Depuratore acqua

  • CODICI AMICO E REF. LINK!

    Chiedere o fornire codici in questa sezione è severamente vietato.
    Puoi condividere ref link e codici solo in questa sezione: "Quelli che il codice...". Leggi il regolamento che si trova in evidenza sopra a tutte le discussioni e condividi i tuoi codici nel rispetto delle norme del forum.
    Trovi una DISCUSSIONE GENERALE SUI CODICI in rilievo nella sezione, per chiedere info o fornire supporto agli utenti. Questo regolamento è parte dei requisiti fondamentali letti e accettati in fase di iscrizione al forum. Pubblicare codici e ref.link in altre sezioni del forum come QUESTA in cui ti trovi comporta la sospensione dalla community.

    Staff | FinanzaOnline
  • INVESTIMENTO IN LENDING CROWDFUNDING SU WALLIANCE: 21 MESI E CEDOLE TRIMESTRALI

    Su Walliance è aperto l’investimento in Lending “Padova, Residence Linea 4.0”. Durata 21 mesi; distribuzione del TAN in cedole trimestrali; restituzione del capitale alla scadenza del finanziamento.
    Campagna di raccolta investimenti > 90%.
    Ticket minimo € 500.
    Per continuare a leggere visita questo LINK

J.Invest

....
Sospeso dallo Staff
Registrato
3/6/04
Messaggi
6.098
Punti reazioni
207
Per un appartamento cosa consigliate per un depuratore acqua?

Ne esistono di vari tipi, da installare direttamente nel rubinetto della cucina fino a depuratori grandi che purificano tutta l'acqua dei rubinetti (quindi anche per la lavatrice) ecc.

non bado a spese per avere ottima e salutare acqua di rubinetto.
 
Per un appartamento cosa consigliate per un depuratore acqua?

Ne esistono di vari tipi, da installare direttamente nel rubinetto della cucina fino a depuratori grandi che purificano tutta l'acqua dei rubinetti (quindi anche per la lavatrice) ecc.

non bado a spese per avere ottima e salutare acqua di rubinetto.

Depuratore o addolcitore?
Alcuni depuratori (quelli che "purificano" l'acqua, in pratica tolgono il sapore di cloro) se non manutenuti correttamente (e costosamente) rischiano di essere piu' dannosi alla salute della stessa acqua dell'acquedotto.
Quelli a osmosi piu' o meno spinta poi ti "mescolano" l'acqua distillata ottenuta con quella non trattata per garantire la giusta salinita'. E le membrane sono vittima di attacchi e proliferazioni batteriche.
Quelli a carboni tolgono giusto il sapore di cloro e devono essere sostituiti con regolarita'.

Non badi a spese... e fai bene... perche' quelli efficaci sono estremamente costosi! Come acquisto e manutenzione.
Lascia perdere depurare tutta l'acqua di casa. Inutile farsi la doccia con l'acqua distillata. Quella di un rubinetto solo va bene. Per la lavatrice, mai viste serpentine e cestelli come quelli delle pubblicita'. Sono foto false ottenute con lavatrici che hanno funzionato regolarmente senza detersivo con acqua calcarea all'ennesima potenza (non sarebbe neppure potabile).
Per la caldaia e ACS va bene un semplice ed economico dosatore di fosfori.
L'acqua dei rubinetti e' salubre e controllata in continuo. Mentre gia' piu' di una volta sono capitate bottiglie d'acqua con i piu' disparati acidi dentro (anche alghe...!!!!). Non si e' mai sentito nessuno "intossicato" o avvelenato dall'acqua del rubinetto. Fateci caso.
Avra' magari un saporaccio, ma dev'essere garantita, ci sono reati penali per la distribuzione di acque contaminate.

