Domande su fisco e tassazione trading in generale

fqt

Nuovo Utente
Registrato
27/8/21
Messaggi
243
Punti reazioni
4

Grazie per la risposta.
Quindi con Degiro quando vendi opzioni put/call ti diminuisce l'IVAFE da pagare.
Sai come funziona con i future? Io nel mio account Degiro nel 2021 ho utilizzato il mio piano di accumulo per comprare dei future. Anche per quelli a questo punto immagino che dovrò pagare l'IVAFE e se sì qualcuno sa su che valore?
 

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Pari al valore indicato dalla rendicontazione della banca o valore di mercato a condizione che siano uguali ! È bello chiaro sulle istruzioni del PF2022 che te ho evidenziato in giallo .
 

picchio67

Nuovo Utente
Registrato
22/4/14
Messaggi
411
Punti reazioni
14
Ciao, scusate mi confermate che il quadro rw non va dichiarato se la cifra del deposito non supera i 15k ?
grazie 1000
 

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Se la giacenza massima è inferiore a 15mila euro e si tratta di un conto corrente o un libretto di risparmio e non ha raggiunto la media annuale di 5mila euro non lo devi dichiarare. Se è un conto deposito titoli lo devi dichiarare comunque anche se la giacenza è inferiore a 15mila euro .
 

alderan744

Nuovo Utente
Registrato
7/12/11
Messaggi
4.399
Punti reazioni
229
salve chiedo per l'imposta sul rateo interessi..ho da anno 2022 il regime fiscale dichiarativo pero' vedo che la banca mi ha accreditato gli interessi dell'argentiva e di seguito imposta sostitutiva su rateo interessi...quindi sulle cedole applicano loro le tasse giusto?e' solo sulle plusvalenze che vanno dichiarate con il modello unico?la banca in questione e' widiba..grazie
 

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Se la banca già ha fatto la trattenuta del 12,50% di questi titoli di stato in white list non devi dichiarare niente.
Se la banca non faceva la trattenuta lo dovevi dichiarare nel quadro RM indicando una tassazione del 12,50% .
Le plusvalenze e le minusvalenze le devi indicare sul quadro RT . Indicando il 48,08% del ammontare che equivale a una tassazione del 12,50 % ( Il 48,08% del ammontare tassato al 26% corrispondente a una tassazione del 12,50% )
 

alderan744

Nuovo Utente
Registrato
7/12/11
Messaggi
4.399
Punti reazioni
229
Se la banca già ha fatto la trattenuta del 12,50% di questi titoli di stato in white list non devi dichiarare niente.
Se la banca non faceva la trattenuta lo dovevi dichiarare nel quadro RM indicando una tassazione del 12,50% .
Le plusvalenze e le minusvalenze le devi indicare sul quadro RT . Indicando il 48,08% del ammontare che equivale a una tassazione del 12,50 % ( Il 48,08% del ammontare tassato al 26% corrispondente a una tassazione del 12,50% )
grazie infatti hanno messo l imposta sostitutiva e quindi questi nn li divro dichiare grazie
 

picchio67

Nuovo Utente
Registrato
22/4/14
Messaggi
411
Punti reazioni
14
Se la giacenza massima è inferiore a 15mila euro e si tratta di un conto corrente o un libretto di risparmio e non ha raggiunto la media annuale di 5mila euro non lo devi dichiarare. Se è un conto deposito titoli lo devi dichiarare comunque anche se la giacenza è inferiore a 15mila euro .

grazie maracaibo, quindi allora per un apertura di un conto trading di 5k che ho usato sulla piattaforma mt4 lo devo dichiarare, credo!?
 

solo_400

Nuovo Utente
Registrato
9/4/07
Messaggi
6
Punti reazioni
0
Tassazione a seconda della borsa in cui si opera

Ciao a tutti, volevo sapere se la tassazione cambia a seconda della borsa in cui si opera.

