Dexia Crediop in live meeting su FOL

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Si può chiedere al dott. Stefano Catalano cosa ne pensa delle ultime novità che emergono sulla manovra in special modo su quei punti che toccano le banche e i loro clienti!

Gentile altseal,
è indubbio che la nuova normativa influenzi la raccolta delle banche sia in tema di onerosità che di servizi prestati (imposta di bollo sul conto titoli) sia in tema di regime d tassazione delle rendite finanziarie. A parità di tutte le altre condizioni, quest’ultimo fattore richiederà un adeguamento dei rendimenti netti dei titoli bancari. E’ da attendersi che la gamma di offerta bancaria possa anche essere modificata verso prodotti non soggetti ad imposta di bollo su conto titoli. In ogni caso attendiamo l’attuazione di detti provvedimenti.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
perchè i valori degli indici delle index linked non sono presenti sul sito Dexia Crediop con frequenza almeno settimanale?!?!
o devono restare ignoti perchè il parco buoi possa continuare a restare tale?!?!

Gentile ferdo,
Gli indici delle index linked sono fornite dal Calculation Agent. Dexia Crediop non può sostituirsi a tale ente nel fornire tale valore di indicizzazione.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
ultima domanda


considerando lo scarso successo della 2017 5% che state collocando molto lentamente sul mot, al contrario della precedente 4,85% che arrivo' a volumi superiori ai 10milioni al giorno, pensate di continuare a collocare sempre sul mot?con tutta la pubblicita' fatta, penso che il bilancio sia totalmente negativo, sarebbe costato molto meno pagare le commissioni alle banche e farla collocare a loro invece di spendere milioni in pubblicita', o forse avete definitivamente abbandonato l'idea del collocamento attraverso gli sportelli?

Gentile aaaa47,
Da tempo Dexia Crediop ha intrapreso la strategia di collocare titoli direttamente sul mercato obbligazionario di Borsa Italiana. I risparmiatori hanno apprezzato il livello dei rendimenti, la possibilità di risparmiare la commissione di collocamento e di poter controllare in diretta l'andamento dei prezzi. Non ci sono motivi per cambiare strategia. Naturalmente ci sono i rischi a portare avanti tale operatività dovuti all’instabilità dei mercati. D’altro canto, tali rischi sono presenti anche nell’operatività attraverso banche reti (questo tipo di operatività non è assistito da garanzia di collocamento) . L’ investimento che abbiamo fatto nel lanciare l’attività sul MOT, sia in termini finanziario sia in termini di immagine, crediamo sia la chiave giusta per identificare il nostro accesso al mercato. Al tempo stesso, il gradimento mostrato dagli investitori pensiamo ci garantirà sempre più stabilità in tema di volumi raccolti
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
vorrei domandare , dov'è l'impossibilità , per la banca europea , di garantire l'emissioni obbligazionarie dei vari paesi, chiaramente dopo aver vigilato sui loro parametri pil, debito ecc, In questo modo non ci sarebbe + per i mercati il rischio emmittente ,non servirebbero più immissioni di danaro per evitare default dato che il paese riuscirebbe da solo a emettere nuove obbligazioni per rifinanziare il proprio debito al prezzo di mercato non al prezzo di strozzinaggio vedi 15% per il debito greco..........

grazie e saluti


Gentile cloca,
credo di comprendere che lei proponga che la BCE garantisca l’emissioni dei paesi dell’euro. Ci sono però alcuni problemi: in primo luogo tale operatività non è prevista nel mandato della BCE. Inoltre la BCE non ha il compito di vigilare (neanche la Banca d’Italia) su parametri quali PIL e debito. Credo che però nella sua proposta ci siano elementi da prendere in considerazione : è indubbio però che i recenti fatti accaduti sui debiti sovrani nei paesi area euro, impongano ai governi europei un’organizzazione a livello centrale che possa armonizzare e vigilare sulle diverse politiche economiche/fiscali degli stati membri dell’EU. Senza di chè la speculazione, cercherà scuse per colpire, di volta in volta, emittenti maggiormente esposti al debito.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Di recente ALCUNE vostre obbl. sono state vendute SELETIVAMENTE.
Il FOL ha rilevato questa "anomalia" ed ha attribuito questa discesa selettiva alle comunicazione di alcune banche verso la clientela. Il CEO italiano sembra aver confermato cio' (indirettamente) in un'intervista. Siete ancora dello stesso parere?

grazie in anticipo
kino69

Gentile kino69,
Non mi risulta che l’AD di Dexia Crediop abbia rilasciato dichiarazioni in tal senso. Confermo quanto già indicato in atre risposte in questo Forum: le politiche commerciali inopportune effettuate da altre banche hanno colpito in maniera ingiustificata le nostre obbligazioni.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
salve, vorrei sapere perchè, secondo lei, fra tutte le obbligazioni dexia la febbraio 2013 sembra scontare di più certe voci...