Un'ultima considerazione: i cosiddetti "depuratori" nulla possono contro gli inquinanti di cui saltuariamente si e' sentito parlare (nitrati, atrazine, arseniati). Molte molecole sono cosi' piccole da oltrepassare le barriere osmitiche, non vengono neutralizzate da lampade UVA (utili per virus e batteri), possono venir bloccate, ma non tutte, da filtri a carboni.
 
concordo con Wile su tutto

e sottolineo con un "soldi buttati" riguardo alla depurazione domestica ai fini sanitari delle acque d'acquedotto

l'utilità del dosatore di polifosfati all'ingresso degli utilizzatori di acqua calda (elettrodomestici-caldaia) quando la durezza sia nel range 20-40 gradi francesi. sotto i venti non ha senso neppure il dosatore, come anche sopra. il dosatore costa fortunatamente poco e risolve la maggior parte delle esigenze
 
cosa intendi per "ottima e salutare acqua del rubinetto"?
 
grazie per le risposte..
ma quindi per il solo rubinetto della cucina, cosa posso installare per avere acqua senza calcare e con un buon sapore?

grazie
 
grazie per le risposte..
ma quindi per il solo rubinetto della cucina, cosa posso installare per avere acqua senza calcare e con un buon sapore?

grazie

Un po' quello che vuoi, anche quelle macchinette che ti "gasano" l'acqua.
L'importante e' che tu sappia chiaramente quello che vuoi (e chi te lo vende non pretenda di volerti vendere un depuratore che trasforma acque di scarico in acqua potabile) e non farti abbindolare da macchine tanto mirabolanti quanto inutili.

Quindi un depuratore che abbia il solo compito di togliere il sapore di cloro (sono quelli a carboni??:mmmm: Qui serve un vero esperto di trattamenti delle acque) e non "debatterizzare" o osmotizzare inutilmente l'acqua. A volte e' sufficiente mettere una caraffa (o una bottiglia a collo largo) aperta in frigo. La tensione di vapore diminuisce e il cloro disciolto tende a liberarsi dall'acqua. Ma puo' prendere eventuali "odori" del frigo.

Il calcare, poi, nel rubinetto della cucina, che ti fa?:confused: Mica e' quelo che da' il saporaccio. Qui e' pero' sconsigliabile un dosatore, meglio un filtro a resine, ma il costo s'impenna. E rischi di berti l'acqua salata se qualcosa funziona storto. Inoltre l'acqua diventa troppo ricca di sodio e puo' dare (molto limitati e trascurabili) problemi di pressione arteriosa (e' piu' pericoloso un cracker...). E comunque l'utilita' continuo a non vederla.:mmmm:

Ecco un buon articolo esplicativo:

Caraffe, filtri e ”depuratori” per l’acqua: pro e contro « Paoblog
 
Ultima modifica:
Un po' quello che vuoi, anche quelle macchinette che ti "gasano" l'acqua.
L'importante e' che tu sappia chiaramente quello che vuoi (e chi te lo vende non pretenda di volerti vendere un depuratore che trasforma acque di scarico in acqua potabile) e non farti abbindolare da macchine tanto mirabolanti quanto inutili.

Quindi un depuratore che abbia il solo compito di togliere il sapore di cloro (sono quelli a carboni??:mmmm: Qui serve un vero esperto di trattamenti delle acque) e non "debatterizzare" o osmotizzare inutilmente l'acqua. A volte e' sufficiente mettere una caraffa (o una bottiglia a collo largo) aperta in frigo. La tensione di vapore diminuisce e il cloro disciolto tende a liberarsi dall'acqua. Ma puo' prendere eventuali "odori" del frigo.

