esproprio

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

catilina61

Utente Registrato
Registrato
10/11/03
Messaggi
29.098
Punti reazioni
1.597
il comune di un piccolo paesino in provincia di Como mi vuole espropriare "ben" 400mq di terreno agricolo per dedicarlo ad area a verde o parcheggio (in una zona completamente inserita nel verde con ampi spazi alternativi).

Contattato dal comune ben trovare un accordo spiegai che non era mia intenzione disfarmi del terreno ( è piccolo ma vicino alla strada in bella posizione )ma non avendo neppure intenzione di fare resistenza insensata comunicai che avrei venduto a due condizioni: certezza che l'area fosse destinata ad uso pubblico , prezzo di mercato ( avuto in agenzia immobiliare del posto ) .

Il comune mi richiama e mi propone o la metà del prezzo richiesto ( 5 euro al mq anzichè i 10 richiesti ) oppure esproprio al prezzo di 2,5 .

In considerazione che , secondo me, la mia proprietà non è tale da compromettere il progetto complessivo , esistono altre aree dove poter fare i parcheggi e che non mi va di essere preso per il collo sono intenzionato a resistere.

Avete esperienze in merito??

L'esproprio come può essere fermato? Quali sono gli atti? I tempi (importantissimi!!)????
Quali le probabilità di vedermi riconosciute le mie ragioni?? Quali i costi?? E' necessario l'avvocato??
 
catilina61 ha scritto:
il comune di un piccolo paesino in provincia di Como mi vuole espropriare "ben" 400mq di terreno agricolo per dedicarlo ad area a verde o parcheggio (in una zona completamente inserita nel verde con ampi spazi alternativi).

Contattato dal comune ben trovare un accordo spiegai che non era mia intenzione disfarmi del terreno ( è piccolo ma vicino alla strada in bella posizione )ma non avendo neppure intenzione di fare resistenza insensata comunicai che avrei venduto a due condizioni: certezza che l'area fosse destinata ad uso pubblico , prezzo di mercato ( avuto in agenzia immobiliare del posto ) .

Il comune mi richiama e mi propone o la metà del prezzo richiesto ( 5 euro al mq anzichè i 10 richiesti ) oppure esproprio al prezzo di 2,5 .

In considerazione che , secondo me, la mia proprietà non è tale da compromettere il progetto complessivo , esistono altre aree dove poter fare i parcheggi e che non mi va di essere preso per il collo sono intenzionato a resistere.

Avete esperienze in merito??

L'esproprio come può essere fermato? Quali sono gli atti? I tempi (importantissimi!!)????
Quali le probabilità di vedermi riconosciute le mie ragioni?? Quali i costi?? E' necessario l'avvocato??


Non so se lo hai già letto :

http://www.edilportale.com/dossier/dos270601-1.asp
 
Fatti fare una perizia di stima da geometra/ingegnere edile
 
catilina61 ha scritto:
darò un occhio, grazie!

ma che tu, voi, sappia l'esproprio non dovrebbe essere motivato da impossibilità di alternative comparabili in termini di costi e realizzabilità???

Sulla base di quale realtà provabile vai a sindacare la scelta del Comune ?
Voglio dire è solo la tua opinione che possono costruire il parcheggio altrove senza danneggiare alcun privato o è una certezza provabile ?

Comunque riguardo alla stima dei tuoi 400 mq, come dice il link e come dice FaGal sarà meglio che al posto dell'agenzia immobiliare locale contatti un geometra locale e ti fai fare una perizia sul valore.
Ovviamente avrà un costo...ma se vuoi "questionare" col Comune riguardo al valore è necessaria una perizia di un tecnico...
 
salve,chi sa se posso rifiutarmi di cedere un pezzo di terreno per ampliare una cabina della rete snamgas,e se possono espropriarmi il terreno,quelli della snam stanno facendo la voce grossa sembrano loro i padroni :(
 
il comune di un piccolo paesino in provincia di Como mi vuole espropriare "ben" 400mq di terreno agricolo per dedicarlo ad area a verde o parcheggio (in una zona completamente inserita nel verde con ampi spazi alternativi).

Contattato dal comune ben trovare un accordo spiegai che non era mia intenzione disfarmi del terreno ( è piccolo ma vicino alla strada in bella posizione )ma non avendo neppure intenzione di fare resistenza insensata comunicai che avrei venduto a due condizioni: certezza che l'area fosse destinata ad uso pubblico , prezzo di mercato ( avuto in agenzia immobiliare del posto ) .

Il comune mi richiama e mi propone o la metà del prezzo richiesto ( 5 euro al mq anzichè i 10 richiesti ) oppure esproprio al prezzo di 2,5 .

In considerazione che , secondo me, la mia proprietà non è tale da compromettere il progetto complessivo , esistono altre aree dove poter fare i parcheggi e che non mi va di essere preso per il collo sono intenzionato a resistere.

Avete esperienze in merito??

L'esproprio come può essere fermato? Quali sono gli atti? I tempi (importantissimi!!)????
Quali le probabilità di vedermi riconosciute le mie ragioni?? Quali i costi?? E' necessario l'avvocato??

Hai sempre pagato l'ici sul terreno (suppongo di si) ?? hai controllato che il prezzo sia congruo al valore catastale del terreno denunciato in catasto ? (ovviamente rivalutato all'inflazione)
 
Indietro