Conto BBVA 100% online con cashback - Capitolo 3

fakebody

Nuovo Utente
Registrato
26/2/06
Messaggi
3.737
Punti reazioni
154
Salve a tutti

Ho effettuato ieri richiesta di apertura e stamane ho ricevuto una poco esplocita email di benvenuto. Ieri sera subito dopo l'identificazione con l'app vedevo già numero di conto e carta. Ritengo pertanto che l'apertura sia andata a buon fine.

Volevo sapere se mi avviseranno della spedizione della carta o devo semplicemente attendere. Grazie
 

Kratos21

Nuovo Utente
Registrato
2/1/21
Messaggi
49
Punti reazioni
6
Salve a tutti

Ho effettuato ieri richiesta di apertura e stamane ho ricevuto una poco esplocita email di benvenuto. Ieri sera subito dopo l'identificazione con l'app vedevo già numero di conto e carta. Ritengo pertanto che l'apertura sia andata a buon fine.

Volevo sapere se mi avviseranno della spedizione della carta o devo semplicemente attendere. Grazie

Ti manderanno un SMS con il PIN della carta e entrando in app vedrai un orologio sull'icona della carta. Cliccandoci sopra avrai maggiori info sullo stato.
Spediscono dalla Spagna con semplice prioritaria tempo consegna (esperienze in famiglia) 6-12 giorni lavorativi.
Nel frattempo puoi già usare la carta digitale ma personalmente ti sconsiglio di attivarla prima dell'effettiva ricezione della fisica.
 

Atakanoseki

Kaizen
Registrato
23/8/17
Messaggi
7.162
Punti reazioni
457
Ti manderanno un SMS con il PIN della carta e entrando in app vedrai un orologio sull'icona della carta. Cliccandoci sopra avrai maggiori info sullo stato.
Spediscono dalla Spagna con semplice prioritaria tempo consegna (esperienze in famiglia) 6-12 giorni lavorativi.
Nel frattempo puoi già usare la carta digitale ma personalmente ti sconsiglio di attivarla prima dell'effettiva ricezione della fisica.

La digitale è già attiva da subito.
Dovrà attivare solo la fisica dopo averla ricevuta, se lo fa prima esce un warning che dice che prima occorre ricevere la carta fisica per attivare la carta fisica, come è ovvio. La carta fisica non è obbligatoria. Questo serve per attivare la fisica quando l'hai ricevuta ma questa info non è ancora aggiornata al sito della banca che la vede ancora in spedizione.
 

aemme1

Asse Menagent n°1
Registrato
22/12/04
Messaggi
5.753
Punti reazioni
317
non so se è OT o è già stato scritto prima, ma chi è cliente Iren e apre il conto bbva entro il 31/01/23 riceve un buono Amazon da 75 euro :bye:
 

Vincent Vеga

Mind if I shoot it up here? Hey, mi casa su casa.
Registrato
25/1/12
Messaggi
38.323
Punti reazioni
1.761
qualcuno ha usato con successo il servizio di portabilità offerto da BBVA?

5RIs6LK.png
 

Gollumnova

Nuovo Utente
Registrato
15/3/15
Messaggi
476
Punti reazioni
28
Vincent Vеga;57655158 ha scritto:
qualcuno ha usato con successo il servizio di portabilità offerto da BBVA?

5RIs6LK.png

Anchio voglio sapere, questa procedura chiude il conto vecchio come fa widiexpress o solo trasferisce tutta quella roba? :confused:
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.780
Punti reazioni
221
incentivato dai vari bonus sto aprendo il conto anche io, riepilogando

cashback 20% 100 €
cashback 1% 30 € in un anno
presenta un amico 20 € a amico con un massimo di 100 €

se a sua volta apro il conto con un codice di terzi ottengo ulteriori 20 € o vanno a scalare i 100 € di cui sopra?=
 
Ultima modifica:

avola2001

Nuovo Utente
Registrato
17/1/21
Messaggi
1.521
Punti reazioni
120
incentivato dai vari bonus sto aprendo il conto anche io, riepilogando

cashback 20% 100 €
cashback 1% 30 € in un anno
presenta un amico 20 € a amico con un massimo di 100 €

se a sua volta apro il conto con un codice di terzi ottengo ulteriori 20 € o vanno a scalare i 100 € di cui sopra?=

e si aggiunge pure la dichiarazione dei redditi.
Giusto per saperlo
 

Bitcoin98

Nuovo Utente
Registrato
6/6/21
Messaggi
449
Punti reazioni
35
Il conto è davvero ottimo, l'unica cosa che lo penalizza sono i bassi limiti dei bonifici, di conseguenza diventa molto difficile usare questo conto come principale.

