Esempio di Demagogia Sinistra.

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Rag. Partridge

Utente Registrato
Sospeso dallo Staff
Registrato
7/2/05
Messaggi
2.941
Punti reazioni
76
<<Abbassiamo le imposte sul C/C. dal 27 al 20% e voi continuate a dire solo che alziamo la tassazione dei bot e cct...>> sbottava ieri fassino....

Ma se lo sanno tutti che il conto corrente non rende un tubo, cosa mi cambia che lo 0.25% che mi riconoscono sia tassato al 27% o la 20% saranno 5 euro all'anno di differenza a voler esagerare, potrebbero tassarlo anche all'80%.
Cosa ben diversa sono le plusvalenze e i dividendi, che i grandi finanzieri continueranno a non pagare con le loro società lussemburghesi, e che invece tutti i piccoli risparmiatori si prenderanno sui denti.

E poi caro fassino azioni e obbligazioni non esistono per lei, parla solo di bot e cct.....?
 
Rag. Partridge ha scritto:
<<Abbassiamo le imposte sul C/C. dal 27 al 20% e voi continuate a dire solo che alziamo la tassazione dei bot e cct...>> sbottava ieri fassino....

Ma se lo sanno tutti che il conto corrente non rende un tubo, cosa mi cambia che lo 0.25% che mi riconoscono sia tassato al 27% o la 20% saranno 5 euro all'anno di differenza a voler esagerare, potrebbero tassarlo anche all'80%.
Cosa ben diversa sono le plusvalenze e i dividendi, che i grandi finanzieri continueranno a non pagare con le loro società lussemburghesi, e che invece tutti i piccoli risparmiatori si prenderanno sui denti.

E poi caro fassino azioni e obbligazioni non esistono per lei, parla solo di bot e cct.....?

Conto arancio nn rende 0.25.
I grandi finanzieri ringraziano Tremonti per la partecipation exemption.
 
Rey® ha scritto:
Conto arancio nn rende 0.25.
I grandi finanzieri ringraziano Tremonti per la partecipation exemption.
sembra di scrivere su un forum di un club di bocce, non di trader....
Non si parla di plusvalenze ma di conti di deposito....

Il fiscal drag non lo consideri...?
 
Rag. Partridge ha scritto:
<<Abbassiamo le imposte sul C/C. dal 27 al 20% e voi continuate a dire solo che alziamo la tassazione dei bot e cct...>> sbottava ieri fassino....

Ma se lo sanno tutti che il conto corrente non rende un tubo, cosa mi cambia che lo 0.25% che mi riconoscono sia tassato al 27% o la 20% saranno 5 euro all'anno di differenza a voler esagerare, potrebbero tassarlo anche all'80%.
Cosa ben diversa sono le plusvalenze e i dividendi, che i grandi finanzieri continueranno a non pagare con le loro società lussemburghesi, e che invece tutti i piccoli risparmiatori si prenderanno sui denti.

E poi caro fassino azioni e obbligazioni non esistono per lei, parla solo di bot e cct.....?
solito esca per gonzi. Oltretutto è ridicolo dire che il conto corrente è una fonte di risparmio perchè l'hanno il 67% degli italiani. Tra questi vi è una vastissima platea di gente che ha il monte titoli oltre al cc.
 
adolar ha scritto:
solito esca per gonzi. Oltretutto è ridicolo dire che il conto corrente è una fonte di risparmio perchè l'hanno il 67% degli italiani. Tra questi vi è una vastissima platea di gente che ha il monte titoli oltre al cc.
infatti è assurdo, solo che la gente ci casca perchè non riflette neanche un po'....
 
adolar ha scritto:
solito esca per gonzi. Oltretutto è ridicolo dire che il conto corrente è una fonte di risparmio perchè l'hanno il 67% degli italiani. Tra questi vi è una vastissima platea di gente che ha il monte titoli oltre al cc.


Per gli italiani il conto corrente è una fonte... di lacrime. :D
 
adolar ha scritto:
solito esca per gonzi. Oltretutto è ridicolo dire che il conto corrente è una fonte di risparmio perchè l'hanno il 67% degli italiani. Tra questi vi è una vastissima platea di gente che ha il monte titoli oltre al cc.


Faresti bene a informarti, prima.

Così come i Bot sono in mano ad appena il SETTE % delle famiglie (l'avresti mai detto?), il c/titoli non si discosta da questa linea e non solo: ta chi lo detiene la stragragrande maggioranza ha un SOLO titolo, e a sua volta per la maggioranza di questi l'unico titolo in questione è (nell'ordine) Enel e (ben distanziato) Eni.
Vedi un po' che guadagni....
I paroloni prima di buttarli lì andrebbero pesati.

Saluti
 
Standa&Pooh ha scritto:
Per gli italiani il conto corrente è una fonte... di lacrime. :D

Io piuttosto porrei la questione in altri termini: ci si lamenta (giustamente) delle banche vampire ma poi gli si lasciano i soldi in mano perchè si vuole la filiale sotto casa quando ci sono altre alternative logisitcamente un po' più sacrificate ma economicamente più remunerative.

E allora signori miei, che volete...
quelli pascolano dove gli italiani vogliono lasciarli pascolare...

ma non venite a dire che il c/c rende lo 0,25% come se fosse una legge di natura...
 
