Dove vanno a finire.....

Scip2 alla prova il 26/4/2004

il 26/4 c'è la scadenza dei titoli classe A1 di Scip2, prima "cartina di tornasole".

Il decreto "salva cartolarizzazioni" sarà discusso al Senato il 20/4.

L' impressione é che avere una chiara contabilizzazione del processo non sarà facile.

Per garantire i rimborsi agli inquilini che avevano optato per l'acquisto, prima del 31/10/2001 ( sembra circa 1 Md di Euro ), il governo si riserva di vendere altri immobili statali anche nei prossimi anni ... :eek:

Il Tesoro costretto ad acquistare all'asta, esso stesso, alcuni degli immobili... ?! :eek:

La domanda che mi sovviene é:
Si tratta di ridurre il debito o di evitare una brutta figura ?


Saluti
RR
 
..... rieccole in massa ! ! !

16:18 Fineco Leasing prezza Abs 1,45 miliardi, due tranche


MILANO, 28 maggio (Reuters) - Fineco Leasing ha
prezzato la securitisation di leasing in due tranche per un
totale di 1,45 miliardi di euro. La classe A, da 1,342 miliardi e rating AAA dalle tre
agenzie, è stata collocata alla pari con un coupon di 19 punti
base sul tasso Euribor a tre mesi. I titoli di classe A hanno vita media attesa ponderata pari
a 3,94 anni e scadenza attesa luglio 2011. La classe B, da 108,5 milioni, è stata prezzata alla pari
con uno spread di 10 punti base su Euribor tre mesi. La classe B gode anch'essa di rating tripla A grazie alla
garanzia del Fondo europeo per gli investimenti. Per i titoli di classe B la vita media attesa ponderata è
7,2 anni e la scadenza attesa luglio 2011. Mcc, gruppo Capitalia è lead arranger. Abn Amro e
Morgan Stanley co-arranger. Le tre banche agiscono inoltre
congiuntamente da joint lead e bookrunner. Depfa è co manager per la classe B.



12:42 Abs Fidis Retail da 728 milioni lancio prossima settimana


MILANO, 28 maggio (Reuters) - Il lancio e pricing ufficiale
della cartolarizzazione da 728 milioni di euro di Fidis Retail,
costruita sui crediti auto originati dalla controllata Sava, è
atteso il prossimo 4 giugno con regolamento e closing il 10. Lo si legge nel materiale di presentazione dell'operazione
agli investitori.




da un po' se ne vedono 2-3 al dì

bye
 
Scritto da slowdown
..... da un po' se ne vedono 2-3 al dì

bye

Non mi stupisce, quelle che indichi sono comunque cartolarizzazioni tipiche.

Quelle organizzate dallo Stato sono decisamente atipiche, perché il flusso di proventi delle vendite degli immobili ( che dipende dal mercato ) non é cosi determinato: come lo sono invece i flussi nel caso di cartolarizzazioni di leasing... o mutui ipotecari....

Il bello é che anche il comune di Roma sembra voglia prendere esempio dal "successo" ( ... bisogna vedere per chi... :cool: ) di Scip1 e Scip2 per cartolarizzare -- leggi vendere -- i propri immobili :clap:


Ciao
RR
 
Scritto da Ricky Roma
Non mi stupisce, quelle che indichi sono comunque cartolarizzazioni tipiche.



certamente , io poi non sono nemmeno molto grado di valutarle
La questione è però che in questa marea di roba , ci deve essere anche una gran quantità di porcheria - per inciso sono stati cartolarizzati praticamente tutti i debiti dei partiti politici , penso pure quelli delle org sindacali
Banca di Roma (ne scrivo il nome perchè ho letto della documentazione relativa) ha certamente cartolarizzato il grosso dei debiti dei DS - ma non solo

Ecco , io non vorrei acquistare alcun fondo , fondo pensione , polizza di varia natura (state tranquilli:non lo faccio!) dove sono finite QUELLE cartolarizazioni (e loro simili) perchè ritengo che quei soldi (ma non solo) non si rivedranno più nel più tombale dei silenzi

Scritto da Ricky Roma

Quelle organizzate dallo Stato sono decisamente atipiche, perché il flusso di proventi delle vendite degli immobili ( che dipende dal mercato ) non é cosi determinato: come lo sono invece i flussi nel caso di cartolarizzazioni di leasing... o mutui ipotecari....

