Droni attaccano aeroporto russo ENGELS nella zona di Saratov; danneggiati 2 superbombardieri TU 95(video)

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.854
Punti reazioni
549
L'Ucraina deve bombardare obbiettivi militari, non come i russi che sprecano missili su quelli civili
 

franz.old

Nuovo Utente
Registrato
30/10/05
Messaggi
75.155
Punti reazioni
1.653
ieri hanno risposto all'attacco all'aerporto, non si aspettavano altri attacchi e quindi non hanno piu' missili da spedire in ucraina.....

sono alla frutta....speriamo vadano presto al caffe' e all'ammazza caffe'

e decidano di andarsaene a casa loro a festeggiare i vari natali che ci sono
 

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.854
Punti reazioni
549
ieri hanno risposto all'attacco all'aerporto, non si aspettavano altri attacchi e quindi non hanno piu' missili da spedire in ucraina.....

sono alla frutta....speriamo vadano presto al caffe' e all'ammazza caffe'

e decidano di andarsaene a casa loro a festeggiare i vari natali che ci sono
Ieri sono stati colti di sorpresa e non hanno potuto utilizzare le basi colpite per attaccare. Mission Accomplished by Ukraine
 

franz.old

Nuovo Utente
Registrato
30/10/05
Messaggi
75.155
Punti reazioni
1.653
Ottimo.... è ora di colpire pure Mosca...
chissa' potrebbe pure essere...
se gli ucraini capiscono che non c'e piu' resistenza, in meno di 10 giorni sono a mosca

l'abbattimento dell'aereo indonesiano, e' stato un fatto gravissimo e lasciarlo impunito e' un delitto...
ricordate il motivo per cui fu ucciso gheddafi?
 

cammello

ROB's something
Registrato
17/1/05
Messaggi
6.660
Punti reazioni
679
non per fare il Bala della situazione, ma gli ultimi due post mi sembrano eccessivamente trionfalistici
- l'attacco di ieri era pianificato, non lo inventi nel giro di due ore
- ammesso che ieri non abbiano usato due dei tanti aeroporti che hanno per motivi di sicurezza, oggi potranno farlo
- di missili, se decidono che l'Ucraina è strategica, possono tirarne fuori dalle riserve, appunto, strategiche a sufficienza (come poi li rimpinguano è un altro mazzo di carte)

C
 

franz.old

Nuovo Utente
Registrato
30/10/05
Messaggi
75.155
Punti reazioni
1.653
non per fare il Bala della situazione, ma gli ultimi due post mi sembrano eccessivamente trionfalistici
- l'attacco di ieri era pianificato, non lo inventi nel giro di due ore
- ammesso che ieri non abbiano usato due dei tanti aeroporti che hanno per motivi di sicurezza, oggi potranno farlo
- di missili, se decidono che l'Ucraina è strategica, possono tirarne fuori dalle riserve, appunto, strategiche a sufficienza (come poi li rimpinguano è un altro mazzo di carte)

C
bala e' così perche' va corto....
vai corto anche te?

piuttosto speriamo vadano di accordi e si finisca la carneficina
 

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.528
Punti reazioni
356

L'ESCALATION DELLA GUERRA E' DIETRO L'ANGOLO: L'UCRAINA HA COLPITO LA RUSSIA CON DRONI-KAMIKAZE FATTI IN CASA - SOLO POCHE SETTIMANE FA LA COMPAGNIA “UKROBORONPROM” AVEVA ANNUNCIATO DI AVER REALIZZATO UN NUOVO VELIVOLO SENZA PILOTA CON UN RAGGIO D'AZIONE DI QUASI MILLE CHILOMETRI, CON A BORDO UNA TESTATA DA 75 CHILOGRAMMI - ZELENSKY HA CHIESTO PIÙ VOLTE A WASHINGTON LA FORNITURA DI ARMI CON UN BRACCIO OPERATIVO DI 150 CHILOMETRI, PERÒ HA SEMPRE INCASSATO UN NO: ORA I SUOI TECNICI HANNO RIMEDIATO DA SOLI…​