Per esempio, in merito alla tassazione italiana, cambia qualcosa se investo in un ETF ( tipo IE00B5BMR087 - iShares Core S&P 500 ) sulla borsa di Milano oppure Amsterdam ? Il mio dubbio è quello di pagare tasse differenti sul capital gain, secondo la borsa di scambio. Verso o Falso ?
 

thefox78

Nuovo Utente
Registrato
17/10/12
Messaggi
561
Punti reazioni
40
Ciao a tutti, volevo sapere se la tassazione cambia a seconda della borsa in cui si opera.

Per esempio, in merito alla tassazione italiana, cambia qualcosa se investo in un ETF ( tipo IE00B5BMR087 - iShares Core S&P 500 ) sulla borsa di Milano oppure Amsterdam ? Il mio dubbio è quello di pagare tasse differenti sul capital gain, secondo la borsa di scambio. Verso o Falso ?

Al 90% falso. Per ETF la tassazione cambia in base al fatto che l'ETF é armonizzato o meno ma non in base alla borsa. Se é armonizzato (un fondo UCITS per intenderci) ha lo stesso trattamento fiscale indipendentemente da dove lo compri in Europa. Unico piccolo svantaggio potrebbe esserci per ETF obbligazionari UCITS ma non amessi per la compravendita in Italia perché per questi l'emittente non é obbligato a pubblicare la percentuale di titoli white list e quindi non potresti avere la tassazione ridotta perché il broker non dispone delle info. Ma questo vale solo per ETF obbligazionari con titoli di stato white list.
 

matt09094034

Nuovo Utente
Registrato
23/6/22
Messaggi
7
Punti reazioni
0
Ciao a tutti,

come viene determinato il prezzo di riferimento di titoli talmente poco liquidi da non avere scambi durante la giornata?

Ad esempio l'etf IE00BF51K249 non ha avuto scambi dal 15 luglio, però sul sito di borsa italiana sono presenti i prezzi di apertura, riferimento dell'ultimo mese: https://www.borsaitaliana.it/borsa/etf/scheda/IE00BF51K249.html?lang=it, mentre su Fineco la quotazione dell'ultimo titolo è ferma al 15 luglio e secondo il customer care è giusto così.

Qualcuno mi sa spiegare?

Grazie
 

zitto-ma-dritto

Nuovo Utente
Registrato
20/12/05
Messaggi
5.227
Punti reazioni
299
Mille grazie per il chiarimento. E' possibile che non si paghi imposta di bollo con broker italiano ma che si paghi IVAFE se si ha un broker estero?
(Ora sto pensando al conto Degiro dove investo a livello personale e dal 2022 con future su indici, in genere long e per importi non così bassi)

Certo, è possibile perché l'ivafe si calcola giorno per giorno, mentre l' imposta di bollo su base trimestrale o annuale. Così teoricamente potresti switcharlo a fine anno dal conto italiano a quello estero e fare cosa opposta all' inizio dell'anno successivo, riducendo ad 1/365 l' imposta dovuta. Speead e commissioni rendono poco conveniente la cosa
 

zitto-ma-dritto

Nuovo Utente
Registrato
20/12/05
Messaggi
5.227
Punti reazioni
299
Perché dici che i costi sono più alti del trading azionario? Tu riferisci allo spread giusto?
Da quello che ho visto io le commissioni sono più grazie ai rebates. Sullo spread invece non saprei dire.

Edit: ho visto che nei posti successivi spiegavi che ti riferivi allo spread. Su quello in effetti non dati. Può valere il ragionamento che vendendo put e non volendo pagare lo spread io rimango sul mio prezzo e aspetto che lo spread lo paghi l'acquirente? Certo vuol dire che alcune operazioni non mi entrano...

Se decidi fi aprire una posizione in derivati devi aprirla in quel momento e non aspettare che il MM ti esegua, perché le variazioni sulle opzioni sono molto più violente rispetto al sottostante. Per pagare uno spread più basso io mi metto poco sotto l' ask e ritocco al ribasso il prezzo, secondo dopo secondo, fino all'eseguito. Tempo totale per l' operazione meno di un minuto.
 

zitto-ma-dritto

Nuovo Utente
Registrato
20/12/05
Messaggi
5.227
Punti reazioni
299
Se apri l'operazione con la vendita call o la vendita put dovrebbe abbassare il calcolo perché questi sono con segno negativo .
Esempio ho aperto l'operazione con la vendita di una put di 500 euro. Sul portafoglio questa mi viene scritta - 500 e ho un saldo in ETF di 5mila euro
La piattaforma indica che ho un saldo di 4500 euro che sarebbe 5000 - 500 = 4500