Il bello é che anche il comune di Roma sembra voglia prendere esempio dal "successo" ( ... bisogna vedere per chi... :cool: ) di Scip1 e Scip2 per cartolarizzare -- leggi vendere -- i propri immobili :clap:

Ciao
RR

Per quanto riguarda gli SCIP mi pare di aver capito che si sia trattato di una cartolarizzazione reverse : saccheggio dei beni demaniali "privatizzati" probabilmente verso amici , parenti , amiche , amichi , amati , concubine , amici degli amici , società intestate alle mogli, ai sostenitori politici dei governanti in carica ...... per quattro soldi - Nel mucchio deve essere finita molta roba buona pagata niente....

Poi , certo che tutti copiano...

bye
 
12:15 Mbs Credico Finance 3 da 395 mln euro, S&P assegna rating


MILANO, 2 giugno (Reuters) - Standard & Poor's ha assegnato
rating preliminare alla cartolarizzazione Credico Finance 3, da
395,6 milioni di euro, su un portafoglio di mutui residenziali e
commerciali performing concessi da 12 banche di credito
cooperativo. Il giudizio preliminare dell'agenzia è di 'AAA' per la
classe A, da 367,8 milioni, e di 'A' per la B da 20 milioni. Vi sono poi dodici classi di titoli privi di rating per complessivi 7,8 milioni. L'operazione rappresenta la terza cartolarizzazione per gli
istituti di credito cooperativo, dopo Credico Finance a settembre 2001, che ha cartolarizzazione prestiti originati da cinque banche, e Credico Finance 2 a settembre 2003, che ha portato sul mercato titoli assistiti da crediti originati da nove istituti. "E' probabile che vedremo altre operazioni che coinvolgono più originator perchè il raggruppamento di piccolo portafogli di
collaterale offre dei benefici di costo", spiega Fabio Tamburrano, analista di Standard & Poor's. Il rating preliminare riflette, oltre al resto, la subordinazione dei titoli junior e una linea di liquidità da
13,8 milioni di euro offerta dagli originator e assistita da titoli di Stato italiani. Il giudizio di S&P tiene inoltre conto della concentrazione dei debitori nelle ricche regioni settentrionali.
 
Scritto da slowdown
..... rieccole in massa ! ! !

... gruppo Capitalia è lead arranger.
Abn Amro e Morgan Stanley co-arranger.
Le tre banche agiscono inoltre congiuntamente da joint lead e bookrunner.
...
Depfa è co manager per la classe B.
...


Ma cosa fanno in pratica gli
ARRANGER,
i CO-ARRANGER,
le JOINT LEAD,
i BOOKRUNNER
i MANAGER ed
i CO-MANAGER ?

Saluti
 
Scritto da SobSobConsob
Ma cosa fanno in pratica gli
ARRANGER,
i CO-ARRANGER,
le JOINT LEAD,
i BOOKRUNNER
i MANAGER ed
i CO-MANAGER ?

Saluti

1) di sicuro incassano grasse commissioni

2) meno certo ma......... che così facendo si dovrebbe riuscire a polverizzare meglio (prima) e spostare di frequente facendo perdere le tracce (dopo)

Abaxbank (BancaCirio) con Cirio ha fatto scuola

bye
 
17:14 Italease prepara Abs su leasing 900 milioni euro


MILANO, 3 giugno (Reuters) - Banca Italease si appresta a
portare sul mercato una nuova cartolarizzazione di leasing per
un ammontare di 900 milioni di euro. Lo comunica il lead manager unico dell'operazione Lehman Brothers.

Il lancio delle quattro classi di titoli lease-backed a tasso variabile è previsto entro la fine della prossima settimana. Di seguito i dettagli preliminari sulla struttura dell'emissione:
Classe A1: 418,5 mln euro, Aaa/AAA (Moody's/S&P), vita media attesa 2,63 anni; Classe A2: 418,5 mln euro, Aaa/AAA, 5,8 anni; Classe B: 52,65 mln euro, A2/A, 5,8 anni; Classe C: 10,35 mln euro, priva di rating, trattenuta.