Gentile tazmin,
non ho un’interpretazione specifica per le obbligazioni febbraio 2013. Credo però che i suggerimenti inopportuni e politiche commerciali effettuate da alcune banche abbiano avuto una specifica influenza sulle obbligazioni di minor durata residua. L’aspettativa di contenere le perdite in una generalizzata spinta a vendere ha concentrato le stesse sulle durate più brevi. Questo d’altro canto non ha però eliminato il rischio di grosse perdite per i portatori di obbligazioni.
Più in generale Dexia Crediop è parte del Gruppo Dexia e alla fine del processo di vendita (ottobre 2012) farà ancora parte di un gruppo finanziario solido e strutturato in maniera tale da supportare l’attività della stessa per il futuro.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
DOMANDA:


In caso di fallimento di Dexia, fallirebbe anche Dexia Crediop?
un obbligazionista Dexia Crediop avrebbe maggiori garanzie patrimoniali rispetto a un obbligazionista Dexia?

Gentile kingpin,
L’obbligazione Dexia Crediop è garantita esclusivamente dai valori patrimoniali di Dexia Crediop stessa. Non ci sono garanzie da parte della casa madre e del Gruppo Dexia sulle passività Dexia Crediop.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
ROTAZIONE:
Stano cominciando a mollare Telecom per passare a Tiscali. ??
Se un 1 % del capitale di Telecom passa a Tiscali, questa dovrà per forza incrementa di un 144 %
é giusto il ragionamento ??

Gentile rasputink,
rispondo solo a domande su Dexia Crediop e non rilascio valutazioni e/o commenti di altra natura.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Buongiorno dott. Catalano, e grazie per la sua disponibilità.
Volevo chiederle, quale sarà adesso il vostro intervento, e soprattutto qual'è stata veramente la causa scatenante dei crolli di prezzo così repentini che hanno subito le vostre emissioni. Grazie

Gentile CristianF,
come già detto in altri punti, l’abbassamento del rating è certamente una motivazione per la quale alcuni obbligazionisti possano aver deciso di alleggerire le posizioni di Dexia Crediop nel loro portafoglio. Tuttavia l’entità delle vendite rilevate, la concentrazione in un ridotto periodo temporale e la presenza di consistenti flussi di vendita solo su alcuni titoli fa propendere per fattori esogeni alla riduzione del rating stesso. Gli avvisi che alcune banche hanno inviato alla propria clientela e le successive incessanti e insistenti telefonate con proposte di investimento alternativo credo possano spiegare tale fenomeno più che la riduzione del rating stesso.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
una difficolta della casa madre Dexia, come impatterebbe sulla capacità di rimborso dei bond di Dexia Crediop?

Gentile luperf,
Dexia Crediop ha mezzi finanziari autonomi che consentono il rimborso delle proprie passività finanziarie.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
L'unico problema che vedo all'orizzonte per Dexia Crediop è il canale utilizzato per finanziare l'attività. Senza l'ausilio di gruppi dotati di grande forza distributiva, Ci sono allo studio soluzioni per diversificare la fonte di approvvigionamento e non essere troppo penalizzati dall'elevata concorrenza che si verificherà nel mercato delle emissioni obbligazionarie.

Gentile bancale,
in parte ho già risposto a vik1930 e le confermo che Da tempo Dexia Crediop ha intrapreso la strategia di collocare titoli direttamente sul mercato obbligazionario di Borsa Italiana. I risparmiatori hanno apprezzato il livello dei rendimenti, la possibilità di risparmiare la commissione di collocamento e di poter controllare in diretta l'andamento dei prezzi.

