Creazione/Modifica portafoglio

Mezzaluca

Nuovo Utente
Registrato
1/5/17
Messaggi
27
Punti reazioni
0
Buonasera,

ho 26 anni, stipendio fisso ogni mese e non ho spese future da sostenere.

Vorrei capire come investire al meglio i miei soldi perchè non sono assolutamente soddisfatto del lavoro della banca (Intesa SP).

Il mio portafoglio è attualmente cosi costituito:

- gestione patrimoniale Eurizon GP unica facile 60% circa del patrimonio

- 20% in titoli di stato

- 5% fondi comuni

-15 % disponibili

Gestione patrimoniale è in perdita, fondi comuni in perdita, titoli di stato se ne salva solo uno.

Cosa fareste nel mio caso?

Grazie in anticipo.
 

max 69

MEMBER
Registrato
25/5/07
Messaggi
6.555
Punti reazioni
284
1) Manderei Intesa affangalla (citazione da un esimio collega di forum)
2) Conto corrente in Fineco o altro istituto serio e non succhiasangue
3) Fondo pensione fino al massimo deducibile
4) Conto deposito per somme pari ad alcuni mesi (6-12) di stipendio
5) Una seria valutazione del rischio sopportabile
5) Il resto dei soldi in ETF, se te la senti di affrontare il fai-da-te, o gestione Moneyfarm in base alla valutazione del rischio del punto precedente.

Il tutto IMO, of course. Buon lavoro!
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
ci sono nove diverse linee di GP Unica Facile ....

se hai voglia di studiare e di applicarti e molto tempo, potresti pensare di dedicare del tempo col fai-da-te altrimenti cerca un consulente finanziario autonomo, l'hanno appena detto anche a 2didenari su radio24 di cercarsi un consulente autonomo (che è quello che faccio io)
 

GrandePuffo8

Nuovo Utente
Registrato
22/10/17
Messaggi
140
Punti reazioni
1
1) Manderei Intesa affangalla (citazione da un esimio collega di forum)
2) Conto corrente in Fineco o altro istituto serio e non succhiasangue
3) Fondo pensione fino al massimo deducibile
4) Conto deposito per somme pari ad alcuni mesi (6-12) di stipendio
5) Una seria valutazione del rischio sopportabile
5) Il resto dei soldi in ETF, se te la senti di affrontare il fai-da-te, o gestione Moneyfarm in base alla valutazione del rischio del punto precedente.

Il tutto IMO, of course. Buon lavoro!

Condivido in pieno, ottimi consigli.
Aggiungo che se vuoi provare il “fai da te” con gli ETF qui si FOL troverai molti esempi di composizione di portafogli di ETF.
In ogni caso il primo passo è abbandonare Intesa
 

Mezzaluca

Nuovo Utente
Registrato
1/5/17
Messaggi
27
Punti reazioni
0
Condivido in pieno, ottimi consigli.
Aggiungo che se vuoi provare il “fai da te” con gli ETF qui si FOL troverai molti esempi di composizione di portafogli di ETF.
In ogni caso il primo passo è abbandonare Intesa

1) Manderei Intesa affangalla (citazione da un esimio collega di forum)
2) Conto corrente in Fineco o altro istituto serio e non succhiasangue
3) Fondo pensione fino al massimo deducibile
4) Conto deposito per somme pari ad alcuni mesi (6-12) di stipendio
5) Una seria valutazione del rischio sopportabile
5) Il resto dei soldi in ETF, se te la senti di affrontare il fai-da-te, o gestione Moneyfarm in base alla valutazione del rischio del punto precedente.

Il tutto IMO, of course. Buon lavoro!

Appurato che il primo passo da compiere è cambiare Intesa SP, oltre Fineco ( ho letto molti pareri negativi, come mai? ) quali banche consigliate ?
Grazie
 

Mezzaluca

Nuovo Utente
Registrato
1/5/17
Messaggi
27
Punti reazioni
0
ci sono nove diverse linee di GP Unica Facile ....

se hai voglia di studiare e di applicarti e molto tempo, potresti pensare di dedicare del tempo col fai-da-te altrimenti cerca un consulente finanziario autonomo, l'hanno appena detto anche a 2didenari su radio24 di cercarsi un consulente autonomo (che è quello che faccio io)

Sono completamente ignorante in materia ma mi piacerebbe acquisire più competente. Ho pensato anche io di affidarmi ad un consulente finanziario autonomo ma prima vorrei capire meglio la direzione in cui muovermi.

