Condannata per firme false, in Commissione di garanzia alle primarie PD

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

ceck78

Omnis homo mendax
Registrato
18/5/05
Messaggi
26.850
Punti reazioni
1.177
TORINO 23 dic (Però Torino) - Caterina Romeo è stata condannata a 1 anno e 4 mesi per violazione alla legge elettorale, la scorsa settimana.

La sua colpa, aver convalidato una dozzina di firme false nella lista Consumatori per Fassino, alle ultime elezioni comunali.

Ora Romeo è stata nominata "garante" per la validità delle primarie PD, che decideranno a Torino quali candidati diventeranno parlamentari.

Una caduta di stile, da parte del partito, che peraltro dimostra una cosa: queste condanne per peccati "veniali", vengono vissute dai partiti per quello che sono. Incidenti di percorso, in un tragitto fatto da mille irregolarità, deroghe, favori, approssimazioni.

Perché, da che Italia è Italia, le firme per le liste sono raccolte a casaccio, gli elettori delle primarie non sono controllati e possono recarsi a quattro banchetti a votare quattro volte, le irregolarità sono all'ordine del giorno.

Diciamo che questo atteggiamento sarebbe persino normale: una condanna, di questo genere, poichè "così fan tutti", è quasi un attestato di merito nel cursus honorum di una carriera politica.

Peccato che il Pd, quando a fare altrettanto è un rappresentante di altro partito, gridi allo scandalo, invochi rigore, si stracci le vesti perché le "regole" vanno rispettate.

Del resto, il presidente dei Garanti è Giancarlo Quagliotti, a sua volta coinvolto nell'inchiesta delle tangenti, una ventina d'anni fa.

In ogni caso, in queste primarie fatte di mille preclusioni e di centomila deroghe, sono arrivati i nomi dei 19 nuovi candidati, 10 donne e 9 uomini. La Commissione dei Garanti per le Primarie è presieduta da Giancarlo Quagliotti (uomo di fiducia del sindaco Fassino, condannato negli anni 90 per le tangenti Fiat e considerato vicino a Primo Greganti) ed è composta da Aurelio Catalano, Roberto Gentile, presidente della Commissione di Garanzia del Pd di Torino, Luciano Marengo, Caterina Romeo e Daniele Valle. Tutti insieme si sono riuniti per valutare la regolarità degli adempimenti previsti dal regolamento. Hanno così fatto la lista dei candidati che hanno raccolto le oltre 400 firme sancite dalla Direzione Regionale, con qualche nuova deroga, visto che non tutti hanno raggiunto quella soglia.

I "neo candidati" sono dodici, 6 uomini e 6 donne: Silverio Benedetto, presidente del consiglio comunale di Settimo, Francesca Bonomo, candidata dei Giovani Democratici, Paola Bragantini, Segretario del Pd di Torino, Umberto D’Ottavio, Assessore Provinciale alla Scuola, Elena Fissore, già Assessore al Bilancio di Moncalieri, Silvia Fregolent, Capogruppo Pd Provincia di Torino, Andrea Giorgis, docente universitario, Maria Grazia Grippo, giornalista, Stefano Lepri, Consigliere regionale, Stefano Lo Russo, Capogruppo Pd della Città di Torino, Roberto Tricarico, Consigliere Comunale di Torino, Magda Zanoni, Assessore al Bilancio del Comune di Pinerolo.
I parlamentari uscenti e aspiranti rientranti, invece sono: Francesca Ciluffo, Cesare Damiano, Stefano Esposito, Pietro Marcenaro, Mauro Maria Marino, Fabrizio Morri,Magda neri e Anna Rossomando.
Condannata per firme false, in Commissione di garanzia alle primarie Pd - Però Torino
 
bersani-pensa2013-infophoto.jpg
 
voglio anche la foto di Cicerone.
 
E dopo è pieno di cialtroni che parlano di toghe rosse :mmmm:
:D:D:D
 
mica è colpa sua se Repubblica scrive poco dei condannati nel pd

Ma come mai tutti questi condannati del PD?

Ci sarà mica qualcuno che vi ha infarcito la testolina di balle in questi anni a proposito della mgistratura rossa, solo per salvarsi il qulo alla facciaccia vostra?

Non vi viene qualche dubbietto?

No?
Neanche un pò il sospetto che siate stati presi per il qulo?
Sicuri sicuri?
:D:D:D
 

Quindi oltre alla balla della magistratura comunista, vedo traballare anche la teoria che Repubblica nasconde le notizie che riguardano le condanne del PD.

Continuo a chiedere, ma non vi sentite di essere stati vagamente presi per il qulo negli ultimi vent'anni?:D:D
 
Quindi oltre alla balla della magistratura comunista, vedo traballare anche la teoria che Repubblica nasconde le notizie che riguardano le condanne del PD.

Continuo a chiedere, ma non vi sentite di essere stati vagamente presi per il qulo negli ultimi vent'anni?:D:D

ah, repubblichella, non è "il giornale", è sicuramente una bufala.
 
Quindi oltre alla balla della magistratura comunista, vedo traballare anche la teoria che Repubblica nasconde le notizie che riguardano le condanne del PD.

Continuo a chiedere, ma non vi sentite di essere stati vagamente presi per il qulo negli ultimi vent'anni?:D:D

Sono fermamente convinto che veniamo presi per il qulo da dx a sx da anni.
 
Ma come mai tutti questi condannati del PD?

Ci sarà mica qualcuno che vi ha infarcito la testolina di balle in questi anni a proposito della mgistratura rossa, solo per salvarsi il qulo alla facciaccia vostra?

Non vi viene qualche dubbietto?

No?
Neanche un pò il sospetto che siate stati presi per il qulo?
Sicuri sicuri?
:D:D:D

Sai, io son solo, non capisco questi plurali.

La magistratura ha sovente avuto un impatto politico nel suo agire. Craxi era socialista e non è stato certo risparmiato; anche nel pd, fortunatamente, ogni tanto i ladri e i truffatori vanno in galera.
 
Sono fermamente convinto che veniamo presi per il qulo da dx a sx da anni.

Per quanto le questioni firme di sicuro.
Si è sempre fatto. Negli anni '70 ero piccolino e passavo parecchie ore nella sezione di un piccolo partitino nel quale militava mio padre.
Le firme erano una barzelletta, notaio incluso. Tutto tarocco.
Ma la cosa era vissuta come una prassi comune a tutte le forze politiche, senza alcun scandalo o recriminazione. Atteggiamento simile a quello che si aveva per certi inutili adempimenti burocratici che nessuno rispettava (e adesso che invece facciamo i tedeschi, ci rendono la vita impossibile)
Parliano di 40 anni fa e di uno dei partiti più noti per la sua moralità (insomma non parlo del PSI :D)
 
Quindi oltre alla balla della magistratura comunista, vedo traballare anche la teoria che Repubblica nasconde le notizie che riguardano le condanne del PD.

Continuo a chiedere, ma non vi sentite di essere stati vagamente presi per il qulo negli ultimi vent'anni?:D:D

Ma a parte questo, mi pare abbastanza scandaloso questo fatto.
Nessuno che si indigna tra i difensori del PD? Pronti a votarlo lo stesso sapendo dei magheggi che ci sono dietro?:mmmm:
 
Indietro