NordSudOvestEst ha scritto:
Io piuttosto porrei la questione in altri termini: ci si lamenta (giustamente) delle banche vampire ma poi gli si lasciano i soldi in mano perchè si vuole la filiale sotto casa quando ci sono altre alternative logisitcamentw un po' più sacrificate ma economicamente più remunerative.

E allora signori miei, che volete...
quelli pascolano dove gli italiani vogliono lasciarli pascolare...

ma non venite a dire che il c/c rende lo 0,25% come se fosse una legge di natura...

Ma tu i soldi dove li metti? Alle Caiman? :D
 
NordSudOvestEst ha scritto:
Faresti bene a informarti, prima.

Così come i Bot sono in mano ad appena il SETTE % delle famiglie (l'avresti mai detto?), il c/titoli non si discosta da questa linea e non solo: ta chi lo detiene la stragragrande maggioranza ha un SOLO titolo, e a sua volta per la maggioranza di questi l'unico titolo in questione è (nell'ordine) Enel e (ben distanziato) Eni.
Vedi un po' che guadagni....
I paroloni prima di buttarli lì andrebbero pesati.

Saluti
a parte il fatto che io non uso paroloni, cosa facilmente verificabile da quanto scritto sopra, non credo che le banche vendano fondi comuni e altre forme di risparmio solo al 7% degli italiani. A questo aggiungi anche il relativo risparmio postale. Se poi si tratta di risparmi che appartengono loro e di cui detengono legittimi diritti di proprietà non si vede perchè tale libertà debba essere limitata.
Quindi secondo il tuo ragionamento da mentecatto invece di proteggere il risparmio, e di diffonderlo presso chi normalmente non lo pratica, perchè è una vera e propra forma di assistenza privata, è meglio inchiodare tutti al rendimento del 2% meno il 20%. Complimenti non c'è che dire:D
 
adolar ha scritto:
lui li mette nelle mani di prodi fassino e caruso:D


Anch'io vorrei farlo ma il venditore di fumo nel giro di 5 anni ha prosciugato tutti i miei risparmi.... :D
 
adolar ha scritto:
a parte il fatto che io non uso paroloni, cosa facilmente verificabile da quanto scritto sopra, non credo che le banche vendano fondi comuni e altre forme di risparmio solo al 7% degli italiani. A questo aggiungi anche il relativo risparmio postale. Se poi si tratta di risparmi che appartengono loro e di cui detengono legittimi diritti di proprietà non si vede perchè tale libertà debba essere limitata.
Quindi secondo il tuo ragionamento da mentecatto invece di proteggere il risparmio, e di diffonderlo presso chi normalmente non lo pratica, perchè è una vera e propra forma di assistenza privata, è meglio inchiodare tutti al rendimento del 2% meno il 20%. Complimenti non c'è che dire:D


Peccato: era una bella risposta, almeno quanto a civiltà, ma come minimo la svirgolata proprio non riesci mai a risparmiartela... :rolleyes:
 
adolar ha scritto:
lui li mette nelle mani di prodi fassino e caruso:D


Nessuno dice poi che tassando di + i titoli di stato succederà questo:
1) aliquote al 20% invece che al 12,5%
2) per rendere competitivi i titoli con quelli esistenti e con quelli esteri le emissioni dovranno essere fatte a prezzi "vantaggiosi". QUindi il vantaggio fiscale che dovrebbe incassare lo stato verrà arbitrato naturalmente dal mercato
3) l'effetto globale sarà quindi nullo, mentre l'effetto immediato per i risparmiatori si vedrà nel portafoglio
 
long ha scritto:
Anch'io vorrei farlo ma il venditore di fumo nel giro di 5 anni ha prosciugato tutti i miei risparmi.... :D
ma tu non con la poca intelligenza che ti ritrovi non sei certamente in grado di risparmiare. Troppo impegnativo.
Vai a lavorare in qualche pizza da asporto.
Certo che uno che frequenta il mondo della finanza e in questi anni non ha risparmiato è un esempio più unico che raro:D
 
Lukepadova ha scritto:
Nessuno dice poi che tassando di + i titoli di stato succederà questo:
1) aliquote al 20% invece che al 12,5%
2) per rendere competitivi i titoli con quelli esistenti e con quelli esteri le emissioni dovranno essere fatte a prezzi "vantaggiosi". QUindi il vantaggio fiscale che dovrebbe incassare lo stato verrà arbitrato naturalmente dal mercato
3) l'effetto globale sarà quindi nullo, mentre l'effetto immediato per i risparmiatori si vedrà nel portafoglio
:D
L'aumento della tassazione sui nuovi titoli è una partita di giro. In realtà è il primo passo per tassare retroattivamente i titoli e i fondi comuni. E' una tecnica consolidata:D Adesso ci scrivo sopra un articolo
 
NordSudOvestEst ha scritto:
Peccato: era una bella risposta, almeno quanto a civiltà, ma come minimo la svirgolata proprio non riesci mai a risparmiartela... :rolleyes:
nomina sunt consequentia rerum
 
adolar ha scritto:
ma tu non con la poca intelligenza che ti ritrovi non sei certamente in grado di risparmiare. Troppo impegnativo.
Vai a lavorare in qualche pizza da asporto.
Certo che uno che frequenta il mondo della finanza e in questi anni non ha risparmiato è un esempio più unico che raro:D


Non entro nel merito della discussione perchè per farlo avrei bisogno di avere dati CERTI sulle % di ripartizione degli investimenti nei vari C/C....

L'unica cosa che volevo farti notare è che sipuò discutere anche senza insultare la gente..... KO!
 
Indietro