Etf JEGA, un valido alleato per vivere di rendita e rivalutazione capitale

Francesco881

Utente Registrato
Registrato
27/12/22
Messaggi
532
Punti reazioni
149
Buongiorno!
Volevo fare un po’ di considerazioni su etf JEGA, vi metto il link dell’articolo così non sto a riportare la spiegazione.
Mi pare uno strumento molto interessante e che qualsiasi persona interessata alla rendita deve quanto meno valutare.
È a gestione attiva e costa pochissimo
 
Interessante, seguirò ma vorrei vedere un po’ di storia prima di provarlo con un piccolissimo importo
 
Interessante, seguirò ma vorrei vedere un po’ di storia prima di provarlo con un piccolissimo importo
Stando a ciò che dice JPM è la versione globale dell’etf JEPI attivo in USA da qualche hanno è che ha battuto ( sharpe) l’ s&p500
 

Allegati

  • 28978A0E-CBAB-4632-BADD-F2DE28EB2A5D.png
    28978A0E-CBAB-4632-BADD-F2DE28EB2A5D.png
    182,9 KB · Visite: 280
Messo in watchlist, spread incredibilmente basso per essere un prodotto nuovissimo, sono andato anche a scaricarmi la lista di aziende presenti. Non sono tantissime, circa 250, ma nessuna ha un peso eccessivo. Mi sembra abbastanza value nella composizione, ma ovviamente è una strategia attiva, quindi conta poco. Bisognerà vedere anche i costi di transazione, che sugli etf a strategia attiva tendono ad essere altini (ricordo che non sono compresi nel ter e DOVREBBERO essere indicati separatamente nel KIID), ma non ne trovo ad ora traccia.
I prodotti JPM mi attirano sempre tanto, insieme a WT mi sembrano gli unici a provare a creare dei prodotti un po' differenti e interessanti per il lungo periodo. Ho già in ptf JPGL.
 
Stando a ciò che dice JPM è la versione globale dell’etf JEPI attivo in USA da qualche hanno è che ha battuto ( sharpe) l’ s&p500
Queste cose lasciano sempre un po' il tempo che trovano. Non perchè lo strumento non possa essere potenzialmente interessante o veramente redditizio negli usa, quanto piuttosto percgè spostare strumenti pensati per un mercato solo su un globale rischia di non essere assolutamente profittevole (come è vero il contrario). Un discorso simile lo avevamo già affrontato con alcuni di voi per i Cape della Ossiam, ottimi per gli USA, discreti per l'europa (dove è poco ma c'è gia il rischio cambio, visto che non si limitano all'area euro), al momento pessimi per il golbale.
Non dico sia così o pomì, solo che le variabili su un global sono molto maggiori e diverse che su un mercato interno (tra l'altro di un etf, ATTVIO inizialmente PENSATO solo per il mercato interno), quindi preferirei un po' di storico prima di decidere se inserire lo strumento in ptf.
 
Buongiorno!
Volevo fare un po’ di considerazioni su etf JEGA, vi metto il link dell’articolo così non sto a riportare la spiegazione.
Mi pare uno strumento molto interessante e che qualsiasi persona interessata alla rendita deve quanto meno valutare.
È a gestione attiva e costa pochissimo
JEGA e' la versione ad accumulo, di solito uno prende questo tipo di prodotti per ricevere un'entrata periodica dalla vendita di opzioni senza dovere fare nemmeno due click per vendere le quote di un fondo ad accumulo che segue lo stesso sottostante, cosa che sarebbe fiscalmente piu' efficiente. C'e' anche JGPI, la versione a distribuzione, qui c'e' qualche informazione, e' l'analogo del JEPI americano e potrebbe essere interessante per chi e' interessato alle strategie ad opzioni. E' quotato su Xetra.
 