Su interactive brokers sono a saldo negativo proprio perché la totalità degli short su opzioni supera le altre posizioni long. Avrò comunque l' obblico di compilare il riquadro rw (specifico per titoli) alla prossima scadenza? E poi eventualmente è possibile inserire valori negativi in dichiarazione?
Per ciò che ho capito dovrò solo indicare con altro codice la liquidità detenuta e pagare i 34,xx euro fi Ivafe
 

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Ciao a tutti,

come viene determinato il prezzo di riferimento di titoli talmente poco liquidi da non avere scambi durante la giornata?

Ad esempio l'etf IE00BF51K249 non ha avuto scambi dal 15 luglio, però sul sito di borsa italiana sono presenti i prezzi di apertura, riferimento dell'ultimo mese: https://www.borsaitaliana.it/borsa/etf/scheda/IE00BF51K249.html?lang=it, mentre su Fineco la quotazione dell'ultimo titolo è ferma al 15 luglio e secondo il customer care è giusto così.

Qualcuno mi sa spiegare?

Grazie

Il prezzo di riferimenti degli ETF viene aggiornato tutti i giorni anche se non scanviati dal :
NAV del 04/08/22 è 18,9531 EUR.
Lo trovi sul sito del emittente e cliccando il link della borsa italiana che hai inserito nella domanda.
 

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Su interactive brokers sono a saldo negativo proprio perché la totalità degli short su opzioni supera le altre posizioni long. Avrò comunque l' obblico di compilare il riquadro rw (specifico per titoli) alla prossima scadenza? E poi eventualmente è possibile inserire valori negativi in dichiarazione?
Per ciò che ho capito dovrò solo indicare con altro codice la liquidità detenuta e pagare i 34,xx euro fi Ivafe

L'obbligo di monitoraggio non sussiste per i depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero il cui valore massimo complessivo raggiunto nel corso del periodo d’imposta non sia superiore a 15.000 euro (art. 2 della Legge n. 186 del 2014); resta fermo l’obbligo di compilazione del quadro laddove sia dovuta l’IVAFE.
Se hai una media annuale superiore a 5mila euro in liquidità libera, devi compilare il quadro RW e devi pagare l'ivafe dei conti correnti di euro 34.
Per il conto titolo devi indicare tutti i movimenti giornalieri e l'ivafe si paga come il bollo del 0,20% sul valore di mercato.
Per un paio di giorni mi sono trovato in una situazione simile. Non lo so se il software del precompilato permette inserire il valore di mercato dei conto titoli negativo o si deve segnare zero . Lo saprò l'anno prossimo quando riceverò il report di DEGIRO e vedrò se chi ha elaborato il report ha indicato per questo numero di giorni con il saldo del conto titoli in negativo l'importo con segno negativo o ha indicato lo zero .

Leggi l'istruzioni per la compilazione del quadro RW. É indicato i codici da utilizzare per indicare il conto corrente ( liquidità libera) e conto titoli.
 

Allegati

  • PF2_Istruzioni_2022_agg_1.pdf
    755,8 KB · Visite: 8
Ultima modifica:

maracaibo+

Nuovo Utente
Registrato
24/8/14
Messaggi
5.477
Punti reazioni
270
Dunque il tetto dei 15.000 euro è riferito solo ai conti correnti o ai libretti di risparmio. Anche in questo caso però il quadro RW va comunque compilato se è necessario calcolare l'IVAFE.
C'è una franchigia di 12 euro . Se l'importo del'ivafe è inferiore a 12 euro non si paga .
 

zitto-ma-dritto

Nuovo Utente
Registrato
20/12/05
Messaggi
5.227
Punti reazioni
299
Leggerò le istruzioni, ma nella permanenza di posizioni in titoli negative, penso che zero sarà sempre il valore corrispondente, quindi una volta indicato il controvalore della liquidità, quella di picco nell'anno, per non sbagliare, sarei più che a posto.