dichiarazione debitoria forma valore etc etc

azionabile

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
10/2/04
Messaggi
167
Punti reazioni
19
qualcuno sa ' dirmi qualcosa?
 
se si allude al "riconoscimento del debito", esso comporta l'inversione dell'onere della prova sull'esistenza dell'obbligazione, e sulla base della stessa dichiarazione documentata può essere ottenuta un'ingiunzione di pagamento. Può essere indicata o meno nella dichiarazione la causa che ha originato la obbligazione, tuttavia nel ricorso per decreto ingiuntivo va indicata la causa petendi (il fatto che ha dato luogo alla pretesa creditoria). Potrebbe, ad esempio, discendere da un debito di gioco!! con le ovvie conseguenze di disciplina. Per la forma, è sufficiente - ai fini della prova per ottenere il decreto ingiuntivo - la sottoscrizione, anche non autenticata, del debitore.
 
Scritto da Verm & Solitair
se si allude al "riconoscimento del debito", esso comporta l'inversione dell'onere della prova sull'esistenza dell'obbligazione, e sulla base della stessa dichiarazione documentata può essere ottenuta un'ingiunzione di pagamento. Può essere indicata o meno nella dichiarazione la causa che ha originato la obbligazione, tuttavia nel ricorso per decreto ingiuntivo va indicata la causa petendi (il fatto che ha dato luogo alla pretesa creditoria). Potrebbe, ad esempio, discendere da un debito di gioco!! con le ovvie conseguenze di disciplina. Per la forma, è sufficiente - ai fini della prova per ottenere il decreto ingiuntivo - la sottoscrizione, anche non autenticata, del debitore.
e se in essa si sostiene che ilpagamento va effettuato con cadenza mensile....si puo invocare la prescrizione dei 5 anni?
 
Scritto da azionabile
e se in essa si sostiene che ilpagamento va effettuato con cadenza mensile....si puo invocare la prescrizione dei 5 anni?
poniamo il caso sei anni fa mio padre che poi e' morto(quindi io eredo)abbia firmato una dichiarazione debitori anella quale si impgnava a risarcire un debito ad un apersona ....pagando rate mensili fino al raggiungimento del saldo....che dopo sei anni il creditore che mai si era fatto vivo prima ...mi scrriva in quanto erede sostenendo che da un controllo del fascicolo nn riesce atrovare alcune ricevute di versamento...e per tanto mi invita dopo sei anni a faxargli le mie(quelle di mio padre)....ed in caso contrario chiedera il resto x il saldo....io che minkia facciO?...nn trovando alkuna ricevuta?
 
..

la ricognizione del debito dispensa appunto dal provare il rapporto dal quale trae origine il debito, perchè appunto il debitore la riconosce: che effetti ha?
1) inversione onere prova (ma qui interessa poco);
2) 2944, che è ciò che ci interessa qui, il riconoscimento del debito, interrompe la prescrizione, facendo quindi ripartire il termine per l' adempimento dell' obbligazione nascente da rapporto sottostante. Quale è il rapporto sottostante?:confused:
 
e si tratta di sapere

se si tratta di rate saltate o se si tratta poi di blocco nel pagamento, per il termine di decorrenza
 
Indietro