Consulto per Comunicazioni Aziendali Scritte

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Mauricio Shogun

Utente Registrato
Registrato
20/1/06
Messaggi
1.743
Punti reazioni
26
Cassa integrazione: Comunicazioni Aziendali...

Amici, in poche righe questo il dilemma:

Società Srl mette in cassa integrazione tot dipendenti a ore Zero in quanto la società stessa è stata messa in liquidazione tra cui il sottoscritto; vorrei sapere se nel periodo di liquidazione della società, essa dovesse aver bisogno di qualche dipendente (magari perchè i pochi superstiti hanno trovato una nuova occupazione oppure perchè per qualche motivo si sono licenziati) come può mettersi in contatto con i dipendenti in cassa integrazione.
I mezzi utilizzati fino a questo momento per qualunque tipologia di comunicazione (riunioni sindacali, lettere di cassa integrazione ecc..) sono sempre stati per via telefonica per poi passare presso l'azienda a firmare direttamente il documento per ricevuta, in quanto il rapporto "amichevole" l'ha sempre consentito.
I sindacati mi hanno detto che le persone in cassa integrazione non sono tenute a rispondere al telefono in cassa o ad essere reperibili telefonicamente, quindi l'unico metodo ufficiale e regolare legalmente dovrebbe essere la comunicazione per raccomandata scritta, giusto?

Detto questo vi chiedo se è possibile comunicare con una mail all'amministrazione aziendale un cambio di indirizzo circa sull'invio di qualunque documentazione inerente a comunicazioni aziendali (reintegro provvisorio a lavoro, rinnovo di cassa integrazione ecc...) ed in particolare se è possibile delegare qualcuno per la firma eventuale dei documenti in quanto vorrei andare fuori dall'Italia per effettuare un corso intensivo di lingua straniera pertanto non sarei reperibile per diverso tempo.

A questo punto vi chiedo, secondo voi, basta la comunicazione da parte mia di far spedire per raccomandata ad esempio c/o la mia famiglia tutte le loro comunicazioni di cui sopra per far si che non vi siano problemi come presa visione e ricevuta?
 
Ultima modifica:
Amici, in poche righe questo il dilemma:

Società Srl mette in cassa integrazione tot dipendenti a ore Zero in quanto la società stessa è stata messa in liquidazione tra cui il sottoscritto; vorrei sapere se nel periodo di liquidazione della società, essa dovesse aver bisogno di qualche dipendente (magari perchè i pochi superstiti hanno trovato una nuova occupazione oppure perchè per qualche motivo si sono licenziati) come può mettersi in contatto con i dipendenti in cassa integrazione.
I mezzi utilizzati fino a questo momento per qualunque tipologia di comunicazione (riunioni sindacali, lettere di cassa integrazione ecc..) sono sempre stati per via telefonica per poi passare presso l'azienda a firmare direttamente il documento per ricevuta, in quanto il rapporto "amichevole" l'ha sempre consentito.
I sindacati mi hanno detto che le persone in cassa integrazione non sono tenute a rispondere al telefono in cassa o ad essere reperibili telefonicamente, quindi l'unico metodo ufficiale e regolare legalmente dovrebbe essere la comunicazione per raccomandata scritta, giusto?

Detto questo vi chiedo se è possibile comunicare con una mail all'amministrazione aziendale un cambio di indirizzo circa sull'invio di qualunque documentazione inerente a comunicazioni aziendali (reintegro provvisorio a lavoro, rinnovo di cassa integrazione ecc...) ed in particolare se è possibile delegare qualcuno per la firma eventuale dei documenti in quanto vorrei andare fuori dall'Italia per effettuare un corso intensivo di lingua straniera pertanto non sarei reperibile per diverso tempo.

A questo punto vi chiedo, secondo voi, basta la comunicazione da parte mia di far spedire per raccomandata ad esempio c/o la mia famiglia tutte le loro comunicazioni di cui sopra per far si che non vi siano problemi come presa visione e ricevuta?

yes raccomandata ,
la email scrivile a monti a passera e alla fornero che bti diani un lavoro che li maledica...
 
Posso però comunicargli il cambio di indirizzo in modo che spediscano la raccomandata presso la mia famiglia senza bisogno di deleghe giusto?
 
certamente usa la raccamndata veloce che arriva in 1 giorno per comunicare le variazioni del tuo domicilio
 
Comunicarlo invece per email all'amministrazione (con loro conferma risposta sempre via mail) va bene lo stesso?
 
Indietro