Ecco Grillo contro lo spread: è un allucinazione mentale

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Ebenezer Scrooge

Famo domani
Registrato
22/9/00
Messaggi
32.894
Punti reazioni
3.846
5 Stelle: Grillo, spread e' allucinazione mentale

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Per Berlusconi "e' un imbroglio, un invenzione", per Beppe Grillo "un'allucinazione mentale". Il leader del Movimento 5 Stelle, ai microfoni di Class Cnbc, dissacra lo spread: "e' qualcosa di completamente staccato dall'economia", sostiene. Lo spread, per Grillo, "e' un'allucinazione mentale di speculazione bancaria, perche' il nostro debito e' in mano per meta' a banche straniere che cercano di far alzare il tasso di interesse per guadagnare di piu'. Quindi siamo in preda ad una speculazione bancaria di istituti stranieri ed italiani che non hanno piu' niente a che vedere con la nostra economia. Bisogna fermare il circuito del debito che ci sta strozzando".

:yes:
 
5 Stelle: Grillo, spread e' allucinazione mentale

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Per Berlusconi "e' un imbroglio, un invenzione", per Beppe Grillo "un'allucinazione mentale". Il leader del Movimento 5 Stelle, ai microfoni di Class Cnbc, dissacra lo spread: "e' qualcosa di completamente staccato dall'economia", sostiene. Lo spread, per Grillo, "e' un'allucinazione mentale di speculazione bancaria, perche' il nostro debito e' in mano per meta' a banche straniere che cercano di far alzare il tasso di interesse per guadagnare di piu'. Quindi siamo in preda ad una speculazione bancaria di istituti stranieri ed italiani che non hanno piu' niente a che vedere con la nostra economia. Bisogna fermare il circuito del debito che ci sta strozzando".

:yes:

Questa discussione è di oltre 2 anni fa:

http://www.finanzaonline.com/forum/...-perche-grillo-somiglia-tanto-berlusconi.html

:o
 
5 Stelle: Grillo, spread e' allucinazione mentale

Roma, 12 dic. (Adnkronos) - Per Berlusconi "e' un imbroglio, un invenzione", per Beppe Grillo "un'allucinazione mentale". Il leader del Movimento 5 Stelle, ai microfoni di Class Cnbc, dissacra lo spread: "e' qualcosa di completamente staccato dall'economia", sostiene. Lo spread, per Grillo, "e' un'allucinazione mentale di speculazione bancaria, perche' il nostro debito e' in mano per meta' a banche straniere che cercano di far alzare il tasso di interesse per guadagnare di piu'. Quindi siamo in preda ad una speculazione bancaria di istituti stranieri ed italiani che non hanno piu' niente a che vedere con la nostra economia. Bisogna fermare il circuito del debito che ci sta strozzando".

:yes:

Non so a cosa si riferisca, ma in tutta questa crisi, in questi due anni, le banche che avevano in carico titoli di stato italiani, greci, e spagnoli non erano così contenti che aumentassero i tassi di questi paesi, perchè i loro titoli in carico, a tassi più bassi, a volte MOLTO più bassi, perdevano in conto capitale con percentuali a due zeri, tanto per un titolo di stato.
 
Non so a cosa si riferisca, ma in tutta questa crisi, in questi due anni, le banche che avevano in carico titoli di stato italiani, greci, e spagnoli non erano così contenti che aumentassero i tassi di questi paesi, perchè i loro titoli in carico, a tassi più bassi, a volte MOLTO più bassi, perdevano in conto capitale con percentuali a due zeri, tanto per un titolo di stato.

ComeDonChisciotte - FANNO TERRA BRUCIATA

BORSA & SPREAD/ Le 10 prove che smascherano gli "altarini" dei mercati

TEMPESTA PERFETTA: 12/01/2012 - 01/01/2013
 
sotto i 300 ora

In teoria se l'Europa fosse unita sul serio dovrebbe stare a zero. Altrimenti ognuno per la sua strada. O tutto o niente per quanto mi riguarda, l'Europa unita mi piacerebbe molto, se fosse unita. Un solo governo, regole uguali in tutto lo stato (l'europa)
 
Indietro