COSA ho ascoltato ieri -n°2

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

ELETTROJOYCE -"Elettrojoyce" -1999

Relettrojoyce.jpg


Secondo e penultimo album siglato da questa band romana (esce in questi giorni l'album solista dell'ex leader Filippo Gatti): ebbene, un ottimo disco rock con qualche sprazzo melodico, notevole anche la cura dei testi; una delle migliori realtà nostrane di fine secolo.



Per una recensione più approfondita che sostanzialmente condivido

http://www.rockol.it/Recensione.asp?idrecensione=339
 
Adriano Pappalrdo - "Oh! Era ora" -1983

adrib.jpg


Non mi sono rinco :D Sfatiamo che Pappalardo sia solo il cantante di "Ricominciamo" e "Voglio Lei"; questo disco ad esempio oltre ad essere di ben altro genere e stampo, ha una sua valenza storica (dal punto di vista musicale) di non poco conto: è l'unico disco prodotto e arrangiato da Lucio Battisti (e non a caso le sonorità sono molto similari al suo primo album post-Mogol, "E già", seppure le musiche siano a firma Pappalardo).
In più i testi sono di Panella e questo il lavoro tramite cui i due sono venuti a contatto ed hanno inziato la loro collaborazione.
per cui... listen without prejudice :o
Ci sono intuizioni niente male per quei anni ed il "nostro" gestisce molto bene la sua cmq valida vocalità
 
Re: Una perla rara per chi se la fosse persa...

Scritto da pansotti
Secondo David Byrne dei Talking Heads uno dei migliori 10 CD di sempre....

CREUZA DE MÄ - FABRIZIO DE ANDRE'

Umbre de muri muri de mainé
dunde ne vegnì duve l'è ch'ané
da 'n scitu duve a l'ûn-a a se mustra nûa
e a neutte a n'à puntou u cutellu ä gua
e a muntä l'àse gh'é restou Diu
u Diàu l'é in çë e u s'è gh'è faetu u nìu
ne sciurtìmmu da u mä pe sciugà e osse da u Dria
e a funtan-a di cumbi 'nta cä de pria
E 'nt'a cä de pria chi ghe saià
int'à cä du Dria che u nu l'è mainà
gente de Lûgan facce da mandillä
qui che du luassu preferiscian l'ä
figge de famiggia udù de bun
che ti peu ammiàle senza u gundun

E a 'ste panse veue cose ghe daià
cose da beive, cose da mangiä
frittûa de pigneu giancu de Purtufin
çervelle de bae 'nt'u meximu vin
lasagne da fiddià ai quattru tucchi
paciûgu in aegruduse de lévre de cuppi

E 'nt'a barca du vin ghe naveghiemu 'nsc'i scheuggi
emigranti du rìe cu'i cioi 'nt'i euggi
finché u matin crescià da puéilu rechéugge
frè di ganeuffeni e dè figge
bacan d'a corda marsa d'aegua e de sä
che a ne liga e a ne porta 'nte 'na creuza de


Non c'è bisogno lo dica David Byrne.

Lo dico Io!!! :D

il presido(z)
 
Re: Re: Una perla rara per chi se la fosse persa...

Scritto da dozrb
Non c'è bisogno lo dica David Byrne.

Lo dico Io!!! :D

il presido(z)


..anche io.. :D

Claudio :)
 
BEYONCE -2003- "Dangerously in Love"

beyonce.jpg


Lei sarà anche una forza della natura e di rara avvenenza ma se volete farvi 2 palle alle zuava ascoltatevi questo disco: una lagna interminabile con pochi spunti; ammetto di non essere riuscito ad ascoltare per intero diverse canzoni davvero "estenuanti" nella loro ripetività.
NObbuono!
 
Ultima modifica:
E visto che siamo in clima natalizio ,del buon New Gospel.
Anzi domani sera vado a sentire uno dei migliori gruppi italiani.

rebirth-sm.jpg
 
TEMPI DURI - "Tempi Duri" -2003

tempiduricop.jpg


ad essere precisi è la rimasterizzazione e conseguente ristampa in CD dell'album "Chiamali Tempi Duri" del 1982 che segnò l'esordio musicale di Cristiano de Andrè che faceva parte della band guidata da Carlo Facchini, al quale si deve quest'opera di recupero e che compose gran parte di testi e musiche; opera meritoria perchè il disco, pur con l'ingenuità della gioventù, non è niente male: sonorità direstraitsiane e spruzzate di cantautoralità.
La tracklist è disposta in maniera diversa dall'originale e contiene un paio di brani a suo tempo non inseriti.
Interessanti nel libretto le note di Facchini a spiegare alcune correzioni ai testi suggeritegli da Bubola e Fabrizio de Andrè.
Produzione artistica di Pagani e Mark Harris...
ed ho detto tutto ;) ... in fondo anche questa è storia della musica italiana.
 
Ultima modifica:
INTERPOL -2002- "Turn on the bright lights"

turn-on-the-bright-lights.gif



Che bella scoperta! Caspiterina che disco, l'avrei annoverato trai migliori del 2002 l'avessi sentito prima!
New wave dark ...direi i JOY DIVISION degli anni 2000 anche nella voce... ma tutt'altro che semplici cloni, questi hanno talento loro.
Imperdibile per gli amanti del genere :cool:

ps. non sono inglesi, vengono da New York
 
Ultima modifica:
Scritto da specchio
a chi ti riferisci?
Scusa il ritardo .
Cmq erano i No One Else di Varese .I migliori sono quasi tutti in quella zona.

Miguel
 
Ieri ho ascoltato Black Market dei Weather Report in concerto.
Un pezzo stupendo, anche se preferisco la versione originale.
 
