Costi diretti/indiretti sulle obbligazioni

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Maino

Mai -dire- no
Registrato
9/1/05
Messaggi
2.754
Punti reazioni
413
Cari amici,
ho notato che spesso vengono poste domande sulle commissioni e costi vari che gravano sui rendimenti delle obbligazioni.
Purtroppo le risposte vengono disperse, anche se sarebbe molto interessante poterle avere sempre sott'occhio, per evitare di essere "rapinati" dalle nostre care banche.

Per questo motivo propongo di creare una tabella in cui raggruppare i vari costi che gli istituti ci fanno pagare. Dal loro confronto capieremo se stiamo pagando più o meno della media, e potremo andare in banca a chiedere un trattamento un pò migliore.

Chiedo l'aiuto di tutti voi, naturalmente, a partecipare alla compilazione di questa tabella: se saremo in molti avremo dei risultati più affidabili.

Ma mi rivolgo in particolare anche a chi lavora "dietro la scrivania" che ben conosce come vanno certe cose, che ci aiuti ad identificare quali sono le voci a cui dobbiamo prestare attenzione (anche se spesso non sono messe in evidenza dai nostri interlocutori bancari...) e quali riduzioni potremmo chiedere...

Per farmi capire meglio metto qui in allegato una tabella in cui ho riepilogato i costi che io conosco (ma che non so se sono tutti o se ci mancano altre voci...).
Se immaginiamo di poterla riempire con dei casi concreti, con la collaborazione di tutti potremo aumentare la nostra consapevolezza su come ci stanno trattando in banca.

Che ne dite? Ne vale la pena oppure è meglio lasciar perdere?

saluti

Maino
 

Allegati

  • Spese dossier.GIF
    Spese dossier.GIF
    7,2 KB · Visite: 593
ottima iniziativa!
;)
 
Caro Maino,
ho elaborato anch'io appena adesso un semplicissimo file Excel prendendo spunto da quello da te postato.
Ci ho aggiunto anche i MERCATI DISPONIBILI per quella banca.

Sto ora inserendo i dati dei 3 conti che attualmente utilizzo:
- IWBANK profilo trading;
- IWBANK profilo banking;
- FINECO

Ovviamente posto le condizioni che si possono desumere anche dal loro sito.
E' bene ricordare che comunque anche con queste banche online è possibile, in alcuni casi, contrattare alcune condizioni soprattutto se la movimentazione e le commissioni pagate risultano essere "interessanti" per la banca e quindi, su richiesta del cliente, possono essere riviste a vantaggio del cliente.

Direi, se sei d'accordo, di operare così:
- si potrebbe mettere a disposizione un file Excel preconfezionato per chi volesse inserire i dati della propria banca e le condizioni applicate (magari inviandolo via mail attraverso lo scambio di email con messaggio privato...);
- qualcuno di noi si dovrebbe prendere la briga di raccogliere tutte le info ed i file in modo da elaborare la tabella riassuntiva....

che dici?
;)

Sennò ognuno posta le sue condizioni qui sul forum e così si evitano scambi di indirizzi email.
;)
 

Allegati

  • 1.gif
    1.gif
    3,1 KB · Visite: 573
Anni fa un cliente mi fece vedere un fissato bollato da cui traspariva che le commissioni applicategli erano davvero esorbitanti (si trattava di un'eurobbligazione).

Contattata la banca, saltò fuori che oltre all'1% di commissione e a 7,5 € di spese fisse gli avevano addirittura applicato uno 0,20% di "commissione valutaria". :eek:

La cosa ridicola è che le obbligazioni erano in euro :rolleyes:

Un'altra voce che prenderei sicuramente in considerazione (non si sa mai :p ) sono i costi per il trasferimento dei titoli.
 
negusneg ha scritto:
Un'altra voce che prenderei sicuramente in considerazione (non si sa mai :p ) sono i costi per il trasferimento dei titoli.


BINGO! finchè non ti capita tra capo e collo non lo credersti possibile... :eek:
 
Aggiornamento
 

Allegati

  • 1.gif
    1.gif
    11,5 KB · Visite: 548
ottima iniziativa :clap: :clap: :clap:
se posso avanzare un suggerimento, sarebbe interessante aggiungere, in questo o in un altro 3d, il tipo di operatività che consentono i vari intermediari, cioè se mettono limiti sulla negoziazione di determinati titoli e la motivazione
che ne dite?
 
airluke ha scritto:
ottima iniziativa :clap: :clap: :clap:
se posso avanzare un suggerimento, sarebbe interessante aggiungere, in questo o in un altro 3d, il tipo di operatività che consentono i vari intermediari, cioè se mettono limiti sulla negoziazione di determinati titoli e la motivazione
che ne dite?

