Decesso.. Cosa fare.

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
Ciao a tutti. Credo di aver bisogno di qualche consiglio perchè altrimenti sbaglio sicuramente.

Qualche giorno fa è deceduto mio padre, oltre al dolore, lo sbattimento per la parte burocratica.

Tra le cose da fare avevo letto che bisognava chiudere i conti correnti. Quindi:

-Banca1 (accredito pensione) + 360 € sul conto.
In questi giorni (post decesso) ho prelevato 350 € e lasciata sul conto l'ultima pensione che dovrebbero riprendersi. Martedì ho l'appuntamento per chiudere il conto per decesso. Non so nemmeno cosa occorre. Hanno fatto capire che se piccola somma e unici eredi, chiudevano occhio.. Forse per chiudere senza molta burocrazia? Sto facendo bene?

-Banca2 (conto cointestato con mamma).
Ho chiamato questa banca per comunicare il decesso.. mi hanno risposto che il conto verrà bloccato e verrò richiamato dall'ufficio competente per sapere quali documenti dovrò inviare. Mia madre prima ancora aveva fatto 2 bonifici al comune per spese funebri.
Ho sbagliato qualcosa? Essendo io e mia madre gli unici eredi, mi conveniva prima svuotare il conto?

-Libretto postale (conto cointestato con mamma) + buoni fruttiferi
Sono andato alla posta, mi hanno detto che prima devo fare la dichiarazione di successione e poi prendere un appuntamento in posta. Nel frattempo loro non sanno nulla della morte e mia madre può anche prelevare se vuole. E così abbiamo prelevato qualcosina.. ma è proprio così? E quindi perchè mai dovrei comunicare il decesso? Non posso passare tutto nel libretto e poi prelevare 2500 al mese via atm o con mia madre anche in posta?


Ultima cosa. Dichiarazione di successione da presentare all'agenzia delle entrate. In riferimento sempre al discorso delle banche, cosa devo dichiarare? E perchè dovrei farlo? Serve solo per una questione di ripartizione tra gli eredi? Oppure è un obbligo indicare esattamente quanto mio padre aveva in ogni banca? Se come chiesto prima io e mia madre (unici eredi) preleviamo/chiudiamo quei conti sopra, bisogna per forza indicarli nella dichiarazione di successione?
 
Ultima modifica:

roberta90

ALL INN btc
Registrato
9 Giu 2007
Messaggi
4.204
Punti reazioni
219
condoglianze.:(ù
i conti in teoria non puoi toccare soldi nemmeno sul cointestato a meno che non siano x spese funebri.
in posta, chiudono sempre occhio. Ti consiglio di fare estratto conto al bancomat e poi prelevare la cifra con la carta oppure fai assegno che incassi a nuovo conto corrente e gli lasci zero euro. in posta se riesci a fare 0,00€ si chiude in automatico...non stare a calcolare i bolli se hai 3579,35 fa assegno di 3579,35 e te lo paghi. Idem in banca2 con firma mamma.
in banca 1 devi chiudere e pagare come ti han detto.
in successione hai tempo 1 anno, poi paghi sanzione. I buoni scrivili in dichiarazione tanto sotto 1 milione non paghi tasse. se sono cointestati a te mamma e babbo con dicitura pari facoltà rimborso, non c'è bisogno di scriverli e dichiararli. Te li paghi andando con mamma in scadenza e non ti possono dire nulla.
 
Ultima modifica:

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15 Nov 2016
Messaggi
2.952
Punti reazioni
95
Tuo papà aveva immobili intestati a lui?

Rivolgiti comunque ad un CAF e lascia fare a loro per evitare pasticci.

Ricorda che nel 2023 ti converrà presentare la dichiarazione dei redditi di tuo papà, per recuperare le trattenute in eccesso che certamente lui avrà subito, essendo deceduto in maggio, mentre l'Irpef era riferita ad un reddito annuo molto più alto.

Inoltre ti spetta il rateo di tredicesima del 2022: la devi chiedere all'INPS.

Accertati che tuo papà non abbia l'obbligo di presentazione della dichiarazione sui redditi 2021.
 

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
Ciao @Riccardo.M . Si mio padre ha una casa cointestata con mia madre.
Ho provato a fare la dichiarazione di successione online (precompilata) .. ma troppi dubbi.. alla fine ho rinunciato e la farò ad un caf.
Però anche al caf dobbiamo prepararci cosa dire.. Dobbiamo fare un estratto conto dei conti bancari alla data del decesso?
I buoni fruttiferi avevo letto non si dovevano nemmeno inserire in questa dichiarazione... boo!

