criminalità...statistiche internazionali

FaGal

Nuovo Utente
Registrato
21/7/02
Messaggi
17.980
Punti reazioni
231
Criminalità: confronti internazionali
12/05/2003

Siamo afflitti dai luoghi comuni che, appunto perché diffusi, vengono accettati da tutti come verità.

Ad esempio, si dà per scontato che, tra i Paesi industrializzati, gli U.S.A. siano il Paese con la più diffusa criminalità. Invece gli "States" si piazzano all'11° posto su 18, almeno se si vuol credere all' "International Crime Victims Survey" dell'ONU, dal quale abbiamo elaborato la seguente classifica (percentuale della popolazione vittima di un qualsiasi crimine in cinque anni):

1. Olanda 31,5
2. Inghilterra e Galles 30,9
3. Nuova Zelanda 29,4
4. Australia 28,6
5. Svizzera 26,7
6. Scozia 25,6
7. Francia 25,3
8. Canada 25,2
9. Spagna 24,8
10. ITALIA 24,6
11. U.S.A. 24,2
12. Svezia 24,0
13. Germania Occ. 21,9
14. Belgio 19,3
15. Finlandia 18,9
16. Austria 18,8
17. Irlanda del Nord 16,8
18. Norvegia 16,4.

Secondo un'opinione corrente, il numero di poliziotti di cui dispone l'Italia (tra Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza), in rapporto alla popolazione, sarebbe il più elevato d'Europa se non dell'intero mondo libero.

Anche questo, però, non risponde al vero, almeno secondo l'ISTAT. Nel 1993, sostiene il nostro istituto di statistica, in Italia per ogni poliziotto c'erano (i dati sono riferiti al 1993) 680 abitanti.

Ed ecco la classifica dei 15 Paesi dell'Unione europea (Germania e Lussemburgo esclusi), integrati da Norvegia, Polonia, Svizzera e Ungheria:
1. Irlanda 310
2. Svezia 330
3. Polonia 370
4. Grecia 380
5. Gran Bretagna 420
6. Austria 470
7. Olanda 510
8. Spagna 580
9. Danimarca 600
10. Francia 630
11. Belgio 640
12. Finlandia 640
13. Svizzera 640
14.Norvegia 660
15. Portogallo 660
16. ITALIA 680
17. Ungheria 710.
 
...

Quozienti di criminalità Italia a confronto con gli altri Paesi dell'Unione europea
09/05/2003

A cura di Honny

L'ISTAT ha elaborato il quoziente di criminalità (Reati denunciati per 100.000 abitanti) registrato in Italia nel 1993 e lo ha mezzo a confronto con quelli degli altri Stati membri dell'Unione europea.

La classifica che ne risulta è la seguente:

1. Portogallo 805
2. Irlanda 2.476
3. Spagna 2.635
4. Grecia 3.306
5. Belgio 3.338
6. ITALIA 4.700
7. Austria 6.007
8. Francia 6.169
9. Germania 7.108
10. Olanda 7.613
11. Gran Bretagna 8.986
12. Finlandia 9.631
13. Danimarca 10.270
14. Svezia 14.188

Osservando la classifica, verrebbe da dire che il "welfare state" incentiva la criminalità, ancorché non sia certamente politically correct.

Sempre con un occhio alla classifica, viene pure da chiedersi se gli assicuratori furto italiani avessero l'ardire di operare in predetti Paesi, considerato l'atteggiamento che hanno in sede di assunzione dei rischi...

9 maggio u.s. assinews
http://www.assinews.it/testi/hon147_090503pa.html
 
Indietro