17:11 Cartolarizzazione Ares Finance 2, S&P conferma rating


MILANO, 3 giugno (Reuters) - S&P ha confermato i rating
delle classi A2, B, C, D ed E della cartolarizzazione Ares
Finance 2 da 684,9 milioni di euro rimuovendo dal credit watch
le ultime due tranche, sotto osservazione con implicazioni
negative da fine gennaio.
I titoli sono stati emessi dal veicolo Ares Finance 2 nel 2001 a valere - attraverso i bond emessi dal veicolo Venezia spa
- su un portafoglio di crediti non-performing, secured e non,
originati e ceduti 'pro soluto' da Banca Nazionale del Lavoro.
Di seguito una lista dei rating:
Classe Rating Precedente:
D BBB BBB/Watch Neg
E BB BB/ Watch Neg
Rating Confermati:
A2 AAA
B AA
C A


questa mi sembra roba leggermente tossica...


bye
 
15:35 Banca Intesa prezza Cdo Vespucci da 140 milioni euro


MILANO, 4 giugno (Reuters) - Banca Intesa ha
prezzato un'emissione di titoli Cdo ('collateralised debt
obligation'), offerti tramite il veicolo irlandese Vespucci
Investments Plc, per 140 milioni di euro.

La classe A (Aaa/AAA da Moody's e S&P), da 80 milioni e vita media attesa cinque anni, è stata prezzata
con uno spread di 60 punti base su Euribor a tre mesi.

La classe B (Aaa/AAA), da 40 milioni e vita media attesa cinque anni, è stata prezzata
con uno spread di 90 punti base su Euribor a tre mesi.

La classe C (Aa1/AA+),da 20 milioni e vita media attesa cinque anni, è stata prezzata
con uno spread di 140 punti base su Euribor a tre mesi.

La scadenza legale per le classi è fissata al settembre
2010. Scopo dell'operazione organizzata da Intesa è il
trasferimento di una parte del rischio su un portafoglio di Abs
e Cdo da 2 miliardi di euro dalla banca al veicolo emittente
Vespucci Plc. Il rischio trasferito attraverso un credit default
swap è costituito dalle eventuali perdite - tra 24 e 164 milioni
di euro - che potrebbero verificarsi sul portafoglio. Il portafoglio include i titoli - tutti con rating Aaa - di 40 emissioni Abs e 5 Cdo sintetiche con un'unica tranche strutturata a livello Aaa. "Attraverso le cinque Cdo, Vespucci (e quindi in ultima
istanza gli investitori) è indirettamente esposto al rischio di
credito di un universo di 300 emittenti corporate", spiega una
nota di Moody's. Vespucci utilizzerà i proventi dell'emissione per acquistare come collaterale titoli di Stato che finanzieranno i rimborsi agli investitori e gli eventuali pagamenti dovuti a Banca Intesa nell'ambito del credit default swap. Per eliminare ogni rischio di mercato Vespucci ha stipulato inoltre un total return swap con Calyon.
 
Lunedì 7 Giugno 2004, 11:43

Banche: Cardia, Con Cartolarizzazioni Cambiano Ruolo
(ASCA) - Milano, 7 giu -

Le banche stanno diventando sempre piu' sensibili alla valutazione del merito creditizio delle imprese da loro finanziate, e all'assunzione dei rischi in proprio: lo segnala Lamberto Cardia, presidente Consob, nel suo discorso al mercato finanziario. ''In questa evoluzione si inquadra - dice Cardia - il recente ed intenso sviluppo delle operazioni di cartolarizzazione dei crediti. Il fenomeno rende meno chiara la linea di demarcazione tra banche ed altri intermediari. Alcuni rischi che in passato erano sopportati esclusivamente dalle banche, sono ora incorporati in strumenti finanziari e sono riallocati presso altri intermediari, in taluni casi anche presso investitori non professionali''. In questo contesto, sottolinea il presidente Consob, le banche non sono piu' solo debitrici delle famiglie e creditrici delle imprese, ma collegano direttamente le une alle altre.

Fonte: Yahoo Notizie




Riassunto: Le sofferenze bancarie vengono in parte girate all'investitore privato tramite l'inserimento delle cartolarizzazioni in strumenti finanziari...dalla sicura trasparenza informativa.:rolleyes:
 
Scritto da ~Qohèlet~

.
.

Riassunto: Le sofferenze bancarie vengono in parte girate all'investitore privato tramite l'inserimento delle cartolarizzazioni in strumenti finanziari...dalla sicura trasparenza informativa.:rolleyes:


La cosa gravissima è che con ogni probabilità si trasforma l'investitore privato in donatore privato
Inoltre tra tutti questi investimenti , anche escludendo i precursori del fallimento , quelli con buon rendimento , credi che verranno cartolarizzati ?

