_g

Nuovo Utente
Registrato
26/5/05
Messaggi
7.759
Punti reazioni
366
Capitalia: Acquisisce 2,02% Di Banca Intesa

(ASCA) - Roma, 10 mar - Capitalia (Milano: CAP.MI - notizie) ha acquistato il 2,02% di Banca Intesa (Milano: BIN.MI - notizie) . Lo annuncia lo stesso Istituto romano in un comunicato diffuso al termine della riunione del Consiglio di Amministrazione. ''Capitalia - si legge nella nota - comunica di avere notificato nei termini di legge a Consob e a Banca Intesa l'acquisto del 2,02 per cento del capitale ordinario di Banca Intesa''.
 
az allora l'opa la lancia capitalia su intesa :D :D :D :D :D

e noi tutti scemi a pensare il contrario :D :D

che forza sta capitalia :D
 
Vittorio's ha scritto:
az allora l'opa la lancia capitalia su intesa :D :D :D :D :D

e noi tutti scemi a pensare il contrario :D :D

che forza sta capitalia :D
sarebbe l'ora che scendesse
 
Capitalia acquista
il 2% di Banca Intesa

ROMA - Capitalia ha acquistato il 2,02 per cento di
Banca Intesa. Lo annuncia lo stesso istituto romano in un comunicato diffuso al termine della riunione del consiglio di amministrazione. "Capitalia - si legge - comunica di avere notificato nei termini di legge a Consob e a Banca Intesa l'acquisto del 2,02 per cento del capitale ordinario di Banca Intesa".

"Tenuto conto dello spirito e delle motivazioni di tale partecipazione - prosegue il comunicato - il consiglio di amministrazione ha preso atto favorevolmente della determinazione di mantenere la partecipazione in Banca Intesa all'attuale livello, fino al momento in cui non sarà rientrata la pressione speculativa, ovvero tutti i propri azionisti non saranno messi nelle condizioni di valutare in modo compiuto qualsivoglia opzione strategica che fosse effettivamente presentata".

Nel corso della riunione del cda è stata apprezzata la volonta di Intesa "di operare in termini amichevoli" ed è stata effettuata "una valutazione collegiale in merito alla recente prolungata situazione di incertezza e di speculazione sul proprio titolo, che si è venuta a determinare in relazione alle informazioni riportate dagli organi di stampa, e alle indiscrezioni presso la comunità finanziaria su presunti piani di integrazione che coinvolgerebbero Capitalia".
 
fedekarl2 ha scritto:
Nel corso della riunione del cda è stata apprezzata la volonta di Intesa "di operare in termini amichevoli" ed è stata effettuata "una valutazione collegiale in merito alla recente prolungata situazione di incertezza e di speculazione sul proprio titolo, che si è venuta a determinare in relazione alle informazioni riportate dagli organi di stampa, e alle indiscrezioni presso la comunità finanziaria su presunti piani di integrazione che coinvolgerebbero Capitalia".

sono ridicoli
come se gli dispiace che questa speculazione faccia salire alle stelle il loro titolo :D

un pò come se ora vi dico che sono dispiaciuto di far gain su movimenti speculativi :D :D

cmq,si evince facilmente che sta fusione ci sarà a breve,il solo dire che apprezzano la volontà di operare in termini amichevoli di intesa è una ammissione di volontà
 
sarà mica abn che lavora dietro le fila?:D
 
Vittorio's ha scritto:
sono ridicoli
come se gli dispiace che questa speculazione faccia salire alle stelle il loro titolo :D

un pò come se ora vi dico che sono dispiaciuto di far gain su movimenti speculativi :D :D

cmq,si evince facilmente che sta fusione ci sarà a breve,il solo dire che apprezzano la volontà di operare in termini amichevoli di intesa è una ammissione di volontà

Ecco perchè hanno fatto fuori Geronzi... lui non voleva...
 