In pratica uno che ha solo BBVA come conto corrente e ad esempio vuole acquistare un appartamento, non può farlo in quanto c'è il limite giornaliero di 6000 euro sui bonifici e non c'è nemmeno la possibilità di pagare tramite assegno dato che è una banca completamente online senza sedi fisiche.


Sugli assegni si può anche chiudere un occhio, però il limite dei bonifici è davvero scomodo. Finchè non risolvono questa cosa, sarò costretto ad usare BBVA come conto secondario anzichè come principale.
 

iSalvoxx

Nuovo Utente
Registrato
12/10/20
Messaggi
442
Punti reazioni
10
Il conto è davvero ottimo, l'unica cosa che lo penalizza sono i bassi limiti dei bonifici, di conseguenza diventa molto difficile usare questo conto come principale.

In pratica uno che ha solo BBVA come conto corrente e ad esempio vuole acquistare un appartamento, non può farlo in quanto c'è il limite giornaliero di 6000 euro sui bonifici e non c'è nemmeno la possibilità di pagare tramite assegno dato che è una banca completamente online senza sedi fisiche.


Sugli assegni si può anche chiudere un occhio, però il limite dei bonifici è davvero scomodo. Finchè non risolvono questa cosa, sarò costretto ad usare BBVA come conto secondario anzichè come principale.

Anche secondo me è un ottimo conto come secondario, io ad esempio lo sto apprezzando per altre motivazioni.

Poi vabbè, inutile dire che in passato ho tenuto nel cassetto carte/conti che con il tempo sono migliorate ed hanno colmato diverse lacune.

Ad esempio Revolut dal 2018 ad oggi ha fatto passi giganti.

N26 altrettanto, introducendo anche iban IT.

Flowe altrettanto...

Probabilmente anche BBVA nel tempo si migliorerà, perchè sia l'app che l'home banking attualmente sono veramente scarne.
 

@ntonio

Nuovo Utente
Registrato
6/2/12
Messaggi
8.129
Punti reazioni
477
Anche secondo me è un ottimo conto come secondario, io ad esempio lo sto apprezzando per altre motivazioni.

Poi vabbè, inutile dire che in passato ho tenuto nel cassetto carte/conti che con il tempo sono migliorate ed hanno colmato diverse lacune.

Ad esempio Revolut dal 2018 ad oggi ha fatto passi giganti.

N26 altrettanto, introducendo anche iban IT.

Flowe altrettanto...

Probabilmente anche BBVA nel tempo si migliorerà, perchè sia l'app che l'home banking attualmente sono veramente scarne.
certi conti sono come il vino :D
 

maimo

Nuovo Utente
Registrato
6/5/10
Messaggi
1.608
Punti reazioni
179
Non per fare la Cassandra, ma ricordo sempre che shit happens. E quando succede, avere un’assistenza reattiva ed efficace è elemento fondamentale (nel mio caso dirimente) per la scelta di un conto con dentro più di qualche spicciolo.

Andate a vedere come e con quali tempistiche l’assistenza BBVA ha risposto a utenti col conto bloccato (e per ragioni di forma, le più semplici da risolvere, non di merito). Oppure leggetevi qualche pagina di Trustpilot cercando di fare una sintesi del perché anche in patria il 95% dei clienti si lamenta, anche tenendo conto del fisiologico bias di chi vi scrive.

È un conto che per ragioni non del tutto razionali (ma in parte sì) mi è più “simpatico” di Revolut o di N26, ma al momento non ci affiderei somme più importanti di quelle riservate a una carta di pagamento. Cambiare l’algoritmo e iniziare a bloccare i conti ad mi****@m è un attimo, lo si è visto di recente con N26; e la costante, poi, è l’assistenza (poca) che ci lavora dietro. Prudenza.
 

iSalvoxx

Nuovo Utente
Registrato
12/10/20
Messaggi
442
Punti reazioni
10
Non per fare la Cassandra, ma ricordo sempre che shit happens. E quando succede, avere un’assistenza reattiva ed efficace è elemento fondamentale (nel mio caso dirimente) per la scelta di un conto con dentro più di qualche spicciolo.

