cosa ha in testa Berlusconi

vinkor

Utente Registrato
Registrato
6/3/09
Messaggi
22.601
Punti reazioni
2.324
perchè torna in campo? si annoia? è logorato dal potere che non ha più? teme per il suo impero societario? per risolvere le sue beghe giudiziarie? non vuole lo sfascio totale del suo partito?
varie motivazioni che si sommano e che l'hanno indotto al ritorno
ma come pensa di recuperare i 20 punti di differenziale col PD?
non può pensare di colmarlo con la solita storia di impedire il governo ai comunisti
tirerà in ballo questo vecchio slogan e sono 5 punti in più ma non basta
poi la promessa di togliere l'IMU e sono altri 5 punti
gli altri 10 se li giocherà sull'uscita dall'euro e sull'orgoglio nazionale distrutto dalla Merkel e da recuperare
non vedo altre motivazioni che potrebbe trovare per riconquistare il suo elettorato
tuonerà contro le tasse di Monti che considererà responsabile dell'attuale stato di sofferenza degli italiani
ma cosa dirà quando lo spread s'impennerà per colpa del suo ritorno?
 
ma cosa dirà quando lo spread s'impennerà per colpa del suo ritorno?



Ci aspettano giorni tragicomici :clap:

Come diceva Flaiano, "La situazione in Italia è spesso tragica, mai seria" :D
 
Secondo me, partiamo dal presupposto che B. sa che non può vincere.
Il partito anti Monti c'è già, è forte e si chiama M5S.
Checché ne dicano i piddini, per i destri M5S puzza troppo di sinistra e molti destri non voteranno M5S, ma i margini per B. restano strettissimi.
Quel che B. ha comunque ottenuto tornando in campo è di annientare il centro.
Probabilmente questo voleva, e per ora di questo si accontenta.
Parallelamente, annientando il centro, ha ripreso in mano quel che resta del suo partito.
 
secondo me in parte si tratta di fiducia in se stesso: pensa di poter fare meglio di qualsiasi altro esponente del PDL come capo del partito.
E in parte pensa di poter difendere meglio i propri interessi come capo di un partito , invece che come figura defilata, in secondo piano
 
secondo me in parte si tratta di fiducia in se stesso: pensa di poter fare meglio di qualsiasi altro esponente del PDL come capo del partito.
E in parte pensa di poter difendere meglio i propri interessi come capo di un partito , invece che come figura defilata, in secondo piano

si, questo è possibile
immagino che sappia di avere scarse possibilità di vittoria elettorale
ma come capo di un partito riunito e che probabilmente sarà il principale partito di opposizione, avrà potere sufficiente per difendere i suoi interessi societari e magari sperare di poter contare su un salvacondotto giudiziario
 
Quel che B. ha comunque ottenuto tornando in campo è di annientare il centro.
Probabilmente questo voleva, e per ora di questo si accontenta.
Parallelamente, annientando il centro, ha ripreso in mano quel che resta del suo partito.

secondo me in parte si tratta di fiducia in se stesso: pensa di poter fare meglio di qualsiasi altro esponente del PDL come capo del partito.
E in parte pensa di poter difendere meglio i propri interessi come capo di un partito , invece che come figura defilata, in secondo piano




Esaustive spiegazioni del comportamento del ceronato. Per lui distruggere Casini, Fini, Montezemolo e co. dev'essere un piacere superiore a quello che gli fornisce la pompetta magica, a costo che il Paese vada in rovina. E come capo dell'opposizione può provare a trigare per farsi ridare i 500 milioni che ha dovuto consegnare a Debenedetti...
 
è chiaro che il movente principale del ritorno in campo di SB

sono i danè, insomma difendere e potenziare le proprie società
e poi difendere se stesso dalla magagne giudiziarie

ma è suo interesse aziendale che il paese vada bene
perchè sostanzialmente lui vende pubblicità agli italiani
e se l'economia va male se ne vende molto meno
infatti gli utili di Mediaset sono crollati
dunque la sorte delle sue aziende è legata alla sorte del paese

per questo interverrebbe di nuovo in politica
per sollevare l'economia nazionale e indirettamente gli utili delle sue aziende
che sono con l'acqua alla gola

però è un gioco piuttosto pericoloso
perchè non mi sorprenderebbe che le banche d'affari che vogliono Monti
non si mettano a giocare al ribasso sui titoli Mediaset per costringerlo a rinunciare al ritorno in politica
 
ma insomma direi che la concomitanza della sua decisione e e il ddl per l'incandidabilità dei condannati parla chiaro
questo vuole: salvare la sua pellaccia,perchè se non può più fingere di essere un politico e non può più candidarsi, e se piove una certa sentenza da milano,quello va al gabbio
OK!

