Economia 2006

Asila43

Nuovo Utente
Registrato
22/2/06
Messaggi
7.775
Punti reazioni
69
Il verde sottosegretario: ora colpiamo le rendite Cento, un no global all'Economia «Penso alla Tobin tax». «Subito il reddito minimo». «Il ministro? Abbiamo parlato di fisco etico» STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO

Paolo Cento mentre giura e stringe la mano a Prodi (Ansa)
ROMA — «Lotterò per introdurre la Tobin tax, il reddito minimo e per colpire le rendite speculative». Un Verde, no global e antisistema come Paolo Cento, è entrato ieri per la prima volta nella stanza dei bottoni del ministero dell'Economia. Nei locali ovattati che furono di Quintino Sella. Laureato in legge, romano, 43 anni, Cento è uno dei quattro nuovi sottosegretari in attesa di delega dal ministro Tommaso Padoa- Schioppa che ieri lo ha incontrato ammettendo di «non averlo mai visto prima».

E che vi siete detti?
«Gli ho parlato del bilancio partecipativo e del ruolo del fisco etico. Mi è sembrato interessato. Ho avuto un'ottima impressione, grande competenza, grande stile. Lavoreremo bene insieme».

Ma com'è che lei è finito lì, lo avete chiesto voi?
«Dovevamo rompere il tabù per cui i Verdi sono una forza politica confinata ai temi ambientali. Dopo aver ottenuto il ministero dell'Ambiente, con Pecoraro Scanio siamo riusciti a far passare questa logica. Un fatto simbolico molto importante».

Confindustria è spaventata dal partito del no.
«Dimostreremo che anche i Verdi sono un partito propositivo in grado di affrontare i temi veri dell'economia, naturalmente con la nostra ottica».

Leggo da sue dichiarazioni che «gli espropri non sono una rapina ma una spesa sociale» .
«Era un caso specifico in merito a una iniziativa contro il caro-vita nella grande distribuzione. E' evidente che gli espropri fanno parte di una categoria del passato».

Ultimi libri di economia?
«Un saggio di Pierpaolo Baretta sulla responsabilità sociale dell'impresa e "Torniamo ai classici" di Paolo Sylos Labini. La nostra scommessa è di dare un contributo all'economia pubblica in maniera diversa».

Tipo?
«La decrescita per esempio. Cominciamo a ragionare senza tabù che la crescita economica non è di per sé un bene. Altro esempio è affrontare la soluzione del precariato con l'introduzione del reddito di cittadinanza, cioè il reddito minimo, come fanno Germania, Francia e altri Paesi del Nord».

Lei cosa proporrà a Padoa-Schioppa?
«Conosce l'associazionismo di "Sbilanciamoci"? Ogni anno presenta una contro-finanziaria puntando alla riduzione delle spese militari, al codice etico degli appalti, al bilancio ambientale. Vorrei aprire un confronto con loro. Sul cuneo fiscale vorremmo destinare una quota per stabilizzare i precari».

Fisco etico che vuol dire?
«Usare la leva fiscale per modificare i consumi. Sul commercio e la costruzione delle armi dovremo intervenire pesantemente. Così come vorrei adoperarmi per introdurre a livello europeo la Tobin tax sulle transazioni finanziarie e colpire le rendite speculative o i grandi patrimoni».

C'è qualcosa sulla quale non siete disposti a mediare?
«No, nessuna pregiudiziale. La politica dei ricatti è finita. Certo la riduzione delle spese militari sarà una grande questione culturale, politica e finanziaria sul bilancio dello Stato».

Non rischiate di spaventare i mercati finanziari?
«I mercati devono imparare che al centro devono essere messi i consumatori e i risparmiatori. Mi sembra che a spaventare ci abbiano pensato gli scandali Cirio e Parmalat».

E' vero che ha una macchina Suv?
«Sì, ma è in vendita e comunque resto contrario al suo uso in città».


Roberto Bagnoli
19 maggio 2006
 
Asila43 ha scritto:
Paolo Cento mentre giura e stringe la mano a Prodi (Ansa)
E' vero che ha una macchina Suv?
«Sì, ma è in vendita e comunque resto contrario al suo uso in città».


Roberto Bagnoli
19 maggio 2006
Asila
a parole il Sottosegretario non par manco troppo male...
ma e' la macchina che in ogni caso lascia a desiderare...
che google a SUV
mi da questa la sua???
suv%5B1%5D.jpg

o quella???
SUV%201.jpg

una bella differenza.
Ma per un verde questa dovrebbe esser una SUV perfetta...
SUV.jpg

che ce la vado a consigliare...
per la citta'..
che la TREK la usava
pure Armtrong ieri
psthink2.jpg

e Savoldelli oggi...
mica gli ultimi arrivati.
;)
 
genioarcipelago ha scritto:
Asila
a parole il Sottosegretario non par manco troppo male...
ma e' la macchina che in ogni caso lascia a desiderare...
che google a SUV
mi da questa la sua???
:D :D :D :D :D :D
 
Asila43 ha scritto:
Il verde sottosegretario: ora colpiamo le rendite Cento, un no global all'Economia «Penso alla Tobin tax». «Subito il reddito minimo». «Il ministro? Abbiamo parlato di fisco etico» STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO

Paolo Cento mentre giura e stringe la mano a Prodi (Ansa)
ROMA — «Lotterò per introdurre la Tobin tax, il reddito minimo e per colpire le rendite speculative». Un Verde, no global e antisistema come Paolo Cento, è entrato ieri per la prima volta nella stanza dei bottoni del ministero dell'Economia. Nei locali ovattati che furono di Quintino Sella. Laureato in legge, romano, 43 anni, Cento è uno dei quattro nuovi sottosegretari in attesa di delega dal ministro Tommaso Padoa- Schioppa che ieri lo ha incontrato ammettendo di «non averlo mai visto prima».

