Cosa Fare Per Farsi Rimborsare Da Una Banca Quando Tutto è In Tilt

mira

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
6/8/01
Messaggi
13.630
Punti reazioni
226
Sono a conoscenza che diverse persone dopo aver avuto problemi per la vendita dei titoli, per interuzzione, anche telefoniche sono riuscite a farsi rimborsare
cosa fare?
 
ho gia' proposto parecchie volte il quesito su che tipo di
reato si possa configurare nel caso di interuzione del servizio
ma nessuno mi ha risposto con precisione.

se qualcuno volesse essere cosi' gentile.......
 
E' una vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, qualcuno intervenga .
 
io ho intesabci, tutto bloccato.
 
forse la domanda dovrebbe essere posta a Verm&Solitaire nel forum officine giuridiche

ciao
 
Io ho ricevuto un rimboso di1250 euro perche' i sistemi si erano bloccati.
Fate subito una richiesta di risarcimento telefonica.
 
Faccio spostare in Officine e rispondo in giornata.
 
Per evitare responsabilità (danno anche per lucro cessante) è l'intermediario a dover dimostrare che non è a lui imputabile il disservizio (oltre a tale principio sull'onere della prova, ci sono regole che impongono all'intermediario un'adeguata organizzazione, ovviamente anche di tipo tecnico). E' quindi corretto inoltrare una domanda di risarcimento, spiegando l'accaduto.
 
Da inviare a mezzo raccomandata AR all'apposita funzione
(Ufficio reclami o altro) indicata nel contratto, con indirizzo
specifico: se non c'è, chiedere in agenzia.


Oggetto: deposito amministrato numero XXXXXX, (+ altri
eventuali rapporti riguardante i titoli, se esistenti), conto
corrente numero XXXXXXXX .

In riferimento ai rapporti indicati in epigrafe, Vi contesto
quanto segue.


....(descrizione semplice, il più possibile dettagliata,
dell'accaduto)......

Vi invito, pertanto, a metterVi in contatto con me entro 90
giorni dalla ricezione della presente per la definizione del
danno da liquidarmi.

In mancanza di riscontro da parte Vostra mi vedro' costretto,
mio malgrado, a rivolgermi ad un legale per la definizione del
danno, con conseguente aggravio di oneri e spese da parte
Vostra.




Indicare, oltre all'indirizzo, anche un recapito telefonico.

Ovviamente, firmare...pare logico, ma c'è chi lo
dimentica.....ovviamente, se i rapporti per i quali si effettua il
reclamo sono cointestati, ci vogliono tutte le firme.

90 giorni è il termine di legge per la risposta da parte
dell'intermediario...ecco perché si indica 90 giorni.


Fammi pure sapere se serve altro.
 
riporto la mia......

alcuni anni fa....
ho avuto un problemuccio con una banca locale:
l'ultimo giorno utile, non mi avevano venduto i diritti di opzione...dell'allora ambrovento (oggi intesabci)
(diritti che quindi, mi ritrovavo in saccoccia ad un valore pari a zero)
per risolver il tutto...gli avevo inviato 'na lettera simile a quella postata da voltaire...
macche' nulla da fare, trascorso un bel periodo, ammettendo l'errore, mi contattano per trovar una soluzione...
mi proponevano un lungo perido di trading con commissioni pari a zero!
ma di aver i soldi, neppur a parlarne.

alla fine, non so come, son entrato in contatto di un numero di telefono.....
se non ricordo male....
era l'associazione dei consumatori.... contro l'abuso delle banche
li contatto, e il tizio mi dice di star tranquillo, di ricontattar l'ufficio legale della banca, e di dirgli, che se non risolvevan la questione, gli aderenti a tale associazione, avrebbero sfilato con dei bei cartelloni di protesta a 'mo di panino.... davanti all'ingresso della banca!
se fino allora, per parlar della question con qualcuno in banca, dovevo prender appuntamenti con una settimana di anticipo, dopo aver fatto quella telefonata, gia' il giorno dopo, vengo contattato dal direttore (e chi l'aveva mai visto prima) per risolver il tutto con denaro sonante.
 
Indietro