Consulente d'investimento

Galad79

Nuovo Utente
Registrato
2/2/02
Messaggi
10
Punti reazioni
0
Salve a tutti.
Volevo sapere quali sono i passi da compiere per svolgere la professione di consulente d'investimento indipendente.
Sono ben accetti link a siti che trattino l'argomento.
A parte quelli di assocomdulenza ecc.
 
Attento, perché il mestiere che stai per scegliere potrebbe non avere futuro. Pare infatti che una prossima direttiva possa riservare la consulenza a banche, SIM & CO.
 
Direttiva Servizi di Investimento

La nuova Direttiva Servizi di investimento traccia le linee guida di quello che sarà il futuro dell'attività di consulenza. Eliminando ogni equivoco informativo vi comunico che l'attività di consulenza indipendente continuerà a esistere. Ci sono alcuni particolari da chiarire:
La direttiva europea per essere operativa nel territorio dello stato deve essere recipita attraverso un atto avente forza di legge, quindi il legislatore italiano dovrà legiferare in materia. La direttiva fissa i "paletti" e poi spetterà a ogni singolo stato definire l'ambito applicativo. Tutto questo non sarà fatto nel breve termine.
La DSI (direttiva servizi di investimento) riporta l'attività di consulenza nell'ambito dei servizi di investimento eliminando la caratteristica di servizio accessorio e quindi ritorna a essere un servizio riservato a determinati soggetti. Questi soggetti possono essere società o persone fisiche; le società dovranno avere un capitale minimo (spetterà al nostro legislatore stabilire il minimo) mentre il consulente indipendente dovrà ottenere l'autorizzazione da un organismo preposto a tale scopo (direi la CONSOB) e dovrà avere stipulare una polizza per eventuali danni causati nell'esercizio della professione. Quindi direi che è alquanto inesatta l'affermazione secondo la quale la consulenza tornerà ad essere "area riservata" alle banche. Per quanto riguarda esami eventuali sanatorie per chi esercita già la professione e altri dettagli, occorrerà aspettare il nostro legislatore. Assoconsulenza, grazie al prezioso contributo di alcuni parlamentari, sia italiani, sia europei, si sta muovendo già da tempo affinchè venga emanato un testo che possa favorire e l'attività di consulenza indipendente.
Quindi chiunque voglia esercitare l'attività di consulenza non dovrà aver paura che la stessa sia poi cancellata o riservata a banche, SIM e CO.
Massimiliano Romano
Direttore Centrale Assoconsulenza
 
Indietro