1 - IL DRONE FATTO IN CASA COSÌ GLI UCRAINI SUPERANO I VETI DELLA CASA BIANCA


Estratto dell’articolo di Andrea Marinelli e Guido Olimpio per il “Corriere della Sera”





Gli ucraini potrebbero aver usato un nuovo drone-kamikaze di produzione locale per colpire una o due basi russe distanti oltre 450 chilometri dal confine: un'azione spettacolare avvolta, al solito, dalla cortina fumogena. Poche settimane fa la compagnia Ukroboronprom aveva annunciato di aver realizzato un nuovo velivolo senza pilota con un raggio d'azione di quasi mille chilometri: a bordo una testata da 75 chilogrammi e apparati per superare le contromisure, un sistema per replicare al martellare incessante deciso dal generale Surovikin, il comandante alla testa dell'Armata russa.


UCRAINA - DRONE SVILUPPATO DA UKROBORONPROM UCRAINA - DRONE SVILUPPATO DA UKROBORONPROM





È possibile che la nuova «freccia» sia stata impiegata per prendere di mira la pista di Engels-2 di Saratov, in territorio russo, a 750 chilometri dalla frontiera ucraina, usata dai bombardieri strategici Tu-95 impiegati proprio nella campagna di terrore. Un paio di aerei potrebbero aver subito danni. La seconda botta ha riguardato la base di Ryazan, 185 km a sudest di Mosca, che ospita il centro di addestramento per l'aviazione a lungo raggio e aerei cisterna: qui la versione è diversa, si parla di tre morti.







[…] lo sviluppo di un drone in grado di arrivare lontano racchiude tre elementi:


1) Risponde alle distruzioni inferte da missili e droni iraniani.


2) Amplia le possibilità dei difensori.


3) Coinvolge le retrovie più profonde: Zelensky ha chiesto più volte a Washington la fornitura di armi con un braccio operativo di 150 chilometri, però ha sempre incassato un no. Ora i tecnici hanno rimediato da soli.







A questo proposito, funzionari americani hanno ammesso al Wall Street Journal che il Pentagono avrebbe modificato i 20 Himars forniti a Kiev a partire da giugno, in modo che non possano essere usati per colpire il territorio russo: una precauzione per evitare che il conflitto con Mosca si allarghi. […]





2 - ATTACCO AL CUORE DELLA RUSSIA COLPITE DUE BASI MILITARI AEREE


Estratto dell’articolo di Giuseppe Agliastro per “la Stampa”





[…] misteriose esplosioni in due basi dell'Aeronautica militare russa: quelle di Ryazan e Saratov. Secondo Mosca ad attaccarle sarebbero stati dei droni ucraini. Se le cose stanno davvero così, ipotesi non ancora confermata, ieri l'esercito russo si è scoperto vulnerabile perché quei due aerodromi distano centinaia di chilometri dal fronte. […] Le forze armate di Mosca sostengono di aver respinto l'attacco e abbattuto i droni, ma affermano che i loro frammenti siano precipitati ed esplosi provocando la morte di tre militari e il ferimento di altri quattro e danneggiando due aerei.







Fonti interpellate dalle agenzie russe Ria e Tass riferiscono però che a uccidere i tre militari nella base vicino Ryazan sia stata l'esplosione di un'autocisterna di carburante e parlano di sei feriti in questo aerodromo e di altri due feriti in quello di Saratov: una delle due sole basi in cui il Cremlino schiera i suoi bombardieri strategici a lungo raggio (che si stima siano tra 60 e 70). A Saratov ci sono infatti fortezze volanti come i Tu-160 e i Tu-95, aerei capaci di lanciare ordigni nucleari ma anche di sparare missili da crociera come quelli che in questi mesi hanno messo in ginocchio la rete elettrica ucraina con raid che Kiev e i suoi alleati occidentali non esitano a definire "crimini di guerra".







