Dice il sociologo che Grillo "cavalca la parte inqazzata ma ignorante degli italiani

  • Arrivederci caro Giova10!

    Con grande rammarico vi comunichiamo che l'utente Giova10 ci ha lasciati. Lo ricorderemo sempre come un utente pieno di energia, vivace, diretto, onesto e brillante. Per chi volesse fargli l'ultimo saluto, qui è stato aperto un thread a lui dedicato: "In ricordo di Giova10". Vicini nel dolore, FinanzaOnline porge le più sentite sincere condoglianze alla famiglia e i suoi amici più cari che oggi scrivono qui nel forum.

    Staff | FinanzaOnline
questo dimostrerebbe che lauree e diplomi non ti salvano dall'imbècillità politica.....:cool:

in effetti è estremamente intelligente continuare con la politica degli ultimi vent'anni... benessere e progresso a badilate.:o
 
Sull'ignoranza, soprattutto dei grillini della prima ora, avrei pesanti perplessità, ho visto delle belle teste in M5S, incàzzàti sicuramente si. Che poi la marea montante del movimento si tiri dentro di tutto, dopo, è altro paio di maniche

Poi, si può essere incàzzati e intelligenti e comunque scegliere la strada più rischiosa e magari anche quella sbagliata, ma questo è un altro paio di maniche che con l'intelligenza centra poco.

Chi ritiene che il mondo politico di un paese sia lo specchio del suo elettorato non può seguire la linea Grillo, che recita "prima spacchiamo tutto poi dalle macerie ripartiamo da zero": piuttosto cerca strade molto più a lungo termine che lentamente modifichino il modo collettivo di pensare dell'elettorato, i cambiamenti duraturi richiedono tempi lunghi, storicamente parlando

Chi invece ritiene che il motore primo delle scelte dell'elettorato sia il mondo politico, che sia prima di tutto il mondo politico a condizionare l'elettorato e non il contrario, fa benissimo a seguire Grillo: non è un fatto di intelligenza, è una diversa analisi della realtà

A quale dei due partiti appartengo e perchè credo di averlo spiegato anche troppe volte, ma questa storia dell'intelligenza ... mah.

PS: che Grillo in questo momento cerchi soprattutto soldati che obbediscano senza fare troppe domande e porsi molti problemi non lo escludo mica, anzi, ma si può essere soldati senza per questo essere poco intelligenti: Grillo è una cosa, i grillini, in buona parte, altro. Le generalizzazioni non mi sono mai piaciute
 
Con tutto il rispetto, vedo che una parte anzianotta del paese non ci sta capendo proprio una mazza, sarà lo stipendio sicuro del passato, sarà la pensione sostanziosa come penso sia anche quella del soggetto in questione.
 
Con tutto il rispetto, vedo che una parte anzianotta del paese non ci sta capendo proprio una mazza, sarà lo stipendio sicuro del passato, sarà la pensione sostanziosa come penso sia anche quella del soggetto in questione.

è la paura che qualcuno si possa fare domande sui famosi "diritti acquisiti"
 
Sull'ignoranza, soprattutto dei grillini della prima ora, avrei pesanti perplessità, ho visto delle belle teste in M5S, incàzzàti sicuramente si. Che poi la marea montante del movimento si tiri dentro di tutto, dopo, è altro paio di maniche

Poi, si può essere incàzzati e intelligenti e comunque scegliere la strada più rischiosa e magari anche quella sbagliata, ma questo è un altro paio di maniche che con l'intelligenza centra poco.

Chi ritiene che il mondo politico di un paese sia lo specchio del suo elettorato non può seguire la linea Grillo, che recita "prima spacchiamo tutto poi dalle macerie ripartiamo da zero": piuttosto cerca strade molto più a lungo termine che lentamente modifichino il modo collettivo di pensare dell'elettorato, i cambiamenti duraturi richiedono tempi lunghi, storicamente parlando

Chi invece ritiene che il motore primo delle scelte dell'elettorato sia il mondo politico, che sia prima di tutto il mondo politico a condizionare l'elettorato e non il contrario, fa benissimo a seguire Grillo: non è un fatto di intelligenza, è una diversa analisi della realtà

A quale dei due partiti appartengo e perchè credo di averlo spiegato anche troppe volte, ma questa storia dell'intelligenza ... mah.

PS: che Grillo in questo momento cerchi soprattutto soldati che obbediscano senza fare troppe domande e porsi molti problemi non lo escludo mica, anzi, ma si può essere soldati senza per questo essere poco intelligenti: Grillo è una cosa, i grillini, in buona parte, altro. Le generalizzazioni non mi sono mai piaciute
Direi un'analisi equilibrata OK!
 