Il calcare, poi, nel rubinetto della cucina, che ti fa?:confused: Mica e' quelo che da' il saporaccio. Qui e' pero' sconsigliabile un dosatore, meglio un filtro a resine, ma il costo s'impenna. E rischi di berti l'acqua salata se qualcosa funziona storto. Inoltre l'acqua diventa troppo ricca di sodio e puo' dare (molto limitati e trascurabili) problemi di pressione arteriosa (e' piu' pericoloso un cracker...). E comunque l'utilita' continuo a non vederla.:mmmm:

Ecco un buon articolo esplicativo:

Caraffe, filtri e ”depuratori” per l’acqua: pro e contro « Paoblog

grazie
 
. A volte e' sufficiente mettere una caraffa (o una bottiglia a collo largo) aperta in frigo. La tensione di vapore diminuisce e il cloro disciolto tende a liberarsi dall'acqua. Ma puo' prendere eventuali "odori" del frigo.


è sempre sufficiente fare quello che dici: il cloro se ne va da solo dopo un breve periodo di decantazione...e comunque viva il cloro

Il calcare, poi, nel rubinetto della cucina, che ti fa?:confused: Mica e' quelo che da' il saporaccio. Qui e' pero' sconsigliabile un dosatore, meglio un filtro a resine, ma il costo s'impenna.

il carbonato di calcio nell'acqua del rubinetto da bere fa bene. non bisogna toglierlo.solo all'imbocco della lavatrice o della cladaia ha senso (e li basta il dosatore di polifosfati)



Ecco un buon articolo esplicativo:

Caraffe, filtri e ”depuratori” per l’acqua: pro e contro « Paoblog


bravo Wile:)
 
Per un appartamento cosa consigliate per un depuratore acqua?

Ne esistono di vari tipi, da installare direttamente nel rubinetto della cucina fino a depuratori grandi che purificano tutta l'acqua dei rubinetti (quindi anche per la lavatrice) ecc.

non bado a spese per avere ottima e salutare acqua di rubinetto.

ti racconto la mia esperienza.
casa monofamigliare classica quasi nuova mq totali 260.
abbiamo sempre usato l acqua del rubinetto anche daa bere.zona varese acqua ottima anche se un pò dura.
nel 2001 stò male,al pronto soccorso mi trovano sabbia nei reni.il medico mi consiglia acque meno dure o di comprarla.
siccome abbiamo i segni del calcare,dopo esserci informati bene per quanto riguarda la salute,i vari sistemi ecc decidiamo di comprare un
addolcitore per osmosi non carboni e resine filtranti.
funziona così:
installazione all ingresso principale dell acqua di casa,
l'acqua passa attraverso questi filtri pieni di strati di resine attivi ed esce priva di calcare e minerali vari,la notte ,due volte la settimana con un sistema automatico del sale e dell acqua lavano i carboni che si conservano per anni.in 10 anni tenuti sotto controllo e misurato durezza...sempre perfetto.subito abbiamo visto la differenza enorme.ho misurato con le apposite gocce la durezza dell acqua prima e dopo l'installazione.anche ad anni di distanza e devo dire che il calcare era scomparso.
l'acqua ottima da bere,consumi di detersivi dimezzati,ebollizioni velocissime,nessun residuo in pentole,vasche,tubi,niente più sassolini nei filtri dei rubineti,pelle mobida...uno spettacolo. l'unica incombenza una volta al mese prendi due sacchi di sale e riempi il serbatoio che lava le resine.
cmq veramente una macchina ottima per salute,igiene,manutenzione.
solo un consiglio.
io avevo comprato una macchina di una ditta blasonata,molto bella e costosa,purtroppo al nono anno,per colpa del sale,si è completamente arrugginita una parte in ferro che sosteneva delle valvole,completamente da buttare,naturalmente una parte esterna e quindi non mi sono bevuto la ruggine però mi son girate le balle .
ergo....non spendere 1000 o 2000 euro per una marca famosa .tanto sono sempre un serbatoio,un filtro,una centralina.
dove lavoro ne abbiamo 4 che sono più piccoli e sono completamente in nailon e pvc.
marca sconosciuta.
cmq anche quelli li controllo spesso e sono ottimi.
ne abbiamo cambiato uno perchè gli hanno sfondato il serbatoio ma cmq ottimi e pagati 500 euro l'uno.
stessa quantità di carboni all interno.stesso funzionamento.
e con un costo così anche in caso di guasto lo butto,come ho fatto, e ne prendo uno nuovo,tieni presente che un uscita del tecnico parte il 200 euro come ridere.