Se si trattasse davvero di un raid ucraino - ipotesi al momento non confermata - sarebbe l'attacco delle forze di Kiev perpetrato più in profondità in territorio russo. Saratov dista infatti ben 600 chilometri dal territorio ucraino. […
 

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.854
Punti reazioni
549
Ecco perchè i russi hanno fatto cilecca ieri ed oggi.

Russia deploys defense missile system on Kuril island near Japan​

Story by Reuters
 

flori2

Nuovo Utente
Registrato
22/7/11
Messaggi
13.854
Punti reazioni
549

Three fire trains sent to fight blaze at Russian airfield allegedly hit by drone strike​

From CNN's Seb Shukla


Russian media shows aftermath of alleged drone strike on oil tank at Kursk airfield on December 6.
Russian media shows aftermath of alleged drone strike on oil tank at Kursk airfield on December 6. (MIC IZVESTIA/IZ.RU/Reuters)

Moscow Railways has sent three fire trains to help put the "fire out at the airport" in Kursk, western Russia, according to regional officials.
Earlier on Tuesday, regional governor Roman Starovoit alleged that a drone attack hit an oil tanker near Kursk airfield. Kursk is located about 90 kilometers (60 miles) from the Ukrainian border.
It comes one day after Moscow claimed Ukraine used drones to attack two military air bases deep within Russian territory. Kyiv has neither confirmed nor denied responsibility for the attacks.
Starovoit said he had held a meeting of the "anti-terrorist commission" and decided to "extend the yellow level of terrorist danger" for 15 days.
 

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.528
Punti reazioni
356

Three fire trains sent to fight blaze at Russian airfield allegedly hit by drone strike​

From CNN's Seb Shukla


Russian media shows aftermath of alleged drone strike on oil tank at Kursk airfield on December 6.
Russian media shows aftermath of alleged drone strike on oil tank at Kursk airfield on December 6. (MIC IZVESTIA/IZ.RU/Reuters)

Moscow Railways has sent three fire trains to help put the "fire out at the airport" in Kursk, western Russia, according to regional officials.
Earlier on Tuesday, regional governor Roman Starovoit alleged that a drone attack hit an oil tanker near Kursk airfield. Kursk is located about 90 kilometers (60 miles) from the Ukrainian border.
It comes one day after Moscow claimed Ukraine used drones to attack two military air bases deep within Russian territory. Kyiv has neither confirmed nor denied responsibility for the attacks.
Starovoit said he had held a meeting of the "anti-terrorist commission" and decided to "extend the yellow level of terrorist danger" for 15 days.
Gli attacchi riusciti contro gli aeroporti russi stanno diventando una tradizione delle forze armate ucraine

Gli aeroporti militari russi sono indifesi contro gli attacchi UAV. Ciò è stato confermato ancora una volta dalle esplosioni di oggi nella regione di kursk . E questo nonostante il fatto che la Russia abbia avuto il tempo di prepararsi.

Apparentemente non hanno sentito cosa fosse un'efficace difesa aerea, ma si sono ispirati alla storia di un drone abbattuto da un barattolo di cetrioli . Pertanto, hanno fatto scorta di tutto ciò che è venuto a portata di mano: pietre e bastoncini. Tuttavia, non ha aiutato.
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.585
Punti reazioni
3.274
Ecco perchè i russi hanno fatto cilecca ieri ed oggi.

Russia deploys defense missile system on Kuril island near Japan​

Story by Reuters
Vogliono attaccare gli USA da quel lato finalmente?
 

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.528
Punti reazioni
356

"Stryzh" e "Reis", un drone kamikaze di "Ukroboronprom" o qualcosa di segreto: cosa stanno colpendo le basi aeree della Federazione RussaI russi sanno esattamente cosa sta arrivando alle loro basi aeree, quindi è del tutto possibile fare diverse ipotesi sulle armi segrete che generano "cotone" nella Federazione Russa a una distanza di circa 800 km​

Sembra che gli attacchi alle basi aeree della Federazione Russa abbiano iniziato ad essere effettuati sistematicamente, ieri, 5 dicembre, un attacco contro engels e diaghilev proprio nel "cuore" dell'aviazione strategica della Federazione Russa , oggi, 6 dicembre, un attacco a una base militare a Kursk e un deposito petrolifero della riserva statale russa nella regione di Bryansk.