Andate a vedere come e con quali tempistiche l’assistenza BBVA ha risposto a utenti col conto bloccato (e per ragioni di forma, le più semplici da risolvere, non di merito). Oppure leggetevi qualche pagina di Trustpilot cercando di fare una sintesi del perché anche in patria il 95% dei clienti si lamenta, anche tenendo conto del fisiologico bias di chi vi scrive.

È un conto che per ragioni non del tutto razionali (ma in parte sì) mi è più “simpatico” di Revolut o di N26, ma al momento non ci affiderei somme più importanti di quelle riservate a una carta di pagamento. Cambiare l’algoritmo e iniziare a bloccare i conti ad mi****@m è un attimo, lo si è visto di recente con N26; e la costante, poi, è l’assistenza (poca) che ci lavora dietro. Prudenza.

Questo tipo di messaggi li ho letti praticamente su tantissimi altri conti / carte, sopratutto su Revolut negli anni passati, dove si diceva sempre che chiudevano i conti "a caso".

Io ad esempio posso dirti che nel 2019 N26 mi chiuse il conto senza darmi una motivazione, dandomi 15 gg di tempo per trasferire eventuali domiciliazioni/soldi su altro conto, da lì in poi, non mi ha più permesso di riaprire il conto e mai mi fù data spiegazione.

Per quanto riguarda la qualità dell'assistenza, come per ogni cosa/settore, a parte qualche azienda (tipo Amazon, Apple, Amex e poche altre) hanno fatto quasi sempre pena tutte.

Su revolut devi necessariamente parlare in inglese e anche lì, devi essere fortunato a trovare quello che ragiona.

Intesa neanche a parlarne, ho visto gente buttare pomeriggi interi provando a chiamare il call center.

La chat di Illimity quasi inutile, perchè per qualsiasi cosa ti dicono di inviare email, e in quel caso (nel mio caso), sono stati celeri e cortesi, ma anche su Illimity ho letto di gente che ha avuto problemi con l'assistenza.

Insomma non per giustificare BBVA (perchè non me ne entra nulla), ma credo che un pò tutte le banche sono grosso modo allo stesso livello con l'assistenza, ma anche questo aspetto nel futuro potrebbe migliorare.

Per quanto riguarda invece le chiusure, credo sia un iter che tutte le banche o carte/conti affrontano nella fase iniziale, probabilmente ci sarà qualche ente che gli sta con il fiato sul collo quando sono agli inizi.
 

maimo

Nuovo Utente
Registrato
6/5/10
Messaggi
1.608
Punti reazioni
179
Questo tipo di messaggi li ho letti praticamente su tantissimi altri conti / carte, sopratutto su Revolut negli anni passati, dove si diceva sempre che chiudevano i conti "a caso".

Io ad esempio posso dirti che nel 2019 N26 mi chiuse il conto senza darmi una motivazione, dandomi 15 gg di tempo per trasferire eventuali domiciliazioni/soldi su altro conto, da lì in poi, non mi ha più permesso di riaprire il conto e mai mi fù data spiegazione.

Per quanto riguarda la qualità dell'assistenza, come per ogni cosa/settore, a parte qualche azienda (tipo Amazon, Apple, Amex e poche altre) hanno fatto quasi sempre pena tutte.

Su revolut devi necessariamente parlare in inglese e anche lì, devi essere fortunato a trovare quello che ragiona.

Intesa neanche a parlarne, ho visto gente buttare pomeriggi interi provando a chiamare il call center.

La chat di Illimity quasi inutile, perchè per qualsiasi cosa ti dicono di inviare email, e in quel caso (nel mio caso), sono stati celeri e cortesi, ma anche su Illimity ho letto di gente che ha avuto problemi con l'assistenza.

Insomma non per giustificare BBVA (perchè non me ne entra nulla), ma credo che un pò tutte le banche sono grosso modo allo stesso livello con l'assistenza, ma anche questo aspetto nel futuro potrebbe migliorare.

