Ecco La Formula Che Non Aumenta Le Tasse Sul Capital Gain

rob54

Nuovo Utente
Registrato
21/11/05
Messaggi
2.785
Punti reazioni
72
La brevetto cosi' se qualche politico la intende adottare dovra' rendermene conto.
Siccome penso non sia giusto aumentare la tassazione vigente sul capital gain....come gia' aperto in un altro thread.....anche in considerazione del rischio al quale uno va incontro ....PROPONGO che l'aliquota del 12,50% rimanga invariata per ogni transazione che non superi una determinata cifra...ad esempio 10.000€ o altra cifra da definire. In questo modo i grossi colossi che smuovono a volte decine di migliaia di pezzi per strani giochetti saranno costretti o a pagare l'aliquota del 27% almeno oppure a spezzettare il tutto in vari tronconi sotto i 10.000€. o cifra che sara' da definire. Le banche e lo stato ci guadagnerebbero perchè ogni transazione paga diritti e commissioni e cosi' i...GROSSI....pagherebbero di piu' sia se fanno le transazioni in blocco consistente (con aliquota poi del 27%) sia se suddividono il tutto in tante operazioni in quanto ogni operazione pagherebbe diritti e commissioni.
IN QUESTO CASO IL PICCOLO TRADER sarebbe esentato da gravami maggiori rimanendo per lui l'aliquota invariata.
A me pare una buona soluzione.
 
ahahahahah... ma scherzi????
se dovessi investire 10000 euro a botta non rientrerei manco delle commissioni.... almeno 100000 la discriminante.... ciaooo
 
forse non hai fatto bene i conti o non hai capito bene il concetto.
 
la formula o meglio le formule, sono 2.

O esci dall'italia e vai in qualche sim di altre nazioni che fan pagare meno o voti il difendi-bambini bollati.
Perchè se va mortadellone, aspettati solo l'antipasto, sulla tasse.
A me, ad esempio, nella mia forma lavorativa, mi straccia!!

Ma vedi, quello che + sconcerta è che sarò costretto a mettere un "facciotuttoio" al governo, perchè non solo ti dicono in anticipo che ti spremono (a categorie storicamente deboli, quali Co.CO.Co, autonomi, precari, ecc) ma ancora non sanno di quanto.E mancano pochi giorni al voto.
"Noi siamo un governo serio"...........mavafffffff................
Avrei sperato nell'alternanza, avrei voluto tanto vedere 5 anni di sinistra, per farmi un'idea, giungere a delle conclusioni...........fare un confronto.
Ma hanno le idee + confuse di 5 anni fa.

Almeno la sinistra, mettesse a capo, uno che per parlare, non ci mette 5 minuti a parola e che sappia quello che dica.
DElinquenti politici: sì preferisco dei delinquenti a chi mi deruba "onestamente".
Almeno quelli li posso denunciare, gli altri oltre che cornùto, li dovrei anche ringraziare?

Non oso pensare ad altri 5 anni di sorrisetti da caz.zo di Berlusconi, convention a Rete4 e alle altre numerose gaffe politiche del bassotto.
Ma per me, non c'è alternaqtiva, se non quella che FI vada in minoranza.
 
rob54 ha scritto:
La brevetto cosi' se qualche politico la intende adottare dovra' rendermene conto.
Siccome penso non sia giusto aumentare la tassazione vigente sul capital gain....come gia' aperto in un altro thread.....anche in considerazione del rischio al quale uno va incontro ....PROPONGO che l'aliquota del 12,50% rimanga invariata per ogni transazione che non superi una determinata cifra...ad esempio 10.000€ o altra cifra da definire. In questo modo i grossi colossi che smuovono a volte decine di migliaia di pezzi per strani giochetti saranno costretti o a pagare l'aliquota del 27% almeno oppure a spezzettare il tutto in vari tronconi sotto i 10.000€. o cifra che sara' da definire. Le banche e lo stato ci guadagnerebbero perchè ogni transazione paga diritti e commissioni e cosi' i...GROSSI....pagherebbero di piu' sia se fanno le transazioni in blocco consistente (con aliquota poi del 27%) sia se suddividono il tutto in tante operazioni in quanto ogni operazione pagherebbe diritti e commissioni.
IN QUESTO CASO IL PICCOLO TRADER sarebbe esentato da gravami maggiori rimanendo per lui l'aliquota invariata.
A me pare una buona soluzione.


