esiste duration per titoli a tasso variabile?

jellyfish

Nuovo Utente
Registrato
4/5/01
Messaggi
117
Punti reazioni
0
La duration sui titoli a tasso variabile, per definizione, non esiste.
E' però possibile conteggiarla facendo delle ipotesi; io ne conosco due:

- ipotizzando che la cedola sia sempre la stessa per tutta la durata del titolo
- ipotizzando che il titolo scada ogni volta che c'è uno stacco cedola

Credo che quest'ultima sia l'interpretazione utilizzata dai fondi.

Ma quale interpretazione attribuisce la banca d'Italia alla duration per titoli a tasso variabile?
Esiste qualche riferimento normativo? :confused:

Ciaooooooooo
Estella
 
riesumo questo vecchio topic di quasi 7 anni fa per capire quale sia la duration modificata di un titolo a tasso variabile.
Ho perfezionato il mio foglio excel con la duration di tutti i bond ma non posso trattare un variabile di 10 anni come un fisso e allo stesso tempo non credo sia nemmeno giusto assegnare al variabile scadenza 2020 duration modificata 0,00.
chi mi delucida... :)
 
riesumo questo vecchio topic di quasi 7 anni fa per capire quale sia la duration modificata di un titolo a tasso variabile.
Ho perfezionato il mio foglio excel con la duration di tutti i bond ma non posso trattare un variabile di 10 anni come un fisso e allo stesso tempo non credo sia nemmeno giusto assegnare al variabile scadenza 2020 duration modificata 0,00.
chi mi delucida... :)

...a pagina 6...
 

Allegati

  • valuing floating rate bonds.pdf
    245,8 KB · Visite: 2.323

lo consideri come si diceva sopra un bond a tasso fisso con cedola attuale e scadenza il giorno del prossimo ricalcolo della stessa.
Se è un TV tipo Euribor +1,5% avrai un titolo a tasso fisso e scadenza reale(con cedola 1,5%) più la duration calcolata come sopra della parte variabile.

In effetti per il prezzo sui TV conta molto di più l'emittente.....
 
lo consideri come si diceva sopra un bond a tasso fisso con cedola attuale e scadenza il giorno del prossimo ricalcolo della stessa.
Se è un TV tipo Euribor +1,5% avrai un titolo a tasso fisso e scadenza reale(con cedola 1,5%) più la duration calcolata come sopra della parte variabile.

In effetti per il prezzo sui TV conta molto di più l'emittente.....
Grazie! Quindi facciamo un esempio pratico:
MERRILL LYNCH scad 22/07/2014 EUR 3 M + 0,45 XS0197079972
In excel funzione =DURATA.M(liquid;scad;cedola;rend;num_rate;base)
liquid=data di oggi
scadenza=22/7/2010 (data prossima cedola)
cedola=1,10% eur3m=0,65+0,45 spread
rend=2,76% Y.T.M net al prezzo di 92 odierno
num_rate=4
base=1 (credo)

è giusto ? oppure devo calcolare separate lo spread e l'euribor con due scadenze diverse ?
 
Indietro