Denaro dal nulla

jamson

Nuovo Utente
Registrato
26/1/00
Messaggi
22
Punti reazioni
3
tratto da Il segreto più nascosto di David Icke

Oggi gli iniziati e gli uomini della Elite controllano la politica, le banche, gli affari, i servizi segreti, la polizia, gli eserciti, l'istruzione e i media di tutto il mondo. Forse il più importante di questi settori, in termini di controllo, è quello delle banche. La creazione e la manipolazione del denaro.
Si basa sulla creazione di denaro che non esiste e che viene prestato a persone ed aziende in cambio di interessi. Ciò crea un debito enorme per i governi, le aziende e la popolazione in generale, che sono così più facilmente controllabili. Essenziale in tutto questo è stato permettere ai banchieri di prestare denaro di cui non sono in possesso. Funziona così: se io o voi abbiamo un milione di sterline, possiamo prestare un milione di sterline. Semplicissimo. Ma se una banca possiede un milione di sterline, può prestare dieci volte tanto e più, e gravare quei soldi di interesse. Se anche solo un numero esiguo di quelle persone che teoricamente hanno i "soldi" depositati nelle banche andassero oggi a ritirarli, le banche chiuderebbero i battenti in mezz'ora perché quei soldi non ce li hanno. Il denaro delle banche è un mito, un'altra truffa. Quando andate in banca a chiedere un prestito, la banca non stampa neanche una banconota nuova, né conia nuove monete. Si limita a digitare la somma del vostro prestito sul vostro conto corrente. Da quel momento in poi pagate alla banca interessi su ciò che non è altro che denaro digitato sullo schermo (denaro virtuale). Eppure, se non riuscite a rimborsare il prestito che non esiste, la banca può intervenire e, in tutta legalità, espropriarvi beni che invece esistono, come la casa, la macchina, la terra e tutto quello che possedete, per un valore pari a quello che compare sullo schermo. Inoltre, poiché il denaro non viene messo in circolazione dai governi, ma dalle banche private che concedono prestiti ai clienti, le banche controllano la quantità di denaro in circolazione. Più prestiti decidono di elargire, più denaro viene messo in circolazione. Qual è la differenza tra un boom economico e una depressione economica? Solo una: l'ammontare del denaro in circolazione. Tutto qui. E, attraverso questo sistema, le banche private, controllate da quelle stesse persone, decidono quanti soldi saranno in circolazione. Così possono creare periodi di prosperità e di crisi a loro piacimento. Lo stesso succede con le borse, i cui agenti spostano miliardi di miliardi di dollari al giorno nell'ambito dei mercati finanziari e bancari, determinandone così l'ascesa o la caduta, lo sviluppo o il controllo. I crolli della borsa non accadono così per caso, accadono perché qualcuno li fa accadere.
La maggior parte del "denaro" in circolazione non è denaro materiale, banconote e monete. E' costituito da cifre che passano elettronicamente da un conto corrente su un computer ad un altro, attraverso bonifici bancari, carte di credito e libretti di assegni. Più denaro, elettronico o di altra natura, è in circolazione, maggiori attività economiche possono svolgersi e, quindi, più prodotti vengono comprati e venduti, maggiore è il reddito di cui dispongono le persone, e maggiori sono i posti di lavoro disponibili. Ma la cricca finanziaria ha sempre cercato di creare dei boom elargendo molti prestiti e poi staccando la spina. Economisti e giornalisti economici strapagati, la maggior parte dei quali non ha idea di quello che sta accadendo, vi diranno che i boom economici e le crisi rientrano nel cosiddetto "ciclo economico". Balle! Si tratta invece di una manipolazione sistematica messa in piedi dalla Elite per appropriarsi della vera ricchezza del mondo. Durante un boom molte persone finiscono per indebitarsi ancora di più. Un'attività fiorente implica che le aziende chiedano ulteriori prestiti per comprare nuovi macchinari ed incrementare così la produzione. La gente chiede prestiti per comprarsi una casa più grande e una macchina nuova e più cara, perché ha fiducia nel suo futuro economico. Poi, nel momento più conveniente, i maggiori banchieri, coordinati dalla rete di società segrete, alzano i tassi di interesse per diminuire la richiesta di prestiti e iniziano a richiedere il pagamento dei prestiti già accesi.
Così facendo, i prestiti diminuiscono e ciò ha come conseguenza la sparizione dalla circolazione di unità monetarie (il denaro nelle sue varie forme). Questo fa diminuire la domanda e comporta anche una riduzione dell'occupazione perché non ci sono abbastanza soldi in circolazione per alimentare l'attività economica. Così le persone e le aziende non guadagnano abbastanza da rimborsare i loro prestiti e finiscono per fallire. A questo punto le banche si appropriano delle loro vere ricchezze, le loro aziende, la casa, la terra, la macchina, in cambio del mancato pagamento di un prestito che non è mai stato niente di più che delle cifre digitate su uno schermo.
Gli Stati Uniti per esempio, invece di crearsi del denaro proprio privo di interesse, i governi lo prendono in prestito dal cartello di banche private e rimborsano sia l'interesse che il capitale tassando la popolazione. Le somme fantastiche di denaro che pagate sotto forma di tasse vanno dritte alle banche private per rimborsare prestiti che i governi potrebbero crearsi da soli, emettendo denaro privo di interessi. Perché non lo fanno? Perché l'Elite controlla i governi tanto quanto le banche.
Ciò che chiamiamo "privatizzazione" è la svendita dei beni dello Stato al fine di impedire la bancarotta causata dal debito creato dalla banche. I paesi del Terzo Mondo stanno cedendo il controllo della loro terra e delle loro risorse ai banchieri internazionali poiché non sono in grado di rimborsare i grossi prestiti elargiti loro, di proposito, dalle banche proprio per intrappolarli in questa situazione.


