E' possibile far entrare soci in una società senza passare ogni volta dal Notaio?

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

profumo47

Utente Registrato
Registrato
4/5/00
Messaggi
153
Punti reazioni
0
Vorrei sapere se esiste una qualsiasi forma di società, anche artigiana, in cui l'Amministratore possa portare a socio o estromettere un socio esistente, senza ogni volta passare da uno studio notarile, e poi alla Camera del Commercio.
A causa del TurnOver è molto costosa questa procedura.

Quindi domando: quale tipo di società e adatta a questa procedura semplificata ?
(snc sas srl arl ecc ecc )? ???
Sono gradite anche le spiegazioni.

Vi ringrazio anticipatamente.
 
(SPA) Con le azioni, attraverso la procedura di trasfert su richiesta dell'alienante (e non su richiesta dell'acquirente ovvero per girata, che deve essere autenticata, però anche da un agente di cambio).

(SRL) Per la circolazione delle quote, è richiesto invece l'intervento del notaio per motivi risalenti ad una legge dell'estate '93 (MI SEMBRA AGOSTO) che tra l'altro modificò il 2479 c.c. (autentica sottriscrizione)ai fini del deposito nel registro delle imprese.

Per le società di persone, dipende dall'atto costitutivo se è possibile la libera circolazione delle partecipazioni. Se non prevista, è necessaria una modifica dell'atto costitutivo ogni qual volta si modifica la compagine sociale attraverso l'ingresso di un nuovo socio. Tuttavia, l'atto pubblico o la scrittura privata autenticata rileva ai fini della iscrizione nel registro delle imprese.

Non ho il codice sottomano ora, se sono stato incompleto dimmelo, ti rispondo in maniera più precisa.

Ciao

verm.

PS. In soldoni, la modalità più snella da un punto di vista formale è prevista per la snc irregolare (indicando peraltro nell'atto costitutivo la libera circolazione)
 
Hai la risposta a portata di mano: la COOPERATIVA.

In particolare, la cd. "Piccola Cooperativa".
 
Dai un'occhiata all'art.2520 codice civile!
 
Legge 7.8.1997 n. 266 di cui sopra (sulle piccole coop.)

La disciplina delle cooperative fissa un numero minimo di 9 soci. Questo ostacolo è superato dall'introduzione della piccola cooperativa ex art. 21, legge 7 agosto 1997, n. 266.

Si tratta di una forma semplificata di società cooperativa con un numero non inferiore a tre (e non superiore a otto).

La peculiarità sya nel fatto che il potere di amministrazione può essere attribuito dallo statuto all'assemblea (quarto comma). E v. anche le semplificazioni per il collegio sindacale.

Per le obbligazioni, risponde comunque la piccola cooperativa con il suo patrimonio.

Si apre l'accesso alle agevolazioni delle coop anche su iniziativa di poche persone.
 
Indietro