Conte fara' la fine di Lippi

Balabiott78

Sociologo alcolico
Registrato
24/3/12
Messaggi
58.464
Punti reazioni
2.434
Lippi infatti gli ha consigliato di non andare assolutamente all'Inter. Lippi si ricorda bene che è stato insultato tutti i giorni fino alla cacciata.
Lo stesso discorso (anche se in misura minore) vale con Sarri alla Juve.
Per quello che mi riguarda non posso che tifare contro Conte pure essendo interista al 1000%


Conte-Inter, come faranno i nerazzurri a tifare per il simbolo del 5 maggio? | ilbianconero.com

Antonio Conte per anni è stato lo juventino peggiore di tutti, il più detestato dalla stragrande maggioranza dei tifosi rivali della Juventus. Prima come giocatore e capitano, poi come allenatore, Conte ha incarnato al 100% la juventinità, in campo e fuori. Un vincente, un lottatore, un centrocampista e un mister mai domo, uno che ha fatto una ragione di vita del motto "vincere non è importante ma è l'unica cosa che conta". "Odio perdere, soffro per due giorni dopo le sconfitte", ama ripetere Conte, uno che non a caso ha chiamato sua figlia Vittoria. Come emblema della Juve, a Conte hanno detto di tutto: è stato il simbolo di tutti i mali di cui gli anti-juventini accusano la Vecchia Signora.


A Conte, i tifosi anti-Juve hanno dato nel corso degli anni del "dopato", dello "scommettitore", del "truffatore", e chi più ne ha, più ne metta. In confronto agli insulti e agli epiteti di cui è stato oggetto questo professionista, gli sfottò paralleli sul "parrucchino" e sul trapianto di capelli sono solo un grottesco corollario.


"Da simbolo del male a sogno degli antijuventini", ha scritto Massimo Zampini su Juventibus. E' accaduto proprio questo quando Conte è stato ct della Nazionale, diventando improvvisamente da "ladro" a idolo degli italiani tutti. Sarà così fra poco, quando il leccese diventerà il nuovo allenatore dell'Inter. Il 5 maggio del 2002, giorno dello scudetto vinto in rimonta dalla Juve sui nerazzurri all'ultima giornata, Conte gridava "Stiamo godendo" (VIDEO, rivolto a Materazzi). Fra poco, chi per anni lo ha insultato, sarà costretto a fare il tifo per lui (con che coraggio? Con quale faccia?). E', questo, uno degli effetti collaterali del calcio iper professionistico declinato all'italiana, in cui le bandiere non esistono più. Che fortuna non essere tifosi di nessuno in quest'epoca.
 
Lippi infatti gli ha consigliato di non andare assolutamente all'Inter. Lippi si ricorda bene che è stato insultato tutti i giorni fino alla cacciata.
Lo stesso discorso (anche se in misura minore) vale con Sarri alla Juve.
Per quello che mi riguarda non posso che tifare contro Conte pure essendo interista al 1000%


Conte-Inter, come faranno i nerazzurri a tifare per il simbolo del 5 maggio? | ilbianconero.com

Antonio Conte per anni è stato lo juventino peggiore di tutti, il più detestato dalla stragrande maggioranza dei tifosi rivali della Juventus. Prima come giocatore e capitano, poi come allenatore, Conte ha incarnato al 100% la juventinità, in campo e fuori. Un vincente, un lottatore, un centrocampista e un mister mai domo, uno che ha fatto una ragione di vita del motto "vincere non è importante ma è l'unica cosa che conta". "Odio perdere, soffro per due giorni dopo le sconfitte", ama ripetere Conte, uno che non a caso ha chiamato sua figlia Vittoria. Come emblema della Juve, a Conte hanno detto di tutto: è stato il simbolo di tutti i mali di cui gli anti-juventini accusano la Vecchia Signora.


A Conte, i tifosi anti-Juve hanno dato nel corso degli anni del "dopato", dello "scommettitore", del "truffatore", e chi più ne ha, più ne metta. In confronto agli insulti e agli epiteti di cui è stato oggetto questo professionista, gli sfottò paralleli sul "parrucchino" e sul trapianto di capelli sono solo un grottesco corollario.