ciao
 
Puoi dirmi quaòe è la casa editrice?
Grazie.
 
qualcuno ha letto...

... "e la verità vi renderà liberi"?

(Macro Edizioni)


:p
 
[]Scritto da jamson []
tratto da Il segreto più nascosto di David Icke

:eek:

Con "i soldi digitati su uno schermo", chi chiede un prestito compra beni REALI.

La teoria del babau economico/finanziario è un po stantia.
 
Re: Re: Denaro dal nulla

Con "i soldi digitati su uno schermo", chi chiede un prestito compra beni REALI.

La teoria del babau economico/finanziario è un po stantia. [/B][/QUOTE]

:D :D :D
 
Scomodo dare a se' stessi la colpa dei propri fallimenti.

E allora si pensa a complotti,società segrete, elite finanziarie,massonerie varie e altre put.tanate del genere.

Mamma,papà,moglie,figli non è colpa mia se perdo in borsa: è il SISTEMA che non vuole farmi guadagnare il giusto, anche se sono bravo.

Charlie
 
Questa teoria è tanto demagogica quanto sbagliata.
La ricchezza non è data dalla massa di denaro in circolazione, ma dall'aumento del reddito medio e dal tenore di vita; Luigi XIV°, ai suoi tempi l'uomo più ricco del mondo, aveva la gotta e nei suoi palazzi moriva di freddo grazie all'umidità ed alla mancanza di riscaldamento; adesso centinaia di milioni di persone hanno il riscaldamento in casa e non soffrono più di gotta. Come si può vedere nel tempo i benefici delle tecnologie e della produttività contribuiscono a distribuire i benefici ed il reddito.
Le banche non prestano denaro che non hanno, anzi esiste un rapporto raccolta/impieghi che deve essere sempre positivo; praticamente non possono prestare più denaro di quello che riescono a raccogliere. Il denaro raccolto viene pagato (naturalmente il guadagno sta nello spread tra interessi passivi ed attivi).
Sono concetti basilari è veramente triste doverli ribadire.
 
Scritto da Charlie
è il SISTEMA che non vuole farmi guadagnare il giusto, anche se sono bravo



Sistema = hedge funds ribassisti

Sistema = mani forti

Sistema = analisti

Sistema = banche d'affari

Sistema = politici

Sistema = Arabi

Sistema = America

Sistema = Ebrei

Ecc. ecc.
 
Scritto da Charlie
è il SISTEMA che non vuole farmi guadagnare il giusto, anche se sono bravo.



Se, invece, si guadagna non è certo il SISTEMA ad averci fatto guadagnare, ma le nostre straordinarie capacità di movimento all'interno dei mercati globali.
 
Il post è un coacervo di sciocchezze: concetti come inflazione, massa monetaria in circolazione, tassi di sconto sono del tutto sconosciuti all'autore.

Charlie
 
centovolte ha scritto:
Questa teoria è tanto demagogica quanto sbagliata.
...
Le banche non prestano denaro che non hanno, anzi esiste un rapporto raccolta/impieghi che deve essere sempre positivo; praticamente non possono prestare più denaro di quello che riescono a raccogliere. Il denaro raccolto viene pagato (naturalmente il guadagno sta nello spread tra interessi passivi ed attivi).
Sono concetti basilari è veramente triste doverli ribadire.


