ed ora che faccio?

feliceanima ha scritto:
Faccio un copia incolla dal sito borsa italiana

La Fiscalità degli ETF

Ok, era quello che avevo letto anche io.
Ma concentriamoci su un pezzo importante:
"
La normativa fiscale consente di compensare REDDITI DIVERSI con REDDITI DIVERSI, mentre non consente di compensare REDDITI DIVERSI con REDDITI DI CAPITALE
"

Quindi:
Azione compensa Azione
Azione compensa ETF (solo la parte, normalmente piccola, di intraday)
MA ETF (Delta NAV) compensa ETF (Delta NAV) ????

Cioè, nel testo sopra, non dice se REDDITI DI CAPITALE compensa REDDITI DI CAPITALE.
Fra le righe, il fatto che in caso di Delta NAV positivo, si paghi il 12.5% (e che non accenni alla compensazione), fa pensare che la cosa non valga.
Se così fosse, allora l'ETF sarebbe uno strumento ad altissimo rischio, visto che diversificare sarebbe fiscalmente inutile.
Se, poi, anche per le Sicav valesse la stessa cosa (senza ovviamente l'intraday che su tali strumenti non esiste), anch'esse cadrebbero nella sfiga di cui sopra.
E torneremmo al concetto iniziale che l'unica soluzione seria rischiano di essere i fondi comuni italiani.
Cioè, se tutto va bene essi performano meno perchè le imposte vengono versate e non composte, e rispetto agli ETF scontano anche maggiori oneri di gestione, ma se le cose si rovesciano e si inizia a perdere, il discorso fiscale torna a farli convenire.

Ciao

Nikkei
 
jean_05 ha scritto:
Già. Ci sono fondi come il Capitalia Euro Growth in cui al 30/06/2005 più del 60% dell'attivo erano crediti di imposta.
Ovviamente questo li penalizza nei risultatii però chi esce riceve la sua quota cash.

Perfetto.
Guarda Aletti Gestielle Flessibile. Crolla, poi tutto riparte e il fondo non si muove. Faccio due conti... Cavolo, le minus...
E finchè non l'hanno inglobato nel Total Return Globale, non si sarebbe mai mosso.


jean_05 ha scritto:
(Ogni uscita inoltre danneggia ancora di più il fondo, l'unica soluzione in questi casi è l'incorporazione in uno più grande)

Esiste una seconda via.
Con abile lavaggio del cervello, ti raccontano che 'quando un fondo cala conviene comprarne', e che lo strumento migliore 'è il PAC, perchè se il fondo cala tu compri più quote'.
Così la gente si ritrova, senza rendersene conto, ad entrare sulle porcherie quando bisognerebbe scappare.

Ciao

Nikkei
 
Nikkei ha scritto:
Ok, era quello che avevo letto anche io.
Ma concentriamoci su un pezzo importante:
"
La normativa fiscale consente di compensare REDDITI DIVERSI con REDDITI DIVERSI, mentre non consente di compensare REDDITI DIVERSI con REDDITI DI CAPITALE
"

Quindi:
Azione compensa Azione
Azione compensa ETF (solo la parte, normalmente piccola, di intraday)
MA ETF (Delta NAV) compensa ETF (Delta NAV) ????

Cioè, nel testo sopra, non dice se REDDITI DI CAPITALE compensa REDDITI DI CAPITALE.
Fra le righe, il fatto che in caso di Delta NAV positivo, si paghi il 12.5% (e che non accenni alla compensazione), fa pensare che la cosa non valga.
Se così fosse, allora l'ETF sarebbe uno strumento ad altissimo rischio, visto che diversificare sarebbe fiscalmente inutile.
Se, poi, anche per le Sicav valesse la stessa cosa (senza ovviamente l'intraday che su tali strumenti non esiste), anch'esse cadrebbero nella sfiga di cui sopra.
E torneremmo al concetto iniziale che l'unica soluzione seria rischiano di essere i fondi comuni italiani.
Cioè, se tutto va bene essi performano meno perchè le imposte vengono versate e non composte, e rispetto agli ETF scontano anche maggiori oneri di gestione, ma se le cose si rovesciano e si inizia a perdere, il discorso fiscale torna a farli convenire.