Purtroppo sono mine con miccia lenta e poi basta non parlarne e avere come garanti Consob , B.Italia , ...........
ed infine far comprare i contenitori di questa roba ai tapinacci a cui si riesce a propinare qualunque inverosimile frescaccia ... tanto sono impegnati col calcio e con le veline.....

bye
 
12:59 Cartolarizzazioni rendono meno chiara demarcazione rischi-Cardia


MILANO, 7 giugno (Reuters) - Il fenomeno delle cartolarizzazioni rende meno chiara la linea di demarcazione fra banche e gli altri intermediari. Lo dice nel suo discorso annuale al mercato il presidente della Consob Lamberto Cardia. "Alcuni rischi, che in passato erano sopportati esclusivamente dalle banche, sono incorporati in strumenti finanziari e riallocati presso altri intermediari finanziari, presso investitori istituzionali e, in taluni casi, anche presso investitori non professionali", osserva Cardia. Secondo la relazione Consob per lo scorso anno, le cartolarizzazioni in essere al 31 luglio 2003 avevano superato i 91 miliardi di euro, di cui circa 50 miliardi lanciate da gruppi bancari.



Chissà come mai non vengono riportati altri dati connessi a questa faccenda tipo :
- quante irregolarità sono state riscontrate e relativo ammontare
- quante e quali sanzioni (if any) sono state comminate
- se sanzioni sono state comminate , quante sono state incassate?

(la consob è un pessimo esattore delle pochissime ridicole sanzioni che appioppa..)

Forse perchè i giornalisti se ne sono scordati oppure perchè , nella relazione sono scritti troppo in piccolo?

bye
 
Consob: a luglio 2003
Consob: a luglio 2003
Consob: a luglio 2003, emessi 360 Abs per oltre 90 mld

MILANO (MF-DJ)--I titoli collocati a fronte di operazioni di cartolarizzazione dei crediti, i cosiddetti asset backed securities (Abs), al 31 luglio 2003 erano 360 per un controvalore emesso di oltre 90 miliardi di euro. Gli emittenti piu' importanti, sottolinea la Consob, sono le Spv (special pourpose vehicle) di matrice bancaria (quasi 50 mld di obbligazioni collocate), seguite da quelli di matrice pubblica (quasi 30 mld di euro collocati). Gli emittenti corporate hanno invece emesso obbligazioni Abs per circa 5 mld di euro. Red/fv (END) Dow Jones Newswires June 07, 2004 05:46 ET (09:46 GMT)



.... pane quotidiano



13:35 PUNTO 1 - Fidis prezza Abs A-Best su prestiti auto 728 mln euro

MILANO, 7 giugno (Reuters) - Fidis Retail ha lanciato e
prezzato una cartolarizzazione da 728 milioni euro su un
portafoglio di finanziamenti auto concessi dalla controllata
Sava. Lo comunicano i lead manager Abn Amro e Ubm.
Le tre tranche pubbliche dell'emissione sono state collocate
alla pari: Classe A: 648 mln euro, frn, AAA/Aaa/AAA, vita media attesa ponderata 4,2 anni, rendimento pari a 18 punti base su Euribor a 3 mesi; Classe B: 21,75 mln euro, frn, A+/A1/A+, 5,3 anni 33 punti base + Euribor 3 mesi; Classe C: 29 mln euro, frn, BBB/Baa2/BBB, 5,3 anni, 80 punti base + Euribor 3 mesi. Una quarta tranche da 29,25 milioni euro, priva di rating è stata trattenuta da Sava.

QUOTE MAGGIORI COLLOCATE IN GERMANIA, FRANCIA, ITALIA
Nei giorni scorsi i lead manager avevano indicato il
rendimento della classe A nell'intervallo 'high teens' (dai 17
ai 19 pb) rispetto al tasso Euribor a tre mesi, quello della
classe B a 'mid-high 30s' (34-39 pb) e il rendimento della C
nell'area degli 85 punti base su Euribor. Uno dei lead precisa che la domanda per la classe A, che
rappresenta l'89% circa dell'emissione, ha superato il miliardo
di euro. La fetta più consistente è stata collocata in Germania
(37%), seguono Francia (27%), Italia (18%) e Olanda (10%). Sul secondario i titoli Auto Abs Compartiment -
assistiti dai crediti auto concessi dalla controllata tedesca di
Peugeot , Psa Finance Deutschland - scambiano con uno
spread di 13 pb. Per tipologia di asset e vita media attesa
(4,46 anni) sono gli asset-backed più vicini ai titoli Fidis.