Per quanto riguarda la GP non trovo altre informazioni Gestione: Eurizon GP Unica Facile penso sia quella base.
 

cataflic

Nuovo Utente
Registrato
16/10/02
Messaggi
5.421
Punti reazioni
408
Sono completamente ignorante in materia ma mi piacerebbe acquisire più competente. Ho pensato anche io di affidarmi ad un consulente finanziario autonomo ma prima vorrei capire meglio la direzione in cui muovermi.

Per quanto riguarda la GP non trovo altre informazioni Gestione: Eurizon GP Unica Facile penso sia quella base.

E' come se dovessi fare causa ad una società per un qualcosa...non ne sai niente e vai da un professionista che prima ti farà un quadro generale e poi nelle modalità che concorderete metterà in essere una serie di operazioni per risolvere la cosa dopo averti chiarito possibilità e costi del tutto.
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
Sono completamente ignorante in materia ma mi piacerebbe acquisire più competente. Ho pensato anche io di affidarmi ad un consulente finanziario autonomo ma prima vorrei capire meglio la direzione in cui muovermi.

Per quanto riguarda la GP non trovo altre informazioni Gestione: Eurizon GP Unica Facile penso sia quella base.

"Eurizon GP Unica Facile è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR che permette al cliente di scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni, obbligazioni...), stile di gestione e tipologia di strumenti, per costruire attraverso la loro combinazione un portafoglio a misura delle proprie esigenze e dei propri obiettivi.
La composizione di Eurizon GP Unica Facile e il peso delle Componenti possono essere modificate, in qualsiasi momento, nel rispetto del peso percentuale previsto. È inoltre possibile conferire in un momento successivo alla sottoscrizione del Contratto, i propri titoli nella Componente Titoli Personalizzata, fino ad un massimo del 30% della somma delle altre Componenti.
Grazie alla sua semplicità, Eurizon GP Unica Facile offre ai risparmiatori la possibilità di partecipare attivamente alla composizione del patrimonio in gestione, con il supporto del Consulente di filiale per ricercare la combinazione più adeguata alle esigenze del cliente."

scusa se te lo dico, ma già solo il fatto di non sapere cosa si è sottoscritto almeno a grandi linee, denota che hai veramente molto da imparare e se è vero che è opportuno avere una infarinatura, è altrettanto vero che il fai-da-te consapevole non si acquisisce in poche righe di lettura su un forum, quindi fai prima a cercare un consulente finanziario (preferibilmente autonomo) che ti saprà indicare cosa è importante focalizzare e cosa leggere per avere l'infarinatura necessaria
 