Ciao

Nikkei

La fiscalizzazione delle sicav è un pò particolare:

La minusvalenza da sicav è assoggettata a reddito diverso, quindi può essere compensata con eventali plus derivanti da azioni, obligazioni ecc., ma non può essere compensata con una plus da sicav, perchè la plusvalenza su sicav, invece è assoggettata a reddito da capitale, pertanto anche avendo una minus derivante da azioni, obbligazioni ecc.. non potrei compensarle con una plusvalenza di una sicav (sempre per lo stesso motivo di sopra).

Per quanto riguarda gli ETF è come ha editato Feliceanima.
 
jean_05 ha scritto:
Già. Ci sono fondi come il Capitalia Euro Growth in cui al 30/06/2005 più del 60% dell'attivo erano crediti di imposta.
Ovviamente questo li penalizza nei risultatii però chi esce riceve la sua quota cash. (Ogni uscita inoltre danneggia ancora di più il fondo, l'unica soluzione in questi casi è l'incorporazione in uno più grande)

Non ho mai capito bene il discorso sull fiscalità. I crediti d'imposta in pratica sono soldi che il fondo possiede ma non può investire?

Grazie ciao
 
raga ha scritto:
le commissioni di performance te le becchi ugualmente.....

NO......................guarda meglio

Io ho circa 10 fondi acquistati su Fundstore e senza commisioni di entrata, uscita e performance ma solo quelle di gestione....sui fondi Anima, per esmpio, nemmeno le spese per la banca depositaria ho pagato (solo 1 euro di bonifico)......non c'è confronto con il sottoscriverli in banca direttamente!!!! Ti salassano!!!!!

ciao
 
researcher ha scritto:
NO......................guarda meglio

Io ho circa 10 fondi acquistati su Fundstore e senza commisioni di entrata, uscita e performance ma solo quelle di gestione....sui fondi Anima, per esmpio, nemmeno le spese per la banca depositaria ho pagato (solo 1 euro di bonifico)......non c'è confronto con il sottoscriverli in banca direttamente!!!! Ti salassano!!!!!

ciao


anche io uso da tempo fundstore e mi trovo molto bene
ci sono sicav che su iwbank non ci sono o anche maggiori comparti e a volte classi piu vantaggiose
Acquistare ad es ANIMA su fundstore o iwbank è uguale..
stessi costi =0 solo 25euro per gli Sw,ma le comm di performance LE PAGHI..come pure quelle di gestione,ma sono le stesse(sia che acquisti su fundstore che iwbank o direttamente da anima).
 
researcher ha scritto:
NO......................guarda meglio

Io ho circa 10 fondi acquistati su Fundstore e senza commisioni di entrata, uscita e performance ma solo quelle di gestione....sui fondi Anima, per esmpio, nemmeno le spese per la banca depositaria ho pagato (solo 1 euro di bonifico)......non c'è confronto con il sottoscriverli in banca direttamente!!!! Ti salassano!!!!!

ciao

Le commissini di performance,gestione,distribuzione non dipendono dal distributore ma dal fondo/sicav (costi a carico del fondo)
Le sicav hanno classi con profili commissionali diversi,ma ha parità di classe le commissioni sono le stesse

I fondi italiani (anima) non hanno generalmente spese di banca corrispondente,tipiche delle Sicav

I costi ufficiali di fundstore sono qui
https://www.fundstore.it/fs/docs/oneri.pdf

Sono evidenziati i costi banca corrispondente/entrata/uscita/switch (a carico del sottoscrittore) mentre performace/gestione... sono solo nei prospetti ma ci sono (compresi nel NAV)
 
researcher ha scritto:
NO......................guarda meglio

Io ho circa 10 fondi acquistati su Fundstore e senza commisioni di entrata, uscita e performance ma solo quelle di gestione....

Quindi, vorresti dirmi che i fondi espongono ogni giorno DUE NAV distinti, ossia uno per chi li ha acquistati con FundStore, e uno per chi li ha acquistati altrimenti?

Lo sai, vero, che le commissioni di performance sono già stornate dal NAV?


Nikkei
 
Fridrick ha scritto:
Non ho mai capito bene il discorso sull fiscalità. I crediti d'imposta in pratica sono soldi che il fondo possiede ma non può investire?

Grazie ciao

I crediti di imposta sono il 12,5% dei risultati negativi conseguiti negli anni passati dai fondi azionari e vanno ad incrementare il valore del fondo. Vengono sfruttati nel momento in cui il fondo ha risultati positivi
 
jean_05 ha scritto:
I crediti di imposta sono il 12,5% dei risultati negativi conseguiti negli anni passati dai fondi azionari e vanno ad incrementare il valore del fondo. Vengono sfruttati nel momento in cui il fondo ha risultati positivi

Quindi praticamente è come se fossero delle "minus certificate"? E nel momento in cui il fondo dovesse realizzare le plusvalenze non verrebbero pagate le tasse su queste ultime per effetto della compensazione?

