D’Alema: ‘Se non hanno avvertito Alfano, non è colpa sua non sapere’

pagopà

Il corpo docente.
Registrato
4/8/07
Messaggi
5.100
Punti reazioni
186
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013...ito-alfano-non-e-colpa-sua-non-sapere/239799/

“Se è stata fatta questa operazione senza informare il ministro dell’Interno, si tratta di una cosa non grave, ma gravissima e i responsabili devono pagare”. Massimo D’Alema (Pd) ha appena terminato il suo intervento di presentazione dell’associazione Italianieuropei a Roma. L’ex premier si sofferma sul caso della signora kazaka Shalabayeva che fa traballare il governo Letta, mettendo a rischio la posizione del responsabile del Viminale Angelino Alfano. Più volte i cronisti gli chiedono se Alfano, in qualità di ministro dell’Interno avrebbe dovuto sapere della cattura della Shalabayeva e di sua figlia e non restarne all’oscuro, D’Alema replica: “E’ una domanda non sensata, perché se nessuno ha detto al ministro della cattura di questa donna e della figlia, Alfano non può essere colpevole di non sapere. Se non glielo dicono, non sa, e questo non è una colpa”. E ribadisce: “C’è un problema di funzionamento” all’interno del Viminale, ma precisa D’Alema “io voglio capire innanzitutto chi ha preso la decisione di catturare una donna e la sua bambina per consegnarle a Nazarbayev, perché questa è una decisione illegale, contraria alla tradizione umanitaria del nostro Paese”. Secondo lei è resposabile in ogni caso Alfano? Chiede ancora un giornalista. “Io non lo so, stanno facendo un’inchiesta, si attende la relazione del capo della polizia”, risponde l’ex premier.
16 luglio 2013

:bow: :o :bow:
 
La Santa Alleanza :o
 
Molto ma molto piu' VERA questa lettura:

“In quest’aula si è recitata una grande menzogna, sembra la pessima trama di un film di serie zeta“.

Sono le parole indignate di Mario Giarrusso, intervenendo nel dibattito sul caso Shalabayeva dopo l’informativa di Alfano.

Il senatore del Movimento 5 Stelle accusa: “Lei, ministro non sapeva? E’ una storia non credibile. Ci sono coperture politiche che vengono dal capo del suo partito che è sodale di quel ricercato”.

E aggiunge: “Non se la prenda con gli uomini in divisa che hanno eseguito solo gli ordini. Si prenda la responsabilità: lei ha infangato il nome dell’Italia e ha messo in pericolo una donna e una bambina.

Ne tragga le sue conclusioni”


16 luglio 2013


Nessuna fiducia in questa "banda di mafiosi". KO!
 
Bellissima. Da Oscar. Repubblica delle banane.
Siamo ormai da terzo mondo.
 
altro che compagnucci di merenda.................
 
Che il ministro responsabile politico del corpo di polizia e il presidente del consiglio fossero stati avvertiti ed erano perfettamente al corrente di ciò che sarebbe successo, lo conferma il fatto che non c'è stata alcuna rimozione o spostamento di funzionari e dirigenti della Digos, ne la Digos avrebbe agito se i dirigenti non avessero avuto dai vertici politici l'assicurazione dell'impunità.
La gente ci tiene allo stipendio e cerca di non fare idio zie.

Questo per pensar bene, ma forse le cose hanno avuto ben altro svolgimento
 
Ultima modifica:
chi è stato al copasir
sa come funzionano le cose
dategli retta:)
 
Avviene tutto a loro insaputa.
Più che politici questi sono prestigiatori della politica.
 
Che poi...il capo gabinetto si è dimesso...ma vorrei dire...se lui fosse responsabile di tutta questa cosa...non è che con le dimissioni allora si mette a tacere tutto e via lisci come l'olio. Ci saranno delle conseguenze no? Anche giudiziarie. Voglio dire, questo fa tutto a insaputa del governo e ci sono solo le dimissioni?
Se sarà così vuol dire che il governo sapeva. Vogliono solo mettere tutto a tacere.
 
Che poi...il capo gabinetto si è dimesso...ma vorrei dire...se lui fosse responsabile di tutta questa cosa...non è che con le dimissioni allora si mette a tacere tutto e via lisci come l'olio. Ci saranno delle conseguenze no? Anche giudiziarie. Voglio dire, questo fa tutto a insaputa del governo e ci sono solo le dimissioni?
Se sarà così vuol dire che il governo sapeva. Vogliono solo mettere tutto a tacere.

maddai, chiacchiere da apolidi,
voi emigrati danesi siete sempre pronti a calunniare
ma xché non ammettere che vi siete sbagliati ? :)
 
e si son presi la colpa due prossimi alla pensione
 
Che il ministro responsabile politico del corpo di polizia e il presidente del consiglio fossero stati avvertiti ed erano perfettamente al corrente di ciò che sarebbe successo, lo conferma il fatto che non c'è stata alcuna rimozione o spostamento di funzionari e dirigenti della Digos, ne la Digos avrebbe agito se i dirigenti non avessero avuto dai vertici politici l'assicurazione dell'impunità.
La gente ci tiene allo stipendio e cerca di non fare idio zie.

Questo per pensar bene, ma forse le cose hanno avuto ben altro svolgimento

quelli della digos dovevano rifiutarsi di fare un lavoraccio così sporco e dirgli a letta e alfano che ci andassero loro
a prender una donna e un bambina con altri 40 loro galoppini armati fino ai denti in piena notte :angry:

e dovevano pure dirgli che quando il marito imparava tutto trovandosi in un paese civile e democatico avrebbe informato
gli organi di stampa e tutto il casino saltava fuori, prima o poi era inevitabile

quindi avvisarli che fare le cose nel solito italian style insabbiando tutto con la complicità di media e tv non si sarebbe potuto fare

prima o poi il bubbone scoppiava ed era ancora una figura di menta da collezzionare in aggiunta a molte altre di portata storica

in fondo si trattava solo di non eseguire ordini che avrebbero causato grande imbarazzo e ulteriori umiliazioni
al ns. martoriato paese
 
Indietro