Blowin' in the wind di Bob Dylan
da The freewheelin' Bob Dylan - 1963

How many roads must a man walk down
Before you call him a man?
Yes, 'n' how many seas must a white dove sail
Before she sleeps in the sand?
Yes, 'n' how many times must the cannon balls fly
Before they're forever banned?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Yes, 'n' how many ears must one man have
Before he can hear people cry?
Yes, 'n' how many deaths will it take till he knows
That too many people have died?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many years can a mountain exist
Before it's washed to the sea?
Yes, 'n' how many years can some people exist
Before they're allowed to be free?
Yes, 'n' how many times can a man turn his head,
Pretending he just doesn't see?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

Traduzione

Quante strade deve percorrere un uomo
prima di essere chiamato uomo?
E quanti mari deve superare una colomba bianca
prima che si addormenti sulla spiaggia?
E per quanto tempo dovranno volare le palle di cannone
prima che verranno abolite per sempre?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanto tempo un uomo deve guardare in alto
prima che riesca a vedere il cielo?
E quanti orecchie deve avere un uomo
prima che ascolti la gente piangere?
E quanti morti ci dovranno essere affinché lui sappia
che troppa gente è morta?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanti anni una montagna può esistere
prima che venga spazzata via dal mare?
E per quanti anni può la gente esistere
prima di avere il permesso di essere libere
E per quanto tempo può un uomo girare la sua testa
fingendo di non vedere
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento.

civ.

:) :) :) :)

è sempre la mia preferita
 
BALCK REBEL MOTORCYCLE CLUB -2003- "Take Them On, On Your Own"

take-them-on-on-your-own.jpg


Chiariamo una cosa subito: suonare rock lo sanno fare; peccato che lo suonino come tanti altri prima di loro (dai LedZeppelin ai Jesus&MaryChain per finire agli Oasis) senza metterci niente ed alfine il risultato sia piuttosto piatto anche perchè la voce non ha niente di caratteristico ... e tra tanti brani tirati che alfine sembrano scorrer uguali agli altri mi riascolterei piuttosto che altri la ballad pseudo-psichedelica "suddenly"
 
The CURE -2000-- "Bloodflowers"

B00004GOVO.01.MZZZZZZZ.jpg


Dati per estinti (anche da me) dopo il deludente WildMoodSwings e l'ennesimo annunciato scioglimento, i CURE nel 2000 uscirono con questa chicca che riascolto dopo parecchio tempo.
Lo trovo ancora un disco perfetto per le ore notturne, Robert Smith abbandona ogni gigionamento e disegna arpeggi dark & crepuscolari ad accomapagnare testi malinconici, di silenzio e distacchi.

ps: a breve dovrebbe uscire un cofanetto che racchiude le extra tracks della carriera del gruppo e c'è molto di valido... aspettando un nuovo album previsto entro l'estate che si annuncia più "duro" del solito, prodotto da Robinson, già produttore di Korn e Limp Bizkit
 
RAPTURE -2003- "Echoes"

A23L5923.jpg


mischiate Cure e P.I.L., shakerate con aggiunta di elettronica e più o meno ottenete questo disco, in realtà un po' sconcertante; che ci sia del buono è indubbio, ma l'effetto "plagio" è troppo consistente, almeno al primo ascolto... per ora rimandato
 
Ryan Adams-Rock n roll

Buon vecchio rock di stampo decisamente classico,a me è piaciuto
In particolare i primi 5 brani(il quinto,"So alive",è il primo singolo uscito)
Saluti
 

Allegati

  • ryanadams.jpg
    ryanadams.jpg
    6 KB · Visite: 183
BLUR -2003- "Think Thank"

8889.jpg


Premessa: è un disco strano. Ne ho letto recensioni stroncanti ed altre entusiastiche (vedi sotto).
Personalmente mi trovo nel mezzo; è un disco che non mi era piaciuto affatto al primo ascolto ma nel quale alla lunga ho trovato non poco di buono.
Forse è troppo velleitario; rock-new wave-etno-elettronica si mischiano a tutto tondo... manca una direzione, il che non è necessariamente un difetto, ma il fatto è che sembra cercarla (rendo l'idea?) ed a volte sbanda.
Da ascoltare.

ps: dò il link di altre tre recensioni trovate su internet che rendono ancor meglio l'idea di quel che ho scritto...

http://www.sentireascoltare.com/CriticaMusicale/Recensioni/2003/Liv3_Rock/Album/blurthink.htm

http://www.idbox.it/reviews/cd/BOX/review-2362/
 
ENRICO NASCIMBENI -2002- "Amori disordinati"

DA1001.jpg


Ritorno nelcomplesso deludente per un cantautore che fece qualcosa di buono a cavallo degli anni '80.
Il disco si trascina per metà stancamente, con poco spessore e testi francamente di livello non eccelso ed un indulgere alla parolaccia che appare un po' fine a se stesso.
Si riscatta un po' nella seconda metà, con una bella cover di "Sarà per te" (ricordate Nuti a Sanrmeo?) e qualche più riuscita intuizione musicale e verbale.
Inutile un duetto con Baccini, un po' meglio quello con Vecchioni.
 
FIONA APPLE -1999- "When the pawn..."

whenthepawn.jpg


Prendete la Tori Amos degli esordi, datele un modo di cantare più simile a PJ Harvey ed ecco Fiona Apple.
I riferimenti servono giusto per rendere l'idea, ma la giovane newyorkese (22 anni all'epoca di questo suo secondo e per ora ultimo album) merita davvero più di un ascolto ed alcune canzoni (ad es. "Get Gone") sono proprio belle
 
Indietro