....Esplosioni vicino a Sharm...

ricpast

Master of Puppets
Registrato
4/8/03
Messaggi
35.428
Punti reazioni
1.918
EGITTO: TRE ESPLOSIONI A DAHAB SUL MAR ROSSO

IL CAIRO - Tre esplosioni sono state udite questo pomeriggio nella località turistica di Dahab, sul Mar Rosso. Lo si apprende da un testimone sul posto. Il testimone dice di aver udito tre esplosioni e di aver visto del fumo levarsi dall'area del bazar della cittadina. "C'era fumo proveniente dalla zona e gente che correva per ogniddove". Le esplosioni sono state udite intorno alle 19:15 locali (le 17:15 Gmt).

Anche la televisione satellitare araba Al Jazira ha dato notizia delle tre esplosioni a Dahab, nel Sinai. Dahab, una delle località turistiche più rinomate del Mar Rosso, si trova tra Sharm el Sheikh e Nuweiba, è conosciuta anche come 'Koh Samui'. E' una piccola cittadina non lontano da Taba, dove un attentato il 7 ottobre 2004 fece 35 morti tra cui le due sorelle italiane Gessica e Sabrina Rinaudo.
 
Un funzionario del Ministero dell'interno egiziano ha confermato le esplosioni. "Ci sono state esplosioni - ha detto il responsabile - ma il quadro non è ancora chiaro". Secondo fonti della polizia, le bombe sarebbero esplose in tre complessi turistici, e ci sarebbero feriti.

fonte: ANSA
 
CAIRO, Egypt (Reuters) -- Three explosions shook the Egyptian Sinai resort of Dahab on Monday and smoke could be seen rising from the town's tourist bazaar, witnesses said.

Residents said they saw body parts and debris on the street after an explosion at a restaurant.

"There is smoke coming from the area, and there are people running everywhere," said the witness, who did not want to be named.

The explosions were heard about 7:15 p.m. local time on Monday, part of a five-day spring holiday in Egypt, the witness said.

An Interior Ministry official confirmed there had been explosions but said he had no further information. "There were explosions, but the picture is still not clear," he said.

One visitor said cars and buses leaving the resort were being stopped by police.

"There were body parts and debris in the street ... There are ambulances and cars taking people to hospital," said one resident.

Last July, at least 60 people were killed and more than 200 were wounded when two car bombs and a suitcase ripped through hotels and shopping areas in Egypt's tourist area of Sharm el-Sheikh.
 
ESPLOSIONI A DAHAB, FARNESINA SEGUE VICENDA
L' Unità di crisi della Farnesina si tiene in contatto con il consolato italiano onorario di Sharm el Sheik e con l' Ambasciata d' Italia al Cairo che hanno avviato i contatti con le autorità locali per seguire la vicenda delle esplosioni che si sono verificate nella località turistica di Dahab, nel Sinai. Lo si apprende da fonti della Farnesina. la situazione al momento è confusa. Si stanno facendo le verifiche del caso attraverso i tour operator e il sito 'dovesiamonelmondo.it'.

STATO DI ALLERTA AL VALICO ISRAELIANO DI TABA Lo stato di allerta è stato proclamato stasera al valico di Taba, fra Israele ed Egitto, in seguito al diffondersi di informazioni relative a tre esplosioni verificatesi nella località turistica di Dahab (Egitto). Lo riferisce il sito online Ynet, del giornale israeliano Yediot Ahronot. Le autorità israeliane, secondo il sito, si stanno organizzando nella eventualità che dall'Egitto vengano richiesti aiuti. Una richiesta del genere, per ora non è giunta.
 
dalla CNN

> BREAKING NEWS More than 90 people reported killed or injured in 3 explosions in town of Dahab, an Egyptian Interior Ministry official told CNN.
:eek: :eek: :eek: :eek:
 
linee sovraccariche,non si riesce a chiamare! :wall:
 
ATTENTATO IN SINAI

Tre attentati a Dahab
'Ci sono morti e feriti'

Le vittime sarebbero almeno 20, e 150 i feriti. Eplosioni in un hotel e nel bazaar. La località turistica è circa 100 chilometri a nord di Sharm el Sheikh. Unità di crisi della Farnesina in contatto con le autorità locali. La croce rossa israeliana offre aiuto

Dahab (Sinai), 24 aprile 2006 - Tre esplosioni, alle alle 19.15 ora italiana, riportano sangue e morte fra i turisti del Mar Rosso. Dopo Sharm e Taba, viene colpita Dahab, località turistica del Sinai situata circa 100 chilometri a nord di Sharm el Sheikh.
Incerto il bilancio delle vittime: secondo la polizia egiziana si parla di almeno 17 morti (20 per Al Jazeera) e 150 feriti.