La domanda principale, ovviamente, è cosa. Perché sembra che a questo elenco sia necessario aggiungere un attacco alle basi aeree nella Crimea occupata, che è stato il risultato di attacchi missilistici riusciti da parte delle forze armate, . È anche interessante notare che i russi sottolineano costantemente che gli attacchi sono stati effettuati da droni ucraini.
Attualmente, ci sono diverse versioni principali di ciò che vengono inflitti esattamente tali colpi. Allo stesso tempo, è necessario sottolineare che la Federazione Russa sa esattamente cosa sta arrivando, quindi è del tutto possibile fare ipotesi.


Un video abbastanza informativo dell'attacco alla base aerea di Engels può aiutare in questo. Innanzitutto, è geolocalizzato con una precisione di un metro. In secondo luogo, su di esso si può sentire il volo di un aereo a reazione e viene registrato il momento dell'esplosione.

Il video è stato girato dall'ingresso di un edificio residenziale nella città di Engels (Stroiteley Ave. 47, blocco 1, punto 2), a soli 5,5 km da esso al centro del sito in cui si trovavano i russi Tu-95MS e Tu-160 sono di stanza.
Dal suono del volo dell'aereo all'esplosione passano circa 25 secondi. Certo, non conosciamo la traiettoria di volo e la distanza dall'aereo e dalla città di tiro per calcolare gli errori sulla velocità di propagazione del suono, ma è possibile ottenere una velocità approssimativa del veicolo di consegna del "cotone" da 220 m/s o 792 km/h. Cioè, stiamo parlando di un aereo con un motore a reazione, in grado di volare ad alta velocità a bassa quota.

"Volo" e "Stryzh"​


Gli UAV da ricognizione sovietici Tu-141 "Stryzh" e Tu-143 "Reis" convertiti per il compito di attacchi sono attualmente visti come i candidati più probabili per la posizione di "generatore di cotone" a lungo raggio. Nella Federazione Russa, il "Reysy" si lamenta da tempo, in particolare a livello dei governatori delle regioni di confine, e il loro relitto è già stato fotografato più volte. Ad esempio, è noto dell'attacco di proprio tali UAV alla base aerea di millerovo nella regione di rostov.

La conversione degli UAV sovietici da ricognizione sembra più di una soluzione logica. Questi droni degli anni '70 sono jet, sviluppano una velocità transonica di 950-1100 km/h, e possono volare a bassa quota fino a 10 metri. Il raggio di volo del Tu-143 "Reis" è fino a 200 km e il Tu-141 "Stryzh" fino a 1000 km. Il peso dell'attrezzatura da ricognizione arcaica, comprese le fotocamere a pellicola, è superiore a 100 kg. E tenendo conto della possibilità di smontare il paracadute, è possibile rilasciare ancora più peso utile.


Inoltre, non si dovrebbe escludere che questi droni sovietici possano persino ricevere nuove apparecchiature di navigazione per attacchi più accurati, cosa che stanno attivamente dimostrando. Cioè, stiamo parlando della trasformazione di questi UAV sovietici in veri e propri missili da crociera terrestri e, francamente, questo è il meglio che si potrebbe fare con il Tu-141 "Stryzh" e il Tu-143 "Reis", perché fino a quando 2022 erano piuttosto considerati come semplici obiettivi per l'addestramento ai calcoli del sistema di difesa aerea.