Ultima modifica:
JEGA e' la versione ad accumulo, di solito uno prende questo tipo di prodotti per ricevere un'entrata periodica dalla vendita di opzioni senza dovere fare nemmeno due click per vendere le quote di un fondo ad accumulo che segue lo stesso sottostante, cosa che sarebbe fiscalmente piu' efficiente. C'e' anche JGPI, la versione a distribuzione, qui c'e' qualche informazione, e' l'analogo del JEPI americano e potrebbe essere interessante per chi e' interessato alle strategie ad opzioni. E' quotato su Xetra.
Grazie per l’osservazione, mi pare quotato solo su xetra però.
Io rimango dell’idea che sia meglio averlo ad accumulo, tra dividendi e premi il montante fiscale, comincia ad essere non poco rilevante.
 
C'e' anche JGPI, la versione a distribuzione, qui c'e' qualche informazione, e' l'analogo del JEPI americano e potrebbe essere interessante per chi e' interessato alle strategie ad opzioni. E' quotato su Xetra.
Già, è da monitorare... con capitale più o meno stabile nel lungo termine e rendimento della distribuzione altrettanto costante sul 6-7-8% lordo annuale potrebbe essere un'alternativa migliore a QYLD, che rende anche l' 11-12% lordo ma tende a perdere in conto capitale (-31% in 10 anni).

JEPI ha solo 4 anni scarsi di storico, è già si può notare una miglior capacità di conservazione:

wdRlFNd.png
 
Stando a ciò che dice JPM è la versione globale dell’etf JEPI attivo in USA da qualche hanno è che ha battuto ( sharpe) l’ s&p500
JEPI io l'ho in portafoglio ( in piccola percentuale) da un paio d'anni. ETF molto interessante, che credo andrò ad incrementare
 
Già, è da monitorare... con capitale più o meno stabile nel lungo termine e rendimento della distribuzione altrettanto costante sul 6-7-8% lordo annuale potrebbe essere un'alternativa migliore a QYLD, che rende anche l' 11-12% lordo ma tende a perdere in conto capitale (-31% in 10 anni).

JEPI ha solo 4 anni scarsi di storico, è già si può notare una miglior capacità di conservazione:

wdRlFNd.png
Consideriamo che JEPI è a gestione attiva mette QYLD no, e comunque non paragonabili, perché JEPI è sottostante azioni con parametri tendenzialmente value, QYLD invece è Nasdaq quindi tendenzialmente growth.
Diciamo che vendere call ATM è ovviamente con algoritmo è diverso dal venderle OTM e con gestore attivo
 
Da notare come QYLD sia spaventosamente sottoperformante rispetto al Nasdaq 100, ma non è tanto quello, bensì il fatto che non c’è dietro nessuno che cerca di ottimizzare il processo di vendita opzioni in modo discrezionale.
Come si può notare il covered call dynamic di Nuveen, fa già qualcosa meglio.
Quindi vuol dire che un gestore attivo può sicuramente evitare i peggiori danni, tecnici da vendita di opzioni.
 

Allegati

  • 57B8E606-02BA-423F-AEEA-1649E6AB5925.jpeg
    57B8E606-02BA-423F-AEEA-1649E6AB5925.jpeg
    160,6 KB · Visite: 250
  • 34501637-EA39-4E8E-B47C-B94761B632E8.png
    34501637-EA39-4E8E-B47C-B94761B632E8.png
    402 KB · Visite: 254
JEPI io l'ho in portafoglio ( in piccola percentuale) da un paio d'anni. ETF molto interessante, che credo andrò ad incrementare
Secondo me è l’unico che si salva, per via di diversi fattori.
1) gestione attiva
2) titoli value
3) vendita call OTM

QYLD diventa troppo inefficiente, perché se fossi entrato quando quotava 25 con 100 k, non solo oggi avresti 70.000 euro dopo 10 anni
Ma eri partito con un dividendo del 10-11% di 100 k, oggi stai prendendo il 11% di 70 k….
Quindi hai perso il 30% sul capitale investito, ma anche il 30% della rendita generata!!
È un suicidio di suo, se aggiungiamo il fatto di essere a distribuzione, fai pure un regalo allo stato con le tasse che fossero reinvestite, rallenterebbero a distruzione del capitale.
Ed abbiamo osservato lo scenario del sottostante in salita per tutto il periodo.
In caso di discesa, costante fai meglio sottostante perché prendi i premi.
Ma è vero anche che se il sottostante crolla del 50% dimezzi il capitale ed anche la rendita.
E quando vendi call ATM, dopo un -50%, se ci fosse recupero, non recuperi mai perché devi difendere le call vendute.
Si potrebbe intervenire con delle put a copertura, ma se l cosa fosse sistematica, i costi inciderebbero parecchio.
In questi casi vedo valore nella gestione attiva delle opzioni.
JEPI invece ha tutte le carte in regola per fare bene a mio avviso.
 
