Corte Costituzionale

Mi ero ripromesso di non risponderti ma visto che insisti .....
Tu devi essere di quelli svegli che vive di commi, circolari e che prima di andare a letto si pettina anche i peli sotto le ascelle.
Un perfetto burocrate insomma, sostenitore , quindi, di tutto ciò che sta mandando in malora questo paese, costituzione ( rigorosamente minuscola ) e consulta ( ancor più rigorosamente minuscola ) comprese.
Continua a guardare il dito che hai davanti, evidentemente il quadro che è dietro non ti interessa e non ti sfiora, perchè la verità è che non faresti commenti del genere su una tale questione se sfortunatamente, e in tutta sincerità mai mi auguro ti accada , fossi coinvolto direttamente nella questione in merito.
consulta e costituzione garantiscono ormai solo privilegi e persone che non rispettano la legge, ingessano il paese dai cambiamenti che necessiterebbero e che dovrebbero essere veloci.
Ma queste son solo sciocchezze, non perdere tempo a rispondere, tu voli più alto. :bye:

non so se hai figli maschi adolescenti, ma qualcosa mi dice che è proprio chi ragiona come te che se il figlioletto fa qualche capzata (non stiamo dunque parlando di violenze nè stile circeo, ma anche molto meno, bensì di quel che una volta andava sotto il nome di molestia sessuale) va a strepi.tare e dire che il carcere è ingiusto, che è un bravo ragazzo etc etc
perchè tu vedi le norme come qualcosa ad personam
sia quanto sei vittima di un qualcosa (come ti sei immaginato aprendo sto 3d) sia quanto sei carnefice
sono due lati della medesima medaglia
 
no no guarda, non ci sei proprio, se tu fossi coinvolto direttamente, ossia in attesa di giudizio in custodia cautelare per un reato che presuntivamente avresti commesso, capiresti, ma evidentemente parli tanto per parlare. Il rispetto delle regole per quelli come te è un optional, a seconda che ti riguardi direttamente o meno, ignorate che le regole, le leggi, sono valide e applicabili sempre e non solo se riguaradano uno piuttosto che l'altro.

Hai ragione.:bye:
 
non so se hai figli maschi adolescenti, ma qualcosa mi dice che è proprio chi ragiona come te che se il figlioletto fa qualche capzata (non stiamo dunque parlando di violenze nè stile circeo, ma anche molto meno, bensì di quel che una volta andava sotto il nome di molestia sessuale) va a strepi.tare e dire che il carcere è ingiusto, che è un bravo ragazzo etc etc
perchè tu vedi le norme come qualcosa ad personam
sia quanto sei vittima di un qualcosa (come ti sei immaginato aprendo sto 3d) sia quanto sei carnefice
sono due lati della medesima medaglia

Anche tu garantista qunando ti fa comodo,e pronta a sparare sentenze non conoscendo persone e fatti.
Riguardo ai figli potrei risponderti chiedentoti come reagiresti se avessi una figlia e ........., ma non lo faccio , si scadrebbe troppo in basso.
Comunque non voglio nè avere ragione nè far cambiare idea a qualcuno.
la consulta e la costituzione non garantiscono equità giustizia e nemmeno sono dogmi infallibili e non criticabili, punto.
Vorrei solo ricordare che chi subisce un reato ignobile del genere, comincia subito a scontare la sua pena senza terminarla mai.
Ma di questo alla consulta e anche a te, ( che dovresti essere un a donna se non sbaglio ) e a mark, frega una se.ga
Così va il mondo.
 