La provvista obbligazionaria unsecured è però una delle diverse forme di finanziamento. Dexia Crediop ha in avanzata fase di realizzazione un suo programma di covered bond. Nell'attesa della sua realizzazione potrà sempre contare sulle possibilità di finanziamento dei veicoli AAA del Gruppo Dexia, ovvero Dexia Municipal Agency e DKD.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
buongiorno dottor catalano sono il signor fortugno giuseppe niknaim buttozzo ci siamo conosciuti per via telefono nei giorni critici la mia domanda e' questa come vi siete tutelati nei confronti di isp e deve dirci la verita' su questo argomento e quale e' la situazione per il 2012 da chi verrete incorporati ? la ringrazio buona giornata

Gentile fortugno,
ho già risposto precedentemente alle sue domande.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
ripropongo le domande dell'amico del forum aaaa47,che non essendo presente non può partecipare alla discussione:
1) sul forum spesso si discute dei legami dexia - dexia crediop. Puo' dirci in parole semplici chi garantisce i bond presenti sul MOT? se dexia (casa madre ) fallisce, anche i bond emessi dal vecchio crediop vanno in default? Puo' fallire solo la parte italiana e quindi andare in default solo gli isin presenti sul mot emessi dal crediop? queste domande sono molto ricorrenti sul forum
2) com'e' possibile che noi sul forum abbiamo notato SUBITO i cali di alcuni isin crediop, mentre voi li avete notati solo dopo che alcuni vi hanno telefonato? e la consob non si accorge di niente? parliamo di isin che da un giorno all'altro sono passati da 200mila euro medio al giorno a circa DIECIMILIONI scambiati (tutti sul denaro).Noi abbiamo saputo quasi subito che ISP stava "invitando" (addirittura telefonando a casa) i clienti che avevano troppe dexia a venderle, voi non ne sapevate niente?
3) i rendimenti di alcune dexia sono ancora oggi ASSURDI . per esempio la 15 febb 2015 (quindi meno di 4 anni) rende circa 8,50% LORDO. In quel caso pero' e' il MM a venderle (e' sempre presente in lettera con 250mila nominali) Perche' il MM le "svende" a colpi di 250mila a quel prezzo quando in europa ma anche sul mot (la 4,85% o la 5% da voi collocata) durano di piu' e rendono MOOLTO MENO?
4) quando ci sono disallineamenti sul mercato, di solito i "grossi" ne approfittano portando in breve tempo i prezzi al giusto livello. perche' con le CREDIOP non e' successo? il disallineamento dura ormai da oltre un mese...
5) l'anno scorso se non sbaglio il crediop ha ricomprato 2MLD del proprio debito con un guadagno ridicolo. I MM che in questi giorni hanno accumulato milioni e milioni di dexia, che fanno? le portano a scadenza? ve le restituiscono? e a che prezzo le ricomprate voi dai MM visto che mi pare di capire che voi non potete ricomprarle direttamente sul mercato? le ricomprare ad un prezzo prefissato? o magari le ricomprate per esempio il 1 luglio ad un prezzo calcolato sulla media di giugno?
6) si discute molto sul forum del fatto che molti istituzionali abbiano venduto i bond crediop facendone scendere il prezzo, ipotesi non condivisa da me in quanto, per quello che ne so, gli isin sul mot e tlx sono principalmente in mano ai privati. Lei puo' confermare che il grosso dei vostri bond e' in mano al retail? Parliamo quindi di circa un milione di persone che ha dexia (calcolando 15MLD di bond crediop e una media di 15mila a testa)
7) sul forum qualcuno ha attribuito la causa dei crolli ad una put esercitata da una banca mi pare inglese su un bond DEXIA. Io non vedo nessun collegamento tra le due cose. Puo' spiegarci cos'era quella PUT su un prestito dexia?
8) lei ovviamente e' al corrente del fatto che banca IMI e' il MM degli isin dexia oggetto dei crolli.. visto che la consob ci mette DUE secondi a controllare da dove arrivavano gli ordini in vendita (filiali ISP) e chi le comprava (MM ISP) non pensa che ci siano gli estremi per una bella inchiesta?
ultima domanda che reputo molto IMPORTANTE

9) CHe cosa ne pensa del fatto che le banche dovrebbero avvisare i clienti in caso di downgrade del rating degli ISIN che hanno in portafogli? Secondo me e' giusto che la banca avvisi il cliente del downgrade, pero' questo avviso deve essere fatto IMMEDIATAMENTE e non dopo 15-20 giorni. Pero' il fatto di avvisare per esempio un milione di persone di un downgrade (e quindi rischio aumentato) genera inevitabilmente delle vendite che poi di fatto fanno crollare i prezzi visto che i MM non sono obbligati a sostenere le quotazioni (non lavorano per beneficenza). Come se ne esce da questa situazione?