Per quanto riguarda invece le chiusure, credo sia un iter che tutte le banche o carte/conti affrontano nella fase iniziale, probabilmente ci sarà qualche ente che gli sta con il fiato sul collo quando sono agli inizi.
Non sono d’accordo sulla linea di fondo: dire che “tanto sono tutti uguali” non aiuta a scegliere, e lascia come argomento secondario, contro anziché a favore di BBVA, il fatto che il comportamento di questa banca è ancora troppo poco rodato, al netto di uno dei trust score più bassi del settore, e una ragione ci dovrà pur essere.

Su N26 con me sfondi una porta aperta; su Revolut non si tratta solo di “ragionare”, ma di competenze affidate a chi ti risponde, e di algoritmo fissato a singhiozzo su soglie davvero troppo sensibili, senza un back office adeguato a farvi fronte.

Illimity è a mio avviso una banca semiseria (non solo per l’assistenza e per il tipo di offerta, ma andiamo OT), ma ormai è sul mercato da anni e grossi problemi, che non siano di natura tecnica perché anche qui a livello IT che iddio ce ne scampi, non ne ha mai dati. L’assistenza rispecchia il livello del prodotto, e concordo, non è migliore di quella di BBVA, funzionando come passacarte. Però la certezza è che di conti bloccati con Illimity ce ne sono stati davvero pochi.

Intesa con Unicredit è una banca che non sopporto, ultimamente fra commissioni sempre più esagerate e risparmio di risorse danno l’impressione di tirare la cinghia perfino loro; ma come assistenza non c’è paragone. Salvo che si tratti di un problema informatico (hanno anche loro un IT che fa pena), non ho avuto in tanti anni un solo problema che non abbiano risolto in qualche ora. Chi risponde ha competenze operative (salvo nelle ore più congestionate, dove hanno una front Line che agisce da filtro) e riesce a soddisfare l’80% delle richieste; per il 20% restante, o si interfacciano direttamente col tuo gestore perché ti ricontatti a stretto giro, o ti passano agli uffici preposti ai blocchi, quando l’algoritmo impedisce qualche operazione “sospetta”. Mi spiace ma è un altro mondo: per operazioni della cui affidabilità devo esser certo, non ho dubbi a chi rivolgermi, e per questo da anni li voglio mollare, ma alla fine resto.

Ma al di là dei servizi che hai citato, ci sono tanti altri prodotti validi e che non hanno mai dato problemi di blocco, sufficientemente rassicuranti e con un’assistenza adeguata (penso in particolare a Webank, ma ve ne sono di sicuro altri ugualmente affidabili). Certo nessuno ti può garantire che l’assistenza di qualità e magari interna alla banca di oggi non venga domani esternalizzata con un inutile servizio di cortesia. Il quesito è perché affidare una parte importante delle proprie risorse ad un servizio già in partenza non adeguatamente rodato, e che almeno nei suoi primi mesi di lancio ha già manifestato qualche carenza di affidabilità, che naturalmente spero venga corretta in futuro. Ma oggi è presto.
 

AceDuff

Nuovo Utente
Registrato
6/10/20
Messaggi
255
Punti reazioni
43
Non sono d’accordo sulla linea di fondo: dire che “tanto sono tutti uguali” non aiuta a scegliere, e lascia come argomento secondario, contro anziché a favore di BBVA, il fatto che il comportamento di questa banca è ancora troppo poco rodato, al netto di uno dei trust score più bassi del settore, e una ragione ci dovrà pur essere.

Su N26 con me sfondi una porta aperta; su Revolut non si tratta solo di “ragionare”, ma di competenze affidate a chi ti risponde, e di algoritmo fissato a singhiozzo su soglie davvero troppo sensibili, senza un back office adeguato a farvi fronte.

Illimity è a mio avviso una banca semiseria (non solo per l’assistenza e per il tipo di offerta, ma andiamo OT), ma ormai è sul mercato da anni e grossi problemi, che non siano di natura tecnica perché anche qui a livello IT che iddio ce ne scampi, non ne ha mai dati. L’assistenza rispecchia il livello del prodotto, e concordo, non è migliore di quella di BBVA, funzionando come passacarte. Però la certezza è che di conti bloccati con Illimity ce ne sono stati davvero pochi.