Vale la pena ricordare che la pubblicazione americana breaking difense ha riferito il 18 novembre, citando la propria fonte, che per un attacco missilistico alle basi aeree nella Crimea occupata, gli attacchi sono stati effettuati: "da un sistema d'arma obsoleto che è stato modernizzato per questo ruolo , che era diverso da quello per il quale era stato originariamente sviluppato". E questa definizione corrisponde al meglio al Tu-141 "Stryzh" convertito e al Tu-143 "Reis".


Drone Kamikaze da "Ukroboronprom"​


C'è anche un'opinione abbastanza attiva che dietro gli scioperi ci sia un drone kamikaze, che Ukroboronprom sta promuovendo attivamente. Ad esempio, la portata di questo drone è di 1000 km e il peso della testata è di 75 kg. Allo stesso tempo, più di un mese fa, il project manager di DK "Ukroboronprom" Oleg Boldyrev, meglio conosciuto come Martin Brest, ha rivelato nuovi dettagli su quest'arma.


Come si è scoperto, 75 kg è il peso totale del carico utile e 1000 km è una cifra teorica, perché a quel tempo non era stato scelto alcun motore per questo drone. Inoltre, questo drone non è creato come un drone kamikaze, ma come una "piattaforma multifunzionale" e può essere sia una raffica di munizioni che un UAV da ricognizione.

Allo stesso tempo, la creazione di un drone kamikaze e di un drone da ricognizione sono compiti completamente diversi, perché in un caso vengono create munizioni con un breve ciclo di vita, nell'altro una piattaforma riutilizzabile ad alta resilienza progettata per un uso costante.


E l'unica foto con una parte della fusoliera del drone, molto probabilmente, parla delle sue dimensioni relativamente ridotte e dell'uso di una catapulta per il lancio. E questi sono segni di un'altra classe di UAV, che utilizza un motore a elica convenzionale, e non un motore a reazione, il cui funzionamento può essere ascoltato nel video dell'attacco a "Engels".


Arma segreta​


Naturalmente, rimane un'altra opzione interessante: un nuovo sviluppo, di cui non si sa assolutamente nulla. E la natura dell'attacco attualmente suggerisce l'uso di missili da crociera: alta velocità, basso profilo di volo. E oltre alla conversione dei loro "Stryzhiv" e "Reysiv", rimane la possibilità che tali armi siano state create e portate alla produzione in serie in Ucraina in un tempo abbastanza breve.


Ci sono stati progetti del genere fino al 2022 in Ucraina - sì. Inoltre, almeno un modello di uno di questi sviluppi è stato dimostrato più di una volta alla mostra "Armi e sicurezza". Se sia stato possibile portare questo missile su un modello seriale è una questione a parte, ma la creazione di un missile da crociera è un compito leggermente più semplice rispetto alla creazione di un missile balistico.

E anche il motivo per cui la Federazione Russa insiste sui "droni" può essere abbastanza comprensibile. Il Cremlino ha semplicemente paura di ammettere che l'Ucraina ha sviluppato e lanciato autonomamente una serie di missili da crociera che possono sfondare la difesa aerea della Federazione Russa e colpire il cuore stesso dell'Aeronautica russa.
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.649
Punti reazioni
484
La prima gallina che canta ha fatto l’uovo.

Gli Stati Uniti: "Non abbiamo fornito a Kiev armi per colpire in Russia". Il conflitto in tempo reale, giorno 285
 

FogOnLine

sigà sigà
Registrato
26/2/14
Messaggi
14.653
Punti reazioni
1.865
La prima gallina che canta ha fatto l’uovo.

Gli Stati Uniti: "Non abbiamo fornito a Kiev armi per colpire in Russia". Il conflitto in tempo reale, giorno 285

Ammesso che la teoria della gallina abbia qualche fondamento, la prima gallina a parlare è stato il MoD russo che ha parlato di droni di fabbricazione sovietica

Минобороны России
"La mattina del 5 dicembre di quest'anno. Il regime di Kiev, al fine di disabilitare gli aerei russi a lungo raggio, ha tentato di colpire con veicoli aerei senza pilota a reazione di fabbricazione sovietica negli aeroporti militari "Dyagilevo" nella regione di Ryazan e "Engels" nella regione di Saratov.