Mia madre sul sito dell'inps ha chiesto la reversibilità della pensione di mio padre.. eventuale 13esima dovrebbe arrivargli automaticamente, no?
Ma invece doveva prendere ancora una quota TFR essendo andato in pensione nemmeno 2 anni fa.. la si può recuperare ancora?


@roberta90
Guarda, non sto capendo più nulla. Leggo pareri discordanti anche negli articoli su internet. Parliamo delle Poste. Devo comunicare per forza il decesso o posso continuare a prelevare nei prossimi 2 anni come nulla fosse facendo finta di niente? Se non lo chiudo (risparmiando anche copia dichiarazione successione, di atto notorio...) e svuoto il conto, cosa potrebbe accadermi?
 

*Bushido*

No tengo Dinero!
Registrato
23 Giu 2012
Messaggi
17.823
Punti reazioni
930
condoglianze. il decesso va tempestivamente comunicato, non puoi fare finta di nulla. un CAF può seguirti nelle pratiche con una spesa abbastanza contenuta.
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15 Nov 2016
Messaggi
2.952
Punti reazioni
95
Ciao @Riccardo.M . Si mio padre ha una casa cointestata con mia madre.
Ho provato a fare la dichiarazione di successione online (precompilata) .. ma troppi dubbi.. alla fine ho rinunciato e la farò ad un caf.
Però anche al caf dobbiamo prepararci cosa dire.. Dobbiamo fare un estratto conto dei conti bancari alla data del decesso?
I buoni fruttiferi avevo letto non si dovevano nemmeno inserire in questa dichiarazione... boo!

Mia madre sul sito dell'inps ha chiesto la reversibilità della pensione di mio padre.. eventuale 13esima dovrebbe arrivargli automaticamente, no?
Ma invece doveva prendere ancora una quota TFR essendo andato in pensione nemmeno 2 anni fa.. la si può recuperare ancora?


@roberta90
Guarda, non sto capendo più nulla. Leggo pareri discordanti anche negli articoli su internet. Parliamo delle Poste. Devo comunicare per forza il decesso o posso continuare a prelevare nei prossimi 2 anni come nulla fosse facendo finta di niente? Se non lo chiudo (risparmiando anche copia dichiarazione successione, di atto notorio...) e svuoto il conto, cosa potrebbe accadermi?

Io ho fatto tutto da solo dopo il decesso di mia mamma, utilizzando il sito dell'AdE, ed ho risparmiato parecchie centinaia di euro di notaio o di CAF.

Per la casa di abitazione ed un conto bancario da chiudere ho speso circa 4.000 euro.

Mi pare di capire che gli eredi siate due, tu e tua mamma.

Non pagherai imposte di successione, ma solo le spese di registro, catasto, eccetera, quindi una spesa simile alla mia, che dipende in gran parte dal valore catastale della casa, nel mio caso circa 100.000 euro.

Non ti consiglio di fare da solo: non è così semplice e rischi di commettere errori che poi ti verrebbero sanzionati.

Ovviamente servono gli estratti conto alla data del decesso: in pratica ogni banca ti rilascia una certificazione necessaria per la successione.

Senza di questa il denaro resta bloccato sui conti e non puoi toccarlo.

Ti consiglio di muoverti in fretta perché devi mettere in preventivo un tempo di circa 1-2 mesi per fare tutto.

PS: i buoni fruttiferi sono esenti da imposte e non dovete dichiararli.
 

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
Ciao Riccardo, innanzi tutto grazie per aver risposto ancora.

Addirittura 1-2 mesi.. io in settimana devo partire e tornare al lavoro. Oggi vado al comune per fare la dichiarazione sostituitiva di atto notorio e la dichiarazione di cessazione per la Tari.
Spero non ci sia bisogno di altro.

...

Tornando ai conti bancari/postali, leggo:
....Ciò, dunque, significa che se il defunto era titolare di un conto corrente cointestato a firma disgiunta, per esempio con la moglie o un figlio, questi ultimi hanno possibilità di effettuare prelievi dal conto senza rischiare alcun blocco....

L'addetta della posta mi aveva detto invece che avremmo potuto prelevare fin quando non presentavamo il certificato di morte, atto notorio e dichiarazione di successione...
Ma visto che anche per la dichiarazione di successione i tempi sono lunghi, allora io posso anche svuotarlo quel conto postale e nessuno può dire nulla.. no? E se davvero facessi così, posso passare i buoni fruttiferi al libretto libero adesso? Tanto quel che conta è il saldo al 31 maggio, no?