stupisce che cerchiate ragioni più profonde in un uomo leggibilissimo le cui mosse sono da sempre - da sempre - guidate dal "devo salvarmi il cùlo" e per fare questo da sempre - da sempre - usa il nostro stato come sua puttàna personale
 
perchè torna in campo? Si annoia? è logorato dal potere che non ha più? Teme per il suo impero societario? Per risolvere le sue beghe giudiziarie? Non vuole lo sfascio totale del suo partito?
Varie motivazioni che si sommano e che l'hanno indotto al ritorno
ma come pensa di recuperare i 20 punti di differenziale col pd?
Non può pensare di colmarlo con la solita storia di impedire il governo ai comunisti
tirerà in ballo questo vecchio slogan e sono 5 punti in più ma non basta
poi la promessa di togliere l'imu e sono altri 5 punti
gli altri 10 se li giocherà sull'uscita dall'euro e sull'orgoglio nazionale distrutto dalla merkel e da recuperare
non vedo altre motivazioni che potrebbe trovare per riconquistare il suo elettorato
tuonerà contro le tasse di monti che considererà responsabile dell'attuale stato di sofferenza degli italiani
ma cosa dirà quando lo spread s'impennerà per colpa del suo ritorno?

ha semplicemente paura anzi terrore che lo taglino fuori dalla politica e gli tocchi rendere conto alla giustizia di cio' che ha fattook!

opps qualcuno lo aveva gia' scritto mentre impazzivo fra i vari tasti:D
 
i sondaggi che i sinistri fanno sempre girare ad arte sono favole

magari ne ha altri più attendibili
come quello del 2006 sorprendentemente vicino al risultato elettorale
 
si, questo è possibile
immagino che sappia di avere scarse possibilità di vittoria elettorale
ma come capo di un partito riunito e che probabilmente sarà il principale partito di opposizione, avrà potere sufficiente per difendere i suoi interessi societari e magari sperare di poter contare su un salvacondotto giudiziario

:yes:

Sa di non poter vincere ma a lui basta impedire di governare senza il suo appoggio.
Così potrà inciuciare con i vincitori per i suoi interessi personali
 
Secondo me, partiamo dal presupposto che B. sa che non può vincere.
Il partito anti Monti c'è già, è forte e si chiama M5S.
Checché ne dicano i piddini, per i destri M5S puzza troppo di sinistra e molti destri non voteranno M5S, ma i margini per B. restano strettissimi.
Quel che B. ha comunque ottenuto tornando in campo è di annientare il centro.
Probabilmente questo voleva, e per ora di questo si accontenta.
Parallelamente, annientando il centro, ha ripreso in mano quel che resta del suo partito.
pd

con principale opposizione m5s


il pdl avrà ancora meno seggi dopo questa sparata di berlusconi che allontana i moderati del partito...


è una mossa che va contro il rinnovamento del partito per il solo uso personale dell'allungamento dei processi per il legittimo impedimento per campagna elettorale...



con Alfano leader gia' da gennaio la requisitoria della bocassini non avrebbe avuto intoppi
 
pd

con principale opposizione m5s


il pdl avrà ancora meno seggi dopo questa sparata di berlusconi che allontana i moderati del partito...


è una mossa che va contro il rinnovamento del partito per il solo uso personale dell'allungamento dei processi per il legittimo impedimento per campagna elettorale...



con Alfano leader gia' da gennaio la requisitoria della bocassini non avrebbe avuto intoppi

in grassetto l'unica cosa che condivido

il resto è la solita propaganda per boccaloni
 
cosa direi agli italiani se fossi Berlusconi

me ne sono andato perchè il paese era sotto attacco della speculazione e lo spread alto avrebbe fatto fallire i conti del bilancio statale

ho fatto male perchè avrei dovuto prendere l'unica misura utile per salvare il paese:
uscire dall'euro e dai ricatti della speculazione, della troika e della Germania che sta cercando di distruggere la principale concorrente della sua industria

oggi, pentito di aver mollato, dopo la dannosa esperienza di Monti

intendo far uscire il paese da questa trappola

ci riprendiamo la nostra moneta e la nostra autonomia di manovra
diremo no a tutti i trattati che ci vogliono ricattare e imprigionare

pagheremo i nostri titoli di stato nella nuova moneta

rilanceremo la produzione, snellendo la burocrazia e facendo scendere le tasse alle imprese quasi al livello irlandese per far affluire gli investimenti