Anche tu garantista qunando ti fa comodo,e pronta a sparare sentenze non conoscendo persone e fatti.
Riguardo ai figli potrei risponderti chiedentoti come reagiresti se avessi una figlia e ........., ma non lo faccio , si scadrebbe troppo in basso.
Comunque non voglio nè avere ragione nè far cambiare idea a qualcuno.
la consulta e la costituzione non garantiscono equità giustizia e nemmeno sono dogmi infallibili e non criticabili, punto.
Vorrei solo ricordare che chi subisce un reato ignobile del genere, comincia subito a scontare la sua pena senza terminarla mai.
Ma di questo alla consulta e anche a te, ( che dovresti essere un a donna se non sbaglio ) e a mark, frega una se.ga
Così va il mondo.

lo puoi fare
non ho bisogno di pensare ad una figlia
ESSENDO DONNA

e dovresti sapere la % di donne che nel corso della loro vita sono state vittime di almeno un episodio di violenza (in senso lato come da legge attuale che comprende casi concreti molto diversi tra loro per gravità)

quind forse, sottolineo il forse, tra noi due chi non sa di che parla sei tu
 
.........................come da legge attuale che comprende casi concreti molto diversi tra loro per gravità)

......

la legge attuale è una cosa vergognosa

ancor più vergognoso ovviamente il modo in cui viene applicata
 
la legge attuale, se intendi quella che sanziona i reati sessuali, nasce per superare i problemi della precedente .. che erano sottoporre ad interrogatori assurdi per discriminare se l'imputato cadeva nel reato a o nel reato b nonchè dava facili vie di uscita, mentre mettere assieme cose diverse senza consentire derubricazioni, ha dato il messaggio che sempre violenza è, più o meno grave, più o meno violenta
un messaggio che in anni in cui molestare era considerato normale, era importante
non è il massimo, non mi ha mai entusiasmato
ci si potrebbe mettere mano, ma nè è urgente, nè facile
ma non è che le donne italiane ci abbiamo mai marciato sopra
 
tanto per ricordarci alcune cosette quando si punta il dito verso altre culture

Nel 1981 venne modificato il Codice Rocco riguardo alle cause d'onore. In particolare venne abrogato l'articolo 544 del codice penale italiano che ammetteva il "matrimonio riparatore": secondo questo articolo del codice, l'accusato di delitti di violenza carnale, anche su minorenne, avrebbe avuto estinto il reato nel caso di matrimonio con la persona offesa. Questo articolo fu abrogato con l'articolo 1 della legge 442/1981[24].

Fino al 1996 rimase in vigore la sezione del Codice Rocco per il quale la violenza sessuale ledeva la moralità pubblica: i reati di violenza sessuale e incesto erano rispettivamente parte "Dei delitti contro la moralità pubblica e il buon costume" (divisi in "delitti contro la libertà sessuale" e "offese al pudore e all'onore sessuale") e "Dei delitti contro la morale familiare". Con la legge n. 66 del 15 febbraio 1996, "Norme contro la violenza sessuale", si afferma il principio per cui lo stupro è un crimine contro la persona, che viene coartata nella sua libertà sessuale, e non contro la morale pubblica.


fino a quando avevo 14 anni era previsto il matrimonio riparatore .. che serviva se proposto a ridurre drasticamente la pena e la responsabilità dell'imputato
quando avevo 14 anni!!! non ne ho ancora 46
non stiamo parlando di preistoria o di mia nonna!!!!!!

nel 1996 avevo quasi 30 anni e stavo per entrare in PA .. avevo pure già fatto il concorso che mi fece entrare, ero una donna adulta e vaccinata.
 
lo puoi fare
non ho bisogno di pensare ad una figlia
ESSENDO DONNA
e dovresti sapere la % di donne che nel corso della loro vita sono state vittime di almeno un episodio di violenza (in senso lato come da legge attuale che comprende casi concreti molto diversi tra loro per gravità)

quind forse, sottolineo il forse, tra noi due chi non sa di che parla sei tu

Appunto !!