Non so, leggo pareri discordanti.. Che amarezza tutta sta burocrazia senza una linea chiara e precisa.
 

rickiconte

Sospendo lo S.taff
Registrato
30 Ott 2012
Messaggi
25.379
Punti reazioni
824
Per le banche fai prima ad andare da loro e farti dare l'elenco delle carte che occorrono.

Ad ogni modo, i conti vanno obbligatoriamente chiusi nella data di morte di tuo padre per evitare "speculazioni" (e, da quella data, NON sarebbe previsto nè farci versamenti ne prelievi nè altro, ma magari mettiti d'accordo con quelli della banca se a loro sta bene e se ciò non va ad intaccare i rapporti con i parenti ereditieri nel senso che eventuali spostamenti/svuotamenti vanno fatti solo a fini "pratici", perchè altrimenti vai nelle grane).
Vai lì col certificato di morte e fai chiudere i conti, poi, con calma, puoi portare anche le altre carte, una volta che hanno tutto e hanno definito la pratica burocraticamente, possono procedere alla liquidazione agli aventi diritto del saldo e degli eventuali investimenti.

Per il discorso accredito pensione dovrebbe provvedere la banca ma magari chiedi a loro per sicurezza.

Consiglio: Certificato di morte fattelo fare in più copie, diciamo almeno 5 ma meglio di più, perchè è il documento con cui dovrai fare ogni singola pratica (dalla banca alla successione all'intestazione delle bollette ecc.), poi serve anche un "estratto dell'atto di morte", fattene rilasciare almeno 2 copie, mi pare fosse obbligatorio per la successione, ad ogni modo nel mio caso lo hanno richiesto.
Prepara anche un congruo numero di fotocopie relative al documento di identità e codice fiscale di ogni avente diritto.

Per le bollette dovrai fare il cambio di intestazione delle stesse, presumo saranno in capo alla mamma.

Per tutto il resto, come ti hanno già consigliato, affidati ad un notaio o ad un Caf che ti darà l'elenco dei (tanti) documenti che occorrono per la successione (fattelo dare fin da subito perchè è la parte più rognosa) una volta che hai tutto caf o notaio, a scelta, faranno detta pratica.

PS:Condoglianze per il papà!!!
 
Ultima modifica:

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
"I conti vanno obbligatoriamente chiusi.. "
"ma magari mettiti d'accordo con quelli della banca se a loro sta bene"

Ma obbligatoriamente si intende infrangere la legge o no? Ho già detto che quella della posta mi ha detto che posso prendere fin quando non ho tutti i documenti... Ma io voglio capire se avrò guai o no. Com'è possibile che nessuno lo sa.

I certificati di morte si ce li ho.
L'estratto dell'atto di morte non l'avevo mai sentito.. a che serve?
Avevo sentito invece la dichiarazione sostituitiva di atto notorio che sto andando a fare al comune.. faccio bene? mi servirà?

Grazie per le condoglianze.
 

rickiconte

Sospendo lo S.taff
Registrato
30 Ott 2012
Messaggi
25.379
Punti reazioni
824
Ti faccio l'esempio di mia madre: morta il 31.12.

Per questione meramente pratiche abbiamo fatto fare l'accredito pensione il 2 di gennaio proprio per evitare richieste all'INPS e alla banca (visto che comunque spettava). Ma per il resto, la legge prevede che dalla data di morte compresa i conti vadano chiusi (bloccati) proprio per evitare che ci sia il "furbo" di turno che magari si intasca i soldi o che intraprende altre azioni non previste!!!

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio, serve ad elencare tutti gli aventi diritto e l'indicazione di eventuale testamento olografo e vanno elencati anche i codici fiscali degli aventi diritto, per cui in comune vai con tutti i documenti nel caso te li richiedessero.
Si serve, è uno dei documenti fondamentali sia per la banca che per la successione.

L'estratto dell'atto di morte mi è servito per la successione (oltre al certificato di morte), non so se sia stata un mero scrupolo del notaio, ma fartelo rilasciare non ti costa nulla visto che te lo fanno insieme al certificato di morte nello stesso ufficio.

PS: Se non ho capito male siete solo tu e tua madre che entrano nella successione. Se così fosse meglio, così non ti devi giostrare con eventuali altri parenti (fratelli).
 