FIDIS RICORRE A STRUTTURA 'WAREHOUSING' L'operazione A-Best (Asset-Backed European Securitisation)
utilizza una struttura complessa che ha consentito a Fidis di
finanziarsi in maniera regolare e flessibile dalla metà dello
scorso anno. I titoli che il veicolo A-Best collocherà sul mercato hanno infatti come sottostante dei titoli Abs emessi, a loro volta,
dal veicolo Nixes a valere su un portafoglio di crediti auto
concessi da Sava. Il primo trasferimento dei finanziamenti da Sava a Nixes è avvenuto a metà giugno 2003: le cessioni sono proseguite nei mesi successivi dando luogo alla fase di cosiddetto
'warehousing' (accumulo).

CON NIXES ACCESSO INDIRETTO A MERCATO COMMERCIAL PAPER Nixes, per acquistare i portafogli da Sava, ha emesso titoli
Abs che sono stati acquistati dal veicolo conduit di Abn Amro
Tulip Asset Purchase Company (Tapco). A differenza di Nixes, che è un veicolo italiano ai sensi della legge 130/99, Tapco è in grado di finanziarsi vantaggiosamente sul mercato dei commercial paper. La legge italiana, invece, assoggetta a una ritenuta del 27% i titoli con durata inferiore ai 18 mesi e i commercial paper hanno tipicamente una scadenza ravvicinata. A-Best riacquisterà ora da Tapco e dalla stessa Sava (che aveva sottoscritto parte delle tranche di Nixes) i titoli emessi da Nixes utilizzando i proventi del collocamento sul mercato delle tranche prezzate oggi. Tecnicamente si parla di un 'repackaging' dei titoli emessi da Nixes che vengono ora acquistati da A-Best. I rimborsi di capitale e interessi sui prestiti concessi da Sava verranno utilizzati per ripagare i titoli di Nixes detenuti da A-Best che ora si servirà appunto di tali risorse per ripagare gli investitori. Poco più di un anno fa Fiat ha ceduto il 51% di Fidis Retail, società di servizi finanziari del gruppo, a Intesa , SanPaolo Imi , Capitalia e
Unicredit. I quattro istituti la controllano attraverso Synesys
Finanziaria di cui detengono ciascuno una quota del 25%. Fidis Retail è la prima società sul mercato italiano dei
finanziamenti alle vendite al dettaglio di autoveicoli.





MILANO, 7 giugno (Reuters) - Fidis Retail ha lanciato e
prezzato una cartolarizzazione da 728 milioni euro su un
portafoglio di finanziamenti auto concessi dalla controllata
Sava

PER LA CRONACA: i prestiti per l'acquisto di auto hanno una elevatissima percentuale di mancati pagamenti - elevatissima!!

bye
 
11:17 PUNTO 1 - Gruppo Bipielle, entro mese Abs mutui da 1 mld euro


(aggiunge dettagli tranche) LONDRA, 8 giugno (Reuters) - Il gruppo Bipielle si appresta a portare sul mercato una securitisation da un miliardo di euro costruita su un portafoglio di mutui residenziali. Lo annunciano i lead manager Dresdner Kleinwort Wasserstein e HSBC che prevedono di collocare l'emissione nella settimana a partire dal 21 giugno.

Non ci saranno roadshow di presentazione
ma il marketing dell'operazione partirà questa settimana prolungandosi fino alla metà della prossima alla conferenza di Barcellona sulle cartolarizzazioni.
L'emissione, strutturata in quattro tranche, si avvarrà del veicolo Bipielle Residential 4: RATING AMMONTARE VITA MEDIA (Moody/Fitch) ATTESA Aaa/AAA 230 mln 1,7 anni Aaa/AAA 733 mln 6,9 anni Aa2/AA 16 mln 10 anni Baa2/BBB 19 mln 10 anni



questa è tra "la roba migliore" (protezione da ipoteca)

bye
 
Lunedì 14 Giugno 2004, 16:57

Abs Bipielle Ducato su crediti consumo 500 mln, rating da Fitch

MILANO, 14 giugno (Reuters) - Fitch ha assegnato rating preliminare alla cartolarizzazione da 500 milioni di euro di Bipielle Ducato, società del gruppo Bipielle specializzata nel credito al consumo e nella gestione di carte di credito.
L'emissione è suddivisa su tre classi - una senior, una mezzanine e una subordinata - con scadenza legale 2015. Una quarta tranche subordinata priva di rating, da 3 milioni di euro, verrà trattenuta dall'emittente.