Questo ETF offre agli investitori un rendimento stabile pari al 7–9% annualizzato? Con un potenziale apprezzamento del capitale?

dove sta la fregatura? Altrimenti perché non vendere tutto e andare 100% su questo strumento?
 
Questo ETF offre agli investitori un rendimento stabile pari al 7–9% annualizzato? Con un potenziale apprezzamento del capitale?

dove sta la fregatura? Altrimenti perché non vendere tutto e andare 100% su questo strumento?
Credo perché tra l dire e il fare ci sta di mezzo taaaaanta acqua
 
Questo ETF offre agli investitori un rendimento stabile pari al 7–9% annualizzato? Con un potenziale apprezzamento del capitale?

dove sta la fregatura? Altrimenti perché non vendere tutto e andare 100% su questo strumento?
Perché quello è l’obiettivo ciò non significa che è garantito.
Io ci dedico massimo un 30% del patrimonio.
Mica investo tutto in un progetto solo.
Ho etf come JPGL, FGQI, VHYL, GGRA, bisogna sempre DIVERSIFICARE.
 
Questo ETF offre agli investitori un rendimento stabile pari al 7–9% annualizzato? Con un potenziale apprezzamento del capitale?

dove sta la fregatura? Altrimenti perché non vendere tutto e andare 100% su questo strumento?
Io perchè sulla carta sarebbe da farci all in viste le premesse/promesse. In realtà siccome non capisco minimamente nulla del suo funzionamento me ne sto fuori (magari sbaglio ma non voglio investire in qualcosa che non comprendo)
 
Io perchè sulla carta sarebbe da farci all in viste le premesse/promesse. In realtà siccome non capisco minimamente nulla del suo funzionamento me ne sto fuori (magari sbaglio ma non voglio investire in qualcosa che non comprendo)
Ovviamente, serve convinzione. E questa nasce dalla comprensione dei rischi.
Quando i prezzi crollano e crollano per tutti ( anche sugli strumenti che comprendi ) la forza per rimanere al proprio posto tranquilli nasce dallla consapevolezza di cosa hai tra le mani.
L’etf JEGA, non fa nulla di così rischioso.
Non è il multibond, tanto per capirci.
 
Io perchè sulla carta sarebbe da farci all in viste le premesse/promesse. In realtà siccome non capisco minimamente nulla del suo funzionamento me ne sto fuori (magari sbaglio ma non voglio investire in qualcosa che non comprendo)
Anche io non ho capito su cosa investe in termini pratici.
 
Messo in watchlist, spread incredibilmente basso per essere un prodotto nuovissimo, sono andato anche a scaricarmi la lista di aziende presenti. Non sono tantissime, circa 250, ma nessuna ha un peso eccessivo. Mi sembra abbastanza value nella composizione, ma ovviamente è una strategia attiva, quindi conta poco. Bisognerà vedere anche i costi di transazione, che sugli etf a strategia attiva tendono ad essere altini (ricordo che non sono compresi nel ter e DOVREBBERO essere indicati separatamente nel KIID), ma non ne trovo ad ora traccia.
I prodotti JPM mi attirano sempre tanto, insieme a WT mi sembrano gli unici a provare a creare dei prodotti un po' differenti e interessanti per il lungo periodo. Ho già in ptf JPGL.
Su Directa c'è il kid a me pare di capire 0,45% costo totale compreso dello 0,10% ovviamente però stimato di costi acquisto/vendita

A prima vista è proprio il genere di prodotti che mi piacciono.
Monitoro e nel 2024 penso proprio di inserirlo nel mio conto PIR fai da te, magari non sarebbe male dopo uno storno degli indici azionari anche per farsi meglio una idea di come si comporterà
 
Indietro