Domanda sulla guerra in Ucraina

Erminio Ottone

Memento Audere Semper
Registrato
22/7/00
Messaggi
47.574
Punti reazioni
3.793
Con il memorandum di Budapest, secondo il quale la Russia si era impegnata a rispettare l'integrità territoriale dell'Ucraina, quest’ultima ha rinunciato alle armi nucleari che aveva ereditato dall’Unione Sovietica. Ora la mia domanda: se l'Ucraina avesse mantenuto i suoi arsenali nucleari, fregandosene dell’accorgo, la Russia avrebbe mai osato attaccarla?
 
Con il memorandum di Budapest, secondo il quale la Russia si era impegnata a rispettare l'integrità territoriale dell'Ucraina, quest’ultima ha rinunciato alle armi nucleari che aveva ereditato dall’Unione Sovietica. Ora la mia domanda: se l'Ucraina avesse mantenuto i suoi arsenali nucleari, fregandosene dell’accorgo, la Russia avrebbe mai osato attaccarla?
Ovvio che no. Dai un centinaio di nucleari a taiwan vedi che anche alla china passa la voglia....
 
Quindi, possiamo affermare (per assurdo) che la deterrenza atomica crea equilibrio. La denuclearizzazione crea caos.
assolutamente si, se tutti avessero soltanto armi nucleari la pace nel mondo sarebbe assicurata :yes:
fino a quando uno dei capi di stato inganna l'infermiere, non prende la dose quotidiana di valium e lancia le sue atomiche :D

ps
scherzi a parte, la guerra tra usa e urss non è scoppiata unicamente per quello
 
Ora la mia domanda: se l'Ucraina avesse mantenuto i suoi arsenali nucleari, fregandosene dell’accorgo, la Russia avrebbe mai osato attaccarla?
Non so se l'Ucraina, tenendo quelle testate nucleari, sarebbe anche stata tecnicamente in grado di usarle.
Non so come funzionasse nel mondo sovietico, ma le armi nucleari seguono una particolare catena di comando e custodia per evitare che qualche matto le usi quando sono disolcate all'estero anche in paesi alleati (pensiamo anche alle armi nucleari Usa da noi o in Olanda, che nessuo puo decidere di usare...)
Quel che è sicuro è che anche se fosse stato possibile l'Ucraina, il Kazakistan e altri paesi ex-sovietici che le avevano nel loro territorio dovevano darle alla Russia pena il totale isolamento internazionale.
Per rispondere alla tua domanda il problema delle armi nucleari è che se le lanci poi vieni immediatamente nuclearizzato, quindi anche se ti invadono non è semplice usarle, ma forse Vladimiro visto il rapporto rischio/guadagno non avrebbe invaso.
In realtà sarebbe bastato avere delle armi decenti a lungo raggio (500-1000km) ed in quantità in grado di colpire non dico Mosca e San Pietroburgo, ma minacciare le basi militari in Crimea o quelle all'interno della Russia per peggiorare drasticamente il raporto tra rischio/guadagno e scoraggiare l'invasione.
 
Non saprei quanto possa fungere da deterrente. Israele se ne sbatte e bombarda l'Iran comunque.
Indipercui secondo me Putin avrebbe invaso comunque l'Ucraina.

Pure pakistani e indiani continuano a scannarsi fra loro.

E poi anche se dovesse fare anche solo parzialmente da deterrente questo non spiega perchè costruirne tante da nuclearizzare il pianeta centinaia di volte. Da questo punto di vista i "pacifinti" hanno tutte le ragioni dalla loro parte.
 
Ultima modifica:
ps
scherzi a parte, la guerra tra usa e urss non è scoppiata unicamente per quello
Hanno scelto altri scenari per farsi la guerra: Corea, Vietnam, Afghanistan, ecc...
Quindi non è che abbia fatto molto da deterrente.

Ancora una volta la risposta PER ME è no, Putin avrebbe comunque invaso l'Ucraina e nessuno avrebbe usato testate nucleari.
 
Ultima modifica:
Con il memorandum di Budapest, secondo il quale la Russia si era impegnata a rispettare l'integrità territoriale dell'Ucraina, quest’ultima ha rinunciato alle armi nucleari che aveva ereditato dall’Unione Sovietica. Ora la mia domanda: se l'Ucraina avesse mantenuto i suoi arsenali nucleari, fregandosene dell’accorgo, la Russia avrebbe mai osato attaccarla?
Sì, così come Israele attacca Iran e viceversa (due potenze nucleari).
La deterrenza nucleare non esiste oggigiorno.
 
Quindi, possiamo affermare (per assurdo) che la deterrenza atomica crea equilibrio. La denuclearizzazione crea caos.
Immagina se tutti girassero con la pistola nella fondina. Quanti crimini e terroristi in meno ci sarebbero?
Poi, ognuno risponderebbe di come usa l'arma, ma sarebbe un mondo completamente diverso e migliore.
 
Immagina se tutti girassero con la pistola nella fondina. Quanti crimini e terroristi in meno ci sarebbero?
Poi, ognuno risponderebbe di come usa l'arma, ma sarebbe un mondo completamente diverso e migliore.
Ci sarebbero molti più delitti come nel far-west
 
Immagina se tutti girassero con la pistola nella fondina. Quanti crimini e terroristi in meno ci sarebbero?
Poi, ognuno risponderebbe di come usa l'arma, ma sarebbe un mondo completamente diverso e migliore.
facendo un confronto con gli usa dove gira almeno il 50%, direi almeno il 2000% in più :D
 
facendo un confronto con gli usa dove gira almeno il 50%, direi almeno il 2000% in più :D
Russo medio man ti mancano le armi?
Niente paura Putin te le procura e ti procura anche il poligono di tiro
sarai ben contento di servirlo
 
Ultima modifica:
Con il memorandum di Budapest, secondo il quale la Russia si era impegnata a rispettare l'integrità territoriale dell'Ucraina, quest’ultima ha rinunciato alle armi nucleari che aveva ereditato dall’Unione Sovietica. Ora la mia domanda: se l'Ucraina avesse mantenuto i suoi arsenali nucleari, fregandosene dell’accorgo, la Russia avrebbe mai osato attaccarla?
Se l'Ucraina NON consegnava le atomiche la Russia non ne avrebbe MAI accettato l'indipendenza.
Inoltre bisognerebbe sapere a quel tempo chi aveva il controllo degli arsenali nucleari dislocati in Ucraina.

Mutatis mutandis

Non penserete mica che il controllo delle atomiche dislocate in Italia ce l'abbiamo noi italiani....al massimo a noi in quegli uffici ci è consentito di pulire i cessi.....
vedi Caserma Ederle di Vicensa,
 
però ci sono le armi atomiche cosidette tattiche

già dispiegate in bielorussia e pronte all'uso....

occhio
 
Indietro