E che vi siete detti?
«Gli ho parlato del bilancio partecipativo e del ruolo del fisco etico. Mi è sembrato interessato. Ho avuto un'ottima impressione, grande competenza, grande stile. Lavoreremo bene insieme».

Ma com'è che lei è finito lì, lo avete chiesto voi?
«Dovevamo rompere il tabù per cui i Verdi sono una forza politica confinata ai temi ambientali. Dopo aver ottenuto il ministero dell'Ambiente, con Pecoraro Scanio siamo riusciti a far passare questa logica. Un fatto simbolico molto importante».

Confindustria è spaventata dal partito del no.
«Dimostreremo che anche i Verdi sono un partito propositivo in grado di affrontare i temi veri dell'economia, naturalmente con la nostra ottica».

Leggo da sue dichiarazioni che «gli espropri non sono una rapina ma una spesa sociale» .
«Era un caso specifico in merito a una iniziativa contro il caro-vita nella grande distribuzione. E' evidente che gli espropri fanno parte di una categoria del passato».

Ultimi libri di economia?
«Un saggio di Pierpaolo Baretta sulla responsabilità sociale dell'impresa e "Torniamo ai classici" di Paolo Sylos Labini. La nostra scommessa è di dare un contributo all'economia pubblica in maniera diversa».

Tipo?
«La decrescita per esempio. Cominciamo a ragionare senza tabù che la crescita economica non è di per sé un bene. Altro esempio è affrontare la soluzione del precariato con l'introduzione del reddito di cittadinanza, cioè il reddito minimo, come fanno Germania, Francia e altri Paesi del Nord».

Lei cosa proporrà a Padoa-Schioppa?
«Conosce l'associazionismo di "Sbilanciamoci"? Ogni anno presenta una contro-finanziaria puntando alla riduzione delle spese militari, al codice etico degli appalti, al bilancio ambientale. Vorrei aprire un confronto con loro. Sul cuneo fiscale vorremmo destinare una quota per stabilizzare i precari».

Fisco etico che vuol dire?
«Usare la leva fiscale per modificare i consumi. Sul commercio e la costruzione delle armi dovremo intervenire pesantemente. Così come vorrei adoperarmi per introdurre a livello europeo la Tobin tax sulle transazioni finanziarie e colpire le rendite speculative o i grandi patrimoni».

C'è qualcosa sulla quale non siete disposti a mediare?
«No, nessuna pregiudiziale. La politica dei ricatti è finita. Certo la riduzione delle spese militari sarà una grande questione culturale, politica e finanziaria sul bilancio dello Stato».

Non rischiate di spaventare i mercati finanziari?
«I mercati devono imparare che al centro devono essere messi i consumatori e i risparmiatori. Mi sembra che a spaventare ci abbiano pensato gli scandali Cirio e Parmalat».

E' vero che ha una macchina Suv?
«Sì, ma è in vendita e comunque resto contrario al suo uso in città».


Roberto Bagnoli
19 maggio 2006

:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

:wall: :wall: :wall: :wall: :wall:

:D :D :D :D :D
 
Per SUV il giornalista intende una "Vettura" che costa più di 100.000.000 di lire e consuma (e inquina) come tre autovetture normali...
Certo da un verde che parla di esproprio proletario…
L’indifferenza a tali contraddizioni è biasimabile quanto le stesse…
Certo, adesso la vende… il fatto che comunque mentre urlava contro il capitalismo che soffoca l’anima e l’ambiente lui girasse in Cayenne non dice niente di nuovo… quantomeno a me.

Di gente che mostra la propria indole con così grande limpidezza ne è pieno il mondo…
La cosa che mi stranisce è che sia dov’è e non in un bar a far passare la giornata raccontando cazzat.e agli amici per farsi pagare il panino quotidiano…

Solo una cosa mi stranisce di più: che nessuno qui manifesti apertamente la propria opinione…


PS: Sarà mica perche è la maggior parte di voi che lo ha messo là?! :D
Eee, Genio… :p
 
Quel ........ non sa quello che dice :D
 
Asila43 ha scritto:
PS: Sarà mica perche è la maggior parte di voi che lo ha messo là?! :D
Eee, Genio… :p

E no ehhh...
io mica sapevo che era questo...
05.jpg

con la macchina da 100 milioni Cento...
l'avra' fatto per il cognome allora.
Io ci ho messo solo nell'urna...
un Rutelli e un Casini...
casinirutelliart.jpg

che almeno uno usa i motorini.
rutelli.gif
 
Ho sentito dire che in Colombia la coca costa 5 euro al grammo e qui viene rivenduta intorno a 100-150 euro.

cento non non parla di questo business, ma va a rompere le palle a chi cerca di guadagnare in modo onesto.

E' proprio fuori!

p.s Qui in molti hanno votato SX. E' comprensibile che tutti quelli che sono falliti e/o continuano a perdere soldi in borsa beddano scaricare la colpa del loro insuccesso sugli speculatori, sul sistema...

A ZAPPARE!
 
Ultima modifica:
Indietro