Dati destagionalizzati

  • ANNUNCIO: 36° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Sui mercati azionari prevale l’avversione al rischio, dopo i toni restrittivi della Fed che in settimana ha segnalato tassi più elevati e per più tempo. Mercoledì scorso la banca centrale americana ha deciso di mantenere i tassi invariati ma al tempo stesso le nuove proiezioni indicano che la maggior parte dei funzionari è favorevole ad un nuovo rialzo entro fine anno. Giovedì si è riunita la Bank of England che non ha toccato i tassi e c’è chi parla della fine del ciclo restrittivo. Al termine della riunione, i tassi sono rimasti invariati al 5,25%, interrompendo così la striscia di 14 strette consecutive. Venerdì, invece, è stato il turno della Bank of Japan che ha mantenuto i tassi negativi e ha lasciato inalterata la politica monetaria, confermando la visione secondo cui l’inflazione sta decelerando. Per continuare a leggere visita il link

Strd

Sardus Trader
Registrato
15/4/02
Messaggi
1.164
Punti reazioni
42
Ciao a tutti, chi mi sa spiegare cosa si intende dire quando, presentando dei dati, viene specificato che sono destagionalizzati? Grazie.
 
I dati vengono "depurati" dagli effetti stagionali, appunto, in maniera tale da essere sempre omogenei.
 
Scritto da csquare
Cosa sono gli effetti stagionali?

probabilmente i cali di fatturati in certi periodi dell'anno dovuti magari ai comportamenti dei consumatori, ad esempio certi settori industriali ad agosto, che so'. Sbaglio Voltaire? Intanto grazie per la risposta ;)
 
Esatto: dati depurati da incidenze non dovute al mercato, ma alla stagionalità.
 
tengono conto del numero effettivo di giorni lavorativo del periodo ;)
 
Grazie Voltaire e Manzo, siete stati chiarissimi.
 
Indietro