Comunque, anche tu ferma davanti al dito ( consulta = legge= infallibilità= accettazione acritica )
Dietro al dito , però, c'è una società, una comunità che rispetta le regole, che esige altre risposte, non certo quelle partorite da un codice nato con le zavorre dovute alla precedente esperienza di regime, e applicato da una elite di quasi ottuagenari, rispettabilissimi, ma lontani dalla realtà e dalle esigenze di un paese ( in decadenza )come il nostro.:yes:
 
Anche tu garantista qunando ti fa comodo,e pronta a sparare sentenze non conoscendo persone e fatti.
Riguardo ai figli potrei risponderti chiedentoti come reagiresti se avessi una figlia e ........., ma non lo faccio , si scadrebbe troppo in basso.
Comunque non voglio nè avere ragione nè far cambiare idea a qualcuno.
la consulta e la costituzione non garantiscono equità giustizia e nemmeno sono dogmi infallibili e non criticabili, punto.Vorrei solo ricordare che chi subisce un reato ignobile del genere, comincia subito a scontare la sua pena senza terminarla mai.
Ma di questo alla consulta e anche a te, ( che dovresti essere un a donna se non sbaglio ) e a mark, frega una se.ga
Così va il mondo.

Consulta: no ai tagli ai maxistipendi della P.A., no ai tagli ai magistrati

:o:o
 
Appunto !!

Comunque, anche tu ferma davanti al dito ( consulta = legge= infallibilità= accettazione acritica )
Dietro al dito , però, c'è una società, una comunità che rispetta le regole, che esige altre risposte, non certo quelle partorite da un codice nato con le zavorre dovute alla precedente esperienza di regime, e applicato da una elite di quasi ottuagenari, rispettabilissimi, ma lontani dalla realtà e dalle esigenze di un paese ( in decadenza )come il nostro.:yes:

quindi siccome la penso diversamente da te ho una accettazione acritica?
per niente
semplicemente non sono una giustizialista e vale per tutti
ma manco voglio una giustizia all'acqua di rose o a pro dei ricchi, ma non è certo con la carcerazione preventiva che fai la differenza

quanto ad osservazioni, ne ho fatte ovvero valutare se e come la presunta vittima può incontrare i presunti aggressori
se il fatto è accaduto a milano o roma basta anche interdire alcuni luoghi
ma se il fatto avviene in un paesino con tre strade i domiciliari sono doverosi e il carcere forse preferibile

vanno considerate sia le esigenze degli imputati, che della vittima
 
quando la consulta fa capzate lo dico
quando fa la cosa giusta idem

non è che siccome ha detto anzi fatto tre capzate allora fa solo capzate
e visto che hai aperto un 3d che riguarda reati contro la persona, spregevoli e diffcili vedi per rispetto dei casi che ci sono dietro di non infilare questioni che nn hanno niente a che vedere con il tema (tipo la storiaccia sugli stipendi)
perchè allora si deve pensare che a te ti importa assai sia delle vittime di violenza, sia della tutela degli imputati
ti interessa dimostrare solo che la consulta non capisce un capzo
e sei disposto a farlo passando pure su tragedie
 
quindi siccome la penso diversamente da te ho una accettazione acritica?
per niente
semplicemente non sono una giustizialista e vale per tutti
ma manco voglio una giustizia all'acqua di rose o a pro dei ricchi, ma non è certo con la carcerazione preventiva che fai la differenza

quanto ad osservazioni, ne ho fatte ovvero valutare se e come la presunta vittima può incontrare i presunti aggressori
se il fatto è accaduto a milano o roma basta anche interdire alcuni luoghi
ma se il fatto avviene in un paesino con tre strade i domiciliari sono doverosi e il carcere forse preferibile

vanno considerate sia le esigenze degli imputati, che della vittima

Nel nostro paese succede solo la prima, dovresti essertene accorta anche dalle cronache degli ultimi giorni, quando decine di denunce per stalking non servono a difenderti da un pazzo contro il quale la giustizia non può nulla, che finisce puntualmente per ammazzarti.
Se ci pensi bene la legge , la magistratura , la costituzione , la consulta ti dicono : per difenderti, ammazza prima tu, poi qualcuno si prenderà cura di te.
 