Insomma.... :confused: tu stesso dici somma da definire.... io direi sui 25.000 OK!
 
mi sembra elevata come cifra....sono quasi 50.000.000 delle vecchie e care lire.....ma che movimenti fate da 25.000 €. a botta?....allora io sono il piu' straccione del forum.
 
rob54 ha scritto:
mi sembra elevata come cifra....sono quasi 50.000.000 delle vecchie e care lire.....ma che movimenti fate da 25.000 €. a botta?....allora io sono il piu' straccione del forum.
già così i fondi pagherebbe di + ed il piccolo risparmiatore faidate di meno!!
Impossibile, caro roberto, impossibile...........utopia allo stato puro!
 
rob54 ha scritto:
La brevetto cosi' se qualche politico la intende adottare dovra' rendermene conto.
Siccome penso non sia giusto aumentare la tassazione vigente sul capital gain....come gia' aperto in un altro thread.....anche in considerazione del rischio al quale uno va incontro ....PROPONGO che l'aliquota del 12,50% rimanga invariata per ogni transazione che non superi una determinata cifra...ad esempio 10.000€ o altra cifra da definire. In questo modo i grossi colossi che smuovono a volte decine di migliaia di pezzi per strani giochetti saranno costretti o a pagare l'aliquota del 27% almeno oppure a spezzettare il tutto in vari tronconi sotto i 10.000€. o cifra che sara' da definire. Le banche e lo stato ci guadagnerebbero perchè ogni transazione paga diritti e commissioni e cosi' i...GROSSI....pagherebbero di piu' sia se fanno le transazioni in blocco consistente (con aliquota poi del 27%) sia se suddividono il tutto in tante operazioni in quanto ogni operazione pagherebbe diritti e commissioni.
IN QUESTO CASO IL PICCOLO TRADER sarebbe esentato da gravami maggiori rimanendo per lui l'aliquota invariata.
A me pare una buona soluzione.


Tu dici che è giusto aumentare la tassazione sulle rendite e poi da buon contribuente incominci a studiare come continuare a pagare di meno :mad:

Probabilmente non avete capito veramente una cosa: se verrà aumentata la tassazione delle rendite non saranno i cosiddetti rossi investitori a pagare ma noi, loro le loro difese le hanno, vedi Lussemburgo, Irlanda, Madeira ecc, che gli permettono di continuare a pagare il 12,5% e forse anche di me, con una differenza ancora maggiore in questi paesi si paga solo a chiusura dell' operazione, cioè quando si vende, e non sul maturato.

Es. i fondi italiano non devono far altro che spostare i capitali presso le loro filiali siti in quei paesi.

Su B&F di questa settimana Claudio Kaufmann ha centrato nel segno, e io condivido in pieno, allora perchè non chiamare con il suo nome la proposta di ARMONIZZARE la tassazione sulle rendite? cos'altro è se non una TASSA SUL RISPARMIO che si ritroverebbe a pagare coloro i quali anczicchè tenere i pochi risparmi sul c/c comprono i titoli del debito italiano o li investono per cercare di farli rendere qualcosina in più.
 
Ultima modifica:
nicolaso ha scritto:
Tu dici che è giusto aumentare la tassazione sulle rendite e poi da buon contribuente incominci a studiare come continuare a pagare di meno :mad:

Probabilmente non avete capito veramente una cosa: se verrà aumentata la tassazione delle rendite non saranno i cosiddetti rossi investitori a pagare ma noi, loro le loro difese le hanno, vedi Lussemburgo, Irlanda, Madeira ecc, che gli permettono di continuare a pagare il 12,5% e forse anche di me, con una differenza ancora maggiore in questi paesi si paga solo a chiusura dell' operazione, cioè quando si vende, e non sul maturato.