◽️ Gli UAV ucraini che volavano a bassa quota sono stati intercettati dalla difesa aerea delle forze aerospaziali russe.
◽️ A seguito della caduta e dell'esplosione di frammenti di droni jet negli aeroporti russi, la pelle dello scafo di due velivoli è stata leggermente danneggiata.
◽️ Tre militari russi che si trovavano all'aeroporto sono stati feriti a morte.
◽️ Altri quattro militari feriti sono stati portati in strutture mediche, dove è stata fornita loro tutta l'assistenza medica necessaria.
[...]"
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.649
Punti reazioni
484
&Fog
E come si concilia con questo?


Ukrobornprom, attiva nel settore della Difesa, aveva annunciato in televisione di aver concluso la sperimentazione di un nuovo drone in grado di colpire fino a 1000 chilometri di distanza.
 

FogOnLine

sigà sigà
Registrato
26/2/14
Messaggi
14.653
Punti reazioni
1.865
&Fog
E come si concilia con questo?


Ukrobornprom, attiva nel settore della Difesa, aveva annunciato in televisione di aver concluso la sperimentazione di un nuovo drone in grado di colpire fino a 1000 chilometri di distanza.
Avevo postato ieri l'annuncio della sperimentazione ipotizzando che si potesse trattare di quel drone, ma il MoD russo non avrebbe motivo per dichiarare "produzione sovietica" se così non fosse.

In ogni caso, anche i Tu-141 hanno range di 1000 km.
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.649
Punti reazioni
484
Avevo postato ieri l'annuncio della sperimentazione ipotizzando che si potesse trattare di quel drone, ma il MoD russo non avrebbe motivo per dichiarare "produzione sovietica" se così non fosse.

In ogni caso, anche i Tu-141 hanno range di 1000 km.
Può essere fabbricazione sovietica ( ma dopo oltre30 anni funzionano ancora?uhmmm) e perché non l’hanno usato prima?
Forse perché doveva essere rigenerato/ modificato/ aggiornato?
E da chi?
 

cammello

ROB's something
Registrato
17/1/05
Messaggi
6.660
Punti reazioni
679
Può essere fabbricazione sovietica ( ma dopo oltre30 anni funzionano ancora?uhmmm) e perché non l’hanno usato prima?
Forse perché doveva essere rigenerato/ modificato/ aggiornato?
E da chi?
buona parte dei velivoli in uso alla russia sono stati progettati e realizzati in Ucraina, su questo hanno piu da insegnare che da imparare

però si guarda scientemente il dito e non la luna:
questi, come altre volte, sono entrati in profondità in russia senza problemi.
Magari ci si domandi che colabrodo è la russia, piu del chi ha creato il drone.
Hai poco da avere ambizioni imperiali se da una parte ti sterminano la 4 Armata motorizzate Guardie (elite a difesa di mosca) e dall'altra ti vanno a bombardare a manco 150 km da mosca.

C
 
Ultima modifica:

FogOnLine

sigà sigà
Registrato
26/2/14
Messaggi
14.653
Punti reazioni
1.865
Può essere fabbricazione sovietica ( ma dopo oltre30 anni funzionano ancora?uhmmm) e perché non l’hanno usato prima?
Forse perché doveva essere rigenerato/ modificato/ aggiornato?
E da chi?
Certo, aggiornamento con introduzione GPS e un nuovo motore, oltre ovviamente ad una testata esplosiva che originariamente non c'era essendo il Tu-141 un drone da ricognizione.

Se vuoi sottintendere che nelle modifiche ci sono "mani" straniere, sono tutti componenti alla portata delle produzioni ucraine, visto che l'Ucraina ha capacità nell'industria degli armamenti tanto da aver prodotto grosse porzioni e componenti degli armamenti russi (non a caso ha un missile balistico di sua progettazione, Hrim2) e ha costruito la (ormai affondata) Moskva.