Baccala

Nuovo Utente
Registrato
8/10/15
Messaggi
44
Punti reazioni
6
Tu col fai-da-te rischi di tagliarti le dita.
Anche vendere tutto e scappare di default fa abbastanza schifo come idea, porta il tuo pf da un altro consulente o altri 2 e srnti che dicono. Per curiosità:
26 anni, non avrai spese in vista, fa parecchio strano, i tuoi ti lasciano 2 milioni di euro? Ti regalano casa e auto nuova ogni 5 anni? Zero sfizi?
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.213
Punti reazioni
158
Premesso che si rendono necessarie delle buone conoscenze finanziarie e sullo strumento Fondo comune di investimento ma non credo sia necessario un consulente autonomo, basta un po di buona volontà, documentarsi per qualche settimana, leggere anche le moltissime pagine di questo Forum, parlare con un amico che conosce questi strumenti e un portafoglio Fondi si può fare in autonomia. Consentitemi la provocazione, ma neppure tanto, ma se vuoi investire in un orizzonte temporale lungo ti basta scegliere un Fondo obbligazionario globale che investe in ogni settore del reddito fisso, titoli governativi e societari, investment grade e sub-investment grade; un Fondo bilanciato obbligazionario globale o obbligazionario misto; un Fondo bilanciato globale moderato e/o flessibile magari multiasset; un Fondo azionario internazionale magari preso con PAC e il portafoglio è fatto. Basta non avere la presunzione di scegliere i fondi che saranno eternamente 4-5 stelle morningstar, che tanto neppure il consulente vi può garantire questo...
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
Premesso che si rendono necessarie delle buone conoscenze finanziarie e sullo strumento Fondo comune di investimento ma non credo sia necessario un consulente autonomo, basta un po di buona volontà, documentarsi per qualche settimana, leggere anche le moltissime pagine di questo Forum, parlare con un amico che conosce questi strumenti e un portafoglio Fondi si può fare in autonomia. Consentitemi la provocazione, ma neppure tanto, ma se vuoi investire in un orizzonte temporale lungo ti basta scegliere un Fondo obbligazionario globale che investe in ogni settore del reddito fisso, titoli governativi e societari, investment grade e sub-investment grade; un Fondo bilanciato obbligazionario globale o obbligazionario misto; un Fondo bilanciato globale moderato e/o flessibile magari multiasset; un Fondo azionario internazionale magari preso con PAC e il portafoglio è fatto. Basta non avere la presunzione di scegliere i fondi che saranno eternamente 4-5 stelle morningstar, che tanto neppure il consulente vi può garantire questo...

scusa ma queste cose certamente le ha già, sia dentro la gestione sia singoli fondi e non è soddisfatto...quando le varie tipologie di fondi che hai elencato tra un anno, un anno e mezzo saranno a -10,-15%,magari-20% secondo te da solo cosa gli verrà in mente?...
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.213
Punti reazioni
158
scusa ma queste cose certamente le ha già, sia dentro la gestione sia singoli fondi e non è soddisfatto...quando le varie tipologie di fondi che hai elencato tra un anno, un anno e mezzo saranno a -10,-15%,magari-20% secondo te da solo cosa gli verrà in mente?...

Premesso che la mia era solo una provocazione, ritengo essere COSA BUONA porsi domande e mettersi alla ricerca di nuove soluzioni alternative, ecco perché siamo qui su questo Forum. Io leggo sempre con grande interesse queste pagine, ho imparato a riconoscere ormai le persone che "parlano" con cognizione di causa e leggo comunque gli interventi di tutti. Personalmente posso dire quello che farò se arriverà il temuto ORSO che tutti annunciano, molti aspettano. Credo che investirò nei Fondi che ho in portafoglio se sono in perdita, visto che io considero il mio investimento in Fondi come investimenti di lunghissima durata. Certo, probabilmente, anch'io cercherò altre soluzioni e opportunità che si presenteranno.
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
Premesso che la mia era solo una provocazione, ritengo essere COSA BUONA porsi domande e mettersi alla ricerca di nuove soluzioni alternative, ecco perché siamo qui su questo Forum. Io leggo sempre con grande interesse queste pagine, ho imparato a riconoscere ormai le persone che "parlano" con cognizione di causa e leggo comunque gli interventi di tutti. Personalmente posso dire quello che farò se arriverà il temuto ORSO che tutti annunciano, molti aspettano. Credo che investirò nei Fondi che ho in portafoglio se sono in perdita, visto che io considero il mio investimento in Fondi come investimenti di lunghissima durata. Certo, probabilmente, anch'io cercherò altre soluzioni e opportunità che si presenteranno.

