Domanda tecnica sulla vendita di titoli

swaption

Rossonero a vita
Registrato
12/2/02
Messaggi
441
Punti reazioni
0
Che differenza c'è tra prezzo di riferimento e prezzo ufficiale ? Se uno è 100,7 e l'ufficiale è 100,6 , se io il giorno dopo volessi vendere i titoli e in teoria potessi farlo a uno dei due prezzi sopra , a quale ? Perchè a volte c'è così differenza ? Se il riferimento è calcolato sull'ulitmo 10 % di scambi , a cosa serve poi ?

Grazie

ps : ma per i bond in preapertura funziona come con le azioni ?
 
Hai detto giusto, il prezzo di riferimento è calcolato sulla media ponderata dell'ultimo 10% di trattazioni, e quindi è molto più indicativo di un prezzo ufficiale in quanto indica la tendenza dell'azione!
La differenza che a volte esiste nei due prezzi è proprio il riflesso dell'andamento del giornata borsistica!
Hola
 
Se non ricordo male: prezzo ufficiale è il prezzo di chiusura, ultimo battuto, l'indice che lo rappresenta è il Mibtel.
Prezzo di riferimento è come già detto la media dei prezzi dell'ultimo 10% di volumi scambiati, indice che lo rappresenta è l'indice Comit.

ciao
Marco
 
Ma se io voglio vendere , vendo a quello ufficiale giusto ? Non a quello di riferimento , che da quanto ho capito serve per calcolare la variazione sui prezzi del giorno dopo .
 
Scritto da swaption
Ma se io voglio vendere , vendo a quello ufficiale giusto ? Non a quello di riferimento , che da quanto ho capito serve per calcolare la variazione sui prezzi del giorno dopo .

A nessuno dei due.
Lo vendi al prezzo che ti da il mercato al momento di immissione dell'ordine. O al prezzo che si forma in asta di apertura o in asta di chiusura.

Cmq, rileggendo bene il tuo primo post, se si parla in teoria allora è più corretto prendere il prezzo ufficiale.

Il prezzo di riferimento serve per evitare che qualcuno entri a mercato negli ultimi secondi e "mangi" alcuni livelli di book per tirare su o giù il prezzo di chiusura del titolo. Cosa che avviene cmq, ma almeno altera poco il prezzo di riferimento di chiusura.

ciao
Marco
 
???!!!

Scritto da marcotrader
Se non ricordo male: prezzo ufficiale è il prezzo di chiusura, ultimo battuto, l'indice che lo rappresenta è il Mibtel.
Prezzo di riferimento è come già detto la media dei prezzi dell'ultimo 10% di volumi scambiati, indice che lo rappresenta è l'indice Comit.

ciao
Marco

Il prezzo ufficiale è il prezzo di chiusura???!!! Scusa ma non significa nulla!
Il prezzo ufficiale è la media ponderata dei prezzi di tutta la giornata!
L'indice che lo rappresenta è il mibtel???!!!
Il mibtel rappresenta un indice che contieni tettute le azioni della borsa di Milano, ponderato su capitalizzazione e flottante!
Il comit rappresenta il prezzo di riferimento???!!!
Il comit è un altro indice riferito all'intero mercato azionario! Si basa su altri parametri.
Scusa le precisazioni
 
Scritto da swaption
Ma se io voglio vendere , vendo a quello ufficiale giusto ? Non a quello di riferimento , che da quanto ho capito serve per calcolare la variazione sui prezzi del giorno dopo .

Le variazioni le trovi riferite sia al prezzo ufficale che al prezzo di riferimento, quelle riferite a prezzo di riferimento sono più indicative!
 
Re: ???!!!

Scritto da Usco
Il prezzo ufficiale è il prezzo di chiusura???!!! Scusa ma non significa nulla!
Il prezzo ufficiale è la media ponderata dei prezzi di tutta la giornata!
L'indice che lo rappresenta è il mibtel???!!!
Il mibtel rappresenta un indice che contieni tettute le azioni della borsa di Milano, ponderato su capitalizzazione e flottante!
Il comit rappresenta il prezzo di riferimento???!!!
Il comit è un altro indice riferito all'intero mercato azionario! Si basa su altri parametri.
Scusa le precisazioni

Caro Usco,
mi hai preso giustamente a schiaffoni (anche se avevo scritto se non ricordo male, ok ricordavo male) e allora ho fatto una piccola ricerca su fonti ufficiali, che sparo qui in tutta la sua lunghezza.

