Domande su possibilità di switch tra fondi nell'anno 2000

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Era possibile, nel luglio del 2000, uno switch (senza procedere, quindi, a riscatto + nuova sottoscrizione) dal fondo obbligazionario medio-termine al fondo Soluzione 7?

Appartenevano a due famiglie diverse, se ricordo bene.

Qualcuno ricorda meglio di me oppure ha documentazione dell'epoca?

Altra cosa, che mi quadra molto poco: il modulo di sottoscrizione del Soluzione 7 non è stato fatto firmare al cliente, e sopra ci hanno messo "vedi allegato", dove per allegato si intende la firma sull'uscita dal fondo obbligazionario.

Grazie.
 
Non usavo quel fondo, ma nel 2000 ero cliente SP per via di Azioni Italia che usavo per FF.

Vado a memoria, spero di non sbagliare,

c'erano 2 famiglie,
una famiglia permetteva lo switch al suo interno senza costi aggiuntivi,
i fondi Soluzione appartenevano a questa famiglia;

l'altra famiglia (mi sembra si chiamasse Valore Aggiunto) permetteva lo switch da Obbligazionario a Azionario pagando la differenza di costo delle commissioni di ingresso.

Credo che Obbl. MT appartenesse alla seconda famiglia,
tuttavia essendo i Soluzione privi di commissioni d'ingresso credo che si potesse switchare senza costi.

Non 'c'era quindi l'impossibilità di switch tra le 2 famiglie (non si tratta quì di Comparti si fondi Sicav che hanno tra loro bilanci separati), solo un'eventuale costo commissionale..

Naturalmente questo sulla carta,
dosponendo di un capitale importante si poteva trattare.
 
Ultima modifica:
Ricordo anche io la distinzione in famiglie, quindi la cosa era fattibile pagando le commissioni di ingresso (o la differenza, se già pagate col fondo di partenza).

Resta da chiarire la regolarità della documentazione prodotta al momento dello switch.

Grazie.
 
Scusa, mentre scrivevi ho modificato leggermente.
 
Soluzione 7 era l'ex SanPaolo Aldebaran (azionario Italia), non mi ricordo quando venne fatto il cambio, ma suppongo prima dei "giochini" di Grimaldi, ergo all'epoca in linea di massima doveva essere già stato ridenominato.

Lo switch (in gergo mi sembra si chiamasse "passaggio") era fattibile (i fondi della linea "Profili & Soluzioni) senza passaggio dal conto ed era no load.

Il modulo di sottoscrizione di Soluzione 7 andava fatto firmare, è matematico (soprattutto se si trattava di una prima sottoscrizione).

Ciao, stra
 
Scritto da strabox

Il modulo di sottoscrizione di Soluzione 7 andava fatto firmare, è matematico (soprattutto se si trattava di una prima sottoscrizione).

Ciao, stra
Non ho mai avuto a che fare coi fondi S.Paolo, ma vorrei sottolineare una cosa che vale per molte società.
In linea di massima con la prima sottoscrizione di un fondo di una sgr questa raccoglie tutti i dati necessari ad aprire un rapporto e poi quando si fanno movimenti tra fondi di solito non è necessario firmare nuovi moduli di sottoscrizione. Viene aperto un nuovo rapporto, con gli stessi intestatari e sullo stesso deposito. L'unico documento che si firma è il modulo di switch dove si indicano il fondo di uscita e quello di entrata.
Ripeto che nel caso S. Paolo in particolare non so dire, ma questo succede con molte sgr.
Ciao, T.
 
Scritto da Toshiba
con la prima sottoscrizione di un fondo di una sgr questa raccoglie tutti i dati necessari ad aprire un rapporto e poi quando si fanno movimenti tra fondi di solito non è necessario firmare nuovi moduli di sottoscrizione



E qui siamo al succo della mia domanda: si può fare se entrambi i fondi sottostanno allo stesso regolamento, altrimenti serve la firma per la sottoscrizione del nuovo regolamento in cui ci si immette.

La risposta di Strabox pare vada in quella direzione: si trattava di due fondi appartenenti a diversi regolamenti? In tal caso, lo switch non è stato fatto in maniera regolare.
 
Scritto da Voltaire
E qui siamo al succo della mia domanda: si può fare se entrambi i fondi sottostanno allo stesso regolamento, altrimenti serve la firma per la sottoscrizione del nuovo regolamento in cui ci si immette.

La risposta di Strabox pare vada in quella direzione: si trattava di due fondi appartenenti a diversi regolamenti? In tal caso, lo switch non è stato fatto in maniera regolare.

Ho trovato i prospetti approvati nel novembre 1999, validi con decorrenza 6/12/1999.

Copio quello che stabilisce il Prospetto del Sistema Profili & Soluzioni (ergo: si trattava di 3 regolamenti differenti per le 3 famiglie di fondi)

Art. 4 "Modalità di sottoscrizione":

...la sottoscrizione può avvenire con le seguenti modalità:
...
d) operazioni di spostamento tra fondi, per un controvalore minimo di 55 Euro. Qualora il passaggio avvenga da un Fondo di un altro Sistema l'operazione si perfeziona con la consegna del Prospetto Informativo e la sottoscrizione del modulo.

Art. 5 "Oneri a carico del Sottoscrittore e dei fondi"
Punto 5.1.1 "Oneri direttamente a carico del Sottoscrittore"
Commissioni di sottoscrizione. La partecipazione ai fondi del Sistema profili e Soluzioni non è gravata da Commissioni di sottoscrizione.

Spero che queste info ti possano essere utili. :-)
 
Qualora il passaggio avvenga da un Fondo di un altro Sistema l'operazione si perfeziona con la consegna del Prospetto Informativo e la sottoscrizione del modulo


Eccoci al punto incriminato: manca la sottoscrizione del modulo per il fondo Soluzione 7 che apparteneva ad una famiglia diversa rispetto all'altro fondo.

Grazie.
 
Indietro