quindi mi permetterai di esporre il mio punto di vista, credo: in molti anni di attività nel settore, non ho trovato la formula magica o il metodo infallibile per selezionare il miglior fondo di domani, però ho imparato una cosa: ogni persona ha esigenze, obiettivi e risorse e capacità proprie, che si inquadrano costantemente in una prospettiva di interazione con gli altri e con il mondo in cui vivono, strumenti finanziari compresi; ognuno poi "vive" in modo del tutto personale ed unico e le reazioni comportamentali agli eventi possono essere disparate, sovente molto diverse da quelle che gli altri si aspettano da quella persona e a volte molto diverse da quello che la stessa persona pensa di sè; ho conosciuto persone che asserivano di aver capito perfettamente che se il mercato scende è opportuno non solo continuare il PAC azionario ma incrementarlo, salvo poi disinvestire tutto imprecando sui minimi, così come persone che si erano dichiarate molto prudenti che nei momenti difficili mi hanno chiamato per incrementare le posizioni più rischiose o aprirle; ho trovato grande saggezza finanziaria nei comportamenti di un operaio e ignoranza finanziaria profonda nelle parole del suo datore di lavoro, che peraltro il suo lavoro da imprenditore lo sapeva fare bene; se si va a cercare sul sito di Consob, esistono degli applicativi per cercare di capirsi, Consob ed Esma hanno capito che l'aspetto psicologico conta moltissimo e la nuova normativa che parte il 3 gennaio 2018 va in questa direzione, ad esempio con i nuovi questionari di profilatura dei clienti che nessun cliente potrà più rifiutarsi di fare e nessun operatore si arrischierà più a "precompilare in modo fantasioso"
alcuni sono in grado di fare da soli, altri vanno istruiti ed accompagnati, se così non fosse perchè Morningstar starebbe dedicando così tante risorse per elaborare indici di rendimento effettivo dei fondi, cioè rendimenti non assoluti, ma ponderati per i flussi reali di chi in quei fondi entrando ed uscendo ha guadagnato molto ma molto meno del rendimento a medio-lungo termine? e perchè una società come Vanguard che per ora è praticamente cresciuta solo negli USA, è al secondo posto assoluto per masse gestite a livello mondiale??? forse i clienti ricchi americani sono tutti fessi?? e perchè quando Blackrock che è il numero uno al mondo, quando fa l'incontro annuale a Milano con gli istituzionali fa arrivare tutto il team di gestione (qualche decina dei migliori gestori) compreso il megapresidente galattico???...non gli converrebbe stare negli USA dove la ricchezza è molto più elevata che in Italia???
 

Suspicio

Il Corvaccio
Registrato
15/6/15
Messaggi
1.937
Punti reazioni
90
Buonasera,

ho 26 anni, stipendio fisso ogni mese e non ho spese future da sostenere.

Vorrei capire come investire al meglio i miei soldi perchè non sono assolutamente soddisfatto del lavoro della banca (Intesa SP).

Il mio portafoglio è attualmente cosi costituito:

- gestione patrimoniale Eurizon GP unica facile 60% circa del patrimonio

- 20% in titoli di stato

- 5% fondi comuni

-15 % disponibili

Gestione patrimoniale è in perdita, fondi comuni in perdita, titoli di stato se ne salva solo uno.

Cosa fareste nel mio caso?

Grazie in anticipo.

Come fanno i fondi comuni a essere in perdita in questo roseo 2017? Ti hanno rifilato una bella schifezza, anzi proprio una ciofeca coi fiocchi :D

Il tuo profilo, data la tua giovane età, stipendio fisso e zero spese all'orizzonte, mi fa pensare che puoi permetterti di sovrappesare parecchio l'azionario, se hai il fegato di reggere probabili (ma non certi) futuri ribassi rispetto alle attuali quotazioni abbastanza gonfiate.
Io cosa farei? ETF naturalmente: fai da te, moneyfarm, adviseonly o similari.
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
Anche nel 2017 ci sono stati moltissimi fondi che hanno perso o con risultati di poco sopra lo zero, quindi basta aver pagato delle commissioni di ingresso, ancora molto praticate nel mondo reale, per trovarsi in negativo.

Tantissimi fondi con risultati ottimi ma in categorie poco utilizzate o su cui di solito ci si mette pochissimo, sempre nel mondo reale: azionario Italia, azionario Giappone a cambio coperto, azionario USA a cambio coperto, azionario Cina, ecc.

Per contro le varie categorie obbligazionarie internazionali sono pesantemente in rosso nell'ultimo anno, cioè hanno fatto perdere soldi, e qui sono certo che c'erano la maggior parte degli investimenti in fondi degli italiani.