riassumendo. ottime macchinette per la salute,per la comodità,per gli impianti,dopo che l hai provato non ne farai più a meno.ma non spendere troppo,non serve.
spero di essere stato utile
ciao
 
ti racconto la mia esperienza.
casa monofamigliare classica quasi nuova mq totali 260.
abbiamo sempre usato l acqua del rubinetto anche daa bere.zona varese acqua ottima anche se un pò dura.
nel 2001 stò male,al pronto soccorso mi trovano sabbia nei reni.il medico mi consiglia acque meno dure o di comprarla.
siccome abbiamo i segni del calcare,dopo esserci informati bene per quanto riguarda la salute,i vari sistemi ecc decidiamo di comprare un
addolcitore per osmosi non carboni e resine filtranti.
funziona così:
installazione all ingresso principale dell acqua di casa,
l'acqua passa attraverso questi filtri pieni di strati di resine attivi ed esce priva di calcare e minerali vari,la notte ,due volte la settimana con un sistema automatico del sale e dell acqua lavano i carboni che si conservano per anni.in 10 anni tenuti sotto controllo e misurato durezza...sempre perfetto.subito abbiamo visto la differenza enorme.ho misurato con le apposite gocce la durezza dell acqua prima e dopo l'installazione.anche ad anni di distanza e devo dire che il calcare era scomparso.
l'acqua ottima da bere,consumi di detersivi dimezzati,ebollizioni velocissime,nessun residuo in pentole,vasche,tubi,niente più sassolini nei filtri dei rubineti,pelle mobida...uno spettacolo. l'unica incombenza una volta al mese prendi due sacchi di sale e riempi il serbatoio che lava le resine.
cmq veramente una macchina ottima per salute,igiene,manutenzione.
solo un consiglio.
io avevo comprato una macchina di una ditta blasonata,molto bella e costosa,purtroppo al nono anno,per colpa del sale,si è completamente arrugginita una parte in ferro che sosteneva delle valvole,completamente da buttare,naturalmente una parte esterna e quindi non mi sono bevuto la ruggine però mi son girate le balle .
ergo....non spendere 1000 o 2000 euro per una marca famosa .tanto sono sempre un serbatoio,un filtro,una centralina.
dove lavoro ne abbiamo 4 che sono più piccoli e sono completamente in nailon e pvc.
marca sconosciuta.
cmq anche quelli li controllo spesso e sono ottimi.
ne abbiamo cambiato uno perchè gli hanno sfondato il serbatoio ma cmq ottimi e pagati 500 euro l'uno.
stessa quantità di carboni all interno.stesso funzionamento.
e con un costo così anche in caso di guasto lo butto,come ho fatto, e ne prendo uno nuovo,tieni presente che un uscita del tecnico parte il 200 euro come ridere.

riassumendo. ottime macchinette per la salute,per la comodità,per gli impianti,dopo che l hai provato non ne farai più a meno.ma non spendere troppo,non serve.
spero di essere stato utile
ciao


per la sabbia , la ruggine e particelle macroscopiche , basta però un filtro "meccanico" in "bicchiere" all'uscita del contatore.


quanto alla eliminazione del calcare come migliorativo della salubrità dell'acqua e preservazione della salute umana nutro immensi dubbi. mi risulta addirittura il contrario (naturalmente parlando di durezze dai 20 ai 40 gradi francesi, che è il range che copre praticamente il 100% delle situazioni)


poi altro discorso , gli specifici problemi di una singola persona, che analizzati potrebbero portare alla decisione
 
per la sabbia , la ruggine e particelle macroscopiche , basta però un filtro "meccanico" in "bicchiere" all'uscita del contatore.


