conviene veramente operare con lo spread trading?

stasky

Nuovo Utente
Registrato
2/9/03
Messaggi
117
Punti reazioni
3
il mio pensiero è il seguente: dalla mia esperienza di trader di circa 3 anni e mezzo, su forex e futures, ho potuto constatare che per guadagnare diciamo tanto, è necessario per forza rischiare\perdere anche tanto. Aggiungo: questo ho avuto modo di verificarlo con gli eseguiti, quando aumentando lo stop loss ed andando sotto anche di molto, poi alla fine son riuscito a chiudere con gain consistenti. Il contrario stringendo gli stop: alla fine mi son preso la pagnotta o anche piccole legnate.
Mi si prospetta l'opportunità, tutta da verificare, di operare in spread trading, dove dicono, a fronte di un rischio molto più contenuto rispetto al trading tradizionale, si ha la possibilità di guadagnare parecchio e con maggiore stabilità di risultati.
Oltretutto, da quel poco che ne sò sullo spread trading, a differenza dell'operatività tradizionale o solo buy o solo sell, dove le opportunità di entrata sono molte, con questa metodologia, si entra in trade molto meno frequentemente e oltretutto le performance sono più ridotte.
D'altronde, se ci pensiamo bene, con lo spread trading, dove 2 mercati per la stragrande maggioranza del tempo sono "appaiati", capita di rado che si discostano tra loro e quando questo si verifica levento è destinato a rientrare in pochissimo tempo.
Allora: le 2 affermazioni citate, vanno in conflitto tra loro e questo non mi convince.
Chiedo ai più esperti, che conoscono bene questa tecnica:
ipotizzando di tradare tutti i principali mercati più liquidi e trattati (forex, futures, commodity), con operatività su barre daily in overnight, in un'ottica mensile, quante opportunità mediamente, si possono verificare di operare in spread?
Poi: indipendentemente dalla bravura e\o fortuna del trader, è poi vero che lo spread trading conviene e rende molto di più o ritenete siano le solite balle inventate per vendere libri e programmi appositi?
Aspetto risposta.
Buon trading a tutti OK!
 
stasky ha scritto:
il mio pensiero è il seguente: dalla mia esperienza di trader di circa 3 anni e mezzo, su forex e futures, ho potuto constatare che per guadagnare diciamo tanto, è necessario per forza rischiare\perdere anche tanto. Aggiungo: questo ho avuto modo di verificarlo con gli eseguiti, quando aumentando lo stop loss ed andando sotto anche di molto, poi alla fine son riuscito a chiudere con gain consistenti. Il contrario stringendo gli stop: alla fine mi son preso la pagnotta o anche piccole legnate.
Mi si prospetta l'opportunità, tutta da verificare, di operare in spread trading, dove dicono, a fronte di un rischio molto più contenuto rispetto al trading tradizionale, si ha la possibilità di guadagnare parecchio e con maggiore stabilità di risultati.
Oltretutto, da quel poco che ne sò sullo spread trading, a differenza dell'operatività tradizionale o solo buy o solo sell, dove le opportunità di entrata sono molte, con questa metodologia, si entra in trade molto meno frequentemente e oltretutto le performance sono più ridotte.
D'altronde, se ci pensiamo bene, con lo spread trading, dove 2 mercati per la stragrande maggioranza del tempo sono "appaiati", capita di rado che si discostano tra loro e quando questo si verifica levento è destinato a rientrare in pochissimo tempo.
Allora: le 2 affermazioni citate, vanno in conflitto tra loro e questo non mi convince.
Chiedo ai più esperti, che conoscono bene questa tecnica:
ipotizzando di tradare tutti i principali mercati più liquidi e trattati (forex, futures, commodity), con operatività su barre daily in overnight, in un'ottica mensile, quante opportunità mediamente, si possono verificare di operare in spread?
Poi: indipendentemente dalla bravura e\o fortuna del trader, è poi vero che lo spread trading conviene e rende molto di più o ritenete siano le solite balle inventate per vendere libri e programmi appositi?
Aspetto risposta.
Buon trading a tutti OK!