Genitle ale78, ho già risposto alle domande poste da aaaa47 che Lei mi sta riproponendo.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
riguardo alla cessione del Crediop, può almeno dirci se ci sono state manifestazioni di interesse?

Gentile ferdo,
come già risposto ad altre domande simili, visto che il processo di vendita è ancora in corso ritengo inopportuno fare riflessioni specifiche in merito.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Dottor Catalano, buongiorno.

Le chiedo cortesemente:

- secondo Lei, quand'è che la Borsa di Milano tornerà a dare positive soddisfazioni ai piccoli investitori?

- su TelecomItalia: tre anni fa quando il debito era intorno ai 39Mld€ si è fatta scendere la quotazione per il debito; ora che il debito è sotto i 30 Mld€ il titolo è sceso ancora ed è, come Lei ben sà, sotto l'euro da più di un mese: sà dare una spiegazione e prospettive?

La ringrazio e saluto cordialmente Lei e la Direzione di Finanzaonline.


Gentile Ciacco99,
rispondo solo a domande su Dexia Crediop e non rilascio valutazioni e/o commenti di altra natura.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Buongiorno dott. Catalano,
Grazie per i suoi interventi, sotto posto alcune domande poste da parte di un utente molto preparato del forum, a cui mi piacerebbe rispondesse.
Un saluto

Buongiorno dott. Catalano, grazie per essere venuto sul fol a rispondere ai nostri dubbi
Premetto che ho diverse domande in quanto ho sempre creduto in dexia anche durante i crolli post-lehman e durante il recente crollo sono entrato, come si dice "all-in", investendo anche soldi che mi sono fatto prestare impegnando di fatto la casa (per me questi crolli sono un rigore a porta vuota..)
veniamo alle domande
1) sul forum spesso si discute dei legami dexia - dexia crediop. Puo' dirci in parole semplici chi garantisce i bond presenti sul MOT? se dexia (casa madre ) fallisce, anche i bond emessi dal vecchio crediop vanno in default? Puo' fallire solo la parte italiana e quindi andare in default solo gli isin presenti sul mot emessi dal crediop? queste domande sono molto ricorrenti sul forum
2) com'e' possibile che noi sul forum abbiamo notato SUBITO i cali di alcuni isin crediop, mentre voi li avete notati solo dopo che alcuni vi hanno telefonato? e la consob non si accorge di niente? parliamo di isin che da un giorno all'altro sono passati da 200mila euro medio al giorno a circa DIECIMILIONI scambiati (tutti sul denaro).Noi abbiamo saputo quasi subito che ISP stava "invitando" (addirittura telefonando a casa) i clienti che avevano troppe dexia a venderle, voi non ne sapevate niente?
3) i rendimenti di alcune dexia sono ancora oggi ASSURDI . per esempio la 15 febb 2015 (quindi meno di 4 anni) rende circa 8,50% LORDO. In quel caso pero' e' il MM a venderle (e' sempre presente in lettera con 250mila nominali) Perche' il MM le "svende" a colpi di 250mila a quel prezzo quando in europa ma anche sul mot (la 4,85% o la 5% da voi collocata) durano di piu' e rendono MOOLTO MENO?
4) quando ci sono disallineamenti sul mercato, di solito i "grossi" ne approfittano portando in breve tempo i prezzi al giusto livello. perche' con le CREDIOP non e' successo? il disallineamento dura ormai da oltre un mese...
5) l'anno scorso se non sbaglio il crediop ha ricomprato 2MLD del proprio debito con un guadagno ridicolo. I MM che in questi giorni hanno accumulato milioni e milioni di dexia, che fanno? le portano a scadenza? ve le restituiscono? e a che prezzo le ricomprate voi dai MM visto che mi pare di capire che voi non potete ricomprarle direttamente sul mercato? le ricomprare ad un prezzo prefissato? o magari le ricomprate per esempio il 1 luglio ad un prezzo calcolato sulla media di giugno?
6) si discute molto sul forum del fatto che molti istituzionali abbiano venduto i bond crediop facendone scendere il prezzo, ipotesi non condivisa da me in quanto, per quello che ne so, gli isin sul mot e tlx sono principalmente in mano ai privati. Lei puo' confermare che il grosso dei vostri bond e' in mano al retail? Parliamo quindi di circa un milione di persone che ha dexia (calcolando 15MLD di bond crediop e una media di 15mila a testa)
7) sul forum qualcuno ha attribuito la causa dei crolli ad una put esercitata da una banca mi pare inglese su un bond DEXIA. Io non vedo nessun collegamento tra le due cose. Puo' spiegarci cos'era quella PUT su un prestito dexia?
8) lei ovviamente e' al corrente del fatto che banca IMI e' il MM degli isin dexia oggetto dei crolli.. visto che la consob ci mette DUE secondi a controllare da dove arrivavano gli ordini in vendita (filiali ISP) e chi le comprava (MM ISP) non pensa che ci siano gli estremi per una bella inchiesta?
ultima domanda che reputo molto IMPORTANTE