"Prezzo ufficiale”
Indica:
a) nel mercato MTA, il prezzo medio ponderato per le
relative quantità di tutti i contratti conclusi durante la
seduta, eccezion fatta per i contratti eseguiti con la
funzione di cross-order;
b) nel mercato MCW, il prezzo medio ponderato relativo
all’ultimo 10% del quantitativo scambiato nella seduta,
eccezion fatta per i contratti eseguiti con la funzione di
cross-oder;
c) nel mercato MOT, il prezzo di apertura o, in assenza, il
prezzo medio ponderato di sottoscrizione per abbinamento;
d) nel mercato EuroMOT, il prezzo medio ponderato
dell’intera quantità negoziata nel mercato durante la
seduta;
e) nel mercato IDEM, il prezzo di chiusura giornaliero
calcolato dall’organismo di gestione del sistema di
compensazione e garanzia di cui alle disposizioni di
attuazione dell’articolo 70 del Testo Unico della Finanza

“Prezzo di riferimento”
Indica, nel mercato MTA e nel mercato MCW, il prezzo di asta
di chiusura ovvero, alle condizioni previste nel presente
Regolamento, la media ponderata dell’ultimo 10% delle quantità
negoziate, al netto delle quantità scambiate mediante l’utilizzo
della funzione di cross order;

INDICE COMIT E' il più anziano tra tutti gli indici di Borsa. E, a parte qualche dettaglio e qualche accorgimento, è molto simile all'indice Mib. La sua serie storica risale al 1972. Per questa ragione è ancora pienamente utilizzato dagli analisti tecnici. Tale indice è computato sulla base delle quotazioni ufficiali della giornata ed è dunque calcolato solamente una volta al giorno.

MIBTEL: è l'indice informativo relativo a tutte le azioni quotate in Borsa Italiana e tutte le azioni estere incluse negli Indici Mib30 o Midex; è calcolato giornalmente durante la fase della negoziazione continua con frequenza di un minuto sulla base dei prezzi degli ultimi contratti conclusi su ciascuna azione componente. Il MIBTEL (base 03.01.1994=10.000) è un indice generale che comprende tutte le azioni nazionali quotate in Borsa. E' diffuso ad ogni fixing (attualmente il tempo di fixing è pari a un minuto) utilizzando i prezzi degli ultimi contratti conclusi di tutti i componenti. La revisione annuale, con l'aggiornamento del numero base delle azioni e del prezzo base (prezzo degli ultimi contratti conclusi alla data di revisione) di tutti i componenti, avviene l'ultimo giorno dell'anno di Borsa aperta. Ad esso si applicano, in quanto compatibili, le stesse regole di gestione del MIB. Non è prevista alcuna versione settoriale.

MIB 30: è l'indice sintetico elaborato su base campionaria costituito dai 30 titoli principali più capitalizzati e scambiati sul listino, ed è utilizzato come sottostante dei prodotti derivati. L'indice viene calcolato giornalmente durante la fase della negoziazione continua con frequenza di un minuto sulla base dei prezzi degli ultimi contratti conclusi su ciascuna azione componente.

MIB 30- R: è l indice MIB30 calcolato con i prezzi di riferimento al termine di ogni giornata borsistica.

MIDEX: (base 31.12.1994=10.000) è l'indice sintetico delle 25 azioni nazionali quotate in Borsa selezionate principalmente sulla base di criteri di liquidità e di capitalizzazione classificatesi successivamente a quelle che rientrano nel MIB 30. E' utilizzato quale sottostante per le contrattazioni di strumenti derivati. I criteri di calcolo e di gestione dell'indice MIDEX nonché la tempistica degli interventi sono analoghi a quelli adottati per l'indice MIB 30. E' diffuso ad ogni fixing (attualmente pari a un minuto) utilizzando i prezzi dell'ultimo contratto concluso su tutti i componenti. Non è prevista alcuna versione settoriale.