quanto alla eliminazione del calcare come migliorativo della salubrità dell'acqua e preservazione della salute umana nutro immensi dubbi. mi risulta addirittura il contrario


poi altro discorso , gli specifici problemi di una singola persona, che analizzati potrebbero portare alla decisione

la decisione me l ha fatta prendere una colica renale che non auguro a nessuno.
ripeto.
se metti una macchina come quella che descrivo di assicuro non ne fai più a meno....ma non spendere troppo.

il filtro a bicchiere ce l avevo anchio e ce lho ancora...ma serve solo per filtrare roba moooolto più grossa di quella che ferma l addolcitore.OK!
 
la decisione me l ha fatta prendere una colica renale che non auguro a nessuno.
ripeto.
se metti una macchina come quella che descrivo di assicuro non ne fai più a meno....ma non spendere troppo.

il filtro a bicchiere ce l avevo anchio e ce lho ancora...ma serve solo per filtrare roba moooolto più grossa di quella che ferma l addolcitore.OK!

ma certo, sul fatto che l'addolcitore sia uno strumento utilissimo in mille situazioni (quelle giuste però) non ho dubbi :yes:

ma far passare il messaggio che mettendo l'addolcitore sul rubinetto da cui si beve in tutti i casi è più salubre e preserva la salute, ce ne corre. a me , ripeto, risulta il contrario (cioè che con acquedotto standard con i classici 25-30 gradi francesi e dal rubinetto da cui si beve, non si debba mettere l'addolcitore o , peggio , il dosatore di polifosfati)..il carbonato di calcio(e gli altri sali) in quelle quantità fa bene alla salute e non è bene eliminarlo...altrimenti berremmo tutti direttamente l'acqua distillata , ma ti assicuro che avremmo molti problemi

il filtro meccanico a bicchiere, ho scritto chiaramente anche io che serve solo per la sabbia e la ruggine:yes:
 
quanto alla eliminazione del calcare come migliorativo della salubrità dell'acqua e preservazione della salute umana nutro immensi dubbi

E io pure.

Mi consta che il calcare dell'acqua con la sabbia "renella" nei reni
Non c'entri proprio nulla.

Altro discorso sono il residuo fisso dell'acqua o il calcio presente disciolto.
 
E io pure.

Mi consta che il calcare dell'acqua con la sabbia "renella" nei reni
Non c'entri proprio nulla.

Altro discorso sono il residuo fisso dell'acqua o il calcio presente disciolto.

ragzzi io ho portato la mia esperienza.anche le patate fritte fanno male...

acqua migliore,anche il sapore,la caldaia che scalda prima,sapone dimezzato...poi uno se non si fida si beva quella comprata.
provare per credere.
io ce l ho e non ne farei a meno.
avevo un problema e me l ha risolto . e mia moglie non ha più pulito macchie di calcare sugli acciai,niente filtrini intasati e io non sono più andato per coliche.
tutto qui,mica vendo depuratori,e nemmeno ho menzionato marche.e dico che non val la pena spender troppo.
poi ognuno si informa come meglio deve.

provare per credere
 
Per l'addolcimento i vantaggi sono quelli che hai descritto.
Per il fatto delle coliche, lascia perdere. Anch'io ne ho avuta una importante, ma non sono riusciti a determinare se fosse ossalica o di altro tipo. Comunque sia, l'addolcitore non toglie i sali, li sostituisce, ovvero toglie gli ioni calcio e li sostituisce con gli ioni di sodio, altrettanto importanti nella calcolosi e nei problemi pressori. A chi ha la pressione alta ad esempio sconsigliano l'acqua addolcita.
Va da se' che l'apporto di sali dell'acqua non sara' mai cosi' importante come quello dell'alimentazione.
Gli altri vantaggi ci sono (macchie sui rubinetti, meno detersivo, l pentole senza la riga), ma attenzione a rimanere nei parametri consigliati onde non esagerare e rovinare le tubazioni (il calcare forma un velo protettivo contro l'ossidazione dell'acqua).
Ultima considerazione: l'addolcitore non contiene carboni, ma resine a scambio ionico, che sostituiscono il calcio con il sodio, ovvero si sostituisce il carbonato di calcio (CaCO3), sale insolubile che si deposita, in carbonato di sodio (NaCO3) che non si deposita. Il lavaggio non fa altro che riportare gli ioni di sodio prelevato dal sale nelle resine e preleva il calcio tramite il cloro libero formando cloruro di calcio (CaCi2). Il cloro libero ha anche una funzione antisettica sull'addolcitore.