9) CHe cosa ne pensa del fatto che le banche dovrebbero avvisare i clienti in caso di downgrade del rating degli ISIN che hanno in portafogli? Secondo me e' giusto che la banca avvisi il cliente del downgrade, pero' questo avviso deve essere fatto IMMEDIATAMENTE e non dopo 15-20 giorni. Pero' il fatto di avvisare per esempio un milione di persone di un downgrade (e quindi rischio aumentato) genera inevitabilmente delle vendite che poi di fatto fanno crollare i prezzi visto che i MM non sono obbligati a sostenere le quotazioni (non lavorano per beneficenza). Come se ne esce da questa situazione?

Grazie per le eventuali risposte

Gentile benhur1976,
ho già risposto a queste domande poste da aaaa47 che Lei mi sta riproponendo.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
conoscendo la rilevante esposizione Dexia nei confronti dela Grecia, un investitore dovrebbe sentirsi in posizione confortevole ad investire nei bond Dexia Crediop?

Gentile ferdo,
preciso che il Gruppo Dexia, anche nel caso in cui ci fosse un haircut del 50% sull’esposizione dei paesi periferici dei valori nominali in portafoglio, avrebbe il Tier 1 comunque superiore al 10%.
Per quanto riguarda Dexia Crediop, ribadisco quanto già detto ad altri utenti: Dexia Crediop ha una forte capitalizzazione. Al 31 dicembre 2010 il Tier 1 era pari al 15,07% ed il Total Capital Ratio era pari al 20,6%: entrambi ratios erano in aumento rispetto all'anno precedente a dimostrazione della solidità della Banca. I dati al 30 giugno non sono ancora disponibili, ma dalle proiezioni viene confermata la solidità patrimoniale della Banca e le proiezioni dei risultati economici sono positive e migliori delle previsioni del piano finanziario. Infine la scorsa settimana Standard & Poor’s ha rimosso Dexia Crediop dal Credit Watch (con implicazioni negative), confermando alla banca il rating di lungo termine (A-) e di breve termine (A-2).
L’Outlook è developing. La valutazione dell’agenzia di rating tiene conto del sostegno a Dexia Crediop da parte del gruppo Dexia, cui esso fa riferimento attraverso la controllante Dexia Crédit Local, il cui rating a lungo termine è stato anche confermato al livello “A”; l’outlook è negative.
Infine Dexia Crediop non ha alcuna esposizione verso la Grecia.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
avete valutato/state valutando se intraprendere qualche iniziativa seguente la comunicazione che qualche banca ha inviato ai propri clienti per comunicare il vs downgrade e soprattutto per modificare l'asset allocation qualora l'esposizione in dossier titoli fosse superiore a una data percentuale?

Gentile fondichiusiagogo,
non facciamo commenti in merito.
 

Stefano Catalano

Direttore Finanza
Registrato
3/7/11
Messaggi
53
Punti reazioni
0
Avete in programma / state riacquistando loe vostre obbligazioni che quotano a sconto ?

Gentile andrea82,
come già risposto ad altre domande simili, Le confermo che Dexia Crediop in genere attua politiche di riacquisto sul mercato secondario al fine di garantire liquidità ai propri titoli. Nel caso specifico Dexia Crediop si è astenuta dall’intervenire per non favorire politiche commerciali inopportune attuate da alcune banche.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.