Ultima modifica:

umiki

Fol Member
Registrato
28 Apr 2014
Messaggi
1.905
Punti reazioni
52
"I conti vanno obbligatoriamente chiusi.. "
"ma magari mettiti d'accordo con quelli della banca se a loro sta bene"

Ma obbligatoriamente si intende infrangere la legge o no? Ho già detto che quella della posta mi ha detto che posso prendere fin quando non ho tutti i documenti... Ma io voglio capire se avrò guai o no. Com'è possibile che nessuno lo sa.
.

è illegale operare sui conti dopo il decesso, la banca deve bloccarli. Per dirti: 3 anni fa è deceduto mio padre, aveva solo un conto cointestato con mia madre con 200 euro di giacenza, lo hanno bloccato immediatamente e mi hanno chiesto se avevamo fatto operazioni il giorno del decesso perché potevano generare guai, rischiavamo una denuncia. Tra l'altro era il conto su cui erano domiciliate le utenze, che quindi non sono state piu' pagate e con qualcuno (tim) abbiamo avuto seri problemi per cercare di pagare in altro modo. Invece hanno continuato a prelevare i soldi del canone del conto. Il giorno che abbiamo portato la documentazione per la successione, in agenzia c'erano degli ispettori che stavano facendo una lavata di capo colossale ai dipendenti che non si erano accorti che erano stati prelevati soldi da un conto corrente il giorno successivo al decesso del titolare. Tra quando abbiamo portato la documentazione della successione e quando la banca ha effettivamente chiuso tutto sono passati 9 mesi, sommando 11 mesi tra decesso e successione il conto era in negativo a causa del pagamento dei canoni mensili del conto, abbiamo dovuto pagare 60 euro per chiudere
 

skymap

God bless America
Registrato
7 Lug 2003
Messaggi
15.405
Punti reazioni
1.101
In realtà ci sono già state n sentenze di tribunali, compresa la cassazione marzo 2021, dove si dice che i c/c a firma disgiunta non possono essere bloccati o al massimo lo può essere solo quota riconducibile al decuius, ma non tutto l'importo.

Che poi le banche facciano orecchio da mercante, un pò per pigrizia e un pò per stare fuori dalle eventuali grane fra eredi si può capire, giocando anche sul fatto che tempi e costi legali non aiutano il cointestatario che porta l'istituto in tribunale quando chiude tout court. E' sempre la nebbia delle 500k leggi italiane, alcune si sovrappongono e altre mancano, quindi l'unico appiglio al diritto sono le sentenze che però non sempre fanno giurisprudenza.
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15 Nov 2016
Messaggi
2.952
Punti reazioni
95
In realtà ci sono già state n sentenze di tribunali, compresa la cassazione marzo 2021, dove si dice che i c/c a firma disgiunta non possono essere bloccati o al massimo lo può essere solo quota riconducibile al decuius, ma non tutto l'importo.

Confermo, mi hanno detto la stessa cosa in banca.

Infatti non ha senso che se uno degli intestatari del conto passa a miglior vita, gli altri non possano fare neppure la spesa al supermercato, usando il bancomat collegato al conto, oppure non possano pagare le bollette domiciliate su quel conto.

Il giorno del decesso di mia madre io ed i miei due fratelli, completamente d'accordo, abbiamo fatto un bonifico on line dal conto cointestato a tutti noi (3 fratelli e mia mamma) verso un mio conto, per poter sostenere le spese di funerale e quant'altro.

Dopo 3 anni e mezzo nessuno ci ha obiettato alcunché.
 

roberta90

ALL INN btc
Registrato
9 Giu 2007
Messaggi
4.204
Punti reazioni
219
Ciao @Riccardo.M . Si mio padre ha una casa cointestata con mia madre.
Ho provato a fare la dichiarazione di successione online (precompilata) .. ma troppi dubbi.. alla fine ho rinunciato e la farò ad un caf.
Però anche al caf dobbiamo prepararci cosa dire.. Dobbiamo fare un estratto conto dei conti bancari alla data del decesso?
I buoni fruttiferi avevo letto non si dovevano nemmeno inserire in questa dichiarazione... boo!

Mia madre sul sito dell'inps ha chiesto la reversibilità della pensione di mio padre.. eventuale 13esima dovrebbe arrivargli automaticamente, no?
Ma invece doveva prendere ancora una quota TFR essendo andato in pensione nemmeno 2 anni fa.. la si può recuperare ancora?