Addolcire l'acqua ha vantaggi pratici, ma non miracolosi sulla salute (spesso propagandati da chi vende acque minerali o gli stessi depuratori). Tra l'altro, va bene la comodita' di usare meno detrsivo e strofinare un po' meno le pentole e rubinetterie, ma il tutto ha una spesa. Che puo' valer bene la comodita', ma occorre valutarla personalmente. Io ad esempio, mi strofinero' un po' di piu' le pentole ma ho un aggeggio in meno in mezzo a rischio contaminazione/malfunzionamento.
 
Per l'addolcimento i vantaggi sono quelli che hai descritto.
Per il fatto delle coliche, lascia perdere. Anch'io ne ho avuta una importante, ma non sono riusciti a determinare se fosse ossalica o di altro tipo. Comunque sia, l'addolcitore non toglie i sali, li sostituisce, ovvero toglie gli ioni calcio e li sostituisce con gli ioni di sodio, altrettanto importanti nella calcolosi e nei problemi pressori. A chi ha la pressione alta ad esempio sconsigliano l'acqua addolcita.
Va da se' che l'apporto di sali dell'acqua non sara' mai cosi' importante come quello dell'alimentazione.
Gli altri vantaggi ci sono (macchie sui rubinetti, meno detersivo, l pentole senza la riga), ma attenzione a rimanere nei parametri consigliati onde non esagerare e rovinare le tubazioni (il calcare forma un velo protettivo contro l'ossidazione dell'acqua).
Ultima considerazione: l'addolcitore non contiene carboni, ma resine a scambio ionico, che sostituiscono il calcio con il sodio, ovvero si sostituisce il carbonato di calcio (CaCO3), sale insolubile che si deposita, in carbonato di sodio (NaCO3) che non si deposita. Il lavaggio non fa altro che riportare gli ioni di sodio prelevato dal sale nelle resine e preleva il calcio tramite il cloro libero formando cloruro di calcio (CaCi2). Il cloro libero ha anche una funzione antisettica sull'addolcitore.

Addolcire l'acqua ha vantaggi pratici, ma non miracolosi sulla salute (spesso propagandati da chi vende acque minerali o gli stessi depuratori). Tra l'altro, va bene la comodita' di usare meno detrsivo e strofinare un po' meno le pentole e rubinetterie, ma il tutto ha una spesa. Che puo' valer bene la comodita', ma occorre valutarla personalmente. Io ad esempio, mi strofinero' un po' di piu' le pentole ma ho un aggeggio in meno in mezzo a rischio contaminazione/malfunzionamento.



si ma possiamo discutere una settimana sui pro e contro, ripeto ...non ne farei a meno...vuol dire che son contento e se tanti lo ri-comprano vuol dire che è utile...

ma a me interessava essere utile alla fourumista che chiedeva info e il messaggio che volevo passasse era:

si compralo,è molto utile ma.....npn prendere un baracchino da sottolavabo ma nemmeno fatti infinocchiare con una macchina esagerata come ho fatto io.

prendi una buona macchina guardando il contenuto in resine,installabile a inizio fonte,che non abbia componenti in ferro e guardando nella gamma tra i 500 e max 700 euro che sono più che sufficienti per avere quel che serve.e la lavatrice ti durerà 20 anni consumando anche meno corrente.OK!
 