La mia banca si è già adeguata alla nuova legge sul risparmio: dal 17 maggio non è più possibile acquistare obbligazioni emesse da meno di un anno (con la sola eccezione dei titoli di stato, dei titoli sovranazionali e, ovviamente, delle obbligazioni della banca stessa) per la già nota storia della garanzia patrimoniale in caso di mancata consegna del prospetto informativo.
Peccato perché la nuova obbligazione Banca Carige era molto interessante ...

Ad ogni modo, l'iniziativa e buona e anch'io farò la mia parte.
 
roguetrader ha scritto:
dal 17 maggio non è più possibile acquistare obbligazioni emesse da meno di un anno (con la sola eccezione dei titoli di stato, dei titoli sovranazionali e, ovviamente, delle obbligazioni della banca stessa)

:eek: :eek: :eek: :confused: :confused: :confused:
 
Purtroppo TUTTE le banche si sono adeguate.

Non c'era alternativa: è la legge che è profondamente sbagliata.

Questi pensano solo a fare demagogia da quattro soldi. Mettono limiti all'acquisto di obbligazioni corporate (anche tripla A) e non fanno niente contro l'invasione di strutturate infami che stanno massacrando i portafogli degli italiani :rolleyes: :censored: :mad: :angry: :wall:
 
negusneg ha scritto:
Purtroppo TUTTE le banche si sono adeguate.

Non c'era alternativa: è la legge che è profondamente sbagliata.

Questi pensano solo a fare demagogia da quattro soldi. Mettono limiti all'acquisto di obbligazioni corporate (anche tripla A) e non fanno niente contro l'invasione di strutturate infami che stanno massacrando i portafogli degli italiani :rolleyes: :censored: :mad: :angry: :wall:

Condivido al 100%. I ladroni sono SEMPRE mascherati da paladini. KO!
 
negusneg ha scritto:
Purtroppo TUTTE le banche si sono adeguate.

Non c'era alternativa: è la legge che è profondamente sbagliata.

Questi pensano solo a fare demagogia da quattro soldi. Mettono limiti all'acquisto di obbligazioni corporate (anche tripla A) e non fanno niente contro l'invasione di strutturate infami che stanno massacrando i portafogli degli italiani :rolleyes: :censored: :mad: :angry: :wall:


:clap: :clap: :clap:

Mi viene da pensare che il fine ultimo della legge non sia impedire che i risparmiatori prendano fregature, ma che le prendano da altri che non siano le banche....
 
roguetrader ha scritto:
La mia banca si è già adeguata alla nuova legge sul risparmio: dal 17 maggio non è più possibile acquistare obbligazioni emesse da meno di un anno (con la sola eccezione dei titoli di stato, dei titoli sovranazionali e, ovviamente, delle obbligazioni della banca stessa) per la già nota storia della garanzia patrimoniale in caso di mancata consegna del prospetto informativo.
Peccato perché la nuova obbligazione Banca Carige era molto interessante ...

Ad ogni modo, l'iniziativa e buona e anch'io farò la mia parte.

da quello che ne so io ogni banca può decidere se applicare questa nuova e assurda norma in modo discrezionale
comunque, di che banca stai parlando?
 
Maino ha scritto:
Cari amici,
ho notato che spesso vengono poste domande sulle commissioni e costi vari che gravano sui rendimenti delle obbligazioni.
Purtroppo le risposte vengono disperse, anche se sarebbe molto interessante poterle avere sempre sott'occhio, per evitare di essere "rapinati" dalle nostre care banche.

Per questo motivo propongo di creare una tabella in cui raggruppare i vari costi che gli istituti ci fanno pagare. Dal loro confronto capieremo se stiamo pagando più o meno della media, e potremo andare in banca a chiedere un trattamento un pò migliore.

Chiedo l'aiuto di tutti voi, naturalmente, a partecipare alla compilazione di questa tabella: se saremo in molti avremo dei risultati più affidabili.

Ma mi rivolgo in particolare anche a chi lavora "dietro la scrivania" che ben conosce come vanno certe cose, che ci aiuti ad identificare quali sono le voci a cui dobbiamo prestare attenzione (anche se spesso non sono messe in evidenza dai nostri interlocutori bancari...) e quali riduzioni potremmo chiedere...