Es. i fondi italiano non devono far altro che spostare i capitali presso le loro filiali siti in quei paesi.
del resto, è risaputo, il grosso si prende dai bovi!! :cool:
 
rob54 ha scritto:
La brevetto cosi' se qualche politico la intende adottare dovra' rendermene conto.
Siccome penso non sia giusto aumentare la tassazione vigente sul capital gain....come gia' aperto in un altro thread.....anche in considerazione del rischio al quale uno va incontro ....PROPONGO che l'aliquota del 12,50% rimanga invariata per ogni transazione che non superi una determinata cifra...ad esempio 10.000€ o altra cifra da definire. In questo modo i grossi colossi che smuovono a volte decine di migliaia di pezzi per strani giochetti saranno costretti o a pagare l'aliquota del 27% almeno oppure a spezzettare il tutto in vari tronconi sotto i 10.000€. o cifra che sara' da definire. Le banche e lo stato ci guadagnerebbero perchè ogni transazione paga diritti e commissioni e cosi' i...GROSSI....pagherebbero di piu' sia se fanno le transazioni in blocco consistente (con aliquota poi del 27%) sia se suddividono il tutto in tante operazioni in quanto ogni operazione pagherebbe diritti e commissioni.
IN QUESTO CASO IL PICCOLO TRADER sarebbe esentato da gravami maggiori rimanendo per lui l'aliquota invariata.
A me pare una buona soluzione.

Scusa in anticipo se ho capito male alcune delle tue considerazioni, ma ne approfitto per fare le mie.
Non mi sembra chiaro il discorso dei tronconi. i grossi colossi, smuovono milioni di pezzi, non decine di migliaia e se tassati al 27% non smuoveranno piú, bensí fuggiranno a gambe levate, inoltre scusa, i grossi colossi credi che paghino le commissioni? O che, eventualmente, possano preoccuparsene? In amicizia, mi sembra un pó ingenuo il tuo discorso.

Un discorso di scaglioni probabilmente non é sbagliato, anzi, lo condivido ma l'aliquota massima dovrebbe essere al 20%, la minima dovrebbe rimanere al 12.5 per coloro che operano come professione con capitale fino a 300k.
 
... vedo con piacere che nicolaso mi ha anticipato mentre scrivevo... circa le gambe levate.
 
nicolaso ha scritto:
Tu dici che è giusto aumentare la tassazione sulle rendite e poi da buon contribuente incominci a studiare come continuare a pagare di meno :mad:

Probabilmente non avete capito veramente una cosa: se verrà aumentata la tassazione delle rendite non saranno i cosiddetti rossi investitori a pagare ma noi, loro le loro difese le hanno, vedi Lussemburgo, Irlanda, Madeira ecc, che gli permettono di continuare a pagare il 12,5% e forse anche di me, con una differenza ancora maggiore in questi paesi si paga solo a chiusura dell' operazione, cioè quando si vende, e non sul maturato.

Es. i fondi italiano non devono far altro che spostare i capitali presso le loro filiali siti in quei paesi.

Su B&F di questa settimana Claudio Kaufmann ha centrato nel segno, e io condivido in pieno, allora perchè non chiamare con il suo nome la proposta di ARMONIZZARE la tassazione sulle rendite? cos'altro è se non una TASSA SUL RISPARMIO che si ritroverebbe a pagare coloro i quali anczicchè tenere i pochi risparmi sul c/c comprono i titoli del debito italiano o li investono per cercare di farli rendere qualcosina in più.

... il bello é che, nonostante si tratti di una vera e propria rapina, molti dei rapinati sostengono i rapinatori. Per me é inconcepibile.
 
rob54 ha scritto:
La brevetto cosi' se qualche politico la intende adottare dovra' rendermene conto.
Siccome penso non sia giusto aumentare la tassazione vigente sul capital gain....come gia' aperto in un altro thread.....anche in considerazione del rischio al quale uno va incontro ....PROPONGO che l'aliquota del 12,50% rimanga invariata per ogni transazione che non superi una determinata cifra...ad esempio 10.000€ o altra cifra da definire. In questo modo i grossi colossi che smuovono a volte decine di migliaia di pezzi per strani giochetti saranno costretti o a pagare l'aliquota del 27% almeno oppure a spezzettare il tutto in vari tronconi sotto i 10.000€. o cifra che sara' da definire. Le banche e lo stato ci guadagnerebbero perchè ogni transazione paga diritti e commissioni e cosi' i...GROSSI....pagherebbero di piu' sia se fanno le transazioni in blocco consistente (con aliquota poi del 27%) sia se suddividono il tutto in tante operazioni in quanto ogni operazione pagherebbe diritti e commissioni.
IN QUESTO CASO IL PICCOLO TRADER sarebbe esentato da gravami maggiori rimanendo per lui l'aliquota invariata.
A me pare una buona soluzione.
ma stai scherzando?:D Ma neanche i buoni fruttiferi postali :D
Ps. vorrei cercare di capire quanto ci costerànno i sistemi informatici che applicheranno questa giungla retributiva. Il che ovviamente sarà fatto a spese dei risparmiatori, non del governo.
 