Ciao
 
Nikkei ha scritto:
Perfetto.
Guarda Aletti Gestielle Flessibile. Crolla, poi tutto riparte e il fondo non si muove. Faccio due conti... Cavolo, le minus...
E finchè non l'hanno inglobato nel Total Return Globale, non si sarebbe mai mosso.




Ciao

Nikkei


Se non ho letto male l'ex flessibile di gestielle ha inglobato altri fondi tot. ret., non è stato inglobato. chiamatosi poi total return globale
 
Nikkei ha scritto:
Quindi, vorresti dirmi che i fondi espongono ogni giorno DUE NAV distinti, ossia uno per chi li ha acquistati con FundStore, e uno per chi li ha acquistati altrimenti?

Lo sai, vero, che le commissioni di performance sono già stornate dal NAV?


Nikkei

Allora capiamoci: io ho detto che le commissioni di gestione le PAGHI!!!!!
Quelle di performance, sempre che ci siano, NO!!!
Su Anima Fondattivo, ad esempio, le commissioni di performance sono il 15% con parametro di riferimento: media del LIBOR euro a 3 mesi + 1,75%.....quando ho sottoscritto il Fondo Anima Fondattivo c'era scritto chiaramente che pagavo solo il 2% di commissioni di gestione, specificando che le commissioni di entrata, performance e uscita non erano applicate.

Questo è quello che c'è scritto (ho i documenti sulle commissioni stampati a chiare lettere)......si saranno sbagliati, che ti devo dire.....ciao
 
Nikkei ha scritto:
Quindi, vorresti dirmi che i fondi espongono ogni giorno DUE NAV distinti, ossia uno per chi li ha acquistati con FundStore, e uno per chi li ha acquistati altrimenti?

Lo sai, vero, che le commissioni di performance sono già stornate dal NAV?


Nikkei

E' ovvio...........allora che ci scrivono a fare: commissioni di gestione 2%, commisioni di performance: NON APPLICATE (sempre su Anima Fondattivo, ma anche su altri fondi)? Ripeto, si saranno sbagliati
 
scusate ma come siamo finiti a parlare di etf? ( come al solito pare esistano solo tali strumenti).
il mio post era di tutt'altro genere leggete la prima pagina
 
researcher ha scritto:
E' ovvio...........allora che ci scrivono a fare: commissioni di gestione 2%, commisioni di performance: NON APPLICATE (sempre su Anima Fondattivo, ma anche su altri fondi)? Ripeto, si saranno sbagliati

si,mi sa che si son sbagliati a dirti così....
 
giovidigi ha scritto:
scusate ma come siamo finiti a parlare di etf? ( come al solito pare esistano solo tali strumenti).
il mio post era di tutt'altro genere leggete la prima pagina

non si puo' avere tutto dalla vita non credi :D
 
giovidigi ha scritto:
scusate ma come siamo finiti a parlare di etf? ( come al solito pare esistano solo tali strumenti).
il mio post era di tutt'altro genere leggete la prima pagina
il tuo post era ed e' una bufala :o
 
giovidigi ha scritto:
e' il tracollo sto perdendo tutti i miei risparmi e per essermi fidato di un operatore di banca. :mad:

la borsa sta crollando e le obbligazioni sono allo sfascio.
i miei fondi obbligazionari misti sono allo sfacelo.
sto perdendo tutto :wall:
non si possono scrivere simili kazzate ed andarne fieri :o
 
iccio ognuno a una percezione diversa del rischio non credi :D
 
feliceanima ha scritto:
iccio ognuno a un apercezione diversa del rischio non credi :D
dico che uno che spara simili kazzate su di un forum di finanza andrebbe bannato(altro che bannare quelli che sparano 2 bischerate per ridere)...ripeto o ci prende per il kiulo o e' fuori come un melone KO!

tu dove lo vedi il tracrollo...i miei risparmi aumentano ogni giorno :o :mmmm:

p.s. dice:"sto perdendo tutto"...non mi sembra di essere nel 29 :specchio: bannato bannato bannato bannato bannato bannato
 
Indietro