Le tre bombe scoppiate in rapida sequenza, avevano come obiettivi un supermercato, un ristorante e un albergo. Lo dice la televisione satellitare araba Al Jazeera. Il supermercato - precisa l'emittente - e' quello di Gazala, mentre l'albergo sarebbe l'El Masharabya.

Al momento, le autorità egiziane di polizia proibiscono la partenza dei turisti da Dahab: il divieto, semrpe come riferito da Al Jazeera.

La zona costiera dove si trova Dahab, poco distante da Taba e Sharm el Sheikh, e' molto frequentata in questo periodo dell'anno per le celebrazioni della festivita' egiziana di Sham el-Nessim (festa della primavera).

VALICO IN ALLERTA
Lo stato di allerta e' stato proclamato stasera al valico di Taba, fra Israele ed Egitto, in seguito al diffondersi di informazioni relative a tre esplosioni verificatesi nella localita' turistica di Dahab (Egitto).
Aiuti immediati all'Egitto sono stati offerti da Eli Bin, direttore della Stella di Davide Rossa (equivalente israeliano della Croce Rossa). Ancora non e' noto se nelle deflagrazioni registrate a Dahab (Sinai) siano rimasti coinvolti cittadini israeliani.


UNITA' DI CRISI
La Farnesina comunica che l'unità di crisi è in costante contatto con il consolato competente e l'ambasciata che a loro volta sono in contatto con le autorità locali.La situazione è al momento confusa; per verificare l'eventuale presenza di connazionali sul luogo si stanno conducendo anche verifiche presso i tour operator e il sito "dovesiamonelmondo.it".
 
Sarebbero state bombe azionate a distanza a causare le esplosioni di questa sera a Dahab, località turistica egiziana sul Mar Rosso. Lo sostiene la televisione egiziana, che non cita le fonti dell'informazione, ma aggiunge che non si esclude la presenza di attentatori-suicidi.

Secondo il proprietario di un albergo, "non si tratta di un'azione suicida". "Le cariche esplosive - ha detto all'ANSA - erano state collocate in sacchi e sono state fatte esplodere con detonatori".

Un testimone dice di aver udito tre esplosioni e di aver visto del fumo levarsi dall'area del bazar. "C'era fumo proveniente dalla zona e gente che correva per ognidove".
 
IL CAIRO - Tre esplosioni, probabilmente provocate da bombe comandate a distanza, hanno provocato, secondo un bilancio provvisorio, 22 morti e 150 feriti stasera a Dahab, una località turistica sul Mar Rosso, in Egitto. Ma secondo i soccorritori il bilancio dei morti nelle esplosioni salito a 30. La polizia egiziana ha detto la prima esplosione è avvenuta al supermercato Ghazala, la seconda nell'hotel el Mashrabya e la terza su un ponte di legno per pedoni.

Non lontano dal luogo in cui e' avvenuta una delle esplosioni, a Dahab, ci sarebbero stati cinque italiani, due adulti e tre bambini, che non hanno riportato conseguenze. Lo si e' appreso da fonti informate. Solo uno dei cinque, secondo quanto si e' appreso, sarebbe rimasto lievemente contuso.
 
Il bilancio ufficiale del ministero dell'interno egiziano, dato alla televisione al Jazira, è di 10 morti, quattro stranieri e sei egiziani, e di 70 feriti.
 

Allegati

  • ser.jpg
    ser.jpg
    29,1 KB · Visite: 84
Ultima modifica:
tanto prima o poi lo devevano fare speriamo che sia meno grave di quanto hanno detto al tg 5 PAROLA DI DUCATOS
 
Indietro