in tal modo creeremo milioni di posti di lavoro e la crescita renderà possibile onorare il pagamento del nostro debito pubblico

i mercati se ne renderanno conto e dopo la rabbia iniziale ci premieranno e
compreranno i nostri prodotti divenuti più convenienti e saranno tranquilli per i nostri titoli di stato

l'unica a prendersi una rabbia infinita sarà la Germania perchè la nostra industria le darà filo da torcere e tornerà al primato europeo che avevamo nel 2000 prima dell'ingresso nell'euro
 
me ne sono andato perchè il paese era sotto attacco della speculazione e lo spread alto avrebbe fatto fallire i conti del bilancio statale

ho fatto male perchè avrei dovuto prendere l'unica misura utile per salvare il paese:
uscire dall'euro e dai ricatti della speculazione, della troika e della Germania che sta cercando di distruggere la principale concorrente della sua industria

oggi, pentito di aver mollato, dopo la dannosa esperienza di Monti

intendo far uscire il paese da questa trappola

ci riprendiamo la nostra moneta e la nostra autonomia di manovra
diremo no a tutti i trattati che ci vogliono ricattare e imprigionare

pagheremo i nostri titoli di stato nella nuova moneta

rilanceremo la produzione, snellendo la burocrazia e facendo scendere le tasse alle imprese quasi al livello irlandese per far affluire gli investimenti

in tal modo creeremo milioni di posti di lavoro e la crescita renderà possibile onorare il pagamento del nostro debito pubblico

i mercati se ne renderanno conto e dopo la rabbia iniziale ci premieranno e
compreranno i nostri prodotti divenuti più convenienti e saranno tranquilli per i nostri titoli di stato

l'unica a prendersi una rabbia infinita sarà la Germania perchè la nostra industria le darà filo da torcere e tornerà al primato europeo che avevamo nel 2000 prima dell'ingresso nell'euro

:eek:

da tassa e spendi a svaluta e spendi
 
perchè torna in campo? si annoia? è logorato dal potere che non ha più? teme per il suo impero societario? per risolvere le sue beghe giudiziarie? non vuole lo sfascio totale del suo partito?
varie motivazioni che si sommano e che l'hanno indotto al ritorno
ma come pensa di recuperare i 20 punti di differenziale col PD?
non può pensare di colmarlo con la solita storia di impedire il governo ai comunisti
tirerà in ballo questo vecchio slogan e sono 5 punti in più ma non basta
poi la promessa di togliere l'IMU e sono altri 5 punti
gli altri 10 se li giocherà sull'uscita dall'euro e sull'orgoglio nazionale distrutto dalla Merkel e da recuperare
non vedo altre motivazioni che potrebbe trovare per riconquistare il suo elettorato
tuonerà contro le tasse di Monti che considererà responsabile dell'attuale stato di sofferenza degli italiani
ma cosa dirà quando lo spread s'impennerà per colpa del suo ritorno?

ma di mestiere fai il neurologo?:cool:
 
in grassetto l'unica cosa che condivido

il resto è la solita propaganda per boccaloni



ecco la propaganda per boccaloni , quelli grossi da grande pesca che amano farsi imboccare dai giornalisti produttori d'opinione dell'imbonitore
:D "per nuovo miracolo italiano!!!!"

Pdl, ecco i nomi che Berlusconi vuole portare in Forza Italia 2 - silvio berlusconi, berlusconi pdl, berlusconi forza italia, forza italia 2.0, gerry scotti, flavio briatore, paolo maldini, franco baresi, ennio doris, cesare paciotti, alleanza nazion

Tutti i nomi di Forza Italia 2 - Il primo nome nuovo che viene automatico è quello di Flavio Briatore, ma non è detto che dica sì. Altri imprenditori avvicinati dall'ex premier in questi ultimi mesi sono lo stilista Cesare Paciotti, il presidente di Ibm Nicola Ciniero, l'amministratore delegato di Cisco David Bevilacqua. E Luisa Todini, attualmente consigliere d'amministrazione Rai in quota Pdl. Altri nomi d'obbligo l'avvocato Gianpiero Samorì e il finanziere Alessandro Proto, già aspiranti candidati alle primarie del Pdl. E occhio alle sorpresone: il boss di Mediolanum Ennio Doris, Gerry Scotti, le ex bandiere del Milan Paolo Maldini e Franco Baresi. Si tratterà di convincerli a scendere in campo, questa volta non di calcio.
 

i quotidiani non li apro dal 1996

tu continua ad abbeverarti a queste fonti :clap:
 
Indietro