Intesa con Unicredit è una banca che non sopporto, ultimamente fra commissioni sempre più esagerate e risparmio di risorse danno l’impressione di tirare la cinghia perfino loro; ma come assistenza non c’è paragone. Salvo che si tratti di un problema informatico (hanno anche loro un IT che fa pena), non ho avuto in tanti anni un solo problema che non abbiano risolto in qualche ora. Chi risponde ha competenze operative (salvo nelle ore più congestionate, dove hanno una front Line che agisce da filtro) e riesce a soddisfare l’80% delle richieste; per il 20% restante, o si interfacciano direttamente col tuo gestore perché ti ricontatti a stretto giro, o ti passano agli uffici preposti ai blocchi, quando l’algoritmo impedisce qualche operazione “sospetta”. Mi spiace ma è un altro mondo: per operazioni della cui affidabilità devo esser certo, non ho dubbi a chi rivolgermi, e per questo da anni li voglio mollare, ma alla fine resto.

Ma al di là dei servizi che hai citato, ci sono tanti altri prodotti validi e che non hanno mai dato problemi di blocco, sufficientemente rassicuranti e con un’assistenza adeguata (penso in particolare a Webank, ma ve ne sono di sicuro altri ugualmente affidabili). Certo nessuno ti può garantire che l’assistenza di qualità e magari interna alla banca di oggi non venga domani esternalizzata con un inutile servizio di cortesia. Il quesito è perché affidare una parte importante delle proprie risorse ad un servizio già in partenza non adeguatamente rodato, e che almeno nei suoi primi mesi di lancio ha già manifestato qualche carenza di affidabilità, che naturalmente spero venga corretta in futuro. Ma oggi è presto.

Se posso dare una mia opinione, da utente che l'ha aperto da pochissimo e ha fatto giusto un paio di transazioni -quindi vale quel che vale-, penso che sicuramente non sia un conto con una maturità sufficiente ad essere utilizzato come servizio unico/principale.
I limiti di operatività direi che siano oggettivi, uno su tutti il tetto ai bonifici, tuttavia non mi trovo molto d'accordo sul valutare una banca in base al rating medio che ha su internet.
Ho scorso un attimo Trustpilot e c'ho trovato gente che si lamentava dell'impossibilità di aprire il conto. Io c'ho messo letteralmente 10 minuti ad aprirlo, fatto tutto da smartphone in maniera posticcia mentre ero in auto tra un impegno e l'altro, e ricordo di essermi stupito di quanto poco c'ho messo a ritrovarmi dentro all'home banking. Poi ci sono varie altre lamentele sull'anticipo dello stipendio non accordato o su chiusure improvvise dei conti, e qui concordo con l'altro utente che citava il periodo in cui sembrava che Revolut chiudesse conti come piovesse: c'era un fondo di verità, ma una discreta dose di utenti sfruttava Revolut per fare giri e controgiri di denaro che avrebbero fatto scattare gli allarmi anche della banca più imbalsamata, francamente.
Penso che la verità stia nel mezzo: BBVA è una realtà giovane, e siccome nessuno regala niente, come tante altre realtà con costi bassissimi sconta un livello di servizio che va, quando va male, dal mediocre all'ok quando va bene.
Alcune loro idee io le trovo buone e diverse dal solito perciò, secondo me, può aver senso come conto secondario, nel quale magari far transitare le spese quotidiane per avere il cashback intanto che se ne valuta l'evoluzione.
 

pieiu

Nuovo Utente
Registrato
21/1/21
Messaggi
826
Punti reazioni
117
Vincent Vеga;57655158 ha scritto:
qualcuno ha usato con successo il servizio di portabilità offerto da BBVA?

5RIs6LK.png

Io, mi hanno chiuso con successo il conto Findomestic senza problemi portando il saldo residuo senza ritardi :)

Oppure leggetevi qualche pagina di Trustpilot cercando di fare una sintesi del perché anche in patria il 95% dei clienti si lamenta, anche tenendo conto del fisiologico bias di chi vi scrive.
Insomma, andando a guardare le recensioni delle altre grandi banche spagnole (Santander e Caixa) mi vien da pensare che siano tutte mediocri o che gli spagnoli abbiano la lamentela facile :D