Del Turco ex presidente centro-sinistra abruzzo condannato a 9 anni e 6 mesi

freude

Blus a Balus !
Registrato
12/10/08
Messaggi
48.307
Punti reazioni
1.631
Ottaviano Del Turco sindacalista e politico italiano, ultimo segretario nazionale del Partito Socialista Italiano, ministro della Repubblica (2000-2001) e presidente della Regione Abruzzo (2005-2008), carica dalla quale si è dimesso in seguito al suo arresto disposto dalla Procura di Pescara per questioni inerenti alla gestione della sanità privata e in passato membro della direzione nazionale del Partito Democratico, è stato condannato a 9 anni e 6 mesi in primo grado nel processo "Sanitopoli" sulle tangenti nella sanità privata abruzzese. Del Turco era stato arrestato il 14 luglio 2008. Il pm aveva chiesto la condanna a 12 anni. Tre anni e 6 mesi di carcere invece per il principale accusatore di Del Turco, l'imprenditore Vincenzo Maria Angelini che aveva dichiarato di avere pagato tangenti per circa 15 milioni di euro

Sanità Abruzzo, ex presidente Del Turco condannato a 9 anni e 6 mesi - Il Fatto Quotidiano


La procura aveva chiesto 12 anni. La difesa di Del Turco: “Sentenza condanna un protagonista morale”. ”È una sentenza che condanna un protagonista morale della vita politica istituzionale sindacale del nostro paese accusato di aver incassato sei milioni e 250 mila euro a titolo di corruzione dei quali non si è visto un solo euro”. Il 14 luglio 2008 l’inchiesta, poi chiamata “Sanitopoli”, decapitò la giunta regionale portando in carcere, oltre al governatore, assessori, consiglieri regionali e manager
 
Un politico di esperienza,
Altro che i bambocci del m5s.
Affidiamoci a chi ne capisce :D

L'elemento
ex sindacalista
ex socialista
ex piddino
ora pidiellino

Tanta esperienza :)

ladro.jpg
 
e quale è il problema..continuerà a far le ferie dove si trova..
la minetti si è presa 5 anni e mi sembra sia ad ibiza.......
 
Si conclude, dunque, con una pena esemplare, di poco inferiore alla richiesta del pm, il processo di primo grado a carico dell’imprenditore che con le sue contraddittorie accuse, prive di qualunque prova, ha determinato prima l’arresto e poi la condanna a 9 anni e 6 mesi dell’ex presidente della Regione Abruzzo, per il quale proprio ieri i difensori, smontando l’impianto accusatorio, hanno reclamato, in appello, l’assoluzione piena «perché i fatti non sussistono» (i pm hanno invece chiesto una condanna a 6 anni e 6 mesi).
La storia che ha visto alla sbarra Angelini comincia nel momento in cui la «gola profonda» imputa alle pretese tangentizie di Del Turco lo svuotamento delle casse delle sue cliniche. Ipotesi ritenuta immediatamente credibile dai magistrati di Pescara nonostante i loro colleghi di Chieti accertino che in realtà le risorse finanziarie delle strutture sanitarie dell’imprenditore venivano utilizzate in ben altro modo. È il gennaio del 2010, infatti, quando il Gip del tribunale teatino ordina il sequestro di Villa Pini, di cui, pochi giorni dopo, viene dichiarato il fallimento. Nelle stesse settimane procura e tribunale fallimentare di Chieti, poco prima che Angelini li trasferisca con un camion chissà dove, mettono le mani anche su alcuni beni preziosi che l’imprenditore custodiva in un magazzino. Fra questi, quadri di enorme valore di Guttuso, De Chirico e Tiziano.

Condannato a 10 anni l’accusatore di Del Turco - L’imprenditore Angelini parlò di tangenti (mai trovate) all’allora governatore dell’Abruzzo
 
Si è dimesso in seguito al suo arresto

LOL
 
Indietro