MIB: (base 02.01.1975=1.000) è l'indice informativo relativo a tutte le azioni quotate in Borsa Italiana e tutte le azioni estere incluse negli Indici Mib30 o Midex, riflettendo così l'andamento dell'intero mercato mobiliare e, nelle sue versioni settoriali, dei differenti comparti rappresentativi dell'economia nazionale. L'indice è di tipo %u2018'aperto'' e permette quindi l'inserimento dei nuovi titoli quotati e l'esclusione dei titoli cancellati in qualunque giorno dell'anno senza che per questo si debba attendere la revisione annuale. In tali occasioni le procedure di elaborazione permettono un ricalcolo immediato dei pesi, così da mantenere al meglio la necessaria rappresentatività dell'indicatore e il raccordo del valore risultante con l'ultimo dato antecedente tale operazione. Tale indice è calcolato una sola volta al giorno al termine della seduta di Borsa utilizzando i prezzi ufficiali di tutti i componenti. La revisione della composizione dell'indice attraverso l'aggiornamento del numero base delle azioni e del prezzo base (prezzo ufficiale alla data di revisione) di tutti i componenti avviene annualmente. La data di revisione coincide con l'ultimo giorno dell'anno di Borsa aperta. Trattandosi di un indice di tipo aperto, l'inserimento di nuove azioni quotate e l'esclusione di quelle revocate può avvenire in qualunque giorno dell'anno senza dover attendere la revisione annuale dell'indice.

MIB STAR: (base 29.12.2000 = 1.000) Indice relativo alle azioni nazionali quotate in Borsa nel segmento Star, calcolato una sola volta al giorno al termine della seduta di negoziazione utilizzando il prezzo ufficiale di tutti i componenti;

MIB SETTORIALI: (base 30.12.1994 =1.000) sono 24 indici informativi calcolati su panieri che riflettono la suddivisione settoriale del Listino ufficiale. Vengono calcolati alla chiusura di ogni seduta, utilizzando i prezzi ufficiali dei rispettivi componenti. Esistono 3 macrosettori: Industriali, Servizi e Finanziari. Al loro interno si distinguono 20 microsettori. Il Mib Industriali raggruppa 10 microsettori, descritti da altrettanti indici: Auto, Cartari, Chimici, Costruzioni, Elettronici Elettr., Impianti Macchine, Industriali Diversi, Minerali Metallurgici e Petroliferi., Tessili Abbigliamento ed Accessori. Nel Mib Servizi si distinguono 4 microsettori: Distribuzione, Media, Servizi Pubblica Utilità, Trasporti Turismo. Nel Mib Finanziari rientrano 6 microsettori: Assicurazioni, Banche, Finanziari di partecipazione, Finanziarie- diversi, Immobiliari, Servizi Finanziari.

MIB RNC: (base 02.01.1989=1.000) è l'indice informativo delle azioni di risparmio non convertibili calcolato una sola volta al giorno al termine della seduta di negoziazione utilizzando il prezzo ufficiale di tutti i componenti. Ad esso si applicano, in quanto compatibili, le stesse regole di gestione del MIB. Non è prevista alcuna versione settoriale. Il calcolo di questo indice è legato alla emissione delle azioni di risparmio nel periodo 1985-86, così detto boom borsistico. Si è pertanto ritenuto opportuno predisporre un indice ad hoc che riassumesse il comportamento specifico di questa tipologia di titoli.

MIB-R: (base 02.01.1975=1.000) è l'indice informativo relativo a tutte le azioni quotate in Borsa e tutte le azioni estere incluse negli Indici Mib30 o Midexed è calcolato una sola volta al giorno al termine della seduta di Borsa, utilizzando i prezzi di riferimento di tutti i componenti.

Mi scuso per gli errori del mio post precedente, cui spero di avere rimediato.

ciao,
Marco
 
Scusa tu, questa mattina mi sono svegliato un pò così!
Comunque ottime delucidazioni!
A presto
 
Indietro