"Banking was conceived in iniquity and was born in sin.
The Bankers own the earth. Take it away from them,
but leave them the power to create deposits,
and with the flick of the pen they will
create enough deposits to buy it back again.
However, take it away from them, and
all the great fortunes like mine
will disappear and they ought to disappear, for
this would be a happier and better world to live in.
But, if you wish to remain the slaves of Bankers
and pay the cost of your own slavery,
let them continue to create deposits."


Chi ha detto queste sante parole ? Un no global ? Un anarchico ? No signori, si tratta di Sir Josiah Stamp, presedente della Bank of England (negli anni 20) e secondo uomo più ricco dell'Inghilterra (a quei tempi).

Il problema è che siamo abituati a pensare che tutto ciò che esiste ora sia giusto e normale, mentre non è affatto così. Ad esempio, l'inflazione: tutti la considerano una cosa normale, mentre NON è così: quando c'era il gold-standard l'inflazione era zero, e la massa monetaria più o meno costante.
Dal 1970 in poi, quando il ruolo monetario dell'oro è stato definitivamente abbandonato, l'inflazione è esplosa insieme alla massa monetaria. Inoltre se andiamo a vedere la composizione degli indici di borsa, vediamo che rispetto ad allora il peso del settore finanziare è cresciuto moltissimo rispetto a quello industriale.

Ora mi chiedo e chiedo a tutti quelli che sbeffeggiano i concetti espressi nell'articolo riportato: se la massa monetaria dal 1970 ad oggi è aumentata molte volte, da dove sono venuti fuori i quei soldi ? Gli hanno raccolti dagli alberi ? Oppure il settore finanziario li ha creati dal nulla, visto che non doveva più rispondere con l'oro al credito emesso si è abbandoato al moral-hazard visto che in caso di problemi la banca centrale interviene stampando soldi ? Visto che i giochini dei banchieri non aggiungono un centesimo alla ricchezza di un paese, chi ha pagato in termini reali tutti questo ?
 
Bah, il primo post mi pare assurdo, così come molti altri. Chiunque abbia un minimo di conoscenza dei bilanci delle banche sanno che devono rispettare degli indicatori stabiliti dalla Banca d'Italia per tutti gli istituti bancari...
 
E' davvero sorprendente scoprire che anche i nick più autorevoli non conoscono la regoletta dell'interesse.
 
centovolte ha scritto:
Le banche non prestano denaro che non hanno, anzi esiste un rapporto raccolta/impieghi che deve essere sempre positivo; praticamente non possono prestare più denaro di quello che riescono a raccogliere. Il denaro raccolto viene pagato (naturalmente il guadagno sta nello spread tra interessi passivi ed attivi).
Sono concetti basilari è veramente triste doverli ribadire.

Questo è davvero il colmo...
Io trovo triste ribadire che la banca centrale è una società privata e non un ente dello Stato, se no il debito pubblico non esisterebbe. Inflazione sì, ma non debito pubblico. Invece ce li abbiamo tutti e due.
Tramite la banca centrale le banche commerciali si creano
tutto il denaro che serve per finanziare ad esempio le privatizzazioni di beni pubblici come le reti di distribuzione, che finiranno in loro mani grazie a imprenditori che probabilmente non conoscono neanche loro la regoletta dell'interesse e che non spiego neanche perchè capisco che è troppo difficile capirla
 
Charlie ha scritto:
Scomodo dare a se' stessi la colpa dei propri fallimenti.

E allora si pensa a complotti,società segrete, elite finanziarie,massonerie varie e altre put.tanate del genere.

Forse sarete esperti di tecnica bancaria, ma qualche ripassino di storia non guasterebbe:


Executive order 11110, John F. Kennedy The White House, June 4, 1963, gave the Treasury the power "to issue silver certificates against any silver bullion, silver, or standard silver dollars in the Treasury" ...

his meant that for every ounce of silver in the U.S. Treasury's vault, the government could introduce new money into circulation. In all, Kennedy brought nearly $4.3 billion in U.S. notes into circulation. The ramifications of this bill are enormous.

With the stroke of a pen, Mr. Kennedy was on his way to putting the Federal Reserve Bank of New York out of business. If enough of these silver certificats were to come into circulation they would have eliminated the demand for Federal Reserve notes. This is because the silver certificates are backed by silver and the Federal Reserve notes are not backed by anything. Executive Order 11110 could have prevented the national debt from reaching its current level, because it would have given the gevernment the ability to repay its debt without going to the Federal Reserve and being charged interest in order to create the new money. Executive Order 11110 gave the U.S. the ability to create its own money backed by silver.