Il mitico Carmignac Patrimoine A (la classe meno cara) in EUR fa zero, ad un anno eppure gestisce ancora oltre 20 miliardi di euro...
 

Suspicio

Il Corvaccio
Registrato
15/6/15
Messaggi
1.937
Punti reazioni
90
Anche nel 2017 ci sono stati moltissimi fondi che hanno perso o con risultati di poco sopra lo zero, quindi basta aver pagato delle commissioni di ingresso, ancora molto praticate nel mondo reale, per trovarsi in negativo.

Tantissimi fondi con risultati ottimi ma in categorie poco utilizzate o su cui di solito ci si mette pochissimo, sempre nel mondo reale: azionario Italia, azionario Giappone a cambio coperto, azionario USA a cambio coperto, azionario Cina, ecc.

Per contro le varie categorie obbligazionarie internazionali sono pesantemente in rosso nell'ultimo anno, cioè hanno fatto perdere soldi, e qui sono certo che c'erano la maggior parte degli investimenti in fondi degli italiani.

Il mitico Carmignac Patrimoine A (la classe meno cara) in EUR fa zero, ad un anno eppure gestisce ancora oltre 20 miliardi di euro...

Ovviamente parlavo di azionario.
Proprio perché sono riusciti a fare zero o meno di zero nel 2017, a me preoccupano non poco. Poi possiamo trovare mille motivi e magari convincerci che faranno meglio quando tutto andrà male, però... :rolleyes:
 

consindip

Nuovo Utente
Registrato
18/7/08
Messaggi
5.724
Punti reazioni
347
La colpa è di quelli che continuano a lasciarci soldi dentro...

vero, però non posso certo affermare che la società non sia all'altezza, tantomeno i gestori, inoltre ha fatto operazioni che ritengono decisamente condivisibili ed è molto meno caro di altri (quindi non sarebbe un problema di costi), l'ho citato solo per dimostrare che il gestore che sovraperforma il mercato non riesce a farlo per sempre

attenzione però che così come è dimostrato che gli unicorni non esistono, a meno di non far parte di coloro a cui piace pensarlo, è altrettanto vero che "cavalcare gli unicorni" è ancora più pericoloso che cercarli, voglio dire che se si esce da Carmignac Patrimoine perchè si ritiene di essere in grado di stare sempre sul cavallo giusto (maggiormente in forma), si aumenta la possibilità di farsi male da soli
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.213
Punti reazioni
158
vero, però non posso certo affermare che la società non sia all'altezza, tantomeno i gestori, inoltre ha fatto operazioni che ritengono decisamente condivisibili ed è molto meno caro di altri (quindi non sarebbe un problema di costi), l'ho citato solo per dimostrare che il gestore che sovraperforma il mercato non riesce a farlo per sempre

attenzione però che così come è dimostrato che gli unicorni non esistono, a meno di non far parte di coloro a cui piace pensarlo, è altrettanto vero che "cavalcare gli unicorni" è ancora più pericoloso che cercarli, voglio dire che se si esce da Carmignac Patrimoine perchè si ritiene di essere in grado di stare sempre sul cavallo giusto (maggiormente in forma), si aumenta la possibilità di farsi male da soli

Assolutamente e decisamente condivisibile, anche io penso e agisco così, sarò statico ma non intendo uscire dai Fondi in cui ho investito, non ho la pretesa di salire sul cavallo più performante, certo lo vorrei ma non è possibile. Io conto sempre sul fatto che in un orizzonte temporale lungo i Fondi in cui investo difenderanno e valorizzeranno il mio patrimonio mobiliare. Io scelgo Fondi globali, che diversificano molto sia a livello geografico che settoriale e ovviamente di asset class.
 

Suspicio

Il Corvaccio
Registrato
15/6/15
Messaggi
1.937
Punti reazioni
90
Oppure ci rivolgiamo ad altri prodotti che hanno una frazione del costo dei fondi e le cui performance non dipendono dai capricci del gestore di turno... ah, se solo esistesse qualcos'altro al di fuori dei fondi...! :D