I rating sono stati assegnati come segue:

Classe A: 465,5 milioni di euro, rating AAA
Classe B: 29,5 milioni di euro, rating A
Classe C: 2,0 milioni di euro, rating BBB.

I titoli asset-backed sono assistiti da un portafoglio di 81.972 prestiti al consumo 'unsecured', a tasso fisso, concessi da Bipielle Ducato. Il 53% dei crediti è rappresentato da prestiti personali, il 31% da prestiti per l'acquisto di auto usate e l'8% per auto nuove.

L'operazione prevede un periodo 'revolving' di 36 mesi.



....rubbish
 
Isteria pericolosa

Se é vero che il comune di Napoli vuole utilizzare le Cartolarizzazioni per liberarsi di Multe non Pagate e Tasse non Pagate ( ICI, Immondizia, ... ), siamo davvero in preda ad una "isteria carolarizzazioni" che va sottolineata.

Ma chi validerà un simile progetto, definendone i flussi di Cash attesi ( su Napoli poi dove le procedure di precetto, ingiunzione, pignoramento, asta ... durano decenni, se mai giungono a termine ).
Quale società di rating si impegenrà a determinare la rischiosità dei titoli ( visto le curate serie storiche e statistiche che possiamo vantare in Italia: su queste operazioni atipiche :eek: ).

Pagheranno gli investitori ignari, i Fondi Istituzionali mal gestiti o forse é un altro modo ( come sembra essere avvenuto anche nelle operazioni SCIP) di emettere titoli " pro-solvendo": dove alla fine ogni contrattempo riduce la redditivita dell'opeazione per il proponente. Dando così solo l'illusione di ridurre il debito degli enti pubblici. :eek:

Saluti
RR
 
Re: Isteria pericolosa

Scritto da Ricky Roma
Se é vero che il comune di Napoli vuole utilizzare le Cartolarizzazioni per liberarsi di Multe non Pagate e Tasse non Pagate ( ICI, Immondizia, ... ), siamo davvero in preda ad una "isteria carolarizzazioni" che va sottolineata.

Ma chi validerà un simile progetto, definendone i flussi di Cash attesi ( su Napoli poi dove le procedure di precetto, ingiunzione, pignoramento, asta ... durano decenni, se mai giungono a termine ).
Quale società di rating si impegenrà a determinare la rischiosità dei titoli ( visto le curate serie storiche e statistiche che possiamo vantare in Italia: su queste operazioni atipiche :eek: ).

Pagheranno gli investitori ignari, i Fondi Istituzionali mal gestiti o forse é un altro modo ( come sembra essere avvenuto anche nelle operazioni SCIP) di emettere titoli " pro-solvendo": dove alla fine ogni contrattempo riduce la redditivita dell'opeazione per il proponente. Dando così solo l'illusione di ridurre il debito degli enti pubblici. :eek:

Saluti
RR



<<<Ma chi validerà un simile progetto..>>>

Si trovano , si trovano , basta garantirgli laute commissioni legate al buon esito della truf** ops , operazione!
Procedura stile Andersen , deloitte,................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................. ............ .........

<<<<<<<<<Pagheranno gli investitori ignari, i Fondi Istituzionali mal gestiti ...>>>>>>>>>>


......... GOAL !!!!


...procede di pari passo con il non meno ridicolo DDL per la difesa del risparmio ....


bye


PS : non riporto nemmeno più le news relative alle cartolarizzazioni perchè non riuscirei a stargli dietro
 
Ultima modifica:
Scritto da SobSobConsob
Ma cosa fanno in pratica gli
ARRANGER,
i CO-ARRANGER,
le JOINT LEAD,
i BOOKRUNNER
i MANAGER ed
i CO-MANAGER ?

Saluti

Si parla di Arranger anche per il varo del fondo immobiliare del Tesoro.