Cinque mesi dopo Kennedy fu assassinato, e la sua moneta eliminata dalla circolazione: http://www.john-f-kennedy.net/executiveorder11110.htm


During the Civil War (1861-1865), President Lincoln needed money to finance the War from the North. The Bankers were going to charge him 24% to 36% interest. Lincoln was horrified and went away greatly distressed, for he was a man of principle and would not think of plunging his beloved country into a debt that the country would find impossible to pay back.

Eventually President Lincoln was advised to get Congress to pass a law authorizing the printing of full legal tender Treasury notes to pay for the War effort. Lincoln recognized the great benefits of this issue. At one point he wrote:

“... (we) gave the people of this Republic the greatest blessing they have ever had – their own paper money to pay their own debts...”

...

Of course, the Bankers were not going to give in that easy, for they were determined to put an end to Lincoln's interest-free, debt-free Greenbacks. He was assassinated by an agent of the Bankers shortly after the War ended.

Thereafter, Congress revoked the Green*back Law and enacted, in its place, the National Banking Act. The national banks were to be privately owned and the national bank notes they issued were to be interest bearing. The Act also provided that the Greenbacks should be retired from circulation as soon as they came back to the Treasury in payment of taxes.



http://www.michaeljournal.org/lincolnkennedy.htm

Naturalmente si tratta solo di coincidenze, tutto è stato ripristinato come deve essere, e sia Lincoln che Kennedy erano solo degli svitati che giocavano al monopoli.
 
jamson ha scritto:
.............le banche si appropriano delle loro vere ricchezze, le loro aziende, la casa, la terra, la macchina, in cambio del mancato pagamento di un prestito che non è mai stato niente di più che delle cifre digitate su uno schermo..............

poi le vendono e si ritrovano con una nuova cifra su un anonimo schermo e il giro ricomincia :D


Il Segreto più Nascosto David Icke
Il libro che può cambiare il mondo
Macroedizioni Illustrato con disegni
La storia dell'umanità risulta manipolata da una razza, o più razze, di origine extraterrestre, molto progredite tecnologicamente.
Analizzando un'enorme quantità di documenti e testimonianze viventi, David Icke risale agli incroci genetici tra l'uomo e queste razze scoprendo come, da allora, queste famiglie di ibridi controllino e governino il mondo.
In questo libro esplosivo, l'autore dimostra che non è possibile provare l'effettiva esistenza delle maggiori figure bibliche, Mosé e David, Sansone e Salomone, Abramo e Gesù. Questi personaggi, come quelli alla base di tutte le principali credenze spirituali fondate su un Dio-Salvatore, sono invenzioni nate per creare religioni-prigioni e schiavizzare l'umanità.
Le rivelazioni procedono senza tregua e possiamo scoprire come alcuni dei più sensazionali assassinii dell'ultimo secolo siano stati fatti passare per incidenti: il più recente e clamoroso è quello di Diana, principessa del Galles, uccisa a Parigi e di cui Icke svela i retroscena che coinvolgono la famiglia reale britannica.

http://www.macrolibrarsi.it/autore.php?aid=53
 
Ultima modifica:
Interessante thread; potrei aggiungere molte cose, ma è meglio di no.....
Il nemico ci ascolta......
 
Dampyr ha scritto:
Interessante thread; potrei aggiungere molte cose, ma è meglio di no.....
Il nemico ci ascolta......


Il Priorato di Sion - società segreta fondata nel 1099 - è una setta realmente esistente.

:confused: :censored: :yes:
 
Il denaro non è altro che lo specchio della realtà in cui viviamo. Lo possiamo vedere come sterco del demonio, o come veicolo di benessere. Può essere chiunque ad avere scritto quel libro, ma sono soprattutto sciocchezze. Tutti coloro che hanno studiato bene l'economia sanno che le banche possono creare ricchezza nel sistema, facendo circolare più velocemente il denaro: perciò lo prendono in prestito per prestarlo a loro volta.
Che poi il circolo non sia così virtuoso si può discutere, dove c'è un forte potere o una grande ricchezza spesso si manifestano la delinquenza, le varie massonerie, le lobbies. Ma la vedo più come un normale ordine delle cose (difficilmente modificabile nella sostanza), un ingranaggio che tutto sommato funziona (e chi non ha questo ingranaggio ce lo invidia molto), non come uno scandalo così sorprendente. Chi vuole vendere libri gioca spesso su reali o presunti aspetti drammatici della realtà.
 
Indietro