Nel nostro paese succede solo la prima, dovresti essertene accorta anche dalle cronache degli ultimi giorni, quando decine di denunce per stalking non servono a difenderti da un pazzo contro il quale la giustizia non può nulla, che finisce puntualmente per ammazzarti.
Se ci pensi bene la legge , la magistratura , la costituzione , la consulta ti dicono : per difenderti, ammazza prima tu, poi qualcuno si prenderà cura di te.

non è questione di consulta o non consulta
i sistemi vigenti di controllo sociale sono molto fallibili
ma non è attaccando una decisione sacrosanta che li risolvi
perchè sono problemi che non vanno affrontati tramite magistratura
la magistratura deve occuparsi di accertare responsanbilità penali
non di mettere al sicuro un soggetto in pericolo
dovrebbe pensarci una rete di servizi che è altamente insufficiente
e non solo post denuncia
perchè quando arrivi a denunciare spesso sei no alla frutta, di più
e la pezza, se ci poteva essere messa, andava messa prima
 
non è questione di consulta o non consulta
i sistemi vigenti di controllo sociale sono molto fallibili
ma non è attaccando una decisione sacrosanta che li risolvi
perchè sono problemi che non vanno affrontati tramite magistratura
la magistratura deve occuparsi di accertare responsanbilità penali
non di mettere al sicuro un soggetto in pericolo
dovrebbe pensarci una rete di servizi che è altamente insufficiente
e non solo post denuncia
perchè quando arrivi a denunciare spesso sei no alla frutta, di più
e la pezza, se ci poteva essere messa, andava messa prima

e qual altro fine dovrebbe avere l'azione penale se non garantire la sicurezza del cittadino che non può difendersi da solo?

nel caso delle minacce, la minaccia di per sé dovrebbe essere considerato un reato molto grave

una minaccia, quando è veramente tale, può avere sulla qualità della vita della vittima un effetto paragonabile a quello di una lesione fisica; e quindi, ad esempio, andrebbe considerata un reato più grave del furto e anche di una rapina
 
e qual altro fine dovrebbe avere l'azione penale se non garantire la sicurezza del cittadino che non può difendersi da solo?

nel caso delle minacce, la minaccia di per sé dovrebbe essere considerato un reato molto grave

una minaccia, quando è veramente tale, può avere sulla qualità della vita della vittima un effetto paragonabile a quello di una lesione fisica; e quindi, ad esempio, andrebbe considerata un reato più grave del furto e anche di una rapina

la minaccia, specie di lesioni gravi o peggio, rende la vita un incubo, mi pare evidente anche perchè non ha inizio e fine come può essere un furto
mi pare sia punita ..
non a caso è stato introdotto il reato di stalking che colma una lacuna dato che prima uno o una potevano essere perseguiti per minacce, ma solo se appunto inequivocabili, e non per una serie di comportamenti minacciosi ma che minaccia non sono .. almeno per come era il codice prima
lode alla carfagna
a quando siamo dovuti arrivare per avere questa fattispecie riconosciuta?
quanti fondi hanno i nostri servizi? è cosa da servizi sociali e pubblica sicurezza, proteggerti, non della magistratura e sicuramente non in prima istanza
ma quanti fondi ci sono? che preparazione c'è?
che tipo di soggetto è quello che minaccia o fa stalking? quanto siamo a livello di accuratezza scientifica capaci di prevedere le reazioni altrui?
si devono sempre bilanciare le esigenze di libertà con quelle di protezione
ed è un equilibrio molto difficile
se poi ci aggiungi poche risorse, poca preparazione, pochi mezzi scientifici disponibili .. non ci sorprendiamo se ci scappa il morto o la morta
ma c'è anche da dire che solitamente il can che abbia (ovvero stalkerizza) non morde
purtroppo è altrettanto vero che il cane che morde abbia pure
sennò era facile decidere che fare caso per caso
 
Indietro