Anche in questo caso sembra essere una attivtà molto allettante. Sono ben 6 le cordate che si contendono il ruolo.
- MCC, Csfb, Merrill Lynch;
- Bnl, Goldman Sachs, DeutscheBank, UBS;
- BnacaIntesa, lazard, Citibank, Credit Agicole;
- MPS, JpMorgan, AbnAmbro, Cdc Ixis;
- Banca Imi, Barclays, LemanBrothers, Royal Bank of Scotland;
- Mediobanca, Ubm, MorganStanley.

Per spiegare tutto questo affollamento, argomenterei con la reputazione ( di cliente "molto dolce" ) che si deve essere fatta il Tesoro in questi anni: proprio con le operazioni di cartolarizzazione SCIP... :cool:
 
:specchio: :specchio: :specchio: :specchio: :specchio: :specchio:

Lunedì 30 Agosto 2004, 18:45

Intesa cartolarizzerà crediti cliniche Campania per 450 mln

MILANO, 30 agosto (Reuters) - Banca Intesa (Milano: BIN.MI - notizie - bacheca) si appresta a emettere, tramite una società veicolo, i titoli dell'operazione di cartolarizzazione dei crediti che l'Associazione italiana ospedalità privata (Aiop) della Campania vanta nei confronti delle Asl regionali per il periodo 1995-2003. E' quanto dice a Reuters Vincenzo Schiavone, presidente dell'Aiop Campania.
"Dal nostro punto di vista, si tratta di una cessione pro-soluto di crediti per 450 milioni di euro. Intesa, poi, trasformerà questi crediti in titoli", spiega Schiavone.

Il presidente dell'Aiop Campania rileva, inoltre, che questa settimana dovrebbe arrivare la delibera della giunta regionale guidata da Antonio Bassolino che permetterà la cessione dei crediti Aiop dell'anno in corso, pari, secondo il budget 2004, a 600 milioni.


AIOP RINUNCIA A INTERESSI, RIVALUTAZIONE TARIFFE

Aiop, dopo aver rinunciato nei confronti della Regione a interessi, spese legali legate a un lungo contenzioso, nonché a una rivalutazione delle tariffe, ha fissato a 450 milioni di euro con Banca Intesa l'ammontare dei crediti pregressi oggetto dell'operazione.

Intesa cartolarizzerà i crediti acquisiti dall'Aiop, attraverso una società veicolo. Il lancio dei titoli, prevede Schiavone, arriverà a metà ottobre.

"I soldi dovrebbero materialmente arrivare nelle nostre casse verso novembre-dicembre", aggiunge il presidente dell'associazione campana.

Il 6 agosto, la giunta Bassolino ha approvato una delibera per autorizzare l'operazione, che, spiega Schiavone, "prevede che il debito venga certificato dalle Asl e portato a carico della Regione, che ripagherà Banca Intesa in sette anni, in rate semestrali, con un interesse pari all'Euribor a tre mesi più lo 0,40%".

Dal punto di vista dell'Aiop si tratta di uno sconto pro soluto, che "comporta un sacrificio di circa 200 milioni di euro, ma che pone le basi per un nuovo modo di gestire la sanità campana" dice Schiavone.


CESSIONE CREDITI GIUNGE DOPO LUNGO CONTENZIOSO CON REGIONE

Schiavone racconta come L'operazione con Banca Intesa affondi le radici in un contenzioso di lunga data che ha messo l'Aiop contro la Regione Campania. "L'origine dei guai è il fatto che la Campania vanta dallo Stato trasferimenti arretrati per la sanità pari a circa 2 miliardi e 400 milioni di euro. Ne è scaturito un sistema in cui le Asl pagano con ritardi enormi i fornitori, i quali a loro volta hanno problemi a pagare i loro fornitori. Da oltre dieci anni le cliniche campane non conseguano utili". continua Schiavone.

La Regione, "in crisi di liquidità spaventosa", ha varato una serie di provvedimenti per tagliare la spesa sanitaria, contro i quali l'Aiop ha presentato vari ricorsi, con conseguenti sentenze del Tar. "In sostanza, il sistema è stato ingessato", dice il presidente dell'Aiop.

Per bloccare questo circolo vizioso, l'associazione ha proposto alla Regione di ricorrere a un pagatore terzo. "La prima fase è stata una ricognizione dei crediti arretrati, per un periodo che va dal 1995 a fine 2003", conclude Schiavone.

:eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek:


..proprio di tutto... :'( :'(

brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr


bye
 
W l'italia.... :wall:

Ciao Slowdown :)
 
Indietro