....Grillo è la "miccia"....quando termina...sono C.azzi...
 
Chi ritiene che il mondo politico di un paese sia lo specchio del suo elettorato non può seguire la linea Grillo, che recita "prima spacchiamo tutto poi dalle macerie ripartiamo da zero": piuttosto cerca strade molto più a lungo termine che lentamente modifichino il modo collettivo di pensare dell'elettorato, i cambiamenti duraturi richiedono tempi lunghi, storicamente parlando

Buon natale. :)

Sbagli. Grillo sa benissimo che senza un cambiamento di mentalità da parte dei cittadini, cambiare classe politica non servirebbe a nulla. Mandare 100 "grillini" in parlamento e sperare che ti risolvano i problemi vuol dire non aver capito nulla del movimento e del "grillo pensiero".

Ma Grillo sa altrettanto bene che la politica è l'obbiettivo centrale, in quanto sede del potere legislativo ed esecutivo (e in buona parte anche giuridico). Per questo convoglia gran parte delle energie nel creare una nuova classe politica e azzerare quella presente.
 
Ultima modifica:
Sull'ignoranza, soprattutto dei grillini della prima ora, avrei pesanti perplessità, ho visto delle belle teste in M5S, incàzzàti sicuramente si. Che poi la marea montante del movimento si tiri dentro di tutto, dopo, è altro paio di maniche

Poi, si può essere incàzzati e intelligenti e comunque scegliere la strada più rischiosa e magari anche quella sbagliata, ma questo è un altro paio di maniche che con l'intelligenza centra poco.

Chi ritiene che il mondo politico di un paese sia lo specchio del suo elettorato non può seguire la linea Grillo, che recita "prima spacchiamo tutto poi dalle macerie ripartiamo da zero": piuttosto cerca strade molto più a lungo termine che lentamente modifichino il modo collettivo di pensare dell'elettorato, i cambiamenti duraturi richiedono tempi lunghi, storicamente parlando

Chi invece ritiene che il motore primo delle scelte dell'elettorato sia il mondo politico, che sia prima di tutto il mondo politico a condizionare l'elettorato e non il contrario, fa benissimo a seguire Grillo: non è un fatto di intelligenza, è una diversa analisi della realtà

A quale dei due partiti appartengo e perchè credo di averlo spiegato anche troppe volte, ma questa storia dell'intelligenza ... mah.

PS: che Grillo in questo momento cerchi soprattutto soldati che obbediscano senza fare troppe domande e porsi molti problemi non lo escludo mica, anzi, ma si può essere soldati senza per questo essere poco intelligenti: Grillo è una cosa, i grillini, in buona parte, altro. Le generalizzazioni non mi sono mai piaciute

Condivido.

Aggiungerei che l'idea grillina dello "spacchiamo tutto e poi si riparte dalle macerie" potrebbe essere anche di non facile attuazione,nel senso che qualcuno potrebbe spaccare lui prima....:cool:
 
ignorante non direi, facilona sicuramente sì. E tra i faciloni metto molti laureati.;)
 
A me preoccupa invece quell'80% di ingenui, disattenti, distratti, ignavi e assenti elettori che non sono incaxxati.

Evidentemente Rai, Mediaset, Corriere e Repubblica, PD e PDL sanno fare bene il loro mestiere di assopitori di masse.
 
A me preoccupa invece quell'80% di ingenui, disattenti, distratti, ignavi e assenti elettori che non sono incaxxati.

Evidentemente Rai, Mediaset, Corriere e Repubblica, PD e PDL sanno fare bene il loro mestiere di assopitori di masse.
OK!
 
e tu hai il coraggio di dire che il fatto che tutta l'europa sia nella mierdas sia solo ed esclusivamente colpa di berlusconi ???????????????? sei tu che vivi nel mondo delle nuvole!
 
e tu hai il coraggio di dire che il fatto che tutta l'europa sia nella mierdas sia solo ed esclusivamente colpa di berlusconi ???????????????? sei tu che vivi nel mondo delle nuvole!

Sì, sì, è quello che ho scritto.:yes:


Mi hanno insegnato che ad una certa categoria di persone è meglio dare sempre ragione, non si sa mai diventino pericolose
 
certo che l-articolo basato di prendere esempio dal brasile certo non é per le universitá......... in se... ma per per il governo che da dignitá al popolo facendolo campare e aquisire ricchezza................

poi avesse parlato almeno dell-esempio di]elle condanne al carcere (non ancora eseguito per richiesta del presidente dato che non scapperaanno) dicevo carcere per i politici corrotti..... mica li mandano in convento a pentirsi...............
 
Indietro