Ho provato tutti gli spread possibili curva tassi valute indici commodities,maggiormente su valute e indici e qualcosa su tnote a 5 10 ecc.
Ti posso dire molte cose:
Partiamo da quello che dici all'inizio,
1)
stop stretti take in limit con scaling trailing ecc cosa ottieni:
Hai mesi ottimi con un sistema robusto che poi sicuramente scade mese su mese,quando adatti e sempre troppo tardi,loro hanno i migliori softwaristi del mondo i migliori trader i migliori analisti ti rompono il cu..... alla lunga inoltre tu gli paghi le commissioni loro no le incassano...... capito!
Quindi ho sei mandrake oppure in un anno stando davanti al monitor 12 ore al giorno grasso che cola porti a casa la pagnotta ma a lungo andare il cervello ti si spappola e ti ci vuole un buon psicoanalista.
Pero non sono contrario a questo tipo di approccio per chi è fresco carica forte e usa risk management a prova di bomba per un anno e poi stacca.
Difficile essere freschi caricare e disciplinarsi.
Punto 2)
Stop larghi operazioni di largo respiro:
Qui gia fai incassare meno commissioni ti stressi meno 2 punti a vantaggio ma..... movimenti buoni un market te ne offre 2 o 3 in un anno a meno di anni particolari quindi o sei bravo a prenderli o rimani al palo,molti mesi.
Punto 3)
spread trading:
L'ho provato molto simile al secondo approccio con la differenza che riduci il rischio ma riduci i guadagni.
Per quanto mi riguarda ha uno svantaggio sei sempre sul market ed è difficile individuare gli spread molto profittevoli,loro come ti dicevo hanno trader specialist per ogni market e fanno queste operazioni di continuo rimani dentro mesi e rischi di portare a casa quasi nulla.
Per mia esperienza personale sono ottimi per chi ha grossi capitali quindi hedghing costante ti tutto, il risk manegement è facile ma difficile seguire piu mercati ed essere precisi puntuali e ben informati su tutto.
Ti faccio un esempio pratico c'era un ottimo spread australian dollar new zeland sono entrato sui minimi storici dopo poco ho mollato era molto profittevole ma entrando con 1 contratto bisogna essere pazienti ed entrare in piu spread per avere ottime performance.
Difficile monitorare il tutto.
Inoltre se si entra a margine bisogna avere margini per gestire gli spread in perdita.
Francamente non credo che con barre daily mensilmente ci siano molte opportunità di entrate profittevoli bisogna pizzicarle a dovere e come ti ripeto monitorare forex financial index stocks commodities o hai un centro studi oppure la vedo ostica.
Ho scegli uno spread e ci carichi ma la vedo male per il risk management robusto,quindi in conclusione io ho provato sia intraday che di posizione non fa per me.
Ti dico come la penso si sceglie un market ci si carica il giusto per money management si applica un risk management rigoroso e basta,senza diavolerie scegli un livello dove gli istituzional secondo te scaricano lavora il meno possibile a margine e picchia in posizione quando viene dalla tua parte.
Ti saluto .
 
Ti dico come la penso si sceglie un market ci si carica il giusto per money management si applica un risk management rigoroso e basta,senza diavolerie scegli un livello dove gli istituzional secondo te scaricano lavora il meno possibile a margine e picchia in posizione quando viene dalla tua parte.
Ti saluto

Buona risposta OK!
 
grazie del contributo Frank; in sostanza si ha sempre a che fare con gli squali a quanto dici! Ci danno l'illusione che il trading sia per noi una grande opportunità per arricchirci, ci lasciano fare per un pò, poi aprono le mandibole e sbranano tutto......... a nostre spese!......Com'è triste il mondo del trading!!! :wall: :'(
ben vengano altre risposte
 
eccoti una cosa semplice e tranquilla :)
fib e eurostock
quando lo spread si apre tu entri e ti posizioni long su uno e short sull'altro ( o viceversa) puntando sulla chiusura dello spred
...cosa che prima o poi puntualmente avviene ;)
guadagno sicuro e poco rischio
nel mio grafico ti mostro, in rosso e blu i due futures, e in marrone lo spread
devi solo avere accortezza nel bilanciare le due posizioni
tenendo conto che l'indice fib è circa 10 volte l'indice eurostock
( nel grafico infatti l'ho diviso per 10 per poterlo confrontare)
ciao e auguri!
:)
 

Allegati

  • spread.gif
    spread.gif
    16,7 KB · Visite: 1.149
Ultima modifica:
FernandoS ha scritto:
eccoti una cosa semplice e tranquilla :)
fib e eurostock
quando lo spread si apre tu entri e ti posizioni long su uno e short sull'altro ( o viceversa) puntando sulla chiusura dello spred
...cosa che prima o poi puntualmente avviene ;)
guadagno sicuro e poco rischio
nel mio grafico ti mostro, in rosso e blu i due futures, e in marrone lo spread
devi solo avere accortezza nel bilanciare le due posizioni
tenendo conto che l'indice fib è circa 10 volte l'indice eurostock
( nel grafico infatti l'ho diviso per 10 per poterlo confrontare)
ciao e auguri!
:)

Anzitutti scusa se ti ho copiato :D E' stata l'occasione per me per imparare a creare un composite :o solo che al posto dello zero ho il valore 100 :confused: Ho sbagliato il rapporto 1:10 oppure possono essere le impostazioni internazionali (decimali) di window? Grazie comunque :)
 

Allegati

  • composite.gif
    composite.gif
    105,3 KB · Visite: 1.069
grazie Fernando, hai confermato l'applicazione dello spread su 2 mercati che già un gentile trader di questo forum mi aveva egregiamente informato.
Volevo chiederti: quel grafico marrone, o meglio lo spread (se non erro, si potrebbe anche interpretare come la codidetta forza relativa settata sul close di una barra daily), è un'indicatore che trovi nel programma stesso o te lo sei fatto te in qualche modo?
In ogni caso, potresti indicarmi un broker estero europeo che abbia lo spread, con assistenza in italiano?
Approfitto dell'occasione per chiedere: riguardo alle commodity, leggendo un libro di Andrea Luchi (guadagnare in borsa con le materie prime), diceva che l'ordine spread, viene eseguito contemporaneamente con un'ordine unico per tutte e 2 le mp.
Questo particolare tipo di ordine, vale anche per i futures, valute ed anche azionario, o si invia prima un buy su un mercato, poi un sell sull'altro mercato correlato (l'ordine tradizionale per capirci)?
Buon trading a tutti OK! OK!
 
Indietro