A me sembra una buona idea. C'è da studiare un pò il limite da cui far scattare l'aliquota più alta che comunque non dovrebbe superare il 20%, 27% mi sembra troppo. Oppure introdurre una progressività come con l'irpef prevedendo per gain al disotto di una certa soglia una esenzione e stabilire un paio di aliquote che scattano al superamento di gain più consistenti.
 
Come è la tassazione negli altri paesi europei?



Per quanto riguarda gli interessi il modello di tassazione prevalente nella Unione Europea non è più l’imposizione ordinaria (imposta personale e progressiva sul reddito), ma un insieme variegato di regimi sostitutivi e separati. Nell’Europa a 25, gli interessi rimangono assoggettati al regime ordinario di tassazione solo nel Regno Unito e Slovenia e, per opzione del contribuente, in Belgio, Francia e, in parte, in Germania.

I regimi di tassazione separata o sostitutiva prevedono generalmente una sola aliquota di tassazione (anche se in molti paesi, soprattutto fra i nuovi entranti, sono previste esenzioni per varie tipologie di interessi) il cui livello varia fra il 10 e il 35 per cento, ma è generalmente non inferiore al 15-20 per cento (ad esempio, 27 per cento in Francia, 31,65 per cento in Germania al di sopra di una soglia esente, dal 20 al 40 per cento nel Regno Unito, 28 per cento in Finlandia).

Nei paesi nordici, che applicano sistemi cosiddetti di dual income tax, l’aliquota sui redditi di capitale coincide con l’aliquota base dell’imposta personale progressiva sul reddito.
 
Yoghi ha scritto:
la formula o meglio le formule, sono 2.

O esci dall'italia e vai in qualche sim di altre nazioni che fan pagare meno o voti il difendi-bambini bollati.
Perchè se va mortadellone, aspettati solo l'antipasto, sulla tasse.
A me, ad esempio, nella mia forma lavorativa, mi straccia!!

Ma vedi, quello che + sconcerta è che sarò costretto a mettere un "facciotuttoio" al governo, perchè non solo ti dicono in anticipo che ti spremono (a categorie storicamente deboli, quali Co.CO.Co, autonomi, precari, ecc) ma ancora non sanno di quanto.E mancano pochi giorni al voto.
"Noi siamo un governo serio"...........mavafffffff................
Avrei sperato nell'alternanza, avrei voluto tanto vedere 5 anni di sinistra, per farmi un'idea, giungere a delle conclusioni...........fare un confronto.
Ma hanno le idee + confuse di 5 anni fa.

Almeno la sinistra, mettesse a capo, uno che per parlare, non ci mette 5 minuti a parola e che sappia quello che dica.
DElinquenti politici: sì preferisco dei delinquenti a chi mi deruba "onestamente".
Almeno quelli li posso denunciare, gli altri oltre che cornùto, li dovrei anche ringraziare?

Non oso pensare ad altri 5 anni di sorrisetti da caz.zo di Berlusconi, convention a Rete4 e alle altre numerose gaffe politiche del bassotto.
Ma per me, non c'è alternaqtiva, se non quella che FI vada in minoranza.
hai ragione in peino.....ma per come sono divisi se va' su il mortadella,ed e' pure senza un partito,dura massimo massimo 1 anno mezzo non di piu'.
 
Gandalf il Bianc ha scritto:
eppoi con 10.000 euro adesso che ce compri??? :D :D :D
è come considerare un fornaio uno che produce un kg di pane:D
 
Gandalf il Bianc ha scritto:
eppoi con 10.000 euro adesso che ce compri??? :D :D :D

4160 Telecom, purtroppo.... :(
 
Indietro