@roberta90
Guarda, non sto capendo più nulla. Leggo pareri discordanti anche negli articoli su internet. Parliamo delle Poste. Devo comunicare per forza il decesso o posso continuare a prelevare nei prossimi 2 anni come nulla fosse facendo finta di niente? Se non lo chiudo (risparmiando anche copia dichiarazione successione, di atto notorio...) e svuoto il conto, cosa potrebbe accadermi?
Esplicito meglio.
Se hai la possibilità di svuotare tutto il conto postale con assegno firmato da mamma, o con prelievo Atm, fallo.
Ma non in due anni, subito, in dieci giorni.
Devi portare a 0,00€ preciso, poste chiude in automatico dopo tot anni così facendo.
Se invece sono passati tot giorni, se gli hai già comunicato decesso, e il conto postale/bancario era intestato a tuo babbo buonanima da solo, io eviterei rogne e andrei a chiudere aspettando tempistiche bancarie come ti han già consigliato.
Loro, poste in particolare, ti han correttamente detto quello che dicono a tutti: noi non leggiamo manifesti funebri e non sappiamo niente. Ovviamente hanno usato cortesia xche' sanno che siete tu e tua madre e nessuno (nessun altri eredi) li può accusare di nulla.
Ma ovviamente devi fare subito, non in due anni: perché i conti sono bloccati a data decesso se intestati a de cuius
 

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
Riguardo Poste, ho letto che i buoni fruttiferi, mia madre (cointestataria) può andare a riscattarli anche senza successione e che questi non sono soggetti ad alcun blocco.. Speriamo non facciano storie allora.

Quasi quasi oltre i buoni fruttiferi, tolgo anche i 4k liberi e poi il conto se lo chiudono loro tra 10 anni. Risparmio l'atto notorio con bollo di 16 euro. No?

Comunque oggi mi son rimesso sotto a provare la dichiarazione di successione precompilata.
Non dovrebbe essere complicatissima essendoci di mezzo solo una casa cointestata tra i miei e i 3 conti correnti di cui parlavo in questo topic. Non c'è altro.
Certo ho molti dubbi.. Se qualcuno mi potesse dare qualche dritta sarebbe perfetto.

Ad esempio nel calcolo del valore dell'immobile ho moltiplicato la rendita catastale (che mi da in automatico) x 1,05 x 110.
E' corretto 110? Si tratta di unico appartamento in possesso dei miei (io invece ad oggi non ho una casa di proprietà).
Diritto di abitazione va compilato? E nella devoluzione, devo selezionare agevolazioni/riduzioni ?
 

Tom&Slim

Nuovo Utente
Registrato
17 Mar 2010
Messaggi
2.843
Punti reazioni
116
è illegale operare sui conti dopo il decesso, la banca deve bloccarli. Per dirti: 3 anni fa è deceduto mio padre, aveva solo un conto cointestato con mia madre con 200 euro di giacenza, lo hanno bloccato immediatamente e mi hanno chiesto se avevamo fatto operazioni il giorno del decesso perché potevano generare guai, rischiavamo una denuncia. Tra l'altro era il conto su cui erano domiciliate le utenze, che quindi non sono state piu' pagate e con qualcuno (tim) abbiamo avuto seri problemi per cercare di pagare in altro modo. Invece hanno continuato a prelevare i soldi del canone del conto. Il giorno che abbiamo portato la documentazione per la successione, in agenzia c'erano degli ispettori che stavano facendo una lavata di capo colossale ai dipendenti che non si erano accorti che erano stati prelevati soldi da un conto corrente il giorno successivo al decesso del titolare. Tra quando abbiamo portato la documentazione della successione e quando la banca ha effettivamente chiuso tutto sono passati 9 mesi, sommando 11 mesi tra decesso e successione il conto era in negativo a causa del pagamento dei canoni mensili del conto, abbiamo dovuto pagare 60 euro per chiudere

Hai trovato la banca più incompetente del mondo, o i banchieri più incompetenti: fammi indovinare... unicredit? :D
 

variety

Fol Member
Registrato
24 Lug 2009
Messaggi
618
Punti reazioni
7
Assurdo. Sono stato in banca ***.. e mi hanno detto di prelevare tutto e loro non hanno visto niente.

Se invece volessi richiedere il certificato di credito e fare le cose per bene, dovrei pagare 120€.

Ma se dovessi fare come dicono loro quindi all'agenzia delle entrate non dovrei dire niente di questa banca? Non succede niente? Lì c'era proprio l'accredito della pensione..
 
Alto