consulenza

mibo2

Nuovo Utente
Registrato
13/12/00
Messaggi
211
Punti reazioni
0
Vado da un avvocato per parlargli di una eventuale azione legale, l'avvocato puo chiedermi dei soldi per la consulenza? e se si, quanto?
 

Verm & Solitair

Legal Opinionist
Registrato
22/5/00
Messaggi
1.624
Punti reazioni
21
La consulenza è a pagamento. Sulla tariffa professionale, si distinguono scaglioni di onorari (in base a valore della questione trattata) per di più variabili tra un min e max: in più vi è distinzione ulteriore tra parere orale (più esiguo) e parere scritto (che può anche superare l'onorario dovuto per l'intera controversia, ciò soprattutto se è un professionista particolarmente esperto quale un professore universitario del settore).

Una prassi? per una questione di 250.000 Euro, nessun avvocato darebbe un parere orale per meno di 500/1000 Euro (a meno che non è al bar davanti ad una tazza di caffè:ma diceva De Marsico, notissimo penalista napoletano - che ora non è più tra noi se non nei ricordi dei più anziani e nel salone dei busti a Castel Capuano - "mai ascoltare gli avvocati che danno pareri per strada" (o al bar)!", e lo diceva scherzando... perchè un suo cliente al suo studio gli rimproverava di aver dato un parere esattamente contrario a quello che invece gli aveva dato incontrandolo per strada). A parte ciò, gli avvocati si impegnano deontologicamente a rispettare l'applicazione delle tariffe (anche per i minimi).

In sostanza, il valore (l'efficacia) del parere dipende dall'avvocato che ti scegli (non c'è nemmeno più quella distinzione tra i giovani procuratori legali e i più esperti avvocati) più che da quanto si fa pagare (meglio un buon consiglio che dare corso ad una causa "sballata").