Decortil chiede in merito al rischio bond:

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

Rischio, qual è il metro giusto per misurarlo? - Corriere della Sera

Quale è la risposta giusta?

(scusa decortil ma volevo unire il tuo post a una discussione in topic e ho pasticciato, continua pure qui:))

A dire il vero non ho chiesto quale delle due tabelle rappresenti la risposta giusta:D.

Chiedevo piuttosto se c'era qualcuno di voi (anche se non scrivo cerco di leggervi sempre. Scrivo cerco perchè purtroppo non sono al vs livello e molti interventi per me sono peggio dell'arabo:'() che mi spiegava come erano state calcolate quelle tabelle.

:bye:
 
A dire il vero non ho chiesto quale delle due tabelle rappresenti la risposta giusta:D.

Chiedevo piuttosto se c'era qualcuno di voi (anche se non scrivo cerco di leggervi sempre. Scrivo cerco perchè purtroppo non sono al vs livello e molti interventi per me sono peggio dell'arabo:'() che mi spiegava come erano state calcolate quelle tabelle.

:bye:

Guarda, non è un campo di mio interesse ma la tabella due, quella riferita all'analisi quantitativa, tramite stime su scenari, intanto elimina lo scenario intermedio (che evidentemente non ha riscontri) e, con delle spese sicuramente più reali ed un fairvalue più basso, ritiene che l'euribor non sia così tranquillo come evidenziato dal prospetto istituzionale, che gioca sul valore delle percentuali (40% su e giù o fermo in un anno??? Così stabile questo Euribor?) e che i rischi siano di portata ben più ampia (l'emittente che rischio ha??).

L'approccio quantitativo è terzo rispetto allo strumento ed all'emittente. E quindi, se serio, sicuramente più rigoroso.

Ciao, sicuramente troverai qualcuno in grado di aiutarti.
 
...come erano state calcolate quelle tabelle.
Ci sono grandezze calcolate con procedimenti matematici, come il tasso interno di rendimento che richiede un semplice algoritmo.

In particolare la variazione di prezzo (e, pertanto, di rendimento) dell'obbligazione al variare delle grandezze di mercato richiede semplicemente di costruire un modello di pricing per l'obbligazione e modificare drasticamente dette grandezze.

Nel caso in esame, abbiamo un collar su cedole indicizzate all'EURIBOR (se non ho letto male, ho fatto rapidamente): la variazione dell'EURIBOR, ceteris paribus, influisce sul prezzo dell'opzione "pavimento" e dell'opzione "tetto" in funzione del tempo che manca alla scadenza, perchè è chiaro che in prossimità della scadenza l'incertezza è minore.

Quindi tu non fai altro che fissare una scadenza, per esempio un anno o la maturità dell'obbligazione, e sparare l'EURIBOR in su o in giù di 'molto' per vedere cosa succede al prezzo; dal prezzo ricavi a ritroso qual è il rendimento.

Discorso differente, e un pelo più complesso, è quello di determinare la probabilità degli scenari estremi: in questi casi, infatti, è necessario un modello probabilistico di evoluzione dei tassi d'interesse.

Si usano in genere simulazioni Monte Carlo con processi stocastici CIR; non è necessario scendere nei dettagli tecnici della simulazione, ti basti sapere che quelle probabilità sono estremamente sensibili alla volatilità (e ad altri parametri) selezionati per la simulazione... quindi sono da prendere con le pinze, pur suggerendo una idea di massima.

Considera infine che si tratta di modelli semplificati che descrivono la realtà. e quindi non è scontato, ma solo verosimile, che l'EURIBOR si comporti come simulato.
 
A dire il vero non ho chiesto quale delle due tabelle rappresenti la risposta giusta:D.

Chiedevo piuttosto se c'era qualcuno di voi (anche se non scrivo cerco di leggervi sempre. Scrivo cerco perchè purtroppo non sono al vs livello e molti interventi per me sono peggio dell'arabo:'() che mi spiegava come erano state calcolate quelle tabelle.

:bye:

Ecco qui i riferimenti "originali". Il primo specialmente è "non tecnico" e dovrebbe dare almeno l'intuizione. Saluti!

TB
 

Allegati

  • CONSOB_Metodologie per la misurazione e presnetazione dei rischi su OICR.pdf
    155,3 KB · Visite: 54
  • CONSOB_Un Approccio Quantitativo Risk-based per la Trasparenza dei Prodotti di Investimento non-.pdf
    1,3 MB · Visite: 379
Con calma leggerò anche gli allegati. Per ora vi basti il mio grazie sincero.
OK!
 
Con calma leggerò anche gli allegati. Per ora vi basti il mio grazie sincero.
OK!

De nada OK! L'argomento è comunque molto interessante, ora sono impegnatissimo ma quando ho un po' di tempo sarò lieto di contribuire alla discussione e qualche analisi empirica. Un saluto! TB
 
Indietro