ROMA (Reuters) - Capitalia (Milano: CAP.MI - notizie) ha notificato alla Consob e a Banca Intesa (Milano: BIN.MI - notizie) l'acquisto dei 2,02% di Banca Intesa, quota che intende mantenere fino quando "non sarà rientrata la pressione speculativa" ovvero tutti i propri azionisti non saranno messi nelle condizioni di valutare in modo compiuto qualsiasi opzione strategica che fosse effettivamente presentata.

Lo dice la banca romana in una nota emessa al termine del consiglio di amministrazione riunitosi per esaminare "la recente prolungata situazione di incertezza e di speculazione sul proprio titolo".

Secondo quanto previsto dalla legge nel caso di partecipazioni incrociate la prima società che denuncia il possesso di almeno il 2% di una società congela i diritti di voto di questa seconda società in caso di acquisto di azioni della prima . Se Intesa, quindi, acquistasse azioni Capitalia i suoi diritti di voto per le azioni acquistate sarebbero congelati.

Il cda di Capitalia oggi ha preso atto del comunicato di Intesa "valutando favorevolmente la reiterata volontà di operare in termini amichevoli" ed ha "rinnovato il pieno supporto al management nel conseguimento del piano industriale e nelle scelte adottate".

I clienti Reuters possono leggere la versione integrale del comunicato con un doppio clic su [nBIA10eb6].
 
che volponi

fusione sempre più vicina secondo me
 
probabilmente non ci sarà OPA ma scambio di titoli e fusione...cmq sembra scontato che l'operazione si farà...
 
per questo quelli di intesa sono entrati in sciopero?? :eek:
 
