Ennesim ocaso di scarsa trasparenza

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Antefatto: la società Asio ha acquistato l'Immobiliare Metanopoli dall'Eni.

Dovendo lanciare l'opa sulla restante parte del capitale, Asio aveva annunciato un'opa ad "un prezzo che sara' il piu' elevato tra 3.884 lire per azione (2 euro) e il prezzo stabilito dalla Consob".

Giovedì sera, 23, la Consob ha fissato il prezzo a 1.896.

Venerdì scorso ci sono state forti vendite delle azioni da parte di chi era poco informato sulla questione oppure da parte di chi aveva paura che Asio non avrebbe rispettato il comunicato rilasciato al momento dell'acquisto.

Anche sui giornali di sabato si dibatteva la questione, infatti, riportando il comunicato emesso al momento dell'acquisto.

Questa mattina, prima dell'apertura, Asio ha annunciato che avrebbe rispettato i termini dell'opa a 2 euro, ed ecco che il prezzo si è prontamente riportato al livello precedente, con un gran bel salto in avanti.

Scarsa informazione alla base delle vendite, vero, ma Asio non svrebbe potuto emettere un comunicato già venerdì mattina, prima dell'apertura, risparmiando al mercato due sedute di operatività con poche certezze?
 
Ieri stavo ipotizzando di entrare su Metanopoli, approfittando del gran calo del titolo (c'era un margine potenziale del 6.6%), ma sono stato frenato proprio dall'eventualità di possibili richieste, tramite azioni legali, di effettuazione di opa obbligatoria, che avrebbero potuto trascinare il tutto in avanti anche per mesi: anche questa è incertezza nell'investimento che si sarebbe potuto benissimo evitare.
 
Voltaire: per maggiore chiarezza, indica l'ipotesi di opa obbligatoria (per capire la fissazione del prezzo).

Grazie.
 
Indietro