enel chiude battenti dove passo?

Elia2019

Nuovo Utente
Registrato
4/7/16
Messaggi
2.832
Punti reazioni
55
Contratto in enel distribuzione , REsidente in bioraria, senza canone rai.
Consumo 3kwh al giorno come media.
La bolletta è di 50 ogni due mesi di media.
Cosa consigliate resto e aspetto chi si compra l'enel?
Provare a cambiare ho notato che risparmierei solo 40 euro l'anno e non mi sembra cosi conveniente.
consigliatemi. Grazie
 
Il passaggio al mercato libero sembra essere obbligatorio, :confused:
Dal prossimo 1 luglio del 2019 sarà, in ogni caso, necessario effettuare il passaggio al Mercato Libero dell’energia. Gli utenti che non effettueranno il passaggio saranno soggetti ad un servizio di salvaguardia che, in alcuni casi, può determinare anche un raddoppio dei costi energetici, rispetto al Mercato Libero. Tale servizio viene gestito da operatori territoriali di riferimento che regolano e definiscono le condizioni economiche risultando soggetti al controllo dell’Autorità per l’energia.
Attendo risposte anche io
 
Il passaggio al mercato libero sembra essere obbligatorio, :confused:
Dal prossimo 1 luglio del 2019 sarà, in ogni caso, necessario effettuare il passaggio al Mercato Libero dell’energia. Gli utenti che non effettueranno il passaggio saranno soggetti ad un servizio di salvaguardia che, in alcuni casi, può determinare anche un raddoppio dei costi energetici, rispetto al Mercato Libero. Tale servizio viene gestito da operatori territoriali di riferimento che regolano e definiscono le condizioni economiche risultando soggetti al controllo dell’Autorità per l’energia.
Attendo risposte anche io

forse ho letto che è stato prorogato a luglio 2020 attendiamo conferme da chi ne sa di più
 
Contratto in enel distribuzione , REsidente in bioraria, senza canone rai.
Consumo 3kwh al giorno come media.
La bolletta è di 50 ogni due mesi di media.
Cosa consigliate resto e aspetto chi si compra l'enel?
Provare a cambiare ho notato che risparmierei solo 40 euro l'anno e non mi sembra cosi conveniente.
consigliatemi. Grazie

Con 1100 kWh anno , RESTA DOVE SEI!!!
I risparmi che hai visto nel Mercato Libero non sono veri perchè omettono costi che poi ti ritrovi in bolletta.
Il Mercato Tutelato ha avuto l'ennesima proproga fino a luglio 2020 , ma sarà probabile che verrà spostata ancora di 1 anno.
Nella bolletta putroppo ci sono costi fissi indipendenti dal consumo , nel Mercato Libero la differenza la fa solo il costo della materia energia , che nel tuo caso non fa tanta differenza.
Rimani nel Tutelato , anche perchè nel libero dopo il primo anno di contratto ti aumentano in maniera espositiva , devi quindi seguire e non farti fregare ,..RESTA nel Tutelato , con il tuo consumo non conviene cercare altrove!!
 
Sono nel tutelato e rimarrò nel tutelato, almeno finchè sarà possibile proprio perché, secondo esperienze di chi ha migrato al mercato libero, si hanno benefici iniziali brevi ma poi arrivano le randellate.

Ma viene spontanea una domanda : il mercato libero è stato voluto per far diminuire i costi ai clienti o per infliggere loro delle randellate dopo brevi tregue ?
 
Con 1100 kWh anno , RESTA DOVE SEI!!!
I risparmi che hai visto nel Mercato Libero non sono veri perchè omettono costi che poi ti ritrovi in bolletta.
Il Mercato Tutelato ha avuto l'ennesima proproga fino a luglio 2020 , ma sarà probabile che verrà spostata ancora di 1 anno.
Nella bolletta putroppo ci sono costi fissi indipendenti dal consumo , nel Mercato Libero la differenza la fa solo il costo della materia energia , che nel tuo caso non fa tanta differenza.
Rimani nel Tutelato , anche perchè nel libero dopo il primo anno di contratto ti aumentano in maniera espositiva , devi quindi seguire e non farti fregare ,..RESTA nel Tutelato , con il tuo consumo non conviene cercare altrove!!

Avevo intuito bene. Grazie
 
Semplicemente, per consentire maggiori profitti ai distributori e ai fornitori di energia elettrica.

Quindi , se così è , la liberazione del mercato è consistita praticamente nell’attribuire il nome falso di -mercato libero- ad un mercato che invece dovrebbe essere denominato “mercato a maggiori costi”.

Pertanto, quando si vede scritto che ogni consumatore , grazie alla completa liberalizzazione del mercato può liberamente decidere da quale fornitore acquistare l’energia elettrica, si deve leggere che ciò equivale ad attuare condotte masochiste, perché in pratica, il consumatore, è come se si facesse del male da solo e magari anche simulando un bel sorriso.
 
Quindi , se così è , la liberazione del mercato è consistita praticamente nell’attribuire il nome falso di -mercato libero- ad un mercato che invece dovrebbe essere denominato “mercato a maggiori costi”.

Pertanto, quando si vede scritto che ogni consumatore , grazie alla completa liberalizzazione del mercato può liberamente decidere da quale fornitore acquistare l’energia elettrica, si deve leggere che ciò equivale ad attuare condotte masochiste, perché in pratica, il consumatore, è come se si facesse del male da solo e magari anche simulando un bel sorriso.

Continuiamo nel tutelato. E' stata più complicata del previsto la migrazione di massa verso il mercato libero.
Continuiamo a boicottarla. E continueranno a rimandare il passaggio forzato. Finora è andata così.
 
mercato libero = mercato deregolamentato
 
Hanno già prorogato due volte. Io finchè dura non mi muovo. Dopo si comincerà a saltare in cerca di offerte.
 
Il punto vero è che le "offerte" del Mercato Libero non sono mai trasparenti e il prezzo sbandierato non è quello che si andrà a pagare.
Prima c'era un motore di comparazione reale "il Trova Offerte" di Arera che dava il vero costo , oggi sostituito dal motore di comparazione "Portale Offerte" che da solo "numeri" e NON il costo Totale vero della bolletta che si andrà a pagare, questo senza che l'Autorità intervenga sulla trasparenza , è la solita vergogna italica.

Io è da 5 anni che sono nel Mercato Libero (ora con ENGIE) , questo perchè ho un consumo prelievo abbastanza considerevole ,quando scade il primo anno del contratto , il venditore ti alza per bene i costi della bolletta così si è costretti a trovare un offerta migliore e competitiva ,...consiglio a chi ha prelievi sotto i 3000 kWh/anno , di rimanere nel Tutelato così da evitare fregature.

La fine del Tutelato non la vedo chiara fino a che non ci sarà un vero e trasparente motore di comparazione , il punto è che il 65% della bolletta sono costi fissi determinati dall'Autorità trimestralmente , è il costo dell'Energia (35%) che il Mercato Libero può decidere , le differenze sono poca cosa rispetto al costo totale della bolletta , magari ti fanno un bel prezzo sulla Materia Energia ma nel contempo applicano costi propri che nel Tutelato non figurano.
 
Indietro