"Da simbolo del male a sogno degli antijuventini", ha scritto Massimo Zampini su Juventibus. E' accaduto proprio questo quando Conte è stato ct della Nazionale, diventando improvvisamente da "ladro" a idolo degli italiani tutti. Sarà così fra poco, quando il leccese diventerà il nuovo allenatore dell'Inter. Il 5 maggio del 2002, giorno dello scudetto vinto in rimonta dalla Juve sui nerazzurri all'ultima giornata, Conte gridava "Stiamo godendo" (VIDEO, rivolto a Materazzi). Fra poco, chi per anni lo ha insultato, sarà costretto a fare il tifo per lui (con che coraggio? Con quale faccia?). E', questo, uno degli effetti collaterali del calcio iper professionistico declinato all'italiana, in cui le bandiere non esistono più. Che fortuna non essere tifosi di nessuno in quest'epoca.

Che bello vedere i tifosi della prescrittese tifare Conte :D
 
diciamo una cosa se vince passa tutto in secondo piano, se invece dovesse andar male sarebbe un bel problema
 
diciamo una cosa se vince passa tutto in secondo piano, se invece dovesse andar male sarebbe un bel problema

Andar bene significa vincere il campionato.
Che è impossibile e quindi andrà male.
Arrivare secondi oppure quarti è la stessa identica cosa.

p.s. non considero la CL dove le speranze sono 0%
 
Andar bene significa vincere il campionato.
Che è impossibile e quindi andrà male.
Arrivare secondi oppure quarti è la stessa identica cosa.

p.s. non considero la CL dove le speranze sono 0%

arrivare secondi a pochi punti e magari vincere una coppa non sarà un fallimento

fallimento sarebbe non vincere nulla e arrivare ancora terzi a 20 punti
 
Già uno che si porta il fratello come vice, parte malissimo.
 
sono professionisti, vanno dove gira tanto grano e c'è un progetto di crescita fattibile...
 
sono professionisti, vanno dove gira tanto grano e c'è un progetto di crescita fattibile...

Ma infatti la colpa mica è di Conte, lui prende una barca di milioni, che gli frega.
La colpa è della società che non rispetta i tifosi.
Tanto finirà come con Lippi al 100%.
L'Inter regge fino a Natale e poi crolla è così tutti gli anni.
 
sono professionisti, vanno dove gira tanto grano e c'è un progetto di crescita fattibile...

esatto e lo dico io che sono Milanista

Conte è un signor allenatore e professionista così come Allegri e altri inutile ragionare diversamente saranno valutati dai risultati (come tutti)
 
i tifosi come te sono rimasti all'Inter Morattiana ma non esiste più da anni... però potete continuare a vedere tutto nero e piangere senza problemi, anche se fastidiosi ci ho fatto il callo.
 
Ma infatti la colpa mica è di Conte, lui prende una barca di milioni, che gli frega.
La colpa è della società che non rispetta i tifosi.
Tanto finirà come con Lippi al 100%.
L'Inter regge fino a Natale e poi crolla è così tutti gli anni.

al 100% c'è solo una cosa nella vita tutto il resto è opinabile e discutibile

le premesse per l'inter sono buone, hanno costruito un bel team che si conosce da tempo Marotta ha lavorato anni con Conte e anche Oriali ha già lavorato sia all'Inter che con Conte in nazionale

che poi le cose possano andar male ok anche la Juve ha preso Ronaldo pensando di fare sfracelli e poi ha fatto peggio degli anni passati....le ciambelle non escono sempre perfette
 
esatto e lo dico io che sono Milanista

Conte è un signor allenatore e professionista così come Allegri e altri inutile ragionare diversamente saranno valutati dai risultati (come tutti)

Guarda che Conte tra giocatore e allenatore ha fatto 16 anni alla Juve.
Non è come un altro che è stato in diverse squadre tra cui la Juve.
Anche lo stesso Marotta ha girato 50 squadre, ma Conte no è la Juve.
 
i tifosi come te sono rimasti all'Inter Morattiana ma non esiste più da anni... però potete continuare a vedere tutto nero e piangere senza problemi, anche se fastidiosi ci ho fatto il callo.

Guarda che Moratti non mi è mai piaciuto, ma proprio zero assoluto.
 
Guarda che Moratti non mi è mai piaciuto, ma proprio zero assoluto.

Non hai capito, dico che le reazioni della società non saranno come quelle Morattiane... non ci sono più tifosi a decidere, per fortuna.
 
Indietro