Per farmi capire meglio metto qui in allegato una tabella in cui ho riepilogato i costi che io conosco (ma che non so se sono tutti o se ci mancano altre voci...).
Se immaginiamo di poterla riempire con dei casi concreti, con la collaborazione di tutti potremo aumentare la nostra consapevolezza su come ci stanno trattando in banca.

Che ne dite? Ne vale la pena oppure è meglio lasciar perdere?

saluti

Maino

Io uso Iw Bank per l'operatività online e telefonica: credo che Ricplast abbia postato un esaurientissimo riepilogo...
 
airluke ha scritto:
da quello che ne so io ogni banca può decidere se applicare questa nuova e assurda norma in modo discrezionale
comunque, di che banca stai parlando?

Non è che la norma può essere applicata o meno, semplicemente per come è concepita TUTTE le banche non permetteranno di acquistare obbligazioni prima di un anno dall'emissione. Altrimenti si prenderebbero un rischio assurdo.
 
negusneg ha scritto:
Non è che la norma può essere applicata o meno, semplicemente per come è concepita TUTTE le banche non permetteranno di acquistare obbligazioni prima di un anno dall'emissione. Altrimenti si prenderebbero un rischio assurdo.

Esatto, poi ci sono i casi limite per cui la banca può fare eccezione: se si presenta il cliente allo sportello con qualche centinaia di migliaia di euro da investire e vuole comprare, tra le altre cose, un bond emesso da meno di un anno che ha visto sul Sole 24 Ore, la banca cercherà di reperire il prospetto informativo da consegnare al cliente o, in assenza di questo, valuterà se assumersi o meno il rischio patrimoniale concludendo comunque l'operazione di acquisto per il cliente. In questo caso - ripeto è un'eccezione - la banca fa una valutazione complessiva del cliente, verificando se il gioco può valere la candela (vendendo oltre al bond anche obbligazioni della banca, fondi comuni, polizze, etc.)
 
ricpast ha scritto:
Aggiornamento

bravo ricpast,
adesso ti passo quelle che ho io così le puoi inserire nella tabella

Sanpaolo Multibenefit versione 1
Azioni e ETF Italia 0,2% minimo 5euro
Obbligazioni Titoli di stato Mot - Euromot 0,15% minimo 5euro
Obbligazioni Imi direct 0,15%

Con titoli con divisa diversa da euro viene applicata una commissione di intervento dello 0,15%

Il costo del c/c è di 78 euro annuali e sono incluse tutte le operazioni (vedere immagine allegata)

ciao
 

Allegati

  • multibenefit3.GIF
    multibenefit3.GIF
    11,3 KB · Visite: 216
Maino ha scritto:
bravo ricpast,
adesso ti passo quelle che ho io così le puoi inserire nella tabella

Sanpaolo Multibenefit versione 1
Azioni e ETF Italia 0,2% minimo 5euro
Obbligazioni Titoli di stato Mot - Euromot 0,15% minimo 5euro
Obbligazioni Imi direct 0,15%

Con titoli con divisa diversa da euro viene applicata una commissione di intervento dello 0,15%

Il costo del c/c è di 78 euro annuali e sono incluse tutte le operazioni (vedere immagine allegata)

ciao

ciao Maino ,
ho dei dubbi sui costi dell'Euromot
a me risulta : fisso 2 euro + proporzionale 0,25% (come per le azioni)



Nota Bene: la commissione di intervento è su tutto lo scambiato in divisa (titolo + RATEO + Commissioni banca )
 
Ultima modifica:
Yu Yu Yu ha scritto:
ciao Maino ,
ho dei dubbi sui costi dell'Euromot
a me risulta : fisso 2 euro + proporzionale 0,20% (come per le azioni)
(per pigrizia il valore prop. è a memoria , dovrei controllare)


Nota Bene: la commissione di intervento è su tutto lo scambiato in divisa (titolo + RATEO + Commissioni banca )

hai ragione yu, mi ero dimenticato di aggiungere 2 euro di spesa fissa per ogni operazione.
Per quanto riguarda le commissioni io ho indicato quello che ero riuscito a spuntare e non quello che viene previsto dal contratto standard.
Mi dai l'occasione per puntualizzare una cosa: quando avevo iniziato questo thread, pensavo che ognuno di noi potesse scrivere le condizioni che era riuscito a farsi dare dalla banca, e non quelle previste standard , questo per dare modo a tutti gli altri di rendersi conto se le sue fossero condizioni migliorabili ...

ciao

maino
 
Indietro