Corte di Giustizia UE su promotori finanziari

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Copio il trafiletto apparso su "Il Sole 24 Ore" di venerdì scorso, a pag. 27.

Per non andare in contrasto con le direttive UE in materia, la normativa nazionale deve prevedere che la gestione di portafogli di investimento abbia luogo "su base discrezionale e individualizzata" e "nell'ambito di un mandato conferito dagli investitori". Tuttavia, nulla impedisce a uno Stato membro di estendere l'applicabilità delle disposizioni della direttiva a operazioni non disciplinate dalla stessa, a condizione che risulti chiaramente che la normativa nazionale non rappresenta una trasposizione della direttiva, ma una volontà autonoma del legislatore. A queste conclusioni è giunta la Corte di giustizia UE con la sentenza sulla causa C-356/00 che si è epsressa ieri sulle disposizioni italiana relative allattività di promotore finanziario.



Credo ( non ho dati certi) si tratti della causa intentata da alcuni promotori finanziari radiati dall'albo in quanto i portafogli di alcuni loro clienti erano simili per composizione e movimentazione, e la Consob aveva ravvisato un'attività di gestione.

Dal testo, però, non si arriva a comprendere quale sia stata la decisione a riguardo.
 
...nulla impedisce a uno Stato membro di estendere l'applicabilità delle disposizioni della direttiva a operazioni non disciplinate dalla stessa...


Leggendo il passaggio, si potrebbe ipotizzare che il comportamento della Consob sia stato ritenuto legittimo.
 
Ho letto anche io il trafiletto sul Sole... poi ho effettuato una ricerca sul sito della Consob che non dice nulla a tal proposito. Se fosse come sostieni tu la Consob ha fatto bene.
Ti chiedo però se sai cosa dice di preciso la normativa italiana, visto che è stato chiesto il parere della Corte di giustizia UE.
Saluti :)
 
Ultima modifica:
La Consob aveva, nel 2000, radiato promotori che avevano clienti con portafogli e movimentazioni simili, considerando l'attività come illecita prestazione del servizio di gestione di portafoglio individuale.
 
Scritto da Voltaire
La Consob aveva, nel 2000, radiato promotori che avevano clienti con portafogli e movimentazioni simili, considerando l'attività come illecita prestazione del servizio di gestione di portafoglio individuale.


scusami volt, in cosa consisterebbe la movimentazione simile o il portafoglio simile?
se io sono zeppo di prodotti "monetari" perchè la clientela non vuole più sentire parlare di borsa, ho i portafogli simili e faccio gestione?
grazie.
 
La Consob considerò la composizione, ma anche (e soprattutto), la movimentazione molto simile (swithces ripetuti, e tutti uguali) del portafoglio, ripetuta nel tempo.

Decisione molto opinabile, certamente.
 
Indietro