Venerdì 10 Marzo 2006, 21:35


Capitalia:Blitz Da 600 Mln Per Fermare Intesa,Compra 2%/Ansa

(ANSA) - ROMA, 10 mar - Capitalia ha risposto alla speculazione e ai rumors che la tengono sotto pressione da giorni acquistando poco più del 2% di Banca Intesa. Una mossa anti-scalata che per ora si ferma là e blocca allo stesso livello i diritti di voto di eventuali partecipazioni di Capitalia che la banca guidata da Giovanni Bazoli dovesse ora dichiarare di possedere. L'unico modo per superare questo limite é, in base alle norme del Testo Unico della Finanza, il lancio di un'opa su almeno il 60% di Capitalia. Un blitz da oltre 600 milioni di euro, perché questo è il valore, ai prezzi di borsa di oggi, del 2,02% di Intesa che ha chiuso con un prezzo di riferimento di 5,06 euro, che punta anche a dare a "tutti" gli azionisti di Capitalia la possibilità di valutare eventuali "opzioni strategiche", cioé progetti di aggregazione che magari qualcuno sta già studiando.
Un colpo di teatro che è arrivato in serata al termine di una riunione del consiglio di amministrazione di Capitalia convocato dall'amministratore delegato Matteo Arpe (il presidente Cesare Geronzi è in stato di interdizione fino al 22 aprile per vicende collegate al crac Parmalat) e dopo una giornata di bufera in borsa, dove sull'ipotesi di un 'matrimonio' con Intesa é stato scambiato oltre il 4% della banca romana e dopo che la Consob è intervenuta imponendo alle due banche la diffusione di comunicati al mercato. Una decisione a sorpresa che qualcuno a Milano legge come una mossa "difensiva" di Arpe, una dimostrazione di forza per mantenere compatto l'azionariato di Capitalia.
Un blitz che ha un precedente nel 2003, quando Unicredit e Generali si trovarono in una situazione analoga nel momento del confronto italo-francese sulla compagnia triestina e Mediobanca.
- IL COMUNICATO DI CAPITALIA DOPO Il CDA: Al termine della riunione convocato alle 17 da Arpe, per "una valutazione collegiale in merito alla recente prolungata di incertezza e speculazione sul proprio titolo", Capitalia ha diffuso una nota in cui "comunica di aver notificato a Consob e Banca Intesa l'acquisto del 2,02% del capitale ordinario di Banca Intesa".
Partecipazione che intende mantenere "all'attuale livello fino al momento in cui sarà rientrata la pressione speculativa ovvero tutti i propri azionisti non saranno messi nelle condizioni di valutare in modo compiuto qualsivoglia opzione strategica che fosse effettivamente presentata". Il consiglio ha inoltre valutato "favorevolmente la reiterata volontà" della banca milanese "di operare in termini amichevoli". Dai membri del board è arrivato infine "il pieno conseguimento del piano industriale e nelle scelte adottate".
- GIORNATA DI BUFERA IN BORSA: I titoli Capitalia sono stati in vetrina anche oggi a Piazza Affari, spinti dal persistere di insistenti rumors su un eventuale matrimonio con Banca Intesa.
Voci che ha fatto sì che la Consob chiedesse ai due istituti un comunicato di chiarimento. A un'ora dall'avvio delle contrattazioni, i titoli Capitalia già guadagnavano il 4,5% con scambi pari all'1,5% del capitale. I comunicati chiesti dalla Commissione guidata da Lamberto Cardia, e giunti a fine mattinata, hanno rallentato per poco la corsa dell'istituto capitolino che, però, ha archiviato la seduta in progresso del 2,35% a 6,851 euro (dopo aver toccato i 7 euro) con scambi pari al 4,8% del capitale. Meno intensa l'attività su banca Intesa, in progresso dell'1,85% a 5,06 euro.
- I COMUNICATI CHIESTI DALLA CONSOB: Su sollecitazione della Commissione, Banca Intesa e Capitalia hanno diffuso due distinti comunicati nel quale hanno smentito l'esistenza di trattative in corso. "Non ci sono in corso trattative, né esistono ipotesi allo studio, relative ad una possibile integrazione con Banca Intesa o con qualsivoglia altra entità. Capitalia ha più volte smentito categoricamente ogni indiscrezione in tal senso", afferma la nota dell'Istituto capitolino diffusa a fine mattinata. Circa mezz'ora prima di Capitalia, era stato diffuso il comunicato di Banca Intesa, in cui si smentivano "trattative con alcun gruppo bancario" e che non aveva in corso "nessuna iniziativa unilaterale". Nessun riferimento esplicito però a Capitalia. L'istituto guidato da Corrado Passera precisava inoltre che "intende esaminare ogni eventuale opportunità di integrazione e sviluppo solo in ottica industriale ed in termini amichevoli". Né il patto aveva esaminato alcuna operazione straordinaria, mentre da parte sua il presidente di Intesa, Giovanni Bazoli, ha detto che non c'era un'opa imminente perché "nel fine settimana voglio andare a sciare".
- OPERATORI NON HANNO CREDUTOO A SMENTITE: La Borsa non ha creduto alle smentite ed ha continuato a scommettere sull'ipotesi Capitalia-Banca Intesa e dopo poco sulla banca romana è rincominciata la pioggia di acquisti. "Sembra che ci sia qualcuno che stia consolidando la sua posizione, anche se - ha spiegato uno degli operatori alla domanda su chi stesse rastrellando titoli viste le smentite - c'é sicuramente molta speculazione". Secondo i rumor del mercato, tra i compratori potrebbero comunque esserci "i grandi azionisti di Intesa, come Credit Agricole" anche se "non si può escludere nessuna ipotesi". Alcuni operatori, infine, ritengono che "molto probabilmente durante questo weekend non accadrà nulla, ma guardando alla situazione attuale tutto fa pensare che qualcosa succederà, magari dopo le elezioni".(ANSA).
 
Penso che l'azione di Capitalia blocchi nel breve (ma forse definitivamente) la possibilità di una fusione con Intesa.
Infatti ora il coltello dalla parte del manico
lo ha Arpe, e il managemet di Intesa non può certo accettare
una fusione in cui le condizioni le detti l'acquisita. E' una questione di potere/poltrone cioè quello che ha mosso l'interesse
di Intesa ( non certo la redditività ed il prezzo del titolo...) sta sfumando.
 
tutte queste notizie mosse e contromosse non fanno altro che capire come in realtà sotto ci sia ovviamente qualcosa


poi regolatevi voi..
 
Indietro