Ultima modifica:
si ma possiamo discutere una settimana sui pro e contro, ripeto ...non ne farei a meno...vuol dire che son contento e se tanti lo ri-comprano vuol dire che è utile...

ma a me interessava essere utile alla fourumista che chiedeva info e il messaggio che volevo passasse era:

si compralo,è molto utile ma.....npn prendere un baracchino da sottolavabo ma nemmeno fatti infinocchiare con una macchina esagerata come ho fatto io.

prendi una buona macchina guardando il contenuto in resine,installabile a inizio fonte,che non abbia componenti in ferro e guardando nella gamma tra i 500 e max 700 euro che sono più che sufficienti per avere quel che serve.e la lavatrice ti durerà 20 anni consumando anche meno corrente.OK!

Mi sembra che finora stiamo facendo questo... una serie di pareri, una serie di spiegazioni, pro e contro, chi a favore e chi no... Mi sembra utile, no?

O vogliamo solo accettare le opinioni a favore?

Una volta che si hanno le opinioni di tanti, si "tarano" le proprie esigenze e si sceglie. Non e' utile sapere che oltre ai tanti che ne decantno i vantaggi motivatamente c'e' qualcuno che vive bene anche senza, anch'esso motivatamente?

Un amichevole saluto!!!!:bow::bow:

P.S.: i miei hanno buttato una lavatrice che ormai non funzionava piu' dopo 30 anni di uso continuo con acqua che definire dura e' poco (sopra i 40°F, non hanno nessun addolcitore). Nessuna incrostazione. I detersivi contenendo fosfati e zeoliti hanno una funzione anticalcare. Infatti, per acque dure ne serve di piu' perche' parte del loro effetto e' "neutralizzato" dal calcio.

Viceversa, dove abito io abbiamo un addolcitore da condominio che funziona cosi' bene (:mmmm::mmmm:, manutenuto dalla stessa ditta che lo ha installato) che dopo 10 anni ho dovuto ripulire il boiler della caldaia completamente incrostato. In compenso costa una rovina di sale e acqua di lavaggio. E' essenziale tenerlo controllato molto bene.

http://www.iss.it/binary/aqua/cont/Notiziario ISS durezza acqua.1179820668.pdf
 
Secondo me più che della qualità chimica che nel 98% dei casi rientra nei parametri di legge e comunque varia con maggiore difficoltà dovresti pensare alla qualità batteriologica che puoi migliorare con la disinfezione mediante una lampada a raggi UV ... in realtà se la disinfezione con cloro da parte del gestore dell'acquedotto viene fatta bene non servirebbe ma non si può mai essere sicuri
 
Secondo me più che della qualità chimica che nel 98% dei casi rientra nei parametri di legge e comunque varia con maggiore difficoltà dovresti pensare alla qualità batteriologica che puoi migliorare con la disinfezione mediante una lampada a raggi UV ... in realtà se la disinfezione con cloro da parte del gestore dell'acquedotto viene fatta bene non servirebbe ma non si può mai essere sicuri

da questo punto di vista nel comune dove abito ogni 3 mesi fanno l'analisi batteriologica e tarano il dosatore del cloro,ed emettono il bollettino sul notiziario comunale.
l'unica pecca è l'acqua, è purtroppo dura. molti hanno messo le varie macchine addolcitrici.
per i batteri siamo tranquilli.

per i batteri forse bisognerebbe stare più attenti con l'uso degli accumulatori.ogni tanto cercare di mandar su la temperatura anche nella parte bassa.e anche con i filtri classici ,ogni tanto sostituire le cartucce che,sopratutto in estate,sono vere e proprie culture per batteri.
 
documento esaustivo per prendere oculate decisioni nella materia
 

Allegati

  • depuratori.pdf
    20,5 KB · Visite: 916
Indietro